Vai al contenuto

gir

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    514
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di gir

  1. secondo voi l'ultrattività dei beni del fondo patrimoniale in presenza di coniugi divorziati e figli minori permette l'integrazione del fondo da parte di un terzo nella specie il nonno dei minori? la costituzione di un nuovo fondo so che nonè possibile perchè l'ultrattività dell'originario non si spinge fino a permettere la costituzione di un nuovofondo perchè con il divorzio non c'è più famiglia, ma se l'integrazione da parte di un terzo la facciamo con una modifica dell'originario fondo piuttosto che come nuova costituzione? per integrarlo comunque bisognerebbe chiedere l'autorizza
  2. secondo voi se Caio fa testamento pubblico scrivendo Istituisco erede universale mio figlio Tizietto lascio a titolo di legato la casa in Roma a mia moglie Caia se caia volesse agire in riduzione dovrebbe o no accettare preventivamente con beneficio di inventario? Io direi di no, perché Caia è pretermessa nel testamento quindi non è erede testamentaria e non è neanche erede legittima, dato che l'istituzione a titolo universale di Tizietto impedisce che si apra la successione legittima.
  3. secondo voi l'istituzione universale basta a configurare un legato come in sostituzione di legittima? Mi spiego meglio: Nomino erede universale Tizio lego a Caio l'automobile. Il legato per Genghini (testo successioni pag. 666) è un legato in conto, mentre per la giurisprudenza è un legato in sostituzione Cosa ne pensate? Ci sono diverse sentenze come questa, tranne una nega la natura di legato in sostituzione e spiga che "universale" serve solo a precisare che eventuali beni che dovessero pervenire non cadranno in successione legittima, ma andranno sempre a quello stesso erede per s
  4. tizio inizia un procedimento per accertamento di paternità nei confronti del padre Sempronio e vince il primo grado e il secondo grado. Il Giudice condanna il padre a pagare una somma a titolo di mantenimento per Euro 100 mila alla madre di Tizio e a Tizio. Sempronio ricorre in Cassazione e poi decede Tizio propone sequestro conservativo nei confronti dell'unico erede testamentario Caietto, a tutela del credito dei 100 mila e perchè nel caso in cui anche la cassazione dovesse riconoscerlo figlio, agirà per far valere i diritti di legittimario. Tizietto si costituisce e ecce
  5. qualcuno ha una bozza di atto post sentenza 2019? CASO: tizio acquista all'asta un immobile. nel decreto di trasferimento viene precisato che la veranda è abusiva e che potrà essere sanata nel termine di legge. Tizio non sana. Tizio si separa dalla moglie e si obbliga a trasferirle l'immobile. Il notaio deve ricevere l'atto indicando che una porzione è abusiva (ossia la veranda), conformandosi alla sentenza del 2019. Secondo voi si può scrivere che l'immobile è conforme ad accezione della veranda? O conviene riportare la veranda nella planimetria, dire che l'immob
  6. ma secondo voi se Tizio dona in conto di legittima, e poi nel testamento istituisce erede universale il figlio Sempronio e lega i quadri e i beni mobili che sono nell'appartamento + un altro immobile alla moglie, quello è un legato in sostituzione di legittima? e secondo voi se se quei quadri rimangono nell'appartamento dove la moglie abita giusta contratto di affitto ciò significa che la moglie tacitamente ha accettato il legato? e se la moglie in quanto legataria fa la dichiarazione di successione e l'immobile oggetto del legato viene volturato a favore della moglie quelal voltura
  7. C'è qualcuno che mi può aiutare a reperire sentenze (o tesdti sul tema) da cui si vinca chiaramente che per qualificare un legato come in sostituzione di legittima la volontà del testatore debba essere univoca e incontrovertibile? Grazie
  8. Grazie Gaia vuol dire che sei d’accordo sulla tesi del mandato post mortem? nessuno si vuole esprimere insieme a noi?
  9. v. pag. 53 https://books.google.it/books?id=VXsXjc0WXTcC&pg=PA52&lpg=PA52&dq=mandato+da+eseguirsi+dopo+la+morte+del+mandante&source=bl&ots=YCWJIBgiDu&sig=ACfU3U0gPZ_Qm9oHAl3ZEuglkewJgO2S-Q&hl=it&sa=X&ved=2ahUKEwj74_abrP_oAhVI2aQKHVKyC104ChDoATADegQIBxAB#v=onepage&q=mandato da eseguirsi dopo la morte del mandante&f=false
  10. quello che io non capisco è se io sottoscritvo un mandato fiduciario le somme che la fiduciaria riscuote poi devono rientrare a me? ora vuol dire che sono somme che sono destinate a rientrare nel mio patrimonio quindi io sostanzialmente sto disponendo della mia successione (cioè di un bene che dovrebbe far parte del mio patrimonio alla mia morte) a favore di terzo
  11. non c'è niente di simulato.. è un'interposizione reale di persona il negozio fiduciario quale sarebbe per te il contratto a favore del terzo? io do mandato a sottoscrivere un contratto di assicurativo..qual è l'effetto a favore del terzo? cioè tu dici che Tizo e MPS stipulano un contratto di mandato in cui la fiduciaria deve fare una cosa ossia sottoscrivere la polizza e poi restituirla al fiduciante, ma Tizio dice alla fiduciaria anzichè trasferirla a me trasferiscila a mio figlio in questo senso?
  12. la deroga di cui parli si ha nel caso A non nel caso B Io dispongo in vita nei tuoi confronti e ti dico che la prestazione deve essere eseguita dopo la morte Tu acquisti con atto iv il bene entra nel tuo patrimonio e poi lo trasferisci al terzo ma se io ti dico che devi trasfedrire la somma avuta a titolo di liquidazione la cosa è diversa. sto disponendo di un bene che menntre dispongo non esiste perchè la somma matura alla morte deell'assicurato
  13. no mi spiego meglio parlo del caso B Il contratto di mandato fiduciario è un contratto che rientra nell'interposizione reale di persona. quindi il contratot di polizza è valido e pienamente efficace. Quindi la fiduciaria acquista realmente. in virtù del mandato alla morte del mandante quelle somme a chi andrebbero restituite? non credo che il mandante abbia voluto effettuare una liberalità nei confronti della fiduciaria. la fiduciaira lo ha fatto in nome e per conto del mandante. ora come fa la fiduciaria ad adempiere il mandato e a ritrasferire le somme al figlio se il ma
  14. al caso B aggiungo che il segmento di mandato nei confronti del figlio non sarebbe valido anche perchè il mandato si estingue con la morte del mandante, quindi con la morte di Tizio la fiduciaria incassa, perchè i contratto di assicurazione è apparentemente tra Ax a e fiduciaria, ma la fiduciaria non può eseguire nei confronti del figlio..questo anche se per assurdo il mandato fosse valido
  15. non mi convince molto.. secondo me in entrambi i casi si calcola la quota di legittima solo che se sono legatario in conto devo imputare a quella quota i beni che ho ricevuto.. dopodichè ne viene fuori un valore..agisco in riduzione e poi in restituzione verso l'erede istituito e se: A) la disposizione lesiva è proprio l'istituzione di erede divento contitolare con l'erede istituito di una quota sulla massa ereditaria corrispondente ad una frazione del patrimonio ereditario e che si ricava dal valore della mia quota di legittima determinato a seguito dell'imputazione se la dispo
  16. possibile che nessuno di voi riesca a darmi una risposta?:(
  17. secondo voi il legatario in conto che agisce in riduzione per ottenere la differenza tra valore della legittima e quanto ricevuto a titolo di legato cosa ottiene ? denaro o una quota di comproprietà sui beni ereditari quota da determinarsi sulla base della differenza tra valore della legittima e quanto ricevuto a titolo di legato? cioè si applica lo stesso principio che si applica per il legittimario pretermesso che agisce in riduzione, per cui si può ottenere solo una quota sui beni e non liquidità? v. cass. 24755 del 4 .12.2015 qualcuno di voi ha degli articoli sulla questione?
  18. secondo voi chi sono gli eredi legittimi presunti che devono presenziare alla redazione dell'inventario di eredità? se è in corso un riconoscimento di paternità e il figlio non riconosciuto ha vinto il 1 grado e l'appello ed è ancora pendente il giudizio in cassazione, e se, nell'inventario è riportata tale circostanza , il figlio non riconosciuto può essere annoverato tra gli eredi legittimi presunti o comunque tra i soggetti che il notaio avrebbe dovuto avvisare? se il legatario erede legittimo pretermesso ha partecipato alle operazioni di inventario può successivamente far valere
  19. qualcuno di voi ha una bozza? ma il notaio poi cosa deve riportare nell'autentica? tenete presente che nell'accordo c'è scritto solo Tizo cede a Caia la casa coniugale
  20. Tizio è legatario Caio unico erede... Tizio vuole agire per la reintegra di legittima.. Caio ha accettato l'eredità e chiede a Tizio di entrare in casa per poter effettuare l'inventario. Tale richiesta perviene l'ultimo giorno in cui è possibile redigere l'inventario. Tizio deve decidere se non rendersi disponibile e far decadere l'erede dal beneficio o se invece agevolarlo e fargli fare l'inventario l'ultimo giorno. A) Tizio ha un vantaggio a fare decadere Caio? e quindi il credito di Tizio nella reintegra della elgittima è credito dell'eredità o credito personale verso Ca
×
×
  • Crea Nuovo...