Pippogol010

Lavorare con partita iva

Rate this topic

15 risposte in questa discussione

Buona sera ragazzi, qualche tempo fa leggevo di studi che cercavano ragazzi da far lavorare con partita iva, quello che mi chiedo è: se uno apre la partita iva deve iscriversi ad una cassa previdenziale giusto? Chi è avvocato si iscrive alla cassa forense, ma chi non lo è deve iscriversi alla gestione separata inps?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

l'inquadramento non è univo, vieni iscritto all'inps in quale sezione non me la ricordo e dovrei chiedere al mio commercialista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Vieni iscritto alla gestione separata INPS, il che equivale a buttare in un cesso (sino a tre anni sono in sostanza versamenti a fondo perduto, non cumulabili con altre forme previdenziali) il 30% del proprio ricavo, al netto delle spese sostenute.

se non sbaglio poi il primo anno ti chiedono anche un anticipo sul l'anno successivo... Insomma un massacro.

 

anche se vituperata di gran lunga meglio la cassa previdenza avvocati, cui puoi accedere ormai anche da mero praticante avvocato

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Purtroppo Barney non esagera affatto, anzi... Collaborare con uno studio a P.IVA non conviene affatto, è semplicemente un bagno di sangue, salvo un lauto stipendio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Perché

a. non hanno scelta

b. integrano il lavoro dal notaio con lavoretti sparsi (consulenze e successioni, ecc...)

 

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Si devi iscriviti alla gestione separata, pensata per i professionisti senza cassa.. prende il 24% per il 2017 .. ogni anno le aliquote variano.. è buono perché se non guadagni niente non paghi niente... è vero che è un salasso però tieni conto che quello che paghi te lo deduci dal reddito complessivo.. quindi il reddito imponibile si abbassa e di conseguenza l'Irpef dovuta... spero di esserti stata utile 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Certo, però se uno guadagna poco, sotto i 10 mila euro, quel 24% (1/4) risulta comunque "pesante", anche se è vero che la Cassa Avv. ti chiede soldi pure se non guadagni; secondo me, sotto una certo guadagno anche l'aliquota previdenziale si deve abbassare, altrimenti uno , rimanendo a gestione separata, neanche arriva a prendere la pensione, "morendo" prima di stenti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
15 ore fa, Pippogol010 dice:

Ed allora perché sento tanti che lavorano con partita iva?

perché è un modo per eludere l'assunzione a tempo indeterminato ?

se non ricordo male , qualche anno fa uscì su RR un post dal titolo

"assunzione a partita iva" .......

:bye:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Dovendo essere "costretti" voi cosa scegliereste tra cassa forense e gestione separata? Inoltre come si viene 'inquadrati'? Come consulenti?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora