Vai al contenuto
Mirai

Per iniziare

Rate this topic

Recommended Posts

Buonasera a tutti, sono una nuova iscritta al forum, nonché una novella praticante. Vorrei alcuni consigli da chi è più avanti nello studio.

- da quali testi iniziare?

-come conciliare pratica e studio? Quante volte mi consigliate di andare dal notaio?

-la scuola casale è un buon punto di partenza? 

Vi ringrazio in anticipo per l'attenzione.

Modificato da Mirai

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ciao, ti do la mia personale opinione:

se dovessi iniziare ora da zero, partirei con Santarcangelo sulla forma degli atti notarili per poi approfondirei con Genghini (Genghini è un libro da leggere più e più volte nel corso della preparazione perchè fondamentale per la parte formale del concorso).

Poi passerei a tutta la collana di capozzi (io comincerei da associazioni e fondazioni e proseguirei così come è impostato il codice civile - almeno per seguire un ordine).

Una volta iniziata la collana di capozzi inizierei pian piano ad affrontare i libri dei compiti, ovviamente non quelli di Carbone che sono molto difficili, pur se estremamente utili; potresti prendere quelli della Giuffrè o della Cedam.

Non ti scoraggiare se all'inizio non capirai nulla di come scrivere un atto notarile, da quel poco che so è successo a tutti quelli che conosco.

Per me molto belli sono i due volumi del formulario commentati di carbone (per l'ultimo concorso prima ripassavo i libri di capozzi poi leggevo, a mo di riassunto, il formulario e anche i singoli atti presenti, ma questo mi permetto di suggerirti di farlo quando si avvicinerà il concorso non ora che sei agli inizi.).

Personalmente alcuni libri della collana di capozzi li ho sostituiti con quelli analoghi di Genghini (ma in questi casi sono gusti soggettivi, devi trovare te i libri che ti piacciono maggiormente, anche se poi ritengo che tu abbia come scelta solo o i capizzi o i libri di genghini per poter fare uno studio su quasi tutta la materia notarile).

Per quanto alcuni dicono di studiare i classici (gazzoni, bianca, torrete) io personalmente non li amo, ottimi per l'università ma per il mondo del concorso notarile troppo poco specifici (ho sempre preferito eventualmente ripassare i capozzi più e più volte).

Poi dovrai inziare ad affrontare dei compiti sempre più difficili. Ritengo che il vero scoglio del concorso notarile non è la preparazione teorica, che più o meno tutti possono raggiungere, ma la capacità di tradurre il diritto teorico in formule scritte e di strutturare un atto in modo che le parti vengano tutelare.

Poi dovrai affrontare le massime notarili (milano, triveneto, napoli, roma), tutte, e tutte approfonditamente.

Poi vanno lette un po di riviste, almeno per quanto riguarda le sentenze più innovative e strane che escono.

In bocca al lupo per questo difficile percorso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Per quanto riguarda la scuola Casale non so darti una opinione personale, io ho seguito una scuola istituzionale gestita da un consiglio notarile e due scuole private (Corrente e Trimarchi).

Fra le due posso dire che per una persona agli inizi è meglio Corrente poi vedrai che Trimarchi, soprattutto in societario, ha un qualcosa in più (ma bisogna avere almeno qualche base prima di poterlo seguire e capirlo appieno).

Per quanto riguarda il conciliare studio e ufficio è una risposta difficile:

- se le tracce continueranno a non avere nulla a che fare con la vita reale bisogna stare il meno possibile in ufficio

- se le tracce torneranno ad avere qualche attinenza con la vita reale allora l'ufficio è importante

posso solo dirti che personalmente ritengo un errore non stare proprio mai in ufficio, anche se sembra che attualmente questo sia la strana maggiormente premiante ai fini del mero concorso

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Se hai altri dubbi chiedi pure, il forum serve a questo, e personalmente di errori in questo percorso ne ho fatti molti ..

quindi almeno posso dire cosa non fare !!!!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Mi è venuto in mente un'altra cosa importante:

io agli inizi studiavo da solo (un pò perchè non avevo trovato la compagnia di amici adatta a fare un buon gruppo di studi ed un pò perchè credevo fosse meglio studiare da solo).

posso dirti che per me è stato un grande errore:

nel momento in cui trovai una cara amica con cui studiare insieme mi accorsi della mia pessima preparazione e devo ringraziarla sempre infinitamente per il sostegno e gli insegnamenti che mi diede (mi spiace solo che ha abbandonato questo concorso, sarebbe stata una grande notaia), mi ha aiutato a maturare tantissimo;

poi ho iniziato a studiare con un mio amico che, per non essendo meno preparato di me, ha il difetto di perdersi nei vari problemi di una traccia e nella varie teorie da applicare; questo mi ha costretto (facendomi di nuovo maturare molto) a provare a riassumergli e semplificare le varie teorie 

quindi, per me sia studiare con una persona più brava che con una meno brava sono stati momenti di crescita importanti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Il notaio presso il quale svolgo la pratica mi ha vivamente consigliato la Casale, ho chiesto informazioni in sede ma a quanto pare hanno come vero e proprio corso base quello dedicato alle tecniche redazionali e temi di diritto civile.

Ho iniziato la pratica da due settimane. Su mia espressa richiesta sono andata tutti i giorni soprattutto per farmi un'idea, capire veramente chi è il notaio ed eventualmente sfatare qualche mito. Nei prossimi giorni però ridurrò necessariamente la mia permanenza dal mio notaio di riferimento per iniziare lo studio vero e proprio. Anche perché per quanto mi sforzi non riesco a seguire il notaio e i suoi collaboratori se sono all'asciutto di molte nozioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ritengo che una scuola notarile sia indispensabile seguirla, devi imparare da zero tante cose che all'università non insegnano.

A Napoli ci sono tante scuole valide: Corrente, Genghini, Sabatelli ex capozzi

Solo dopo che hai ricevuto una infarinatura da una scuola notarile puoi capire qualcosa di quello che succede in ufficio, a meno che il notaio dove vai abbia la pazienza di spiegarti ed insegnarti veramente.

Ho visto che esiste anche la scuola del notaio Fiordiliso, penso a Napoli  (che a parte qualche suo scritto e qualche lezione presente in internet che mi sono piaciuti molto, non conosco personalmente e non ho seguito ne so di amici che la abbiano seguita); ma da quello che ricordo costa veramente poco (penso meno di 50 euro che poi vengono devoluti in beneficenza) quindi sicuramente puoi seguirla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Grazie mille per questi suggerimenti. Purtroppo dei miei compagni dell'università con i quali mi confrontavo spesso durante lo studio, nessuno ha deciso di intraprendere questa strada. Spero di trovare anch'io nuove persone in grado di supportarmi.

Perdona la mia curiosità, la tua amica che ha abbandonato cosa ha deciso di fare? Ti faccio questa domanda perché c'è un dubbio che mi assilla: quali sono le reali alternative per un giovane che fallisce il concorso e decide semplicemente di cambiare strada? In altre parole, la preparazione per questo concorso è troppo di nicchia o è spendibile altrove? 

So che è un dubbio prematuro, tuttavia per natura sono una persona estremamente prudente e per la prima volta in vita mia ho intrapreso una strada del tutto priva di certezze. Questa cosa mi destabilizza molto. Sono in molti a suggerirmi di affiancare la pratica notarile a quella forense, ma non so fino a che punto questa scelta sia saggia. In primo luogo l'abilitazione è decisamente cambiata rispetto al passato, sono diventate obbligatorie le scuole forensi e sono spariti i codici commentati. In secondo luogo non credo sia saggio disperdere le energie in troppe cose contemporaneamente. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
2 ore fa, Mirai dice:

Il notaio presso il quale svolgo la pratica mi ha vivamente consigliato la Casale, ho chiesto informazioni in sede ma a quanto pare hanno come vero e proprio corso base quello dedicato alle tecniche redazionali e temi di diritto civile.

Ho iniziato la pratica da due settimane. Su mia espressa richiesta sono andata tutti i giorni soprattutto per farmi un'idea, capire veramente chi è il notaio ed eventualmente sfatare qualche mito. Nei prossimi giorni però ridurrò necessariamente la mia permanenza dal mio notaio di riferimento per iniziare lo studio vero e proprio. Anche perché per quanto mi sforzi non riesco a seguire il notaio e i suoi collaboratori se sono all'asciutto di molte nozioni.

Per iniziare, studiati bene il manuale del condono notarile 2016: é una raccolta di elaborati redatti dai cinquecentini durante la 3 giorni romana.

Sarà a breve nelle migliori librerie antigiuridiche

Modificato da "Veri Notai"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
20 minuti fa, "Veri Notai" dice:

Per iniziare, studiati bene il manuale del condono notarile 2016: é una raccolta di elaborati redatti dai cinquecentini durante la 3 giorni romana.

Sarà a breve nelle migliori librerie antigiuridiche

Questa è poesia ah ah ah 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Per iniziare e per seguire al meglio questo forum, ti consiglio di bloccare/ignorare l'utente molesto e rosicone "Veri Notai"....
Di seguito le istruzioni:

On 11/9/2018 at 11:19, Alaskan Haida dice:

è semplicissimo: vai sul menù a tendina che trovi di fianco al tuo nome (in alto a destra) e scegli l'opzione "utenti ignorati", nel campo nome inserisci il nickname dell'account che vuoi bloccare e poi clicchi su aggiungi. Et voilà finalmente la pace! ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
On ‎14‎/‎09‎/‎2018 at 09:09, MarcoXR dice:

Per iniziare e per seguire al meglio questo forum, ti consiglio di bloccare/ignorare l'utente molesto e rosicone "Veri Notai"....
Di seguito le istruzioni:

Per il condono non c'è perdono.

Vincete un concorso altamente selettivo, come i miei e quello in corso, e poi ne parliamo... Nel 2016 pure la youtuber ... puffh!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×