Vai al contenuto
1obama

Il NOTARIATO OGGI

Rate this topic

Recommended Posts

Guest state calmi

Se passa la legge di un notaio ogni 5000 abitanti, che porterà a 12000 sedi notarili la pianta organica raggiungeremo l'obbiettivo per il quale abbiamo speso un decennio della nostra vita sui libri.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest state calmi

Non passerà. E se passerà l'organico completato non lo vedranno neppure i nostri nipoti. Stai tranquillo.

 

Non c'è che dire!

E' un comportamento coerente da veri tutori della legalità, sta a dire da una categoria che fa dell'imparzialità e del rispetto della legge il proprio vessillo, nella battaglia contro gli avvocati, quando si teme che possano ottenere i rogiti immobiliari sotto i 100.000 euro.

Oramai  è un dogma fondamentale della religione notarile, che gli avvocati   non possono essere parimenti imparziali e competenti come i notai qualora gli attribuissero i piccoli rogiti, che andrebbero tutti a finire nei tribunali per truffa, appropriazione indebita, falso in atto pubblico, estorsione, evasione fiscale, riciclaggio di denaro sporco, circonvenzione di incapaci, vilipendio della religione e contratti nulli per contrasto all'ordine pubblico ed al buon costume. Citando come precedenti la cessione dei passaggi di proprietà alle agenzie automobilistiche e la costituzione delle start-up attribuite alla competenza dei commercialisti.

In sostanza i notai, per limitare la concorrenza, per non coprie tutti i posti a concorso e per impedire agli avvocati di rogitare, seguono la stessa politica di Renzi prima di dimettersi, il quale prospettava la carestia, la pestilenza, la guerra civile, l'epidemia di colera, l'apocalisse e la caduta della cometa Halley, se avrebbe vinto il no nel referendum di riforma costituzionale.

Complimenti non c'è che dire.

Fatta la legge ecco l'inganno e la legittimazione dell'utilità dell'inganno.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Proprio non riesco a capire come può chi studia davvero da anni per fare questo concorso, nonostante non riesca a superarlo, desiderare l'aumento del numero o l'attribuzione di competenze ad altri; posso comprenderlo quando si è deciso di non provarci più o non lo si può provare più , allora si è legittimo perché ognuno persegue il proprio obiettivo (è più che legittimo che gli avvocati chiedano di stipulare, così è legittimo che i notai si oppongano fermamente), ma quando si è ancora in gioco è come preparasi per vincere le olimpiadi e dopo aver vinto , rItrovarsi con una medaglia che non ha più alcun valore .

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non mi risulta che la costituzione delle start up sia stata attribuita alle competenza dei commercialisti (casomai, la cessione di quote, sempre in concorrenza con i notai e limitatamente a quella con firma digitale), mentre le cessioni di auto possono essere stipulate anche dai notai (ma sul punto non direi che sia stata un'operazione riuscita quella di delegarla anche alle agenzie, perché i cittadini non hanno risparmiato e le truffe sono vorticosamente aumentate con intestazioni fittizie, tanto che lo Stato ha iniziato a pentirsene...).

Quanto ai "piccoli rogiti", le problematiche sono le medesime degli immobili in genere (cambia solo il valore e quindi l'entità della responsabilità), pensando agli aspetti di legittimazione (provenienze, individuazione di quote, regime patrimoniale di famiglia, oppure vendite per possesso, successoni senza continuità di trascrizioni), aspetti urbanistici, di conformità catastale, ecc, che possono investire cantine, soffitte (sì mettiamoci pure queste ....), box (magari in diritto di superficie, con piani PUP,pertinenze necessarie o meno), oppure terreni agricoli (frazionamenti, lottizzazioni, diritti di prelazione, usi civici, servitù), terreni edificabili (CDU, tassazione, plusvalenze, ecc.), per non parlare di capannoni industriali: sotto la soglia dei 100 mila euro catastali si possono "celare" atti anche da 500-800 mila euro.  Senza considerare poi che le parti dovrebbero provvedere da sole a risolvere tutte queste problematiche, limitandosi l'intervento dell'avvocato alla sola "mera" autentica di firma. Dov'è il vantaggio del cittadino che deve pagarsi 3-4 professionisti (operando in diversi settori di adempimenti vari, visure ipo-catastali, acquisizione e analisi atti di provenienze,  registrazione, voltura, trascrizione, liquidazione e pagamento imposte), fermo rimanendo che il venditore possa non fidarsi dell'avvocato e prendersene uno da opporre? 

Ho già ampiamente parlato di questi aspetti in altra discussione e non voglio ripetermi, perché (almeno) chi studia con tanto sforzo per questa professione dovrebbe capirne l'importanza e non sminuirla.

Poi vi sarebbero, in caso passasse questa misura in un prossimo futuro, aspetti del codice deontologico degli avvocati da rivedere perché, a mio parere, vi è oggettiva incompatibilità e dovrebbero essere assunte le precauzioni e le limitazioni tipiche dell'avvocato-giudice onorario, oppure dell'avvocato-arbitro, al fine di garantire imparzialità e indipendenza nei confronti di tutte le parti; infine, tralascio tutti i dubbi, anche di costituzionalità, espressi dalle Associazioni dei consumatori, nonché di conservazione e repertoriazione di questa tipologia di atti.

Hai ragioni Tambos per quello che osservi, ma è un atteggiamento che si è sempre riscontrato,  tipico umano, della serie " non mi fai giocare? e allora ti buco il pallone!"  " ma se mi fai giocare lo vado pure a prendere quando esci fuori dal campo" . Ho letto alcuni  su questo sito inneggiare alle liberalizzazioni, salvo rimangiarsi tutto quando hanno saputo di essere stati ammessi all'orale.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Romolo Rimmel

"nonno nonno ma quando eri giovane c'erano i notai? e cosa facevano? ne hai conosciuti?" :wacko:

"quando c'era la conservatoria e non il registro immobiliare semplificato si occupavano delle vendite delle case..."

"ma le case si comprano su googleimmobili in 10 minuti!"

"si appunto una volta non c'era la certificazione unica edilizia/catastale/ipotecaria fatta dall'agenzia immobiliare"

"ah ecco che robe strane, quindi andavi sul sito del notaio per comprare la casa online con la tua firma elettronica?"

"no non proprio... si andava nello studio del notaio e si firmavano fogli di carta e si mettevano dei timbri... poi i giorni successivi il notaio mandava i documenti in tanti uffici diversi..."

"ma è una roba lunghissima e senza senso! robe da preistoria..."

"eh si... ripensandoci adesso era una roba ridicola..."

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×