Vai al contenuto

Ubimaior79

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Palermo

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Buona sera Sono un avvocato alle prese con un problema in tema di successioni. Spero che qualcuno riesca a chiarirmi alcuni dubbi ringraziandolo anticipatamente. Cerco di sintetizzare brevemente la questione. Il mio cliente, Tizio, è creditore, in forza di sentenza passata in giudicato, di Caio. Nel novembre del 2008, in corso di causa, Caio muore, e lascia quali eredi ex lege, la moglie Sempronia e i due figli Mevio e Caietta, la quale è in cinta di Filano. Non avendo questi ultimi espressamente manifestato la volontà di accettare l’eredità, nel 2012 deposito , a nome di T
  2. la prestazione originaria aveva ad oggetto somma di denaro, il debitore si è però obbligato, dietro consenso del creditore, a far, eseguire a proprie spese ed oneri, dei lavori di manutenzione straordinaria nell'immobile di proprietà del creditore.
  3. Vorrei precisare che la prestazione sostitutiva in questo caso non consiste in un dare (es. trasferimento proprietà) ma in un facere ( o meglio garantire la realizzazione di opera a sue spese) che il debitore si è obbligato ad eseguire. Quindi un contratto ad esecuzione differita e non istantanea.
  4. Ubimaior79

    Datio in solutum

    Salve a tutti Sono un avvocato alle prese con la redazione di un contratto di datio in solutum. Mi sto trovando in difficoltà nella redazione della clausola di inadempimento da parte del debitore della prestazione sostitutiva. (con reviviscenza della prestazione pecuniaria originaria). Qualcuno per caso potrebbe postarmi una formula di un contratto di datio in solutum, o la clausola specifica? Grazie in anticipo
×
×
  • Crea Nuovo...