piersimon

concentrazione volumetrica

Rate this topic

Recommended Posts

piersimon    303

Tizio possiede due terreni non confinanti e nemmeno contigui (che non fanno parte della stessa lottizzazione) ma deve "spostare" la sua volumetria dal terreno Alfa al beta.

Ora partivo con la bozza del formulario Genghini (di Carbone...) ma mi soffermo su alcuni elementi che non mi tornano:

- richiesta CDU?? E' un atto di asservimento...è obbligatorio o per quanto occorrer possa?

- terreni contigui....perchè? basta che siano nello stesso Comune...

- entrambi ricadenti nello stesso comparto...non basta che siano entrambi edificabili dello stesso comune??

 

Soprattutto mi interessa la questione del CDU

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
GioDema    11

Nei casi di cessione di volumetria o cubatura si ritiene in dottrina opportuno e necessario (nella fase di decollo) inserire in atto il Cdu del terreno di partenza, al fine di verificare la destinazione urbanistica. In questo caso lo inserirei, anche se il proprietario dei due terreni è il medesimo soggetto.

  • Like 1
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
pinturicchio81    2059
10 minuti fa, GioDema dice:

Nei casi di cessione di volumetria o cubatura si ritiene in dottrina opportuno e necessario (nella fase di decollo) inserire in atto il Cdu del terreno di partenza, al fine di verificare la destinazione urbanistica. In questo caso lo inserirei, anche se il proprietario dei due terreni è il medesimo soggetto.

Si ha comunque una alienazione (o meglio uno spostamento) di un diritto reale da un terreno ad un altro!! Sono d'accordo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
piersimon    303

in effetti...ma per la contiguità o per l'appartenenza allo stesso comparto....non vi sono limitazioni....

Tassazione con le fisse, non Iva o 9%, sempre secondo il testo genghiniano.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Niccolò    5
On 27/7/2017 at 16:09, pinturicchio81 dice:

Si ha comunque una alienazione (o meglio uno spostamento) di un diritto reale da un terreno ad un altro!! Sono d'accordo!

Ciao pinturicchio81,

Che intendi per diritto reale? A quale ti riferisci?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
pinturicchio81    2059
Adesso, Niccolò dice:

Ciao pinturicchio81,

Che intendi per diritto reale? A quale ti riferisci?

Secondo alcuni la volumetria su un terreno sarebbe un diritto reale, a questo mi riferisco!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Niccolò    5
3 minuti fa, pinturicchio81 dice:

Secondo alcuni la volumetria su un terreno sarebbe un diritto reale, a questo mi riferisco!

Ok grazie!

  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Faden    14

Piersimon, la domanda che fai è relativa ad un caso reale o di teoria?

Te lo chiedo perchè normalmente, da quel poco che mi ricordo, il "trasferimento" della volumetria (a mezzo di atto di asservimento, di servitù, di cessione di diritti in volo e relativo atterraggio) presuppone che i terreni siano, non tanto contigui o vicini, ma ricadenti all'interno della stessa zona del piano regolatore in modo che non venga stravolta la pianificazione territoriale del Comune (quindi se non ricordo male più che di vicinanza sarebbe più corretto parlare di zona omogenea - con la conseguenza che se tale zona fosse ampia anche diversi chilometri potrei trasferire la cubatura anche in zone molto lontane - oppure se i due luoghi, pur vicini, ricadono in zone non omogenee non sarebbe possibile il trasferimento della cubatura).

Quindi il Comune dovrebbe sempre rientrare come "terzo incomodo" in caso di "trasferimento" della cubatura in quanto dovrebbe verificare se, in base agli strumenti urbanistici, la cubatura possa essere utilizzata nel nuovo luogo in cui si trasferisce.

Se il tuo è un caso reale probabilmente sarebbe opportuno verificare con il Comune se permetterà l'utilizzo della cubatura nel luogo in cui la si vuole trasferire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
piersimon    303

Ho la risposta del Comune al cliente che richiede espressamente, al fine del rilascio del permesso di costruire, il "trasferimento" della volumetria dal fonfo Alfa al fondo Beta, quindi per quello non ci saranno problemi...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Carlo Carbone    219
On ‎27‎/‎07‎/‎2017 at 14:32, piersimon dice:

Tizio possiede due terreni non confinanti e nemmeno contigui (che non fanno parte della stessa lottizzazione) ma deve "spostare" la sua volumetria dal terreno Alfa al beta.

Ora partivo con la bozza del formulario Genghini (di Carbone...) ma mi soffermo su alcuni elementi che non mi tornano:

- richiesta CDU?? E' un atto di asservimento...è obbligatorio o per quanto occorrer possa?

- terreni contigui....perchè? basta che siano nello stesso Comune...

- entrambi ricadenti nello stesso comparto...non basta che siano entrambi edificabili dello stesso comune??

 

Soprattutto mi interessa la questione del CDU

 

Ciao, è bellissimo rileggere  romoloromani!

Premesso che il formulario contiene "esempi", senza escludere altre possibilità, ti rispondo:

- il cdu  non è obbligatorio per l'asservimento in senso tecnico, che determina unicamente "obblighi". Si usa inserirlo, ove possibile, solo per ragioni di completezza, per evidenziare l'omogeneità tra i suoli coinvolti. Diventa ancor più opportuno (concorsualmente direi quasi obbligatorio) ove si richieda la cessione dei diritti edificatori;

- non necessariamente i terreni devono essere contigui, è sufficiente rientrino in zone omogenee.

Buon lavoro e soprattutto buon Ferragosto (rectius buona Festa dell'Assunta)

Carlo

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Pasquale Ragone    1183
On 27/7/2017 at 16:28, piersimon dice:

in effetti...ma per la contiguità o per l'appartenenza allo stesso comparto....non vi sono limitazioni....

Tassazione con le fisse, non Iva o 9%, sempre secondo il testo genghiniano.

tassazione servitù se fondi agricoli va 15% secondo alcune A.E e 9% altri casi. Secondo Ianniello Montesano va sempre al 9% perchè l'atto non ha ad oggetto il fondo ma un diritto sul medesimo. In ogni caso con minima di 1000 euro. Poi 50 ipotecaria e niente catastale perchè non c'è voltura. Tassa ipt e bollo esenti perchè rientri nell'art. 1 TF1 D.p.r. 131/86. Quindi vi conviene chiamare in a.e. e chiedere.....secondo me la fissa te la scordi. Quanto al cdu io ritterei necessario allegarlo, stante la discussa natura giuridica della cessione di volumetria.

Modificato da Pasquale Ragone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora