Vai al contenuto
gir

decadenza da beneficio di inventario

Rate this topic

Recommended Posts

 tizio inizia un procedimento per accertamento di paternità nei confronti del padre Sempronio e vince il primo grado e il secondo grado.

Il Giudice condanna il padre a pagare una somma a titolo di mantenimento per Euro 100 mila alla madre di Tizio e a Tizio.

Sempronio ricorre in Cassazione e poi decede

Tizio propone sequestro conservativo nei confronti dell'unico erede testamentario Caietto, a tutela del credito dei 100 mila e perchè nel caso in cui anche la cassazione dovesse riconoscerlo figlio, agirà per far valere i diritti di legittimario.

Tizietto si costituisce e eccepisce che lui è solo chiamato all'eredità, non ha ancora accettato e che in ogni caso Tizio non ha maturato il suo credito, che sorgerà se e solo se la Cassazione lo riconoscerà tale.

Un paio di mesi dopo, ancora pendente il giudizio di Cassazione, Caietto, dopo aver accettato,  fa redigere inventario dal notaio, e dichiara che 1) c'è un giudizio di filiazione pendente 2) inserisce il credito di Tizio tra le passività ereditarie, come se fosse già certo.

1) il filio Tizio doveva partecipare all'inventario? il notaio lo avrebbe dovuto chiamare ex 772 cpc co. 2, posto che di sicuro va inquadrato tra i soggetti interessati a consocere la consistenz aereditaria? qual è la conseguenza del mancato avviso?

2) se il legatario non riceve l'avviso ma si prsenta il giorno dell'inventario, presumo che nulla possa fare per impugnare quell'inventario, giusto?

3) DOMANDA: il legatario Mevio, può far decadere Caietto dal beneficio di inventario posto che pur avendo negato nella memoria difensiva la sussistwnza del credito verso Tizio poi ha inserito lo stesso credito nelle passività ereditarie?

Dunque può farlo decadere ex art. 494 c.c. per aver denunciato in mala fede passività inesistenti????

Tizio e la propone sequestro conservativo nei confronti dell'unico erede, e l'erede nella memoria difensiva 

Modificato da gir

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

I soggetti che devono essere avvertiti sono elencati nell'art. 771 c.p.c. tra cui gli eredi legittimi presunti e i legatari. Hanno il diritto di partecipare e non l'obbligo. Tralasciando il fatto di non mandare l'invito al legatario, che è pura follia, non capisco perché il Notaio non abbia mandato l'avviso anche a Tizio visto che conosceva la situazione e ha pure indicato la causa pendente ed il relativo valore (somma a titolo di mantenimento di euro 100.000) nell'inventario. Secondo me non decade dal beneficio per aver indicato le passività potenziali eventualmente dovute per la causa ancora pendente, anzi. 

Per quanto riguarda il fatto di non aver avvisato gli aventi diritto della redazione dell'inventario puoi iniziare la tua ricerca da questo articolo

https://www.officinanotarile.it/inventario-eredita/

Modificato da Berny81

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...