Vai al contenuto

Rogito di immobile incommerciabile

Rate this topic


Recommended Posts

Se in una proposta di acquisto tramite agenzia, accettata dal venditore, l'immobile era descritto secondo la consistenza catastale (divergente in parte dallo stato di fatto, a causa di un ripostiglio che di fatto è un bagno), affinché possa procedersi al rogito, dato che nel caso specifico non è possibile sanatoria (e quindi l'immobile è incommerciabile), se il venditore demolisce spontaneamente l'abuso edilizio può procedersi al rogito o il compratore può legittimamente rifiutarsi?

Link di questo messaggio
Condividi

Io la vedo in questo modo. Con l'accettazione della proposta si è perfezionato il contratto di compravendita che va ripetuto in forma pubblica o scrittura privata autenticata per la trascrizione.  Nel caso in esame la costruzione è stata realizzata con evidenti irregolarità urbanistiche e pertanto trova applicazione l’art. 1489 cod. civ. qualora, come emerge , detta difformità non sia stata dichiarata in sede di proposta né conosciuta dal compratore al momento dell’accettazione, il quale pertanto è in buona fede.

L’acquirente pertanto ha dunque diritto non solo a richiedere la risoluzione ex art. 1453 e ss. c.c., ma anche al risarcimento del danno fondato sugli artt. 1218 e 1223 cod. civ.

Naturalmente ben potrà citarsi in giudizio anche l'agenzia immobiliare

Modificato da pasqualino82
  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
×
×
  • Crea Nuovo...