Vai al contenuto
blade runner 1

Tracce Pubblicate 1 mese prima

Rate this topic

Recommended Posts

On 3/7/2018 at 01:52, pinturicchio81 dice:

Se la tua tesi è che sto concorso è una roulette, ti assicuro che la mia esperienza è assolutamente identica, come quella di tutti quelli che hanno vinto, solo che forse non tutti ne prendono coscienza, io so benissimo che è una ruota che deve girare e che noi possiamo al massimo aiutare a far girare per bene!

Se la tua tesi è che fa tutto schifo perché io ho semplicemente azzeccato le tracce, io e la maggioranza "non qualificata" che la pensa come me riteniamo sia solo un problema tuo, una visione dei fatti assolutamente personale e, consentimi, alquanto strana, perché sarei stato idiota a rendere pubbliche e fruibili, al modico prezzo di 30 euro, tracce che tu dici essere identiche, e che poi identiche non sono affatto per molteplici aspetti, a quelle concorsuali!

Altra cosa, sei sicuro che sia stata la mancata conoscenza delle mie tracce a pregiudicarti? Hai preso visione degli elaborati e del verbale?

Solo dopo averli visti ti puoi fare un'idea più precisa!

Altra ed ultima cosa.... in questi giorni ho letto con amici miei diciamo "non fortunati", i loro verbali di bocciatura e abbiamo a lungo commentato i profili di criticità dei loro elaborati! Ebbene, non solo mi lusinga che loro abbiano voluto chiedere a me un parere tecnico sugli elaborati, ma tutti si sono rallegrati di aver letto i miei libri e del fatto che, almeno su quegli argomenti, il loro elaborato era inappuntabile (ndr non certo per merito delle mie tracce ma del loro studio anche e soprattutto precedente ad esse)!

Come vedi sono nottambulo, ma a causa degli orali, non per altro ;) 

Buongiorno, 

 

chiedo a te un parere visto che come il sottoscritto sei da tanto nel girone concorsuale ed oltre ad essere preparato (come tanti incontrati in questo percorso) sei sempre molto disponibile.

Premetto che non ho superato lo scritto all'apertura dell'ultima busta. Tra le diverse questioni ancillari ve ne sono due che non mi convincono e per cui chiederei un tuo parere:

- mi viene contestata la lettura del testamento fatta dall'interprete per aver io scritto: Del presente atto ho datto lettura, presenti i testimoni ed a mezzo dell'interprete al testatore ...la contestazione riguarda la mancata menzione della traduzione da parte dell'interprete che, a mio sommesso avviso, si evince da quanto sopra;

- mi viene contestata l'apposizione di una clausola risolutiva espressa "che contragga matrimonio" ai legati di abitazione  e e di rendita a favore di lucilla.  Anche in questo caso ho costruito la disposizione nel rispetto del 636 comma 2 che la dottrina riconduce appunto alla condizione risolutiva..

- mi viene contestata l'errata indicazione di "alcune postille" senza dire quali..

Cosa ne pensi?

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
35 minuti fa, Maveri dice:

Buongiorno, 

 

chiedo a te un parere visto che come il sottoscritto sei da tanto nel girone concorsuale ed oltre ad essere preparato (come tanti incontrati in questo percorso) sei sempre molto disponibile.

Premetto che non ho superato lo scritto all'apertura dell'ultima busta. Tra le diverse questioni ancillari ve ne sono due che non mi convincono e per cui chiederei un tuo parere:

- mi viene contestata la lettura del testamento fatta dall'interprete per aver io scritto: Del presente atto ho datto lettura, presenti i testimoni ed a mezzo dell'interprete al testatore ...la contestazione riguarda la mancata menzione della traduzione da parte dell'interprete che, a mio sommesso avviso, si evince da quanto sopra;

- mi viene contestata l'apposizione di una clausola risolutiva espressa "che contragga matrimonio" ai legati di abitazione  e e di rendita a favore di lucilla.  Anche in questo caso ho costruito la disposizione nel rispetto del 636 comma 2 che la dottrina riconduce appunto alla condizione risolutiva..

- mi viene contestata l'errata indicazione di "alcune postille" senza dire quali..

Cosa ne pensi?

Grazie

Maveri scusa se i intrometto, ma se puó esserti utile a mio parere se tu scrivi "Del presente atto ho datto lettura, presenti i testimoni ed a mezzo dell'interprete al testatore" sembra che l'interprete sia uno strumento che utilizza il notaio per leggere tutto il testamento (in italiano e in inglese) o comuqnue che lo leggano insieme.

Credo che la commissione volesse una chiusa analitica nel senso di far emergere che la parte in italiano l'ha letta il notaio mentre la traduzione l'ha letta l'interprete.

Io avrei scritto: richiesto io notaio ho ricevuto il presente atto del quale, alla presenza dei testimoni, io notaio ho dato lettura al testatore quanto alla parte in lingua italiana e del quale l'interprete ha dato lettura al testatore quanto alla parte in lingua inglese.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Confermo quanto dice Beakiyo. Tutte le formule nei manuali di diritto notarile sono in tal senso. Aggiungo anche, che secondo una dottrina ancor più rigorosa (che io non condivido), il notaio deve leggere anche la traduzione (e se è in cinese?), che è a sua volta è poi letta anche dall'interprete.

Per quanto riguarda il legato di abitazione ecc, possono aver riscontrato una differenza fra la clausola risolutiva espressa (che in un certo modo richiama l'art. 1456) e la condizione (risolutiva) sottesa all'art. 636 c.c., in quanto si tratta di istituti con caratteri ed effetti differenti. 

Quanto all'errata indicazione di postille, non dovrebbe essere grave errore (le postille si considerano come non apportate), salvo che quella postilla sia essenziale  perché incida su un dato importante dell'atto o addirittura elimini/eviti  una nullità

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Maveri, condivido BEA!

Io personalmente ho sempre utilizzato la frasetta "con l'ausilio dell'interprete", senza impelagarmi in chiuse troppo analitiche, per quanto corrette! La tua è sostanzialmente corretta ma la commissione avrà proprio pensato quel che dice Bea, ossia che il notaio non fa la sua lettura, che deve necessariamente fare, e la lascia all'interprete!!

Se la condizione di nubilato l'hai strutturata come condizione risolutiva ti sei andato ahimè ad invischiare nella problematica del divieto di nozze! Per quanto la ricostruzione dogmatica di condizione risolutiva sia corretta, tradurla redazionalmente proprio in quei termini ti butta nel fango del divieto di nozze!!

E questo purtroppo fa ridestare i commissari dal loro torpore, a differenza del, banale ma corretto, "per il tempo del nubilato"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Se ho letto bene le hanno contestato l'apposizione di "una clausola risolutiva espressa", non capisco quindi se si tratti di contestazione sulla redazione della clausola e dell'istituto (risolutiva espressa che può richiamare l'art. 1456), oppure contestino la soluzione mediante una vera e propria condizione risolutiva,  che però non è caratterizzata dall'aggettivo "espressa" (se formulo una condizione risolutiva non dico che è "espressa"). Almeno che, ma siamo nelle fantaipotesi, le contestino che la condizione non doveva essere "espressa", ossia" esplicita", ma da ricavarsi nella dizione del codice : "per il tempo del celibato o della vedovanza"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
41 minuti fa, pinturicchio81 dice:

Maveri, condivido BEA!

Io personalmente ho sempre utilizzato la frasetta "con l'ausilio dell'interprete", senza impelagarmi in chiuse troppo analitiche, per quanto corrette! La tua è sostanzialmente corretta ma la commissione avrà proprio pensato quel che dice Bea, ossia che il notaio non fa la sua lettura, che deve necessariamente fare, e la lascia all'interprete!!

Se la condizione di nubilato l'hai strutturata come condizione risolutiva ti sei andato ahimè ad invischiare nella problematica del divieto di nozze! Per quanto la ricostruzione dogmatica di condizione risolutiva sia corretta, tradurla redazionalmente proprio in quei termini ti butta nel fango del divieto di nozze!!

E questo purtroppo fa ridestare i commissari dal loro torpore, a differenza del, banale ma corretto, "per il tempo del nubilato"

Appunto con l'ausilio o a mezzo..non comprendo la differenza se non a voler pensare che l'interprete sia un elettrodomestico ( a parte che ho già letto  vincitori che l'interprete se lo sono fumato..) . Quanto alla condizione risolutiva come da te correttamente indicato sul piano dogmatico si tratta di condizione risolutiva e non comprendo come possa costituire un paletto..in ogni caso volevo un'opinione su un possibile ricorso.

Grazie a tutti.

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Molti sono i casi di concorsi notarili "truccati", già a partire dagli anni sessanta (cfr. FERRANDO, Il notaio, Firenze, 1961). Il caso più recente risale al 2010, quando il concorso fu annullato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Volevo solo suggerire che ci sono anche tutte le altre discussione dove ricordare che il condono c'è stato e ora si fanno solo veri notai

Non vorrei che qualcuno si perdesse la notizia solo perchè legge altre discussioni

😁😂😃

Modificato da Faden

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
13 ore fa, Faden dice:

Volevo solo suggerire che ci sono anche tutte le altre discussione dove ricordare che il condono c'è stato e ora si fanno solo veri notai

Non vorrei che qualcuno si perdesse la notizia solo perchè legge altre discussioni

😁😂😃

anche tu  ti ci metti ????😀

Modificato da mcg8

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

"più spendo, più leggo, più studio, più vinco, non ha spirito olimpico e non fa prigionieri". Sottoscrivo pienamente queste parole!

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Nulla contro te Tony, ma sembra che tu abbia riportato parole dette da un aspirante notaio futuro attificatore e stariffatore

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non ho mai conosciuto Marco ma ho letto ciò che ha scritto (e come lo ha scritto). Credo sia una mente molto brillante e un ragazzo estremamente preparato. Non ci voleva un suo libro per capire che quelli erano argomenti papabili. Se proprio gli si deve trovare una colpa è quella di essere juventino :D

Modificato da vedo Tizio e scappo
  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora

×