Vai al contenuto

Pigei

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    5098
  • Iscritto

  • Days Won

    24

Tutti i contenuti di Pigei

  1. Direi doppia vendita, in modo che sorgano due obbligazionidi pagamento del prezzo, distintamente quietanzabili (sicchè le riserve di proprietà operino su canali autonomi).
  2. Pigei

    USI CIVICI

    Sui terreni privati gravati da uso civico, ok. Ma sui terreni pubblici, ossia dove il Comune risulta concedente, occorre prima affrancare il livello. Sono d'accordo a metà. Sul doppio gioco dei Comuni che fanno finta di non vedere o anche fanno costruire case, fino a quando non scoprono che possono incassare tanti bei soldini re-imponendo la riscossione dei canoni e inducendo la gente all'affrancazione... ok, concordo. Ma quanto al ruolo del notariato, non va dimenticato che la legge del 1927 che ha quotizzato le terre demaniali ex feudali, assegnandole ai contadini con
  3. Pigei

    USI CIVICI

    Sì, però il fatto è che quell'escamotage di cui parlavo (che poi viene declinato in tante versioni diverse) è stato inventato (e usato ampiamente) proprio dai notai! Ora forse per una serie di ragioni, il fenomeno è in regresso e si tende più agevolmente a dire al cliente di affrancare l'uso civico. Tra l'altro che dire degli atti con cui si dichiara usucapito il livello e se ne chiede la cancellazione dalla visura catastale? (la dizione è volutamente impropria)
  4. Pigei

    USI CIVICI

    Non sono mai stati liberamente alienabili, semplicemente si ricorreva ad escamotage, come la vendita dell'utile dominio. Ma erano solo escamotage...
  5. Pigei

    USI CIVICI

    No bisogna affrancare l'uso civico prima.
  6. Apro questa discussione per comunicare a tutti che sabato sera ci ha laciato Antonio Ruotolo, pilastro dell'ufficio studi del CNN e autore di innumerevoli studi e risposte a quesiti che sono stati un punto di riferimento negli studi e un ausilio concreto nell'attività professionale. La apro qui, in quid iuris, perchè per uno studioso come lui, credo che questo sia il luogo più confacente e significativo. Purtroppo questa notizia così inaspettata e scioccante, lascia senza parole. Alla famiglia e a tutti i suoi cari vanno le più sentite condoglianze. Noi lo salutiamo sapendo che
  7. Pigei

    Rinuncia

    Ma se non erano nemmeno nati all'apertura della successione.... (462 c.c.)
  8. La data di apertura della successione. Vedi interpello 123 del dicembre 2018 reperibile online.
  9. Ciao Fabio, tutto nasce da un discorso di risparmio di tempi e denaro, ossia comprare subito e fare dopo un'unica scia di variazione di uso e accorpamento. Quanto all'AE, le risoluzioni, circolari, interpelli, sono molto mbigui: ora parlano di unità immobiliari, genericamente; ora parlanodi alloggi/abitazioni contigui. Comunque, visto che l'incertezza resta, si seguirà la strada più prudente, cioè prima cambiare l'uso e poi comprare e accorpare.
  10. Ritenete possibile acquistare un A/10 con i benefici prima casa con l'impegno ad accorparlo ad un appartamento già di proprietà, per far diventare il tutto un unico appartamento ad uso abitazione? Di solito l'operazione si fa con l'acquisto di un immobile che è già destinato ad abitazione, mentre qui è ad uso ufficio...
  11. La soluzione 3 è quella più terra-terra. In alternativa proporrei una novazione, visto che ormai si nova la donazione in vendita.... Di fatto si sostituiscono gli oggetti delle rispettive attribuzioni un po' come esaminato qui dalla Cass.: La sostituzione dell'oggetto della compravendita, avvenuta con il consenso delle parti, ha gli stessi effetti della novazione oggettiva prevista dall'articolo 1230 cod. civ., sussistendone entrambi i requisiti dell'"aliud novi" e dell'"animus novandi", con la conseguenza che le parti si ritrovano nelle identiche posizioni con i rispettivi oner
  12. Pigei

    Festa

    Esatto. Qui si pensa sempre a festeggiare! Questi praticanti pensino piuttosto a stare inginocchiati sui ceci e a riflettere sulle BBB ricevute alle scuole!
  13. Come si scrive? Bisogna dire che son state pagate tutte le rate dell'oblazione e gli oneri concessori? Il silenzio assenso c'è?
  14. Avete dimenticato che la migliore scuola è la strada!
  15. Dal relictum di 500, Sempronio prende la legittima di 300 e non risulta leso. Dei restanti 200 di relictum, 180 vanno a Mevio. Restano ancora 20 che saranno divisi tra i due fratelli.
  16. Direi che se la consideri edificabile (e d'altronde sappiamo che comanda il CDU), il problema plusvalenza si pone. Magari suggerirei di allegare una perizia giusto per spiegare il deprezzamento del bene, onde evitare contestazioni.
  17. Comunque al di là di questa leggina bislacca, c'è sempre quella fondamentale sulla materia del 1927. Poi sai in questi periodi di crisi servono nuove entrate e si riscoprono pure i canoni dei livelli e le affrancazioni. C'è il Comune che l'ha capito ed è entrato nel business ben attrezzandosi e c'è il Comune che ancora dorme.
  18. Purtroppo devi fare affrancare dal Comune, pagando ovviamente, e poi volturare e trascrivere. La vendita dei beni gravati da uso civico di livello è nulla. Lo era nel lontano 1927 a cui risalgono le leggi che hanno portato alla quotizzazione delle terre civiche e lo è ancor di più oggi dopo che la legge 168 del 20/11/2017. Medio tempore i notai hanno comunque aggirato tali divieti vendendo comunque il bene, sotto forma di vendita di enfiteusi o di utile dominio o di proprietà gravata da livello ecc ecc E volturando poi come enfiteusi o come proprietà (ovviamente quanto risulti d
  19. Esatto. Ma non c'è nulla di illecito nè è necessario sciogliere il vincolo per conferire in dotazione in una fondazione, anzi ciò permetterebbe anche di realizzare meglio gli interessi benefici del disponente.
  20. Esempio: Tizio costituisce un vincolo di destinazione a favore dell'ente di ricerca X sulle malattie rare. Tizio costituisce la fondazione Y a favore della ricerca sulle malattie rare e la dota dei suddetti beni. Dove sta il problema? Ovvio che il bene conferito in fondazione rimarrà vincolato ai sensi del 2645ter, ma in un caso del genere nemmeno si porrà un problema di compatibilità sulle destinazioni delle utilità che quel bene può esprimere.
  21. Perchè non può dotare la fondazione con quei beni? E se la fondazione persegue proprio lo scopo per cui sono vincolati quei beni?
  22. Se c'è l'affittuario sul fondo da vendere, non opera mai la prelazione del confinante.
  23. Se trovano un accordo comune, come potrebbero sbagliarsi?
×
×
  • Crea Nuovo...