Yegard

In bilico

Rate this topic

Recommended Posts

Yegard    0

Ciao a tutti, è un momento un pò particolare per me e sarò grato a chiunque voglia spendere un pò del suo tempo per dare la sua opinione.

Potrebbe essere un post un pò lungo, me ne scuso in anticipo.

Lo scorso settembre ho iniziato questo percorso presso una ottima scuola milanese, pieno di entusiasmo poichè il Notaio è la professione a cui ambivo da sempre.

“Non è più come prima, lascia stare, non ne vale più la pena, farai la fame, scompariranno, se ti va male ti sei rovinato” e cosi via, sono frasi che mi hanno bombardato e alla lunga mi sono entrate in testa. Così,durante l’anno, mi sono stupidamente fatto distrarre da colloqui di lavoro, promesse di assunzione e cosi via, dedicando del tempo per prepararmi ad ognuna di queste “opportunità”.

Facendola in breve, da febbraio ho mollato la presa e ho perso i ritmi di studio notarile.

Tra poco compirò 29 anni, e la mia situazione è la stessa di un anno fa.

Valuto un master in diritto tributario, materia che mi era piaciuta molto all’università e che pare possa offrire qualcosa a livello lavorativo, ma non riesco ad abbandonare mentalmente il notariato.

So che sono temi già affrontati in altre discussioni, ma apprezzerei molto un commento da chi il percorso per diventare Notaio lo vive da tempo e da chi ce l’ha fatta, se è follia iniziare ora e ogni cosa vi passi per la testa al riguardo.

C’è qualcuno che è, o si è trovato, nella mia situazione? Come si affronta la paura di ritrovarsi a 34-35 anni con fondamentalmente nulla in mano? 

 

Grazie a tutti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Agri    85

Se hai già così forti dubbi dopo così poco tempo, pur concedendoti che oggi più di ieri è più difficile mantenere la barra dritta, io credo che questo percorso non faccia per te. Te lo dico in modo del tutto chiaro e senza giri di parole, poiché non ha senso essere ambigui. Mantenere vivo l'interesse al notariato con la testa non basta, anzi nel tuo caso potrebbe anche essere deleterio, dato che ti impedirebbe di guardare altrove con lucidità, alla ricerca di un percorso lineare.  Poi tra la tua condizione e quella di chi studia tutti i gg 8 ore c'è in mezzo la storia di centinaia di ragazzi che da anni fanno sacrifici, dedicandosi allo studio quando possono, ma sempre, ovvero sempre quando possono. :) Ciò detto, è inutile ribadire le solite manfrine sulla scomparsa della categoria etc.: o questa è la storia di chi non ce la fa più ed ha mollato, oppure è quella solita di coloro che  nemmeno ci provano e vorrebbero che anche gli altri restassero nel pantano in cui sono intrappolati. Devi renderti conto che non esiste la risposta giusta. La politica, per quanto bistrattata, ha dato dimostrazione di credere al notariato più di quanto facciano i notai stessi. La vicenda ddl concorrenza, potenzialmente devastante, ha paradossalmente offerto alla categoria  l'occasione di chiarire che, comunque, il ruolo del notaio resta diverso e lontano da quello dell'avvocato. In ogni caso, non voglio in alcun modo essere rassicurante: qualunque cosa tu decida di fare sappi che hai già perso tempo. Ti dico pure un'altra idea, che magari farà inorridire i nostri colleghi, ma io impedirei, in fatto, la contestuale pratica forense e notarile. In questo modo i ragazzi non scelgono mai, tenendosi aperta sempre una strada in caso tutto vada a rotoli. C'è chi ritiene la cosa ragionevole, previdente. Io penso che sia assurdo. Si perde tempo, non si dà tutto e soprattutto non si sceglie e quindi non si cresce. Oltretutto in questo modo si è consentito di allargare la categoria forense, sulla carta, con infiniti iscritti che non stanno in tribunale ma vanno, per lo più, nelle case di riposo per seguire i loro beneficiari di a.d.s. . Naturalmente, inutile dirlo, non mi riferisco alle eccezioni, come tante ce ne sono in questo forum. Per quanto riguarda trovarsi nei tuoi panni, è meglio non esagerare. Hai la vita davanti a te, puoi con coraggio fare quello che ti pare. Immagina, giusto per entrare un momento nei panni altrui, chi per studiare ha dovuto lavorare, sempre, ininterrottamente e che in caso di fallimento si troverà ancora a lavorare nel medesimo posto che tanto desidera lasciare? È in qualche modo anche la mia storia, ma non la vivo con pesantezza né sentendomi un martire. Ciascuno, se vuole giocare, lo fa con le carte che gli sono capitate, fino alla fine. Tu, vuoi giocare?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
lucia7    42

E che ti devo dire figlio mio.....:)

Io ho iniziato questo percorso a 28 anni dopo aver conseguito l'abilitazione di avvocato e fatto qualche giro nei tribunali.....ma non mi piaceva fare l'avvocato......avevo un sogno....fare il notaio ....ma sono stata sempre consapevole delle difficolta' che avrei incontrato intraprendendo questo percorso dall'esito incerto (forse e' anche x questo che ho preferito prima conseguire l'abilitazione di avvocato).

Il mio ragazzo era contrario e mi sconsigliava. ...preferiva che lavorassi nel suo studio legale....

E fu cosi' che un bel giorno decisi di abbandonare la professione di avvocato, lo studio legale del mio ragazzo e il mio ragazzo :ermm::D...ed iniziai il tirocinio notarile.....da quel giorno sono passati dieci anni della mia vita.....lavoro part time in uno studio notarile e ogni mattina comunque mi sveglio con il sorriso perche' svolgo il mio lavoro con passione....rimpianti? Neanche uno!!!

Non mi meraviglia nulla ....l ottobre rosso....i compiti dei vincitori con nullita'.....siamo in italia e oggi l Italia purtroppo uccide i sogni dei giovani.....

Ma nonostante tutto.....nessuno puo'impedirti di sognare.....finche' puoi......

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Posso chiedere una cosa, a tutti,  perché lo sento spesso dire .... (lucia 7, senza riferimenti personali, hai fatti benissimo, soprattutto a lasciare il ragazzo che ti voleva "costringere" a fare il leguleio):

Perché fare il notaio è un sogno ?, ma è davvero la professione più bella del mondo oppure una professione tale da far sognare? Eppure nell'immaginario collettivo il notaio è assimilato alla noia, alla ripetizione, alla certificazione seriale  ....... oltre che alla ricchezza e all'agiatezza (immeritate per vox populi).

 

Modificato da anton3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
sakuragy    337
14 ore fa, anton3 dice:

Posso chiedere una cosa, a tutti,  perché lo sento spesso dire .... (lucia 7, senza riferimenti personali, hai fatti benissimo, soprattutto a lasciare il ragazzo che ti voleva "costringere" a fare il leguleio):

Perché fare il notaio è un sogno ?, ma è davvero la professione più bella del mondo oppure una professione tale da far sognare? Eppure nell'immaginario collettivo il notaio è assimilato alla noia, alla ripetizione, alla certificazione seriale  ....... oltre che alla ricchezza e all'agiatezza (immeritate per vox populi).

 

Non è possibile spiegarlo, più che un sogno forse è una maledizione :D

Ne senti parlare quando sei bambino o da ragazzo (anche senza avere parenti notai) e il tarlo ti entra in testa.

Passano gli anni ti informi e c'è qualcosa in questa professione che ti attrae come il canto delle sirene.

Inizi a studiare e frequentare lo studio notarile.

Frequenti le scuole e senti parlare delle istituzioni (io ho assistito a lezioni di Avanzini, Mascheroni e Barassi)

Mi ricordo Barassi che disse che il Notaio è polveroso dentro

Il fascino dei grandi Maestri ti trascina nel vortice

Il lavoro è spesso routinario ma poi arrivano i primi clienti che ti ringraziano per l'aiuto

Parli con giovani come te che stanno compiendo passi fondamentali (comprare case e stipulare mutui di 30 anni), gli spieghi i problemi, le clausole; parli con genitori preoccupati per la futura successione e non vogliono che i figli litighino e cerchi di trovare la soluzione giusta per loro e li vedi rincuorati.

Poi ci sono le grandi operazioni, i closing, i milioni che girano. Ma servono solo per le chiacchere con gli amici al bar. 

Perché a fine giornata con mia moglie parlo più di chi ho aiutato rispetto alle grandi operazioni

 

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Quindi sei notaio..... (oppure ho capito fischi per notai....?)  grazie per la risposta e la testimonianza

Se affrontata con passione è come dici tu, può essere interessante, ma non la più bella, da sogno.

Credo, in fin dei conti, che il sogno derivi da una serie di fattori: il fatto che vincendo un concorso si possa arrivare alla svolta della vita, ad un particolare status (pubblico ufficiale e libero professionista), che affronta una professione delicata, importante, considerata, invidiata,  soprattutto per gli  "importanti" guadagni.

Tutta questa "bolla" crea il sogno, non dimentichiamoci che la vocazione per il notariato nasce soprattutto per lo status "privilegiato" e i guadagni, visto che appena si parla di riduzione del reddito professionale a due cifre, subito subentra una crisi mistica di vocazioni.

Quindi Yegard forza e coraggio, se credi nel sogno devi andare fino in fondo, senza dubbi (e affondare), il rischio fa parte dei grandi progetti, senza non ottieni nulla (frasi fatte, lo so, ma sperimentate)

P.S:

Barassi disse che il notaio è polveroso dentro, ma il grande Balzac ..... ben altro .... e di peggio

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Io penso che la professione del notaio sia vista ancora come un sogno perché molte altre professioni sono viste come un incubo.

Fare il professionista in Italia, ormai, è difficile per tutti.

La realtà di molte professioni, tuttavia, andrebbe esaminata da vicino e non per impressioni legate a status symbols ormai superati.

Ad esempio, in molti hanno fatto pratica notarile presso studi molto avviati, con notai ricchi e conosciuti, ed hanno fatto pratica forense dall'amico dell'amico, con pochi clienti e guadagni inesistenti, ricavando impressioni parziali e, in taluni casi, distorte.

In verità, molti notai fanno fatica a sbarcare il lunario ed in alcuni studi legali di Milano e Roma i fatturati sono milionari.

L'esempio vale anche per altri casi ed altre professioni, perché all'interno delle diverse categorie la situazione dei professionisti è molto variegata.

Di certo, quello che ancora oggi fa della professione notarile una professione ambita è che il notaio, anche senza arricchirsi come un tempo, può vivere più che dignitosamente, senza essere dipendente (come, di fatto, lo sono tanti avvocati) ed avendo una ragionevole aspettativa (anche se non più una certezza assoluta) che la professione non subirà modifiche tali da complicargli la vita. Godrà sempre di una certa autonomia, di un reddito soddisfacente e di un discreto prestigio sociale: elementi che, a ben vedere, non è semplice ottenere, in media, nelle altre professioni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
muenchen    302
17 ore fa, anton3 dice:

Posso chiedere una cosa, a tutti,  perché lo sento spesso dire .... (lucia 7, senza riferimenti personali, hai fatti benissimo, soprattutto a lasciare il ragazzo che ti voleva "costringere" a fare il leguleio):

Perché fare il notaio è un sogno ?, ma è davvero la professione più bella del mondo oppure una professione tale da far sognare? Eppure nell'immaginario collettivo il notaio è assimilato alla noia, alla ripetizione, alla certificazione seriale  ....... oltre che alla ricchezza e all'agiatezza (immeritate per vox populi).

 

Ciao Anton, e' senz'altro una passione per il diritto, affrontato in modo tecnico e scientifico, in un ambiente di persone mediamente molto in gamba, brillanti e preparate.

Io la professione di avvocato la faccio per ripiego e, pur avendo certi suoi vantaggi, non mi garba..

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
lucia7    42
19 ore fa, anton3 dice:

 

Perché fare il notaio è un sogno ?, ma è davvero la professione più bella del mondo oppure una professione tale da far sognare? Eppure nell'immaginario collettivo il notaio è assimilato alla noia, alla ripetizione, alla certificazione seriale  ....... oltre che alla ricchezza e all'agiatezza (immeritate per vox populi).

 

Sognare ....nel senso di nutrire una passione per qualcosa molto difficile da raggiungere.....
Non ho mai detto che sia la piu' bella professione....
peraltro oggi, rispetto a ieri, sta perdendo molto in termini di dignita'....
ma e' quella che semplicemente piace a chi sente un'inclinazione naturale per la stessa.

Concordo con sakuragy che ha reso l'idea ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
sakuragy    337
2 ore fa, anton3 dice:

Quindi sei notaio..... (oppure ho capito fischi per notai....?)  grazie per la risposta e la testimonianza

Se affrontata con passione è come dici tu, può essere interessante, ma non la più bella, da sogno.

Credo, in fin dei conti, che il sogno derivi da una serie di fattori: il fatto che vincendo un concorso si possa arrivare alla svolta della vita, ad un particolare status (pubblico ufficiale e libero professionista), che affronta una professione delicata, importante, considerata, invidiata,  soprattutto per gli  "importanti" guadagni.

Tutta questa "bolla" crea il sogno, non dimentichiamoci che la vocazione per il notariato nasce soprattutto per lo status "privilegiato" e i guadagni, visto che appena si parla di riduzione del reddito professionale a due cifre, subito subentra una crisi mistica di vocazioni.

Quindi Yegard forza e coraggio, se credi nel sogno devi andare fino in fondo, senza dubbi (e affondare), il rischio fa parte dei grandi progetti, senza non ottieni nulla (frasi fatte, lo so, ma sperimentate)

P.S:

Barassi disse che il notaio è polveroso dentro, ma il grande Balzac ..... ben altro .... e di peggio

 

non sono notaio, ma ho sulle spalle 14 anni e 1/2 di lavoro.

Non ho cercato ripiego, non mi interessa un ripiego, faccio in un modo o nell'altro il lavoro che mi piace

Ho sparato l'ultima (o penultima) cartuccia, ma sono un vecchietto e il concorso è roba da giovani 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Mi dispiace Sakuragy della gaffe, peccato, tante persone capaci non hanno raggiunti questo traguardo (hai più passione di molti notai....); il fatto è che purtroppo i posti non sono disponibili per tutti e "qualche" ingiustizia si crea.

Muenchen, ciao, ambiente di persone brillanti, in gamba e preparate, sì è vero, ma purtroppo anche tendenti all'isolamento e a curare  un po' troppo il loro "particulare", senza avere una visione più ampia (e futura) delle problematiche della professione; le nuove generazioni di notaio dovranno cercare di essere più solidali fra loro, ma temo, leggendo qua e là, che ancora non se ne avvedono. 

Crispolto di Perosopo, sì, il fatturato sta calando e le differenze fra notai (specie Milano e Roma) aumentando; purtroppo tempo che in futuro aumenteranno i notai "dipendenti", soprattutto adesso che aumenteranno le sedi (chissà fino a quanto) e che inizieranno (o continueranno) a togliere le competenze.

Oggi ci vuole tanto coraggio a intraprendere questo "sogno" : difficoltà di accesso abnormi, maggiori difficoltà di inserimento, sedi disagiate, concorrenza spietata, guadagni diminuiti, aumento di responsabilità (e cause professionali), (preoccupante) perdita di dignità e considerazione, anche da parte del Governo (come giustamente osserva Lucia7) sanzioni, multe e antiriciclaggio, futuro incerto, addirittura per l'esistenza della professione ........... che aggiunger altro ? 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
sakuragy    337

Tranquillo nessuna gaffe :thumbsup:

io lavoro per vivere non vivo per lavorare

Ho avuto ben più grandi soddisfazioni, forse come dici tu la realizzazione di un Sogno che si chiama Alberto e ha poco più di 1 anno

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
patmar    50

Ciao Yegard, visto che per adesso molti mi chiedono consigli a proposito io ti rispondo quello che dico ai miei amici senza filosofeggiare sul fatto se la professione di Notaio sia bella, brutta, un sogno, ecc.

Devi scegliere se dedicarti a tempo pieno al superamento del concorso oppure no

Se segui la prima strada ti consiglio: a) segui una scuola notarile alla moda (es. Viggiani, Genghini, ecc.); b) trasferisciti in una metropoli (es. Milano, Roma); c) frequenta gente importante e studi notarili grossi; d) e poi studia anche il più che puoi solo per il Notariato

Se segui la seconda strada continua a fare come hai fatto. Fai tutti i concorsi che escono; fai anche i colloqui di lavoro; e nel mentre studia più che puoi anche per il Notariato

Entrambe le strade comportano sacrifici. Qualcuno ti potrà dire che seguendo la prima strada hai più possibilità di passare il concorso ma io non la penso così visto che in questi ultimi tempi il passaggio del concorso dipende moltissimo dalla fortuna e non dalla preparazione (che può essere anche appena sufficiente); per cui io in ultima analisi ti consiglio la seconda strada. 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
abc19692002    732
On ‎21‎/‎07‎/‎2017 at 14:30, muenchen dice:

Ciao Anton, e' senz'altro una passione per il diritto, affrontato in modo tecnico e scientifico, in un ambiente di persone mediamente molto in gamba, brillanti e preparate.

Io la professione di avvocato la faccio per ripiego e, pur avendo certi suoi vantaggi, non mi garba..

 

diciamo, in altri termini,  che si confonde tra

- studiare per fare il notaio

- e fare il notaio

..... in mezzo c'è la fortuna

Modificato da abc19692002

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
pinturicchio81    2059
14 ore fa, abc19692002 dice:

diciamo, in altri termini,  che si confonde tra

- studiare per fare il notaio

- e fare il notaio

..... in mezzo c'è la fortuna

In mezzo alle due cose, oltre la fortuna, c'è un oceano! Sono proprio due sport diversi!

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
egoiste    96
On 30/7/2017 at 12:11, pinturicchio81 dice:

In mezzo alle due cose, oltre la fortuna, c'è un oceano! Sono proprio due sport diversi!

un oceano di m.........a.......

  • Like 1
  • Haha 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora