Vai al contenuto

GAZZONI vs TORRENTE

Rate this topic


Recommended Posts

Tieni comunque presente che, ai nostri fini, Gazzoni può essere sufficiente per le obbligazioni e i contratti in generale. Ed anche per questa parte, lasciando perdere la stile non sempre chiarissimo , si presenta alquanto sbilanciato, nel senso che alcuni istituti (vedi il contratto a favore di terzo e il 1333) sono trattati in maniera approfondita) mentre altri sono appena abbozzati (vedi ad esempio l'accollo).

Come spesso accade mi trovo d'accordo con Siberiano 2.

ll Gazzoni in generale NON è assolutamente sufficiente per preparare il concorso notarile. Probabilmente va invece più che bene per il concorso in magistratura.

Link di questo messaggio
Condividi
.... qui siamo tutti richiesti di dire la nostra.... non capita poi cosi spesso ;)

Grazie di lodare la mia magnanimità allora ;)))

è ovvio che non basta x il concorso (mentre a una mia amica è bastato per magistratura o quasi), ma io mi riferivo al famoso testo base che ti spiega tutti gli istituti!!!

poi lo so che tocca integrare, infatti ho letto quasi tutti i "capozzini", ma ancora non ho trovato il testo base... :D:D uhm uhm

Link di questo messaggio
Condividi
scusate ... io ho il "mitico" santoro passarelli ma

mi sembra molto molto sintetico ....

non vorrei peccare di presunzione ma sembra di leggere un mini-sunto di un testo di civile, senza avere grosse pretese ...

non spiega motivazioni ... dice .. questo è così .. questo colì...

allo scritto devi motivare la tua posizione/tesi.... mica puoi dire... è così ... punto

quindi non mi sembra "idoneo" per il concorso

Copme si fa a una una cosa del genere??????????????????'' :wallbash: :wallbash:

Rimango sbalordita.. comunque sia secondo me , dal momento che gli scritti sono tra poco più di un mese non si può pensare ne' di studiare gazzoni nè torrente.. a questo punti l'unica cosa da fare è riprendere in mano i libri su cui si è studiato diritto privato all'università e in questi anni di studio post universitario.. iniziare nuovi manuali, specialmente su questi argomenti, è controproducente!!!!!!!!!!!!! :wacko:

Link di questo messaggio
Condividi
  • 9 years later...

Secondo me il Gazzoni è un testo completo (lo ritengo un piccolo trattato di diritto civile), però va studiato dopo aver studiato il Torrente, il quale è un ottimo testo per iniziare la preparazione, per formarsi una base, data la sua semplicità e sinteticità. Il notaio presso il quale ho svolto la pratica, tuttavia, mi ha consigliato solo il Gazzoni. 

Link di questo messaggio
Condividi

Scusate ma io sono di opinione contraria:

per la preparazione al concorso sia torrente che gazzoni sono inutili,

troppo sintetici e generici

ritengo sempre necessari e imprescindibili i libri della collana del Capozzi (ma qualche volume va sostituito da quelli di genghini - ma questo sono opinioni personali)

non li ho mai ritenuti utili neppure per un ripasso pre concorso

senza dire che per me (ma ripeto per me quindi è una opinione personale) gazzoni scrive in un modo illeggibile 

 

  • Like 3
Link di questo messaggio
Condividi

Gazzoni serve per solidificare le basi e abituarsi al ragionamento.

É d'obbligo passare, poi, ad altro, senza disdegnare opere monografiche: anche queste servono a formare (anche se non servono per il concorso)

Personalmente, i libri della Collana Gapozzi e i Manuali di Genghini, pur essendo utili per imparare e ripetere, non mi hanno ma appassionato più di tanto.

 

Modificato da Antonio Mattera
Link di questo messaggio
Condividi
7 ore fa, Faden dice:

Scusate ma io sono di opinione contraria:

per la preparazione al concorso sia torrente che gazzoni sono inutili, 

troppo sintetici e generici

ritengo sempre necessari e imprescindibili i libri della collana del Capozzi (ma qualche volume va sostituito da quelli di genghini - ma questo sono opinioni personali)

non li ho mai ritenuti utili neppure per un ripasso pre concorso

senza dire che per me (ma ripeto per me quindi è una opinione personale) gazzoni scrive in un modo illeggibile 

 

Sante parole Faden

Link di questo messaggio
Condividi

A mio sommesso avviso, il Gazzoni si comprende nella sua "compiutezza" solo dopo aver studiato tanto ... Solo allora si capisce che anche un inciso, un breve riferimento postulano il richiamo ad una data teoria o ricostruzione.

É un'opera che va studiata più volte e per gradi ... Per me può definirsi un must del diritto civile (di base).

Una volta integrato il Gazzoni con i suoi riferimenti monografici (ovviamentenon tutti, ma solo quelli principali), esso puó davvero rappresentare lo scheletro su cui può reggersi la propria preparazione in diritto civile.

Ovviamente é pur sempre una questione di gusti

Link di questo messaggio
Condividi

Ai fini concorsuali a mio sommesso avviso Gazzoni é un testo da affiancare costantemente agli altri testi che tutti conosciamo. Alcuni istituti, penso al contratto per persona da nominare, il contratto preliminare, il contratto autonomo di garanzia, la delegazione, sono trattati in maniera magistrale. Obbligazioni, contratto in generale, e diritti reali di godimento rappresentano il non plus ultra.   

Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, Crash Bandiccot dice:

Ai fini concorsuali a mio sommesso avviso Gazzoni é un testo da affiancare costantemente agli altri testi che tutti conosciamo. Alcuni istituti, penso al contratto per persona da nominare, il contratto preliminare, il contratto autonomo di garanzia, la delegazione, sono trattati in maniera magistrale. Obbligazioni, contratto in generale, e diritti reali di godimento rappresentano il non plus ultra.   

Verissimo... Sono d'accordo

Link di questo messaggio
Condividi
  • 2 months later...

Richiamo quanto detto poco sopra. E’ utilissimo ma presuppone una maturità giuridica. Gazzoni è sintetico ma nella sua sinteticità sprigiona una marea di concetti e tesi giuridiche. Spesso è troppo orientato (ma lo sono quasi tutti i manuali). Secondo me affiancare Gazzoni ai Capozzi o agli altri libri scelti è molto importante ai fini di una preparazione non solo studiata ma capita. La differenza tra avere le basi che permettono di ragionare anche si ciò che non si sa a differenza di avere le basi e basta. Poi spesso basta aver studiato e stop. Quale approccio utilizzare al concorso è una scelta del candidato. 

Link di questo messaggio
Condividi
  • 2 months later...

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...
×
×
  • Crea Nuovo...