Vai al contenuto
Antonio Mattera

Paletti: se ne hanno notizie?

Rate this topic

Recommended Posts

12 minuti fa, superg dice:

Allora i prossimi scritto saranno in primavera.

Yes ... Forse anche aprile

Attenzione, però: anche qui si tratra di "vero" concorso ... quindi, non sprecate la possibilità: valutate bene prima di consegnare

Modificato da "Veri Notai"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
46 minuti fa, Zia di Porcus dice:

Beh certo... Agli altri concorsi si consegnava per sport invece... Sei proprio ridicolo!

Ignorante, é nel senso che non si condona più niente ....

Stavolta molti, sulla scia del Condono 2016, hanno consegnato lo stesso, pur consapevoli degli errori compiuti.

Questo spiega perché si boccia tanto. Evidentemente si sperava in altri regali che sinora non ci sono stati, né ci saranno nel prosieguo.

Con gli errori non si consegna, imbecilli (perché tali siete, avendolo fatto) ... Quella che é stata un'eccezione nella storia dell'accesso alla professione (Condono 2016) non é la regola: l'alta selettività é tornata ad essere il fiore all'occhiello del Notariato.

In ultimo, cogliendo l'occasione, voglio fare i miei complimenti a rafoku87, che é stato l'unico condonato a distinguersi per la modestia: é stao l'unico ad aver detto i miei compiti non sono perfetti, ci sono degli errori, ma mi hanno fatto passare lo stesso.

Bravo!

 

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
45 minuti fa, "Veri Notai" dice:

Ignorante, é nel senso che non si condona più niente ....

Stavolta molti, sulla scia del Condono 2016, hanno consegnato lo stesso, pur consapevoli degli errori compiuti.

Questo spiega perché si boccia tanto. Evidentemente si sperava in altri regali che sinora non ci sono stati, né ci saranno nel prosieguo.

Con gli errori non si consegna, imbecilli (perché tali siete, avendolo fatto) ... Quella che é stata un'eccezione nella storia dell'accesso alla professione (Condono 2016) non é la regola: l'alta selettività é tornata ad essere il fiore all'occhiello del Notariato.

In ultimo, cogliendo l'occasione, voglio fare i miei complimenti a rafoku87, che é stato l'unico condonato a distinguersi per la modestia: é stao l'unico ad aver detto i miei compiti non sono perfetti, ci sono degli errori, ma mi hanno fatto passare lo stesso.

Bravo!

 

 

Ma la smetti di dire stronzate...

Concorso notaio 2014 - posti 300 - consegnanti 1368

Concorso notaio 2017 - posti 300 - consegnanti 1365

In mezzo c'è il concorso dei 500.... Sulla scia di che hanno consegnato lo stesso? Sul condono? 3 in meno! Tu non sei ignorante... Sei proprio stupido!

Adesso dopo l'ennesima figura del menga... Puoi gentilmente levarti dalle scatole? Grazie.

Modificato da Zia di Porcus
  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
14 ore fa, "Veri Notai" dice:

Ignorante, é nel senso che non si condona più niente ....

Stavolta molti, sulla scia del Condono 2016, hanno consegnato lo stesso, pur consapevoli degli errori compiuti.

Questo spiega perché si boccia tanto. Evidentemente si sperava in altri regali che sinora non ci sono stati, né ci saranno nel prosieguo.

Con gli errori non si consegna, imbecilli (perché tali siete, avendolo fatto) ... Quella che é stata un'eccezione nella storia dell'accesso alla professione (Condono 2016) non é la regola: l'alta selettività é tornata ad essere il fiore all'occhiello del Notariato.

In ultimo, cogliendo l'occasione, voglio fare i miei complimenti a rafoku87, che é stato l'unico condonato a distinguersi per la modestia: é stao l'unico ad aver detto i miei compiti non sono perfetti, ci sono degli errori, ma mi hanno fatto passare lo stesso.

Bravo!

 

 

Ti ringrazio perchè mi riconosci modestia/correttezza, ma allo stesso tempo l'appellativo di "condonato" non è proprio molto piacevole...

Voglio dire con onestà la mia opinione, chiedendo venia per l'essere parzialmente off-topic.
E' la seguente.
Il concorso notarile ha SEMPRE vissuto l'alea insita in qualsiasi concorso, aggravata dalla soggettività nel correggere elaborati che non sono a risposta multipla o aperta.. ma "apertissima".
Parlando per esperienza personale dei concorsi ai quali ho partecipato:
- il quartultimo presenta le storture di "settimio": secondo alcuni divisione senza condividente, mille problemi e soluzioni ardite; quanti non hanno consegnato per questo? altri invece l'hanno ritenuto presente e hanno vinto lo stesso.
- il terzultimo presenta le storture delle "soffitte": giusto motivo di bocciatura, ma quanti meritevoli sono stati bocciati per una svista tutto sommato non gravissima, e quanti (magari meno meritevoli) hanno sentito una voce ("descrivi!") e hanno vinto?
- il penultimo presenta le storture del numero maggiore di posti: se ne bandisci 500, almeno 400 e qualcosa li devi trovare; e 400 compiti perfetti (in tutti e 3 giorni), al concorso notarile, non ci stanno. Per cui un errore lo devi tollerare per forza. Come criterio più che i paletti hanno adottato una valutazione complessiva e compensazione; come selettività sono stati meno drastici, ma non per brogli/condoni/scandali/cnn/verinotai ecc... Bisogna essere solo ottusi (vincitori e non vincitori) per non capire che se siamo mediamente sempre gli stessi a ogni concorso, come livello e come numero (o in lieve costante declino entrambi, ma il mio discorso non cambia), e da un concorso ne devi far uscire 250 e da uno 400, in quello da 400 ne prendi 150 che nel primo avresti bocciato. Non è che ci possono essere opinioni. La matematica dice che (es.) 1su4 screma meno di 1su5.
- L'ultimo presenta le storture legate a un concorso dove ha prevalso la "componente magistrati", che essendo meno avvezzi alle problematiche notarili hanno scritto tracce, a mio giudizio, sia poco chiare sia che non danno molto modo di dimostrare la preparazione; paradossalmente, secondo il mio personale avviso, questo selezionerà peggio del precedente, perchè meglio una valutazione complessiva che sorvola su un errore, piuttosto che una valutazione su poche problematiche di attualità che non saggiano su tanti argomenti classici e importanti (e anche qui metto la mano sul fuoco che vinceranno persone ai loro primi mesi di studi, senza nulla togliere, con relative polemiche). La media 1/11 non è indicativa e non deve spaventare: risente del limite delle consegne portato a 5; hanno consegnato pure i fogli di carta igienica, senza di quelli la media la riduco a non oltre 1/6...

Questo è ciò che penso; poi ci sarà chi dice che (guarda caso proprio) nel concorso 2016 erano tutti mediamente più bravi e quindi proprio quello era da mettere a 500 posti, e ci sarà chi dice che (guarda caso proprio) nel concorso 2016 erano tutti meno bravi/condonati ecc.
A me intellettualmente fanno ridere entrambi; emotivamente rammaricano entrambi, il primo per onestà intellettuale e il secondo perchè dopo tanti anni di lavoro e sacrificio, quando alla fine ce la fai, vi assicuro che leggere certe cose non è piacevole.
Un saluto e un incoraggiamento a tutti.

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
2 ore fa, rafoku87 dice:

Ti ringrazio perchè mi riconosci modestia/correttezza, ma allo stesso tempo l'appellativo di "condonato" non è proprio molto piacevole...

Voglio dire con onestà la mia opinione, chiedendo venia per l'essere parzialmente off-topic.
E' la seguente.
Il concorso notarile ha SEMPRE vissuto l'alea insita in qualsiasi concorso, aggravata dalla soggettività nel correggere elaborati che non sono a risposta multipla o aperta.. ma "apertissima".
Parlando per esperienza personale dei concorsi ai quali ho partecipato:
- il quartultimo presenta le storture di "settimio": secondo alcuni divisione senza condividente, mille problemi e soluzioni ardite; quanti non hanno consegnato per questo? altri invece l'hanno ritenuto presente e hanno vinto lo stesso.
- il terzultimo presenta le storture delle "soffitte": giusto motivo di bocciatura, ma quanti meritevoli sono stati bocciati per una svista tutto sommato non gravissima, e quanti (magari meno meritevoli) hanno sentito una voce ("descrivi!") e hanno vinto?
- il penultimo presenta le storture del numero maggiore di posti: se ne bandisci 500, almeno 400 e qualcosa li devi trovare; e 400 compiti perfetti (in tutti e 3 giorni), al concorso notarile, non ci stanno. Per cui un errore lo devi tollerare per forza. Come criterio più che i paletti hanno adottato una valutazione complessiva e compensazione; come selettività sono stati meno drastici, ma non per brogli/condoni/scandali/cnn/verinotai ecc... Bisogna essere solo ottusi (vincitori e non vincitori) per non capire che se siamo mediamente sempre gli stessi a ogni concorso, come livello e come numero (o in lieve costante declino entrambi, ma il mio discorso non cambia), e da un concorso ne devi far uscire 250 e da uno 400, in quello da 400 ne prendi 150 che nel primo avresti bocciato. Non è che ci possono essere opinioni. La matematica dice che (es.) 1su4 screma meno di 1su5.
- L'ultimo presenta le storture legate a un concorso dove ha prevalso la "componente magistrati", che essendo meno avvezzi alle problematiche notarili hanno scritto tracce, a mio giudizio, sia poco chiare sia che non danno molto modo di dimostrare la preparazione; paradossalmente, secondo il mio personale avviso, questo selezionerà peggio del precedente, perchè meglio una valutazione complessiva che sorvola su un errore, piuttosto che una valutazione su poche problematiche di attualità che non saggiano su tanti argomenti classici e importanti (e anche qui metto la mano sul fuoco che vinceranno persone ai loro primi mesi di studi, senza nulla togliere, con relative polemiche). La media 1/11 non è indicativa e non deve spaventare: risente del limite delle consegne portato a 5; hanno consegnato pure i fogli di carta igienica, senza di quelli la media la riduco a non oltre 1/6...

Questo è ciò che penso; poi ci sarà chi dice che (guarda caso proprio) nel concorso 2016 erano tutti mediamente più bravi e quindi proprio quello era da mettere a 500 posti, e ci sarà chi dice che (guarda caso proprio) nel concorso 2016 erano tutti meno bravi/condonati ecc.
A me intellettualmente fanno ridere entrambi; emotivamente rammaricano entrambi, il primo per onestà intellettuale e il secondo perchè dopo tanti anni di lavoro e sacrificio, quando alla fine ce la fai, vi assicuro che leggere certe cose non è piacevole.
Un saluto e un incoraggiamento a tutti.

Il motivo per cui la percentuale dei promossi é 1 su 12 è palese: i termini del condono sono chiusi (quei 150 cui ti riferivi non sono condonati???); ora si fa una selezione seria. Si promuove solo chi raggiunge la sufficienza, a prescindere dai posti a bando. Credo che saranno ritenuti degni al max 150 candidati... non più.

Comunque ti apprezzo, perché hai ammesso che nel 2016 si é vinto facile. Per me tu, a differenza di altri, non sei affatto un rosicone ... anzi

Ora si gioca al concorso notarile.

 

Modificato da "Veri Notai"
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, rafoku87 dice:

Ti ringrazio perchè mi riconosci modestia/correttezza, ma allo stesso tempo l'appellativo di "condonato" non è proprio molto piacevole...

Voglio dire con onestà la mia opinione, chiedendo venia per l'essere parzialmente off-topic.
E' la seguente.
Il concorso notarile ha SEMPRE vissuto l'alea insita in qualsiasi concorso, aggravata dalla soggettività nel correggere elaborati che non sono a risposta multipla o aperta.. ma "apertissima".
Parlando per esperienza personale dei concorsi ai quali ho partecipato:
- il quartultimo presenta le storture di "settimio": secondo alcuni divisione senza condividente, mille problemi e soluzioni ardite; quanti non hanno consegnato per questo? altri invece l'hanno ritenuto presente e hanno vinto lo stesso.
- il terzultimo presenta le storture delle "soffitte": giusto motivo di bocciatura, ma quanti meritevoli sono stati bocciati per una svista tutto sommato non gravissima, e quanti (magari meno meritevoli) hanno sentito una voce ("descrivi!") e hanno vinto?
- il penultimo presenta le storture del numero maggiore di posti: se ne bandisci 500, almeno 400 e qualcosa li devi trovare; e 400 compiti perfetti (in tutti e 3 giorni), al concorso notarile, non ci stanno. Per cui un errore lo devi tollerare per forza. Come criterio più che i paletti hanno adottato una valutazione complessiva e compensazione; come selettività sono stati meno drastici, ma non per brogli/condoni/scandali/cnn/verinotai ecc... Bisogna essere solo ottusi (vincitori e non vincitori) per non capire che se siamo mediamente sempre gli stessi a ogni concorso, come livello e come numero (o in lieve costante declino entrambi, ma il mio discorso non cambia), e da un concorso ne devi far uscire 250 e da uno 400, in quello da 400 ne prendi 150 che nel primo avresti bocciato. Non è che ci possono essere opinioni. La matematica dice che (es.) 1su4 screma meno di 1su5.
- L'ultimo presenta le storture legate a un concorso dove ha prevalso la "componente magistrati", che essendo meno avvezzi alle problematiche notarili hanno scritto tracce, a mio giudizio, sia poco chiare sia che non danno molto modo di dimostrare la preparazione; paradossalmente, secondo il mio personale avviso, questo selezionerà peggio del precedente, perchè meglio una valutazione complessiva che sorvola su un errore, piuttosto che una valutazione su poche problematiche di attualità che non saggiano su tanti argomenti classici e importanti (e anche qui metto la mano sul fuoco che vinceranno persone ai loro primi mesi di studi, senza nulla togliere, con relative polemiche). La media 1/11 non è indicativa e non deve spaventare: risente del limite delle consegne portato a 5; hanno consegnato pure i fogli di carta igienica, senza di quelli la media la riduco a non oltre 1/6...

Questo è ciò che penso; poi ci sarà chi dice che (guarda caso proprio) nel concorso 2016 erano tutti mediamente più bravi e quindi proprio quello era da mettere a 500 posti, e ci sarà chi dice che (guarda caso proprio) nel concorso 2016 erano tutti meno bravi/condonati ecc.
A me intellettualmente fanno ridere entrambi; emotivamente rammaricano entrambi, il primo per onestà intellettuale e il secondo perchè dopo tanti anni di lavoro e sacrificio, quando alla fine ce la fai, vi assicuro che leggere certe cose non è piacevole.
Un saluto e un incoraggiamento a tutti.

Una riflessione lucida e sensata. Purtroppo hai ottenuto la solita risposta preconfezionata, ma immagino sia difficile rompere certe convinzioni. 

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
3 ore fa, Amélie Poulain dice:

Una riflessione lucida e sensata. Purtroppo hai ottenuto la solita risposta preconfezionata, ma immagino sia difficile rompere certe convinzioni. 

Non c'è bisogno di alcuna riflessione.

 

Dati alla mano (visto che ci tenete a queste cose)

Condono 2016 1 su 3,80

Concorso 2018 1 su 12 (per ora, ma prevedo un piccolo calo)

Quale dei 2 é più selettivo?

Quale dei 2 é un condono? Quele dei 2 é il concorso notarile?

Quali saranno notai che hanno affrontato un'aspra e severa selezione? Quali?????????

La risposta é ovvia

Modificato da "Veri Notai"
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Tutta questa acredine per cosa?

proprio non capisco.

Personalmente io al concorso consegnerò sempre con la mia speranza, preparazione e voglia di essere un giorno un bravo notaio. Cercando piû che altro di non  dimenticarmi di dover perseguire ogni giorno con il proprio lavoro ciò poichè non è automatico.

Nella mia visione preferisco un notaio che sente il peso della professione piuttosto ad un simile Carnelutti che nella tre giorni concorsuale riesce a non fare errori per poi una volta in esercizio distruggere la funzione di questo ruolo. Questo argomento pare non piacere perché non viene mai analizzato insieme alle storture del concorso.

Si sa che a Roma moltissimi bravi rendono poco, veramente poco. Ho letto compiti di ragazzi che conosco personalmente bravissimi aver scritto vere fetecchie a Roma. 

Ritornando al topic allora per il momento si punta ad aprile.

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
5 ore fa, superg dice:

Tutta questa acredine per cosa?

proprio non capisco.

Personalmente io al concorso consegnerò sempre con la mia speranza, preparazione e voglia di essere un giorno un bravo notaio. Cercando piû che altro di non  dimenticarmi di dover perseguire ogni giorno con il proprio lavoro ciò poichè non è automatico.

Nella mia visione preferisco un notaio che sente il peso della professione piuttosto ad un simile Carnelutti che nella tre giorni concorsuale riesce a non fare errori per poi una volta in esercizio distruggere la funzione di questo ruolo. Questo argomento pare non piacere perché non viene mai analizzato insieme alle storture del concorso.

Si sa che a Roma moltissimi bravi rendono poco, veramente poco. Ho letto compiti di ragazzi che conosco personalmente bravissimi aver scritto vere fetecchie a Roma. 

Ritornando al topic allora per il momento si punta ad aprile.

 

Se ti riferisci ai compiti del condono 2016, é normale: sono tutte fetecchie, perché quello non era il concorso notarile

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Pare che ci sia stato un.mutamento di orientamento circa i paletti di iv.

Pare che stiano facendo passare anche il trasferimento causa faliliae, nonostante la traccia si riferisse apertis verbis allo spirito di liberalità (donazione).

Chiedo conferma di questa voce a "Per amore di verità", che é sempre molto informato.

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
16 ore fa, "Veri Notai" dice:

Pare che ci sia stato un.mutamento di orientamento circa i paletti di iv.

Pare che stiano facendo passare anche il trasferimento causa faliliae, nonostante la traccia si riferisse apertis verbis allo spirito di liberalità (donazione).

Chiedo conferma di questa voce a "Per amore di verità", che é sempre molto informato.

 

 

33 minuti fa, Per amor di verità dice:

Per quanto ne so, nessun mutamento, oltre che fin dall’inizio, so che era anche “preferibile”

Che personaggio pirandelliano 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
33 minuti fa, Aspirante2018 dice:

 

Che personaggio pirandelliano 

ora si dice “

personaggio piramdelliano”? 😁

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Nell’elenco dei paletti così ben descritti in precedenza non risulta fin dall’inizio, poi se questa mancanza renda un notaio “meno vero” non spetta a me giudicare. Vedendo la difficoltà delle tracce, il numero di paletti ed il numero di promossi non credo assolutamente che questo faccia la differenza sulla qualità dei candidati idonei

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, Per amor di verità dice:

Nell’elenco dei paletti così ben descritti in precedenza non risulta fin dall’inizio, poi se questa mancanza renda un notaio “meno vero” non spetta a me giudicare. Vedendo la difficoltà delle tracce, il numero di paletti ed il numero di promossi non credo assolutamente che questo faccia la differenza sulla qualità dei candidati idonei

Se la traccia ti chiede una liberalità, uno che ha studiato i patti di convivenza (Rizzi) inserisce in un capo autonomo dell'atto una donazione.

Chi ha fatto un trasferimento causae familae (che altro non é che un trasferimento in adempimento di una pregressa obbligazione naturale) fa un atto solvendi causa e, dunque, va contro la traccia.

Promuovere chi va contro la traccia significa regalargli il sigillo! E chi ha in regalo il sigillo non è un vero notaio.

Non credo proprio che il presidente della S.C. Ferro permetta una simile cosa.

Chi ha fatto il trasferimento causa familia va bocciato, perché non capisce una cippa

Modificato da "Veri Notai"
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ovviamente è come dici tu, mi limito a dire che non c’è stato un cambiamento nel metro di giudizio che farebbe decadere la qualità della commissione ma la si è accettata dall’inizio. (Il perché del “preferibile” non me lo so spiegare neanche io). Credo a vedere il numero esiguo di idonei che aggiungere altri paletti “in parti più trascurabili” sarebbe stata solo cattiveria inutile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
4 minuti fa, Per amor di verità dice:

Ovviamente è come dici tu, mi limito a dire che non c’è stato un cambiamento nel metro di giudizio che farebbe decadere la qualità della commissione ma la si è accettata dall’inizio. (Il perché del “preferibile” non me lo so spiegare neanche io). Credo a vedere il numero esiguo di idonei che aggiungere altri paletti “in parti più trascurabili” sarebbe stata solo cattiveria inutile.

Probabilmente hai ragione... Forse sarebbe un eccesso di cattiveria... L'importante é che prendano i migliori

Il "preferibile" non ha spiegazioni, però

Modificato da "Veri Notai"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×