Vai al contenuto

Gaia_19_78

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    2854
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    9

Tutti i contenuti di Gaia_19_78

  1. in tali caso é possibile ma va verificato in sede giudiziaria se permangono le condizioni patrimoniali dell ex coniuge che da alcuni anni convive con la nuova compagna perche potrebbe darsi che la proprietà della casa si possa trasmettere agli eredi del coniuge defunto (3 figli)secondo le regole della successione legittima o testamentaria, eventualmente gravata dal diritto di godimento a favore dell’ex coniuge..sara il giudice a doverlo stabilire .. ciao gaia
  2. Alcune riflessioni: -ne deduco che non la coppia non ha figli il che semplifica un poco la questione -occorre rifarsi a quanto statuito nel provvedimento .sentenza del tribunale di divorzio: omississ Se uno dei coniugi risulti essere proprietario esclusivo dell’immobile, la scelta del giudice sarà presumibilmente orientata verso l’assegnazione della casa al coniuge proprietario o che vanta sull’immobile un diritto reale di godimento esclusivo in questo caso lx marito che ora vanta un diritto dui usufrutto abitazione sulla casa adibita a residenza familiare omissis proble
  3. concordo con te tesi n 3 riduzione ibrida ovvero riduzione in parte nominale (per le azioni scoperte) e in parte reale (per le azioni coperte) saluti gaia
  4. per il 2 quesito... se le parti che hanno stipulato l'atto sono decedute, esso può essere corretto in presenza degli eredi? si E se nell'atto erano presenti testimoni, anche loro deceduti, bisogna trovare altri due testimoni o devono esserci anche gli eredi di quei testimoni originari. ok altri 2 testimoni ex novo in ordine al 1 quesito: In presenza di un atto scritto e trascritto correttamente secondo la volontà delle parti ma con allegato un frazionamento redatto in modo errato da un tecnico, come bisogna comportarsi per risolvere il problema? Bisogna rediger
  5. Sondaggio bando 2021 : scritti nel 2022?? grazie in anticipo a tutti gaia
  6. Grazie Berny hai ragione piccolo lapsus un saluto a tutti gaia
  7. ok il quadro é chiro ebbene si dovranno succederanno le 2 figli del defunto e i figli della sorella defunta questi ultimi in linea collaterale il rif é sempre il 468 art del cc rt. 468 del codice civile. Soggetti.La rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli, legittimati e adottivi, nonché dei discendenti dei figli del defunto, e, nella linea collaterale, a favore dei discendenti dei fratelli e delle sorelle del defunto.
  8. ciao presidente Secondo me si...:) ma solo nella fase finale della societa appunto in sede di liquidazione e in concorso con i creditori Il concetto della postergazione non vieta che, nel normale svolgimento della vita societaria, il socio venga rimborsato del suo finanziamento se nel frattempo il credito è giunto a scadenza e pertanto è divenuto esigibile.
  9. ciao unmask,

    dai un occhiata agli sviluppi del caso Successioni di beni mobili

    grazie

    Gaia

  10. Mi sfugge qualcosa Alberto 78 Prima dici Dovranno partecipare al passaggio anche i fratelli della coniuge del de cuius (eredi successori della coniuge) oppure solo le due sorelle figlie del de cuius? 1) caso non si applica la rappresentazione riguardo ai fratelli della coniuge de cuius.. poi salta fuori che : La moglie ha un fratello e dei nipoti figli della sorella. 2) si applica la rappresentazione ex art 468 c.c. e vengono a successione anche i nipoti figli della sorella ipotizzo che l'eredita risulta dal libretto gia accettata dalle 2 figli e dalla
  11. ciao presidente io costruirei il legato de quo come legato obbligatorio avente ad oggetto un debito (res)futura che il beneficiaro vantera al momento della sua morte con il creditore sottoponendo il legato stesso ad una condizione risolutiva per il caso di inesistenza del debito al momento dell 'apertura della successione del de cuius ... L' onerato della disposizione de quo sara' un legatario e non un erede secondo me Non ci vedo un onere..
  12. giusta osservazione unmask!! chiedo venia altresi per aver detto rappresentanza anzichè rappresentazione buon week a tutti ❤️ gaia
  13. la legge dice che la rappresentazione opera in via collaterale a favore dei discendenti degli eventuali fratelli e sorelle del decuius e non a favore dei fratelli e sorelle del deciuis art 468 c.c.
  14. credo di si vediamo che dice Raf un saluto gaia
  15. ciao alberto ti rispondo a naso la situazione che si è cristalizzata é questa Un auto che sarebbe dovuta andare in eredità a due sorelle (figlie del de cuius) e la coniuge (moglie del de cuius ma non madre delle sorelle) Nessun pregio secondo me ha l istituto della rappresentanza x i 2 fratelli della moglie se leggi la legge si escude perche' la rappresentazione opera pro discendenti dei fratelli del decuius Art. 468 del codice civile. Soggetti. La rappresentazione ha luogo, nella linea retta, a favore dei discendenti dei figli, legittimati e adottivi, nonché dei discen
  16. Segnalo https://www.simone.it/catalogo/v58.htm# questo manuale -schema molto ben fatto il cui autore é un anima nobile e gentile del Forum il ns Antonio mattera un saluto a tutti non so voi mai io domani corro ad acquistarlo !!!! GAIA
  17. onorata del tuo pensiero stima e vicinanza ❤️❤️❤️
  18. per Elenenina standing ovation. ❤️
  19. senza toccare libro e a memoria (ma potrei sbagliare alla grande) direi di No Come al solito attendo lumi !!! saluti gaia
  20. Alexanderrrrrrr grazieeeeeeeeeeeeeeeeeee buon week a tutti tvb anche io ❤️
  21. Alexander sei l unico si puo dire che mi scrive in pvt.. ottime notizie sto benone capelli rinfoltiti al massimo ps mi sono tolta le 8 extension e ora ho i miei capelli non ne perdo piu..1 mi sono ingrassata o meglio rigonfiata tag 44 piu ma chissenefrega e a settembre incomincero psicoterapia perche oltre alla terapia farmacologica devo metabolizzare il mio vissuto tvb grazie per ora ❤️
×
×
  • Crea Nuovo...