Vai al contenuto
LondonJ

Corte UE: "ammessa esclusiva ai notai per certezza del diritto

Rate this topic

Recommended Posts

Per la certezza del diritto, affidabilità dei registri immobiliari, buon andamento ed imparzialità della p.a. ed efficienza del sistema alla giustizia è ammessa l'esclusiva ai notai.  Per garantire la certezza del diritto ed altri importanti principi non si possono condividere funzioni così importanti con altri professionisti altrimenti si creerebbe confusione. E la stessa Corte di giustizia europea, per non escludere l'Inghilterra che fa parte del Common Law (anche se ormai uscendo dalla UE il sistema Common Law é praticamente uscito fuori dal sistema comunitario) ha precisato che nei paesi della ue dove non esiste il notaio tale funzione potrebbe essere affidata ad una diversa categoria di avvocati ,(ma mai in condivisione tra diverse figure), i quali non possono fare contenzioso proprio al fine di garantire l'efficienza della giustizia, l'imparzialità della pa, l'affidabilità dei registri immobiliari...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Leggendo bene la fattispecie si tratta di una tizia austriaca, proprietaria di immobile in Austria, che è andata in Cechia per farsi autenticare un preliminare di compravendita da un avvocato del posto, pretendendo la trascrizione in Austria. Quindi, avete capito bene, o voi fautori delle attribuzioni delle competenze agli avvocati, qui non si tratta di paventata concorrenza con 240 mila avvocati italiani, ma di concorrenza con tutti gli avvocati del mondo (anche cinesi), un globoforensalizzazione da paura

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Quindi che proponi per arginare questo neo liberismo selvaggio cogli occhi a mandorla, l'introduzione del limite dell'unica consegna??

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Scusa se non (sor)rido, ma non capisco l'ironia, forse nei prossimi due tentativi, prima del limite. Se a te dispiace questa sentenza, sono problemi tuoi

Intanto, il neoliberismo è arginato da questa sentenza, io non propongo nulla (se dipendesse da me....),  e poi cosa c'entra il neoliberismo con il limite delle tre consegne (che è un problema  serio) ?

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non vedo nulla di strano in questa sentenza. Le legislazioni nazionali "possono" fissare competenze esclusive (dei notai o di altri professionisti) se ci sono giustificate ragioni. "Possono", non "devono". Dipende dalla legislazione interna di ogni stato (per intenderci, la UE non sta dicendo che la scelta della repubblica ceca per cui stipulano pure gli avvocati sia sbagliata). Ma è sempre stato così, in base ai principi europei. Nulla di clamoroso.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

La sentenza è totalmente inutile, finché il codice civile è scritto alla maniera attuale. Non capisco perchè, invece, ti picchi tanto. Se non cogli il nesso tra chiusure di categoria di stampo medievale e limite all'accesso, perdonami, sarò miope, ma è tuo il problema. Nostro, invece, quando esprimiamo un'opinione non avallata da anton3. Se non ti piace quello che scrivo passa oltre, risparmiandoti un sorriso non richiesto.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Massigu,  per favore, la tua battuta nei miei confronti era assolutamente fuori luogo, anche perché  contro il limite delle tre consegne ho scritto di tutto, pure che era inqualificabile e disumano, ricordandoti che è una norma di legge - fatta da parlamentari -  e non un clausoletta del codice deontologico notarile, ad uso interno della categoria. Non credo che il rimedio all'abolizione del limite delle tre consegne sia quello di "aprire" agli avvocati (che poi avuto il non abitativo pretenderanno pure l'abitativo), non vedo proprio il nesso, almeno che tu, ormai rassegnato, non desideri e speri di fare il notaio "surrogato" da avvocato.

 La sentenza non è inutile, perché la causa ha messo in discussione il notariato in linea con quell'attuale nefasto neoliberismo che ha inebriato molte truppe cammellate che inconsciamente fanno gli interessì delle mutinazionali e dell'élites finanziarie dominanti. Un tempo, di migliore cultura giuridica, dove ancora l'economia finanziaria non prevaleva sul diritto,  questo non sarebbe successo. Qualcuno di voi ha sperato, sotto sotto...., non fate ora finta di nulla. La sentenza ha in sostanza osservato che il sistema di riserva è il migliore, in linea con la sicurezza dei traffici giuridici e della normativa comunitaria; di certo, non è possibile fare una causa con petitum contrario, dove un cittadino ceco investa la Corte della mancanza di riserva nel suo Stato, perché non ne avrebbe occasione (che fa viene con un atto di un notaio italiano e chiede la trascrizione in Cechia?, sarebbe ridicolo). E poi guai a toccare il sistema del common law, dove la lobby degli avvocati è molto più (pre)potente di quella dei notai europei, spalleggiati dalle potenze economiche anglo-americane.

P.S:

Devi sempre scrivere quello che pensi e non preoccuparti, né farti problemi di quello che (legittimamente) ribatto  (ma anche questa è ironia, l'ho capito).

Mi picchio perché non voglio leggere in un sito di praticanti notai tanto disfattismo sull'istituzione :un conto è criticare la categoria (fino a che non si fa parte, perché poi cambia tutto), criticare l'uomo diventato notaio (che è poi un ex praticante che ha cambiato idea), un conto è ridicolizzare il notariato e il sistema notarile, mettendone in dubbio funzione e utilità, osservando che si tratti di una professione facile, senza problemi, alla portata di tutti quelli che hanno una laurea in legge, con tratti addirittura parassitari e da sanguisuga, dove si è creato un concorso difficilissimo ("l'unico aspetto di difficoltà della professione") solo per selezionare un cerchia ristretta (molti raccomandati) da inserire in una lobby privilegiata.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Qualcuno ha a disposizione la sentenza/provv.....) del tribunale di Pordenone che pare togliere l'esclusiva ai notai per la trascrizione atti imm. nell'ambito della neg. ass.? Non so se sia una bufala. Circola sui social.Grazie

Modificato da vespasiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
18 minuti fa, vespasiano dice:

Qualcuno ha a disposizione la sentenza del tribunale di Pordenone che pare togliere l'esclusiva ai notai per la trascrizione atti imm. nell'ambito della neg. ass.? Non so se sia una bufala. Circola sui social.Grazie

non può essere una sentenza ma un decreto motivato del presidente del tribunale (2674-bis + 113-ter disp att).Vogliono sottrarre competenze ad altri e non hanno nemmeno le loro ben chiare nella testa. In ogni caso la sentenza non dice quello che riportano le bufale su web ma dice che essendoci nulla osta del p.m o omologa del presidente del tribunale si può trascrivere sulla base di tale circostanza. Se il notaio gli avv vogliono fare  il concorso devono superare

Modificato da Settimio
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
31 minuti fa, Settimio dice:

non può essere una sentenza ma un decreto motivato del presidente del tribunale (2674-bis + 113-ter disp att).Vogliono sottrarre competenze ad altri e non hanno nemmeno le loro ben chiare nella testa. In ogni caso la sentenza non dice quello che riportano le bufale su web ma dice che essendoci nulla osta del p.m o omologa del presidente del tribunale si può trascrivere sulla base di tale circostanza. Se il notaio gli avv vogliono fare  il concorso devono superare

Trovato un articolo di giornale

http://www.ansa.it/friuliveneziagiulia/notizie/2017/03/18/negoziazione-assistita-notaio-non-piu-indispensabile_8a427fa0-59d2-482a-bd93-97e6c4d4923c.html

Grazie per l'informazione. Buona domenica e buon lavoro.

Modificato da vespasiano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Mi pare un'interpretazione del tutto contra legem. Qualcuno ha il provvedimento?

Nella parallela ipotesi di omologazione dell'accordo di separazione che contenga trasferimenti immobiliari così diceva il Tribunale di Milano:

https://www.e-glossa.it/wiki/tribunale_di_milano_del_2013_(21%24%2405%24%242013).aspx

Modificato da Groovy

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

leggendo questa articoletto dell'ansa sembrerebbe la solita giurisprudenza creativa, addirittura anche contro le chiare lettere della legge; c'è poco da stare allegri, in generale, non solo per chi vuole fare il notaio. Un tempo circolò la prassi di chiedere la trascrizione mediante il verbale di separazione, poi tribunali si "ribellarono" a fronte delle numerose incombenze tecniche (e dei decreti da correggere e integrare): si assisterà alla solita mafrina. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
2 ore fa, pandemonio dice:

E' contra legem, l'art. 5 co. 3 del D.L. 132/2014 recita :"

3. Se con  l'accordo  le  parti  concludono  uno  dei  contratti  o
compiono uno  degli  atti  previsti  dall'articolo  2643  del  codice
civile,   per   procedere   alla   trascrizione   dello   stesso   la
sottoscrizione  del  processo  verbale   di   accordo   deve   essere
autenticata da un pubblico ufficiale a cio' autorizzato.

 Con tutto il rispetto per il giudice di Pordenone. 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Infatti, avevo detto giurisprudenza "creativa", chiaramente contra legem: dopo la fecondazione assistita, adesso c'è la negoziazione assistita, dopo l'adozione del figlio dell'altro, ci sarà l'adozione dell'avvocato dell'altro, 

Modificato da anton3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ci sono molti altri provvedimenti di altri tribunali che invece dicono che nella negoziaizone assistita la competenza spetta al notaio. Pordenone é quindi minoritaria 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
On ‎19‎/‎03‎/‎2017 at 20:12, anton3 dice:

Infatti, avevo detto giurisprudenza "creativa", chiaramente contra legem: dopo la fecondazione assistita, adesso c'è la negoziazione assistita, dopo l'adozione del figlio dell'altro, ci sarà l'adozione dell'avvocato dell'altro, 

piu che giurisprudenza creativa sono quei siti che dicono cose inesatte e spesso anche giuridicamente sbagliatissime.... La cosa assurda é che molti di quei siti sn testate giornalistiche legali gestite anche da avvocati che dovrebbero conoscere la legge essendo professionisti che stimo. Addirittura su www.leggepertutti.it consigliano di simulare una separazione (reato penale) per trasferire un immobile. Il che comporta anche una evidente elusione fiscale. Mi chiedo come sia possibile che si scrivano pubblicamente certe assurditá....forse chi scrive non é un avv ma un semplice Writers che si sta occupando di materia che non conosce.

Questo sito invece spiega meravigliosamente di cosa si tratta. É una prassi che avveniva gia in passato. Oggi la sta solo strumentalizzando qualche associazione che vuole competenze importanti senza sedersi al concorso dopo aver studiato

http://www.federnotizie.it/la-trascrizione-degli-accordi-non-autenticati-tra-errori-di-diritto-e-strumentalizzazioni-mediatiche/

Modificato da Settimio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Al di là di questi siti con consigli "discutibili" (del resto anche i verbali di mediazione con immobili spesso, se non quasi sempre, è elusiva della normativa fiscale), le motivazioni di questi decreti, soprattutto Pordenone, chiariscono la nuova linea interpretativa di parte della giurisprudenza e non sarà facile arginarla.

Strumentalizzare è gioco da ragazzi; ma per ora rimane limitata alle separazioni; l'importante che lo resti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
11 ore fa, anton3 dice:

Al di là di questi siti con consigli "discutibili" (del resto anche i verbali di mediazione con immobili spesso, se non quasi sempre, è elusiva della normativa fiscale), le motivazioni di questi decreti, soprattutto Pordenone, chiariscono la nuova linea interpretativa di parte della giurisprudenza e non sarà facile arginarla.

Strumentalizzare è gioco da ragazzi; ma per ora rimane limitata alle separazioni; l'importante che lo resti.

suk sito www.leggepertutti.it ricordo di aver letto anche un articolo a dir poco esilarante che consigliava di simulare una falsa causa per avvenuta usucapione al fine di alienare l'immobile senza Notaio. A parte i costi di gran lunga superiori secondo me chi ha redatto l'articolo non ha nemmeno valutato queste circostanze forse anche penalmente rilevanti..... Purtroppo nelle facoltá di Giurisprudenza bisogna aumentare la severitá altrimenti davvero si declina......da avvocato sn davvero sconcertato!

Modificato da Settimio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
7 ore fa, anton3 dice:

 

rimane limitata alle separazioni; l'importante che lo resti.

alle separazioni del tribunale di Pordenone. Catania, genova, lecce, bari, Milano invece richiedono atto notarile. E cmq é l'omologa del giudice/nullaosta del pm che rende possibile la trascrizione

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Settimio, purtroppo la motivazione del decreto è più sottile: l'equiparazione ex art. 5 del D.L.  dell'accordo degli avvocati in negoziazione assistita ai provvedimenti giudiziari, al di là dell'intervento del P.M.; pertanto come prima era sufficiente il verbale con omologa per la trascrizione, ora è sufficiente questo accordo che ne prende il posto ("tiene luogo"). L'art. 5 quindi deroga all'art. 6 dove è invece richiesta la presenza del notaio (ll nulla osta del P.M. in sostanza non conferisce la sostanza pubblica, ma è lo stesso accordo delle parti che già ce lì'ha, per equiparazione di legge)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
3 ore fa, anton3 dice:

Settimio, purtroppo la motivazione del decreto è più sottile: l'equiparazione ex art. 5 del D.L.  dell'accordo degli avvocati in negoziazione assistita ai provvedimenti giudiziari, al di là dell'intervento del P.M.; pertanto come prima era sufficiente il verbale con omologa per la trascrizione, ora è sufficiente questo accordo che ne prende il posto ("tiene luogo"). L'art. 5 quindi deroga all'art. 6 dove è invece richiesta la presenza del notaio (ll nulla osta del P.M. in sostanza non conferisce la sostanza pubblica, ma è lo stesso accordo delle parti che già ce lì'ha, per equiparazione di legge)

il fatto che sia una balla colossale quello che dici é anche testimoniato dalle stesse linee guida che molti tribunali han dettato in tema di negoziazione assistita...

eccone alcune:

1) procura di latina http://www.ordineavvocatilatina.it/UserFiles/Linee_guida/LINEE_GUIDA_NEGOZIAZIONE_ASSISTITA__COA_PROCURA.pdf

2) procura di bari

http://www.osservatoriofamiglia.it/moduli/17505970__LINEE GUIDA NEGOZIAZIONE ASSISTITA PROCURA BARI.pdf

Modificato da Settimio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non ti preoccupare, potresti dubitare forse che io sia favorevole all'espansione delle facoltà degli avvocati e a questo orientamento giurisprudenziale?

Riporto solo, in sintesi, la motivazione del decreto, non è la mia tesi. Al momento vi è contrapposizione in giurisprudenza fra i vari tribunali (3vs2) e quello di Pordenone può essere l'inizio di un certo indirizzo, che non è da sottovalutare, ma da capire bene: se non focalizzi le vere motivazioni come fai a contrastarlo?.

Al concorso non credo possa capitare, visto che .... è richiesto necessariamente  l'intervento del notaio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×