Vai al contenuto
tapioco

3 quesiti trasformazione

Rate this topic

Recommended Posts

Ciao raga,

vi pongo 3 quesiti in tema di trasformazione.

1) in caso di trasformazione di srl con socio d'opera in snc, effettuata la trasformazione occorre la prestazione di una nuova fideiussione a garanzia dell'esecuzione dell'opera?

 

2)in caso di trasformazione di srl con socio d'opera in spa, il socio d'opera diviene socio di capitale con obbligo di prestazioni accessorie. Ma va presentata una nuova fideiussione?

 

3)in caso di trasformazione di spa in srl o snc, gli azionisti di godimento sono esclusi o ricevono quote proporrzionali (a che cosa??:unsure:) alle precedenti?

 

Grazie a chiuqnue voglia confrontarsi.

Modificato da tapioco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

1) Trasformazione da srl in ... ??

2) Non ê detto: se la prestazione é stata compiuta (e all'attivo dello stato patrimoniale non vi é più un credito della società verso il socio), il socio é ormai divenuto "di capitale";

3) gli azionisti di godimento non ricevono nulla; tuttavia, integrando una categoria di azioni, essi devono approvare la delibera ai sensi dell'art. 2376 c c; pena, l'inefficacia della stessa nei loro confronti

Modificato da Antonio Mattera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
9 ore fa, Antonio Mattera dice:

1) Trasformazione da srl in ... ??

2) Non ê detto: se la prestazione é stata compiuta (e all'attivo dello stato patrimoniale non vi é più un credito della società verso il socio), il socio é ormai divenuto "di capitale";

3) gli azionisti di godimento non ricevono nulla; tuttavia, integrando una categoria di azioni, essi devono approvare la delibera ai sensi dell'art. 2376 c c; pena, l'inefficacia della stessa nei loro confronti

antonio grazie per la tua risposta.

la 1) si riferisce alla trasformazione di srl in snc, come da post modificato.

 

per quanto riguarda la 2), quindi, se la prestazione non è stata eseguita, cosa si fa? si attribuiscono azioni di spa (con prestazione accessoria)  all'ex socio d'opera ed in più questo dovrà necessariamente prestare una nuova fideiussione (a garanzia del "pagamento" integrale della propria partecipazione). Non trovi?

 

riguardo alla 3), sei certo che gli azionisti di godimento hanno una assemblea speciale? secondo me no, in quanto sono normalissimi soci i quali hanno subito il rimborso del valore nominale delle proprie azioni. In sostanza, le loro azioni non hanno nulla di "speciale" tale da considerare gli azionisti di godimento come categoria ed applicare loro il 2376. In ultimo, da una lettura letterale del 2500 sexies comma 3 "ciascun socio ha diritto ad una assegnazione proproazionale...". Il riferimento a ciascun "socio", per me, implica un riferimento necessario agli azionisti di godimento che sono e restano soci (tant'è che hanno spettanze sulle riserve della società e sull'eventuale residuo attivo in caso di liquidazione). In sostanza, gli azionisti di godimento, per come la vedo io, escono dalla porta (quando a loro viene rimborsato il valore nominale delle azioni) ma, ex 2500 sexies comma 3, in caso di trasformazione, rientrano dalla finestra diventando nuovamente soci di capitale. Non so, però, se questo implichi una disparità di trattamento rispetto agli altri soci ma se così non fosse vedremmo che, a seguito della trasformazione, gli azionisti di godimento esclusi dalla società perdendo anche le relative pretese sulle riserve. Ciò salvo che sei consideri che la loro tutela è limitata all'esercizio del recesso che discende dalla trasformazione.

 

attendo un tuo commento :-).

grazie ancora per il confronto.

 

Spero 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

2) Se la prestazione non é stata ancora eseguita, attribuisci azioni con prestazioni accessorie. La fideiussione non occorre, è richiesta solo per le srl. Un alternativa: puoi prevedere delle "normali" azioni e attribuire al socio strumenti finanziari per la parte d'opera ancora ineseguita, dato che la stessa non é imputabile a capitale.

3) Secondo la dottrina prevalente (v. per tutti Trimarchi nel Formulario Petrelli), le azioni di godimento sono una categoria. Le categorie di azioni sono state catalogate dalla dottrina in tre gruppi: a) le azioni tipiche (az. di godimento e az. assegnate ai prestatori di lavoro); b) az. tipiche con contenuto atipico (az. privilegiate e postergate); c) azioni atipiche.

Le azioni di godimento appartengono al primo gruppo, con tutte le conseguenze di cui ti ho detto nel post precedente

Modificato da Antonio Mattera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Sulla non necessarietá di nuova fideiussione concordo con quanto detto da Antonio; peraltro non sono nemmeno così sicuro che la precedente fideiussione venga meno. Ragionando terra terra e molto banalmente, nel patrimonio della società, da un punto di vista civilistico, c’è un vero e proprio diritto di credito (d’opera) contro un socio; rapporto obbligatorio a sua volta garantito da fideiussione. Banalmente la trasformazione incide sulla veste giuridica dell’ente, non sulla sua consistenza patrimoniale. Certo la fideiussione, una volta che passi in Spa/snc, non ha più, come dire, la sua giustificazione originaria (tutelare l’effettività del capitale sociale/ in snc perché non c’è questa esigenza/ in Spa perché non c’è capitalizzazione).

Sulle azioni di godimento rispondo domani o nei prossimi giorni che sto uscendo; comunque di primo acchitto non sono molto d’accordo sulla soluzione dell’assemblea speciale.

Considerate che sono fermo da un po’ di tempo quindi se ho scritto una marea di minchiate fatelo tranquillamente presente :) 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×