presidentecapozzi

debiti di gioco e gratta e vinci:causa turpe

Rate this topic

5 risposte in questa discussione

perchè santoro passarelli giudica( "a mio avviso" dice testuali parole) i contratti di gioco e scommessa, anche quelli ammessi dalla legge  e non solo quelli contrari alla legge come  dei contratti immorali e quindi con causa turpe e immorale e di conseguenza come contratti con causa illecita? era la visione  rigorosa dell'epoca oppure ancora oggi anche i contratti del gratta e vinci e slot e casinò che prevedono vincite in denaro hanno una causa illecita e non può essere imposto alla lotteria nazionale o al tabaccaio di pretendere il pagamento e la riscossione del denaro della vincita?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

santoro richiama un suo testo del 1941, forse prima che emanassero il codice civile con le norme del 1933 1934 e 1935 che distinguono giochi leciti e giochi tollerati...

lotterie e scommesse generano obbligazioni civili mentre il gioco d'azzardo nelle case è tollerato come obbligazione naturale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

dottrine generali è del 1976 però e li santoro dice che tutti i contratti di gioco sono nulli per causa turpe contro il buon costume e la prestazione pagata deve essere restituita ex 2035 cc e quindi anche i contratti ex 1933 a suo parere dovrebbero essere inefficaci... vallo a capire perchè.. non lo spiega...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora