Vai al contenuto
Condono2016

Condono notarile vs Vero concorso

Rate this topic

Recommended Posts

2 minuti fa, Antonio Mattera dice:

Che i notai giovani, nominati dal 2011 in poi, non guadagnino o guadagnino poco è un dato di fatto.

Alla fine, almeno per me e molti altri, l'ottenimento del sigillo è divenuto una sfida con se stessi: ci sono dietro anni ed anni di sacrificio e dobbiamo conquistare ciò che ci meritiamo ... gli incassi sono un aspetto del tutto secondario.

Del resto, lo ammetto, io ho sempre studiato, anche tanto, solo per il piacere di farlo!

 

Sei da applausi: sintesi perfetta, Antonio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
39 minuti fa, thomas dice:

Tutto vero, Anton:

Una sola precisazione: la perdita del fatturato è, in media, pari a quasi il 50% (48%, a volere essere pedanti).

E il dimezzamento del fatturato è la media: il che vuol dire, come tutti i dati ufficiali confermano, che pochi notai (il 25%) ha risentito meno della crisi e continua a fatturare cifre importanti, mentre la stra-grande maggioranza (il 75% dei notai) fattura MENO DI 70.000 lordi per anno.

A me è stato addirittura riferito (ma a ciò neanche io credo) che alcuni studi notarili avrebbero avuto un crollo del fatturato vicino al 70% .

a prescindere dai numeri, continui a fare casino tra fatturato e reddito lordo .. e meno male che, se non ricordo male, ti occupi di ristrutturazioni di aziende 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 minuto fa, Federico1986 dice:

a prescindere dai numeri, continui a fare casino tra fatturato e reddito lordo .. e meno male che, se non ricordo male, ti occupi di ristrutturazioni di aziende 

Ti arrampichi sui vetri.

In precedenza ti ho snocciolato numeri e dati di fatto, ai quali non hai risposto.

Non so se te ne sei reso conto: sei l'unico, in tutto il Forum, a continuare  a parlare di fatturati da almeno 300k, ville al mare e Ferrari.

Ti rinnovo l'invito: esci dalla stanzetta dei sogni e inizia a vivere nella realtà: puoi farcela, siamo tutti con te.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non mi hai risposto però: conosci la differenza tra fatturato e reddito lordo?

Sai, non è esattamente la stessa cosa ... mi sa che nella stanzetta ci vivi tu.

comunque a tutti i praticanti in ascolto dico: non credete a chi vi dice che i notai hanno stipendi da impiegati. Non è vero, è una grande balla.

a Napoli dicono “chiagne e fotte”.

Chi ha orecchie per intendere intenda 

Modificato da Federico1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
14 minuti fa, Federico1986 dice:

Non mi hai risposto però: conosci la differenza tra fatturato e reddito lordo?

Sai, non è esattamente la stessa cosa ... mi sa che nella stanzetta ci vivi tu.

comunque a tutti i praticanti in ascolto dico: non credete a chi vi dice che i notai hanno stipendi da impiegati. Non è vero, è una grande balla.

a Napoli dicono “chiagne e fotte”.

Chi ha orecchie per intendere intenda 

È una congiura ah ah ah. Minchia io sto a studia solo per non dire a me stesso ho mollato. Come ciccio... Non c'è!!! Apri gli occhi!! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
26 minuti fa, Federico1986 dice:

Tu e Thomas siete la stessa persona ?

scrivo a uno e risponde l’altro 😂

Non so chi sia Thomas. Ma non sto tutto il giorno in stanza. Nel merito ne abbiamo più che parlato e siccome ognuno ha i suoi impegni... Ah ah ah 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Federico1986,  non sono chiacchiere da bar, ma dati della Cassa di qualche anno fa, poco prima del 2017; si parlava di ca 1000 notai su 5000, in sostanza circa il 20% (e non 1 su 4). Nel 2016-17 vi è stato un leggero recupero di fatturato, ma la sostanza è poco cambiata.

Dei mille solo un centinaio (appunto) o poco più ha chiesto l'integrazione, perché, come detto, molti erano poco al di sotto della soglia e quindi non hanno avuto interesse a predisporre la domanda.  Che vi sia crisi è indubbio e fai bene a rinunciare al notariato, se non animato dallo spirito di Antonio Mattera

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi, però non credete a tutti i numeri che trovate scritti....

Devo spezzare una lancia in favore di Federico1986: i notai se la passano ancora abbastanza bene. Certo, vi sono delle variabili, come appunto gli anni di attività, la sede, la qualità del lavoro e via discorrendo, ma sicuramente non hanno stipendi da impiegati. Non gireranno (più) in Ferrari o Porsche (anche perchè quei tempi sono finiti) ma non se la passano male.

Fonte? Lavoro (stabilmente dal aprile 2013, saltuariamente da gennaio 2012) in uno studio notarile e fra le tante cose faccio anche i famigerati preventivi, quindi so benissimo di cosa si parla.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Qui non stiamo discutendo sugli stipendi degli impiegati a confronto con quelli dei notai, ma fra notai di un tempo e notai di oggi.

Può darsi pure, come detto tanto tempo fa, che qualcuno fra di noi sostituisca il notaio più ricco del reame e si rechi in studio con l'elicottero, ma può darsi pure che non  guadagni quanto si aspetta oppure quanto ha calcolato nello sbirciare i guadagni di amici notai o dominus notai.

Ecco, quando si diventerà notai, bisogna stare attenti a non far fare i preventivi ai propri collaboratori, sennò ti fanno i conti in tasca.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non ti preoccupare. Il giorno in cui sarai notaio nel frattempo l’intelligenza artificiale avrà fatto miracoli.. hahahaha

Modificato da Federico1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
17 ore fa, anton3 dice:

Qui non stiamo discutendo sugli stipendi degli impiegati a confronto con quelli dei notai, ma fra notai di un tempo e notai di oggi.

Può darsi pure, come detto tanto tempo fa, che qualcuno fra di noi sostituisca il notaio più ricco del reame e si rechi in studio con l'elicottero, ma può darsi pure che non  guadagni quanto si aspetta oppure quanto ha calcolato nello sbirciare i guadagni di amici notai o dominus notai.

Ecco, quando si diventerà notai, bisogna stare attenti a non far fare i preventivi ai propri collaboratori, sennò ti fanno i conti in tasca.

Non diciamo baggianate Anton3: l'impiegato anche se non fa i preventivi è capace di fare i "conti in tasca" al notaio....

Ma cmq il problema non è questo. Il problema è (come hai detto tutto) la forbice di reddito tra i notai di un tempo e i notai di oggi: è chiaro, non ci sono più i livelli reddituali di un tempo, ma nemmeno possiamo dire che se la passano male.

Poi, per quel che riguarda l'integrazione, è vero che va calcolata sugli onorari repertoriali, ma non ci dimentichiamo che anche la sede ha il suo peso... ad esempio, se sei a Milano e hai gli onorari repertoriali bassi tali da far scattare l'integrazione, dubito che la Cassa sia propensa a dartela in quanto sei in una sede grossa che ti permette di avere un discreto lavoro.

Come sempre, entrano in gioco varie variabili

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
2 minuti fa, Alfredo87 dice:

Non diciamo baggianate Anton3: l'impiegato anche se non fa i preventivi è capace di fare i "conti in tasca" al notaio....

Ma cmq il problema non è questo. Il problema è (come hai detto tutto) la forbice di reddito tra i notai di un tempo e i notai di oggi: è chiaro, non ci sono più i livelli reddituali di un tempo, ma nemmeno possiamo dire che se la passano male.

Poi, per quel che riguarda l'integrazione, è vero che va calcolata sugli onorari repertoriali, ma non ci dimentichiamo che anche la sede ha il suo peso... ad esempio, se sei a Milano e hai gli onorari repertoriali bassi tali da far scattare l'integrazione, dubito che la Cassa sia propensa a dartela in quanto sei in una sede grossa che ti permette di avere un discreto lavoro.

Come sempre, entrano in gioco varie variabili

Ma guarda che non è proprio così.

Proprio a Milano stanno sviluppandosi (poche) law firms notarili, vere e proprie macchine da guerra capaci di fare tabula rasa del mercato: ai notai che non fanno parte di queste mega - strutture restano soltanto le briciole.

Sappiamo tutti quali sono i 7-8 studi notarili che a Milano (e, più in generale, in Lombardia) hanno in mano il mercato: non voglio fare nomi, ma sono studi professionali molto strutturati che sono noti a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ma guarda Thomas che io concordo pienamente con te...

Il mio discorso era diverso: puntava sulla differenza tra il reddito di un notaio tra gli anni 1990 e il 2000 e il reddito di un notaio oggi.... calato si drasticamente (vuoi per tante cose, anche la crisi economica del 2008) però non me la sento di dire che oggi i Notai portano a casa lo stipendio dell'impiegato....

Poi, il discorso delle law firms notarili merita un discorso a parte: e anche qui concordo con te che lasciano solo le briciole agli altri. Anche se, consentimi di dire, che tali briciole, tuttavia, che consentono al piccolo notaio di vivere più che dignitosamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
24 minuti fa, Alfredo87 dice:

Ma guarda Thomas che io concordo pienamente con te...

Il mio discorso era diverso: puntava sulla differenza tra il reddito di un notaio tra gli anni 1990 e il 2000 e il reddito di un notaio oggi.... calato si drasticamente (vuoi per tante cose, anche la crisi economica del 2008) però non me la sento di dire che oggi i Notai portano a casa lo stipendio dell'impiegato....

Poi, il discorso delle law firms notarili merita un discorso a parte: e anche qui concordo con te che lasciano solo le briciole agli altri. Anche se, consentimi di dire, che tali briciole, tuttavia, che consentono al piccolo notaio di vivere più che dignitosamente

Alfredo, 

credo, allora, che siamo d'accordo: nessuno qui ha sostenuto che il notaio prende 1.200 euro al mese (tale è, di media, lo stipendio di un impiegato), semplicemente abbiamo detto tutti (tranne un utente, che ragiona come se fossimo nel 1990) che i notai (rectius: il 75% - 80% dei notai in esercizio) oggi fatturano quanto qualsiasi altro buon libero professionista (avv., commercialista, architetto, ecc.): tanto da vivere decorosamente, ma nulla di più.

Quanto alle law firms, siamo d'accordo: tendono, quantomeno a Milano, a fare tabula rasa, anche su base regionale.

Ma tant'é: spiace, ma la realtà oggi è questa e a poco serve rimpiangere i tempi d'oro degli anni '90 o dei primi anni del 2000.

Ciao

Modificato da thomas

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Si rimpiangono le cose che si avevano e non si hanno più. A meno che tu non sia notaio, e non aspirante tale.

Post scriptum

avvocati in Italia: 240 mila, reddito medio (fonte entrate) euro 39 mila lordi

notai in Italia: meno di 5000, reddito medio (fonte entrate, non spionaggio) euro 285 mila lordi

discorso “attifici”: i notai che ci lavorano, come collaboratori e non da associati, portano comunque a casa 150/200 mila euro lordi (fonte spionaggio)

Nota bene (solo per alcuni forumisti): trattasi di REDDITI lordi (su cui si pagano le imposte), non di fatturati (ai quali vanno detratti i costi, prima di ottenere i redditi lordi) 

Modificato da Federico1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
4 ore fa, Federico1986 dice:

Si rimpiangono le cose che si avevano e non si hanno più. A meno che tu non sia notaio, e non aspirante tale.

Post scriptum

avvocati in Italia: 240 mila, reddito medio (fonte entrate) euro 39 mila lordi

notai in Italia: meno di 5000, reddito medio (fonte entrate, non spionaggio) euro 285 mila lordi

discorso “attifici”: i notai che ci lavorano, come collaboratori e non da associati, portano comunque a casa 150/200 mila euro lordi (fonte spionaggio)

Nota bene (solo per alcuni forumisti): trattasi di REDDITI lordi (su cui si pagano le imposte), non di fatturati (ai quali vanno detratti i costi, prima di ottenere i redditi lordi) 

Cazzo, ma te l'abbiamo spiegato decine e decine di volte.

Il reddito medio non vuol dire un cazzo, perchè è falsato dal rapporto tra quello, importante, di pochi (il 25%) e quello, modesto, della netta maggioranza dei notai (il 75%).

Essendo i notai in numero minore degli avvocati (circa 5.000 notai), la media è falsata, perché il divisore è basso (5000: numero dei notai) e non alto (240.000: numero di avvocati).

Lascio perdere, dato che la considero una barzelletta, l'ultima tua "perla": quella secondo cui i notai collaboratori e non associati "portano comunque a casa 150/200 mila euro lordi" ........ pensavo di avere letto ogni bizzaria, nma mi sbagliavo: questa la batte tutte.

E' inutile che continui a prendere il dato medio per auto - convincerti che ci sia il Bengodi pronto ad accoglierti .... poi se voi continuare a credere alle favole, nonostante tutto il Forum ti abbia spiegato il contrario, sei ovviamente libero di farlo.

 

 

Post scriptum: vai a rileggere i post di Alberto e Londonj (Notai veri) del febbraio 2017 nel topic "Vale ancora la pena fare il concorso notarile?".

Troverai spiegazioni illuminanti (e per , molto deludenti) su cosa significhi fare il notaio oggi.

 

Buona lettura.

Modificato da thomas

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

 

23 minuti fa, thomas dice:

Cazzo, ma te l'abbiamo spiegato decine e decine di volte.

Il reddito medio non vuol dire un cazzo, perchè è falsato dal rapporto tra quello, importante, di pochi (il 25%) e quello, modesto, della netta maggioranza dei notai (il 75%).

Essendo i notai in numero minore degli avvocati (circa 5.000 notai), la media è falsata, perché il divisore è basso (5000: numero dei notai) e non alto (240.000: numero di avvocati).

Lascio perdere, dato che la considero una barzelletta, l'ultima tua "perla": quella secondo cui i notai collaboratori e non associati "portano comunque a casa 150/200 mila euro lordi" ........ pensavo di avere letto ogni bizzaria, nma mi sbagliavo: questa la batte tutte.

E' inutile che continui a prendere il dato medio per auto - convincerti che ci sia il Bengodi pronto ad accoglierti .... poi se voi continuare a credere alle favole, nonostante tutto il Forum ti abbia spiegato il contrario, sei ovviamente libero di farlo.

 

 

Post scriptum: vai a rileggere i post di Alberto e Londonj (Notai veri) del febbraio 2017 nel topic "Vale ancora la pena fare il concorso notarile?".

Troverai spiegazioni illuminanti (e per , molto deludenti) su cosa significhi fare il notaio oggi.

 

Buona lettura.

Te l’abbiamo spiegato decine e decine di volte (cit.)

hahahahaha

Sembra di essere a scuola... non devi spiegarmi nulla (perché sei solo tu a volermi dare lezioni), mettiti sereno. Comunque ti ringrazio. 

 

Modificato da Federico1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Alfredo87: non dico baggianate, casomai le correggo; era ironia che non pretendo sia capita. Mi ricollegavo ad un precedente post dove mi riferivo generalmente ai collaboratori/dipendenti che sono serpi in seno (alcuni, per carità) che ti fanno i conti in tasca e guardano il livello di vita del notaio,  lo vanno a dire in giro ad amici e conoscenti, magari per condividere l'invidia o farti un malocchio comune, indipendentemente dal fatto che facciano o meno il preventivo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ad ogni modo, cari forumisti, sotterrando l’ascia di guerra su polemiche futili e bieche (i guadagni), e venendo a riflessioni più serie, penso che il notariato sia in mezzo a un guado. Da un lato è sottoposto a una tensione liberalizzatrice di matrice comunitaria (o ci mettiamo anche i grandi studi, i cd attifici, che vorrebbero l’eliminazione delle competenze territoriali?), che potrebbe, se portata all’estremo, decretare la fine stessa del notariato (vd disegno di legge Renzi sulle compravendite immobiliari, un vero e proprio cavallo di Troia). Dall’altro v’è una tensione conservatrice di parte della categoria (a volte anche miope?), che, ahinoi, si manifesta nel rendere difficile - per non dire impossibile - l’accesso alla professione. Leggetevi le tracce concorsuali di vent’anni fa e quelle di adesso: per le prime bastava un esame di diritto privato ben fatto, per le seconde pure un Rescigno troverebbe difficoltà. E senza contare le bocciature agli orali... Non so cosa pensare .. voi per il futuro cosa prevedete ? 

Modificato da Federico1986

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
51 minuti fa, Federico1986 dice:

Ad ogni modo, cari forumisti, sotterrando l’ascia di guerra su polemiche futili e bieche (i guadagni), e venendo a riflessioni più serie, penso che il notariato sia in mezzo a un guado. Da un lato è sottoposto a una tensione liberalizzatrice di matrice comunitaria (o ci mettiamo anche i grandi studi, i cd attifici, che vorrebbero l’eliminazione delle competenze territoriali?), che potrebbe, se portata all’estremo, decretare la fine stessa del notariato (vd disegno di legge Renzi sulle compravendite immobiliari, un vero e proprio cavallo di Troia). Dall’altro v’è una tensione conservatrice di parte della categoria (a volte anche miope?), che, ahinoi, si manifesta nel rendere difficile - per non dire impossibile - l’accesso alla professione. Leggetevi le tracce concorsuali di vent’anni fa e quelle di adesso: per le prime bastava un esame di diritto privato ben fatto, per le seconde pure un Rescigno troverebbe difficoltà. E senza contare le bocciature agli orali... Non so cosa pensare .. voi per il futuro cosa prevedete ? 

questo è vero.

Le tracce di oggi sono, spesso, al limite del fanta - diritto.

Qui ha ragione Condono: se, oggi, il concorso notarile è più simile ad un enigma della sfinge ovvero ai quiz del Sudoku che non ad un esame di diritto ragionato, il "merito" è di una famosa scuola casistica di Napoli e delle altre che ne hanno seguito l'esempio.

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
27 minuti fa, thomas dice:

questo è vero.

Le tracce di oggi sono, spesso, al limite del fanta - diritto.

Qui ha ragione Condono: se, oggi, il concorso notarile è più simile ad un enigma della sfinge ovvero ai quiz del Sudoku che non ad un esame di diritto ragionato, il "merito" è di una famosa scuola casistica di Napoli e delle altre che ne hanno seguito l'esempio.

Sottoscrivo 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...