Vai al contenuto

DDL per abolizione Tre consegne

Rate this topic


Recommended Posts

Esatto!

Ci potrebbe essere chi si è già presentato 5 volte da quando hanno introdotto il limite ma, in tre o quattro circostanze, ha deciso di non consegnare e ritirarsi perché non era convinto e non voleva bruciarsi la consegna inutilmente!

Queste persone sarebbero già fuori avendo, di fatto, consegnato solo una o due volte... è veramente una assurdità

Se si vuole sostituire il limite delle tre consegne con il limite dei cinque tentativi bisogna evitare che la norma sia retroattiva sennò è palesemente incostituzionale!

questo no, conterebbero solo le bocciature.

che potresti aver ricevuto prima (tipo 10 anni fa) quando non c'erano limiti...

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi
  • Risposte 1,4k
  • Created
  • Ultima Risposta

Top Posters In This Topic

Top Posters In This Topic

Popular Posts

Mi scuso per l'invasione del forum, ma vi volevo segnalare che l'on. Mazziotti, ha depositato una proposta di legge con cui, tra le altre cose, si chiede l'eliminazione delle tre consegne e il passagg

Davvero interessante questa proposta di riforma: Ok che il concorso perfetto con criteri ottimali e condivisi da tutti non può esistere. Ok anche che è giusto e doveroso tentare di proporre delle migl

"Consegnate tanto il limite delle tre consegne verrà eliminato" .... Disse qualcuno. mi permetto di dissentire sulla proposta di ringraziare i notai che si preoccupano di noi praticanti perché in tut

Posted Images

questo no, conterebbero solo le bocciature.

che potresti aver ricevuto prima (tipo 10 anni fa) quando non c'erano limiti...

quindi per il passato solo le bocciature. Mentre per il futuro basta andare al cesso il primo giorno e t giochi una partecipazione. Ditemi che sono su Marte e che gli alieni hanno preso il potere. Ma chi cazzo le scrive queste proposte?
  • Like 4
Link di questo messaggio
Condividi

Sai quanto tempo ci metteranno ad adottare la modifica così come proposta?

come dice pinturicchio, essendo una proposta di legge presentata da un parlamentare, ci sono elevate probabilità che non venga mai neppure discussa in aula.

Fosse un DDL del Governo sarebbe un altro paio di maniche.

Tra l'altro la proposta tocca anche temi molto delicati per un'altra categoria (ben più rappresentata in Parlamento):

La legge si propone in primo luogo di eliminare il fenomeno, unico dell’Italia, di praticanti e avvocati che svolgono attività di collaborazione a tempo pieno presso gli avvocati titolari dello studio senza percepire alcun compenso. [...] Per questo la proposta prevede, sia per gli avvocati che per i praticanti, il diritto a un compenso minimo stabilito con decreto del ministero della giustizia

ok poi c'era :santa: e la marmotta che impacchettava la cioccolata.

Ah, comunque, il Deputato illustra la ratio delle 5 partecipazioni (così come la propone) e della non necessità di pratica per alcuni soggetti così:

Queste norme hanno l’obiettivo di rendere più ampia e qualitativa la partecipazione ai concorsi, per permettere la migliore copertura dei posti messi a concorso. :bye:

Sul sito della Camera, comunque, si può seguire l'iter: per ora non hanno neanche riportato il testo online.

http://www.camera.it/leg17/126?tab=1&leg=17&idDocumento=3381&sede=&tipo=

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

quindi per il passato solo le bocciature. Mentre per il futuro basta andare al cesso il primo giorno e t giochi una partecipazione. Ditemi che sono su Marte e che gli alieni hanno preso il potere. Ma chi cazzo le scrive queste proposte?

Tra l'altro le bocciature post-limite potrebbero anche trovare una giustificazione in:

"c'era il limite delle 3 consegne e tu hai consegnato ben conscio di questo. Ringrazia che ti diamo 2 possibilità in più per sederti".

Ma tenere conto anche delle bocciature ante-limite è palesemente incostituzionale...

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

Tra l'altro le bocciature post-limite potrebbero anche trovare una giustificazione in:

"c'era il limite delle 3 consegne e tu hai consegnato ben conscio di questo. Ringrazia che ti diamo 2 possibilità in più per sederti".

Ma tenere conto anche delle bocciature ante-limite è palesemente incostituzionale...

no enricof. La norma non va bene perchhé manca di omogeneitá e ti spiego perché con un esempio. La cosa va vista con un occhio sul futuro. Tizio é al primo concorso e dunque ha 5 partecipazioni. Caio ha giá consegnato tre\quattro volte. Allo stato attuale la cosa può sembrare giusta ma invece non é omogenea per il futuro: Infatti oggi il bravo tizio potrebbe essere felice perché può sedersi 5 volte (io al suo posto avrei preferito le 3 inidoneità\4 consegne) e soprattutto poiché, pensando al suo orticello, vede aumentare le proprie possibilità di vittoria perché partecipa o parteciperà a concorsi con piu posti e con i candidati piu datati nello studio fatti fuori. Tuttavia il bravo Tizio, che pensa sempre al suo orticello, il giorno in cui esaurirà le partecipazioni impugnerá il bando in quanto Caio ha avuto tre\quattro consegne e 2/1 partecipazioni mentre lui, poverino, ha avuto solo 5 partecipazioni senza mai poter scegliere se consegnare o meno In diritto amministrativo si chiama DISPARITÀ DI TRATTAMENTO Modificato da pasqualino82
Link di questo messaggio
Condividi

no enricof. La norma non va bene perchhé manca di omogeneitá e ti spiego perché con un esempio. La cosa va vista con un occhio sul futuro. Tizio é al primo concorso e dunque ha 5 partecipazioni. Caio ha giá consegnato tre\quattro volte. Allo stato attuale la cosa può sembrare giusta ma invece non é omogenea per il futuro: Infatti oggi il bravo tizio potrebbe essere felice perché può sedersi 5 volte (io al suo posto avrei preferito le 3 inidoneità\4 consegne) e soprattutto poiché, pensando al suo orticello, vede aumentare le proprie possibilità di vittoria perché partecipa o parteciperà a concorsi con piu posti e con i candidati piu datati nello studio fatti fuori. Tuttavia il bravo Tizio, che pensa sempre al suo orticello, il giorno in cui esaurirà le partecipazioni impugnerá il bando in quanto Caio ha avuto tre\quattro consegne e 2/1 partecipazioni mentre lui, poverino, ha avuto solo 5 partecipazioni senza mai poter scegliere se consegnare o meno In diritto amministrativo si chiama DISPARITÀ DI TRATTAMENTO

purtroppo non conosco diritto amministrativo...per quello avevo usato l'espressione "potrebbero anche trovare" ;)

Link di questo messaggio
Condividi

Io invece non penso sia una proposta che si arenerà subito, è evidente l' intento di "favorire" quella fascia di avvocati ultra trentenni che magari hanno lavorato in studi notarili e conoscono la materia fiscale, ma che si sono bruciati le 3 (4) consegne, dandogliene 1, forse 2 in +. Inoltre favorisce le scuole ed i docenti che sforneranno nuovi libri. Dunque c'è una base di interessi sottesa, vedremo come andrà a finire... . Quello che mi fa pensare che non sarà mai approvata è piuttosto la previsione di un reddito minimo per i praticanti :D

Link di questo messaggio
Condividi

Io invece allo stato dell'arte sono favorevole. Ovviamente sarebbe molto più opportuno eliminare limiti di sorta per un concorso per l'accesso ad una professione creando sistemi di selezione naturale durante il percorso formativo, come in Francia, Spagna e Germania (con le peculiarità di quest'ultima).

Le 5 partecipazioni eliminano a monte gli avventurieri. Il candidato in pratica si siederà quando arriva a giusta maturazione. Magari fa la prima partecipazione e sonda la sua preparazione. Poi le altre se le gioca valutando se partecipare nei periodi in cui si è preparato bene ed evitando quando non ha potuto farlo per altri impegni.

In teoria i più maturi dovrebbero partecipare mentre i meno maturi non si dovrebbero avventurare. (poi è soggettivo).

In più, detto molto terra terra, chi ha già 4 consegne ne può fare un'altra e che ne ha 3 ne può fare due! Sempre meglio che 0 e 1 !!! -_-'

Il fiscale io sono favorevole, aiuta molto la comprensione del diritto, però dovrebbero porci casi definiti e armoniosi rispetto alle varie AE. Altrimenti è impossibile prepararsi perché in molti casi ogni AE ha i suoi orientamenti -_-'''

Il diritto dell'informatica forse all'orale?! Boh...

Link di questo messaggio
Condividi

Io invece allo stato dell'arte sono favorevole. Ovviamente sarebbe molto più opportuno eliminare limiti di sorta per un concorso per l'accesso ad una professione creando sistemi di selezione naturale durante il percorso formativo, come in Francia, Spagna e Germania (con le peculiarità di quest'ultima).

Le 5 partecipazioni eliminano a monte gli avventurieri. Il candidato in pratica si siederà quando arriva a giusta maturazione. Magari fa la prima partecipazione e sonda la sua preparazione. Poi le altre se le gioca valutando se partecipare nei periodi in cui si è preparato bene ed evitando quando non ha potuto farlo per altri impegni.

In teoria i più maturi dovrebbero partecipare mentre i meno maturi non si dovrebbero avventurare. (poi è soggettivo).

In più, detto molto terra terra, chi ha già 4 consegne ne può fare un'altra e che ne ha 3 ne può fare due! Sempre meglio che 0 e 1 !!! -_-'

Il fiscale io sono favorevole, aiuta molto la comprensione del diritto, però dovrebbero porci casi definiti e armoniosi rispetto alle varie AE. Altrimenti è impossibile prepararsi perché in molti casi ogni AE ha i suoi orientamenti -_-'''

Il diritto dell'informatica forse all'orale?! Boh...

1) MILF o COUGUAR al concorso ?

2) la divsione senza tizietto, o la casa mobile oppure l'ultima cessione dei beni ai creditori come sarebbe stata tassata ? neppure dopo 30 giorni e l'istanza di interpello si avrebbe certezza della tassazione

Tutte le vostre considerazioni partono dallo sbagliatissimo presupposto che sta norma non verrà cestinata nell'arco di 0,0003 millesimi di secondo, cosa che avverrà al 100 %

corretto

propongo di non votare più il parlamentare che ha presentato tale proposta

#liberiamoilparlamento

:cry:

Modificato da pandemonio
  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

Panda sei sempre simpatico, ma non fare il *polemicone* :P

Io ho espresso una mia opinione, tutto qui. Può essere condivisa o meno proprio perché un'opinione :)

In termini pratici la proposta è meglio di nulla. Ognuno poi si organizza come crede, le puoi anche fare tutte di seguito le partecipazioni se hai tempo e ti senti forte.

P.s. tassazione: (per ridere ^^):

- la divisione senza tizietto: proposta irrevocabile, Euro 200 di registro; (anche quella sub condicio, nulla, ma sempre 200 prendeva -_-''); bollo 45;

- la cessio bonorum prende due fisse (registro, ipotec.); bollo 155;

- la casa mobile non c'ero, ma penso 1% se la davi condonata, o non ne consideravi il valore se nn la dividevi.

Link di questo messaggio
Condividi

Davvero interessante questa proposta di riforma:

Ok che il concorso perfetto con criteri ottimali e condivisi da tutti non può esistere. Ok anche che è giusto e doveroso tentare di proporre delle migliorie e che non esiste un diritto di vincere certamente i concorsi pubblici, ma la proposta in oggetto, a mio avviso, non sta nè in cielo nè in terra!

Aboliamo le 3 consegne e introduciamo le 5 sedute e questo teoricamente dovrebbe essere una miglioria... Peccato però che se per caso uno il secondo o terzo giorno dovesse accorgersi di aver fatto un errore grave, magari anche frutto di una banale svista e non di scarsa preparazione (conosco amici molto preparati, ora tutti notai fortunatamente, che purtroppo per una svista si fumarono i mediatori oppure nelle garanzie di citare una ipoteca) si è bruciato una possibilità.

Poi certo, dato che il concorso notarile attuale significa:

1) una scarsa e veloce preparazione;

2) un programma decisamente ridotto;

3) tracce in sede di prove che si scrivono agevolmente in 4/5 facciate -esagerando per eccesso, si intende-;

4) tracce con relativamente poche ma sostanziali problematiche attesa a sondare la effettiva maturitá giuridica del candidato e non 8000 questioni buttate lì col bussolotto che riduce la riuscita concorsuale spesso a un "mi faccio il segno della croce e la prendo o non la prendo, perché se devo far tornate tutti i conti ci vorrebbero ragionevolmente 2 mesi in uno studio notarile";

5) una scarsissima alea;

6) un sistema delle correzioni trasparente con risultati pubblicati nell'arco di pochi mesi dalle prove, come per qualunque altro concorso o esame di stato;

7) uno scappellamento bitumato a destra, come se fosse antani, per due.

Purtroppo tanti notai in esercizio quando sentono aria di liberalizzazioni tendono la mano ai praticanti, quasi con l'occhietto lucido, chiedendo il loro aiuto perché "siamo tutti sulla stessa barca". Quando però il mare delle liberalizzazioni si fa meno burrascoso l'occhietto degli stessi diventa vitreo e il concorso (che li ha visti vincitori) diventa troppo semplice e poco selettivo.

Nessun aspirante che desideri ardentemente diventare notaio si sognerebbe mai di chiedere un abbassamento della qualità della selezione, perché la professione notarile è complicatissima ma bellissima, una delle più prestigiose, nobili e importanti d'Italia.

Ma signori non confondiamo la selezione con "l'astrusione" la qualità con la "quantità".

Poi, si può proporre di tutto: si può proporre di introdurre altre materia per aumentare il livello di quant... qualità del concorso come fiscale, fallimentare, urbanistica, amministrativo, pubblico comparato, internazionale privato (senza tralasciare Unione Europea), sistemi giuridici comparati, storia del diritto e inserirei anche le procedure perché non si sà mai: metti che liberalizzano l'avvocatura e i notai possono iniziare a scrivere atti di citazione. Meglio arrivare preparati.

Inoltre, fossi in chi può proporre introdurrei anche una quarta giornata di prove in lingua straniera. Oppure manterrei le tre prove ma imporrei di scrivere una in lingua italiana e le altre due in lingua straniera, ovviamente diverse e da scegliersi da parte dei commissari la mattina stessa prima di iniziare a scrivere le tracce.

Ovviamente, tra i criteri di correzione si potrebbe inserire anche la sensibilità concorsuale e le basi di pratica notarile come autonoma e specifica voce.

Si prospetta un futuro roseo per le scuole notarili, business milionario, dove loro ingrasseranno ancora di più e l'aspirante notaio, condannato a frequentarle data l'assurdità del concorso attuale, potrà agevolmente entrare in una taglia 25.

Comunque se qualcuno si prenderà la briga di leggere questo lunghissimo post, oltre a ringraziarlo per il tempo dedicato, mi auguro possa cogliere, al di là della vena sarcastica, la triste sostanza.

Concludo dicendo che è possibile proporre di tutto, chissà quali abominevoli proposte verranno presentate in futuro, anche da notai con pochi anni di sigillo che l'attuale concorso lo dovrebbero conoscere bene, ma l'augurio è sempre che la ragionevolezza prevalga sugli interessi individuali o di categoria.

La speranza resta l'ultima a morire ma è anche vero che, come diceva un noto comico savonese di Zelig: "siamo tutti finocchi col culo degli altri. Col culo degli altri!"

lo stesso notaio che ha voluto l'introduzione del tributario agli scritti ha detto che introdurrebbe la lingua straniera obbligatoria

Link di questo messaggio
Condividi

Dalla proposta non risulta espressamente ma è implicito che tutto questo è volto all'esclusivo fine di coprire le sedi vacanti nel più breve tempo possibile... (errano di brutto coloro i quali pensano ad una volontà male mascherata di finanziare case editrici e scuole, di allungare i già infiniti tempi di correzione).

Io ero fermamente contrario alla "liberalizzazione" ma, ex post, mi sa che se la sarebbero proprio meritata.

Ps:se la notizia è vera, il fatto di aver anticipato sin da giugno l'introduzione di un nuovo corso di tributario è incommentabile.

Link di questo messaggio
Condividi

A me pare che inserire tributario tra le materie d'esame sia sacrosanto, visto che nella pratica di tutti i giorni il tributario è fondamentale. Se il concorso deve selezionare gente capace di fare il notaio, penso che ciò debba avvenire su questioni attinenti alla professione, e non sul legato di password o su altre amenità teoriche che poi nessun notaio vede mai nella professione.

Modificato da Alberto
cancellata allusione (non offensiva) a messaggi censurati
  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

Se, come ha scritto il buon Pintu, questa proposta ha poche chances di passare, credo sia inutile proseguire nei commenti.

Stiamo discutendo del nulla; semmai l'idea più intelligente e radicale di stroncare il limite delle tre consegne è quella del buon Pasqualino, ai posts rinvio (impugnativa al TAR del bando, ecc....)

Link di questo messaggio
Condividi

A me pare che inserire tributario tra le materie d'esame sia sacrosanto, visto che nella pratica di tutti i giorni il tributario è fondamentale. Se il concorso deve selezionare gente capace di fare il notaio, penso che ciò debba avvenire su questioni attinenti alla professione, e non sul legato di password o su altre amenità teoriche che poi nessun notaio vede mai nella professione.

hai ragione, il tributario al lavoro serve quasi più di civile e commerciale ormai

MA, in tracce folli alla settimio, mettere anche il tributario sarebbe a dir poco allucinante

resta il fatto che, secondo me, l'aggiunta di un'altra materia agli scritti va solo a vantaggio di chi si fa pagare per prepararci agli scritti

non gliene sta fregando una ceppa di formare gente capace di fare il notaio

sia le tracce di scuola che quelle di concorso sono spesso così tanto assurde che non hanno quasi nulla a che vedere col lavoro in studio

€€€€ $$$$ ££££

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

Dalla proposta non risulta espressamente ma è implicito che tutto questo è volto all'esclusivo fine di coprire le sedi vacanti nel più breve tempo possibile... (errano di brutto coloro i quali pensano ad una volontà male mascherata di finanziare case editrici e scuole, di allungare i già infiniti tempi di correzione).

Io ero fermamente contrario alla "liberalizzazione" ma, ex post, mi sa che se la sarebbero proprio meritata.

Ps:se la notizia è vera, il fatto di aver anticipato sin da giugno l'introduzione di un nuovo corso di tributario è incommentabile.

In realtà ne parla da almeno 1 anno riportando i progetti di riforma studiati da ASIGN (e con questo non voglio difendere nessuno eh).

Tracce più lineari e fiscale sarebbero sacrosanto...ma accadrà? (Soprattutto la prima)

Link di questo messaggio
Condividi

"Consegnate tanto il limite delle tre consegne verrà eliminato" .... Disse qualcuno.

mi permetto di dissentire sulla proposta di ringraziare i notai che si preoccupano di noi praticanti perché in tutto il testo della proposta non vedo neanche un punto che avvantaggia il praticante.

Le cinque partecipazioni fanno rabbrividire. Chi studia seriamente per questo concorso lo sa bene. L'autovalutazione non giova a nessuno, puoi aver fatto bene tre atti, ma all'ultima ora dell'ultimo giorno (probabilmente con una guardia armata vicino che ti sta col fiato sul collo) ti dimentichi una firma marginale per distrazione e sei fuori ... Per come è strutturato il concorso non puoi autovalutarti, con questo sistema la categoria del notariato sta formando più scuole che notai di livello (dato oggettivo). Parlo da bocciata, ma ho conosciuto gente che dopo anni l'ha vinto meritandolo (e che seguo come esempi) e gente che l'ha vinto al primo per botta di culo. Se continua così la categoria del notariato è destinata a perdere il suo prestigio.

Quanto al fiscale se fosse realmente finalizzato alla volontà di avvicinare il concorso alla professione dovrebbe essere accompagnato dall'eliminazione della parte teoria e del fanta diritto, e così non è. Allora mi chiedo: chi propone di AGGIUNGERE difficoltà e materie a questo concorso, si ricorda ancora cosa significa studiare e preparare il concorso notarile o lo ha dimenticato? Sinceramente non vedo sensibilità in questo caso.

Detto ciò in sintesi la situazione è questa
- Il ministero lotta con il notariato per coprire le sedi, ma vuole il limite per sfoltire i consegnanti
- Il notariato lotta con il ministero contrattando maxi concorsi (tanto in fondo sanno che non faranno mai passare tanti candidati quanti i posti messi a bando) con limite delle tre consegne perché magari qualche figlio, cugino, parente è stato lasciato fuori.

In più mi permetto di aggiungere: dopo i soldi, il tempo e la fatica spesi in questo concorso è mio diritto andare, partecipare e provarci anche per tutta la vita (sono cavoli miei se voglio morirci o cambiare strada).

PS. Come lingua straniera suggerisco il russo o il cinese così ce ne andiamo tutti dove il vero notariato comincia ad essere apprezzato.

Modificato da Alberto
Messaggio modificato perchè contenente allusioni ad altri messagi offensivi cancellati
  • Like 9
Link di questo messaggio
Condividi

"Consegnate tanto il limite delle tre consegne verrà eliminato" .... Disse qualcuno.

mi permetto di dissentire sulla proposta di ringraziare i notai che si preoccupano di noi praticanti perché in tutto il testo della proposta non vedo neanche un punto che avvantaggia il praticante.

Le cinque partecipazioni fanno rabbrividire. Chi studia seriamente per questo concorso lo sa bene. L'autovalutazione non giova a nessuno, puoi aver fatto bene tre atti, ma all'ultima ora dell'ultimo giorno (probabilmente con una guardia armata vicino che ti sta col fiato sul collo) ti dimentichi una firma marginale per distrazione e sei fuori ... Per come è strutturato il concorso non puoi autovalutarti, con questo sistema la categoria del notariato sta formando più scuole che notai di livello (dato oggettivo). Parlo da bocciata, ma ho conosciuto gente che dopo anni l'ha vinto meritandolo (e che seguo come esempi) e gente che l'ha vinto al primo per botta di culo. Se continua così la categoria del notariato è destinata a perdere il suo prestigio.

Quanto al fiscale se fosse realmente finalizzato alla volontà di avvicinare il concorso alla professione dovrebbe essere accompagnato dall'eliminazione della parte teoria e del fanta diritto, e così non è. Allora mi chiedo: chi propone di AGGIUNGERE difficoltà e materie a questo concorso, si ricorda ancora cosa significa studiare e preparare il concorso notarile o lo ha dimenticato? Sinceramente non vedo sensibilità in questo caso.

Detto ciò in sintesi la situazione è questa

- Il ministero lotta con il notariato per coprire le sedi, ma vuole il limite per sfoltire i consegnanti

- Il notariato lotta con il ministero contrattando maxi concorsi (tanto in fondo sanno che non faranno mai passare tanti candidati quanti i posti messi a bando) con limite delle tre consegne perché magari qualche figlio, cugino, parente è stato lasciato fuori.

In più mi permetto di aggiungere: dopo i soldi, il tempo e la fatica spesi in questo concorso è mio diritto andare, partecipare e provarci anche per tutta la vita (sono cavoli miei se voglio morirci o cambiare strada).

PS. Come lingua straniera suggerisco il russo o il cinese così ce ne andiamo tutti dove il vero notariato comincia ad essere apprezzato.

Interventi ineccepibile, salvo che su un punto.

Il notariato ha già perduto il prestigio che innegabilmente aveva sino a dieci anni fa.

Per il resto sottoscrivo parola per parola.

  • Like 1
Link di questo messaggio
Condividi

L'unica speranza di stroncare definitivamente il limite, oltrepassando le storture - da Voi bene evidenziate - contenute del DDL in commento, è aderire in massa alla proposta di Pasqualino.

Ciao Thomas, mi pare che hai colto nel segno.

Un disegno di legge proposto da un singolo parlamentare ha pochissime chance di essere discusso ed approvato in Parlamento; dunque si sta discutendo dell'aria fritta.

Le alternative sono due:

1) il ddl in materia di concorrenza (è un disegno di legge governativo in attuazione delle politiche comunitarie, dunque ben altra è la caratura sotto il profilo politico-parlamentare, sicuramente sarà approvato nei prossimi mesi) è all'esame del Senato dopo l'approvazione in prima lettura alla Camera dei Deputati; occorre sostenere emendamenti che, al fine di ampliare la platea dei candidati (in vista del programmato aumento di organico), elevano da tre a cinque le consegne.

Credo che l'Associazione Italiana Giovani Notai farebbe bene ad intervenire sull'iter del ddl concorrenza, anzichè preoccuparsi della proposta dell'Onorevole Mazziotti; sarà un iter più spedito e di ravvicinata approvazione.

2) Al di là delle vicende parlamentari, promuovere un ricorso collettivo al TAR per acclarare il contrasto del limite delle tre consegne con il diritto comunitario ed abbattere tout court i limiti all'accesso alla professione notarile.

Qualcosa su questo fronte si è mosso; abbiamo per adesso aderito in cinque ad una ipotesi di ricorso collettivo al TAR attraverso il quale sollevare una pregiudiziale comunitaria; siamo in attesa della risposta del legale contattato.

Questo è quanto; non appena Pasqualino 82 ci avrà fornito maggiori delucidazioni, mi auguro che altri possano aderire.

Link di questo messaggio
Condividi

Ho cancellato alcuni messaggi in quanto le gratuite allusioni in essi contenute, peraltro nominative, sono intollerabili, oltre che destituite di ogni fondamento. Fermo restando che i dati in nostro possesso dei relativi autori restano a disposizione della persona offesa, alla quale rivolgo le scuse a nome del Sito, non tollereremo oltre e banneremo senza ulteriori avvisi chiunque contribuirà a rendere questo forum (non questo sito) la spazzatura che da qualche tempo sta diventando.

L'Amministrazione

Link di questo messaggio
Condividi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...