Anna85

3^ prova 25/11 concorso 2016

Rate this topic

Recommended Posts

1obama    67

da quello che mi hanno detto amici

 

molti si sono dimenticati:

 

legge 2016 convivenza con limite 5 anni

 

quota mobile male  assegnata soggetti

 

adozione travisato con maggiore eta

 

marchio ceduto con quota e onere concorrenza

 

moglie no tacitativo

 

 

Modificato da 1obama

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Marottoli    426

Come si fa a scambiare una adozione in casi particolari con quella di maggiorenni? mah, ragazzi prendete con le pinze quello che viene scritto in questo forum e non pensate alle tracce. è il mio consiglio, godetevi il meritato riposo 

Modificato da Marottoli
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest io dico la mia   
Guest io dico la mia

     ma mi sono ritirato quindi l'ho fatta in un'ora 

Tizio, cittadino statunitense (permesso soggiorno), da molti anni residente in Italia e che conosce solo la lingua inglese (un testimone conosce lingua, interprete scelto dalla parte, traduzione in calce), lingua non conosciuta dal notaio, si reca dal notaio Romolo Romani, con studio in Roma alla via Arenula n. 70, per fargli redigere il testamento in forma pubblica.

     A tal fine gli espone le seguenti sue volontà:
     a) vuole che al momento della morte il suo testamento sia pienamente valido ed efficace secondo le norme dell'ordinamento italiano (non fare nulla reg. ue 2012);
     b) vuole che il figlio Secondo continui a versare la somma di euro 500 mensili a favore della prima moglie del testatore, Cornelia, da cui Tizio ha divorziato parecchi anni prima e alla quale tuttora versa un assegno mensile di mantenimento del suddetto importo (legato di assegno a condizione accettazione, ove sussistenti presupposti 9-bis);
     c) vuole lasciare alla sua convivente Turilla il diritto di abitazione dell'appartamento in cui vivono sito in Roma e un assegno mensile di euro 800 per tutto il periodo in cui la stessa rimarrà di stato civile libero (c''è limite ex lege ma volontariamente credo si possa fare abitazione per il tempo nubilato, somma ovviamente si);
     d) vuole attribuire al figlio Secondo sia la quota di legittima sia la quota disponibile (nessun problema);
     e) vuole riconoscere al minore Terzo, per il quale il testatore ha appena iniziato il procedimento di adozione, soltanto i diritti di legittima eventualmente spettanti qualora l'adozione diventasse definitiva (nessun problema con condizione, secondo me opera quota mobile perchè è fatto sopravvenuto);
     f) vuole lasciare al fratello Mevio l'appartamento sito In New York e il 50% delle quote della Alfa S.r.l. di cui Tizio e Mevio sono unici soci (due legati di specie), società titolare di un marchio celebre, costituito dal cognome di famiglia "Delta", compresi i diritti di sfruttamento economico dello stesso (secondo me sono diritti particolari perchè di priprietà società che li ha dati in licenza, quindi presupporre trasferibilità mortis causa)), con divieto di concorrenza a carico di tutti gli eredi (onere nei 5 anni).

     Tizio, inoltre, si riconosce debitore nei confronti dell'amico Sempronio di una somma di euro 200.000 (riconoscimento debito testamentario) e, qualora tale debito fosse ancora esistente al momento della sua morte, vuole che a garanzia del pagamento di tale somma venga concessa ipoteca sull'appartamento attribuito a Turilla (legato obbligatorio ipoteca a carico lucilla).

     Tizio dichiara al notaio che il figlio Primo, premorto, mentre era detenuto in esecuzione di una pena di anni 8 di reclusione ha riconosciuto come suo figlio Filano, al quale il testatore non vuole lasciare alcunché. Tuttavia, qualora Filano fosse suo legittimario, vorrebbe lasciare al medesimo esclusivamente il denaro e i titoli esistenti e relativi al conto bancario intestato a Tizio presso la Banca Gamma S.p.A.  (legato sostituzione legittima)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1obama    67
3 minuti fa, Guest io dico la mia dice:

     ma mi sono ritirato quindi l'ho fatta in un'ora 

Tizio, cittadino statunitense (permesso soggiorno), da molti anni residente in Italia e che conosce solo la lingua inglese (un testimone conosce lingua, interprete scelto dalla parte, traduzione in calce), lingua non conosciuta dal notaio, si reca dal notaio Romolo Romani, con studio in Roma alla via Arenula n. 70, per fargli redigere il testamento in forma pubblica.

     A tal fine gli espone le seguenti sue volontà:
     a) vuole che al momento della morte il suo testamento sia pienamente valido ed efficace secondo le norme dell'ordinamento italiano (non fare nulla reg. ue 2012);
     b) vuole che il figlio Secondo continui a versare la somma di euro 500 mensili a favore della prima moglie del testatore, Cornelia, da cui Tizio ha divorziato parecchi anni prima e alla quale tuttora versa un assegno mensile di mantenimento del suddetto importo (legato di assegno a condizione accettazione, ove sussistenti presupposti 9-bis);
     c) vuole lasciare alla sua convivente Turilla il diritto di abitazione dell'appartamento in cui vivono sito in Roma e un assegno mensile di euro 800 per tutto il periodo in cui la stessa rimarrà di stato civile libero (c''è limite ex lege ma volontariamente credo si possa fare abitazione per il tempo nubilato, somma ovviamente si);
     d) vuole attribuire al figlio Secondo sia la quota di legittima sia la quota disponibile (nessun problema);
     e) vuole riconoscere al minore Terzo, per il quale il testatore ha appena iniziato il procedimento di adozione, soltanto i diritti di legittima eventualmente spettanti qualora l'adozione diventasse definitiva (nessun problema con condizione, secondo me opera quota mobile perchè è fatto sopravvenuto);
     f) vuole lasciare al fratello Mevio l'appartamento sito In New York e il 50% delle quote della Alfa S.r.l. di cui Tizio e Mevio sono unici soci (due legati di specie), società titolare di un marchio celebre, costituito dal cognome di famiglia "Delta", compresi i diritti di sfruttamento economico dello stesso (secondo me sono diritti particolari perchè di priprietà società che li ha dati in licenza, quindi presupporre trasferibilità mortis causa)), con divieto di concorrenza a carico di tutti gli eredi (onere nei 5 anni).

     Tizio, inoltre, si riconosce debitore nei confronti dell'amico Sempronio di una somma di euro 200.000 (riconoscimento debito testamentario) e, qualora tale debito fosse ancora esistente al momento della sua morte, vuole che a garanzia del pagamento di tale somma venga concessa ipoteca sull'appartamento attribuito a Turilla (legato obbligatorio ipoteca a carico lucilla).

     Tizio dichiara al notaio che il figlio Primo, premorto, mentre era detenuto in esecuzione di una pena di anni 8 di reclusione ha riconosciuto come suo figlio Filano, al quale il testatore non vuole lasciare alcunché. Tuttavia, qualora Filano fosse suo legittimario, vorrebbe lasciare al medesimo esclusivamente il denaro e i titoli esistenti e relativi al conto bancario intestato a Tizio presso la Banca Gamma S.p.A.  (legato sostituzione legittima)

perche ti sei ritirato?!!?

 

cmq poi dimmi perche non interprete per americano

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1obama    67
14 minuti fa, Guest io dico la mia dice:

     ma mi sono ritirato quindi l'ho fatta in un'ora 

Tizio, cittadino statunitense (permesso soggiorno), da molti anni residente in Italia e che conosce solo la lingua inglese (un testimone conosce lingua, interprete scelto dalla parte, traduzione in calce), lingua non conosciuta dal notaio, si reca dal notaio Romolo Romani, con studio in Roma alla via Arenula n. 70, per fargli redigere il testamento in forma pubblica.

     A tal fine gli espone le seguenti sue volontà:
     a) vuole che al momento della morte il suo testamento sia pienamente valido ed efficace secondo le norme dell'ordinamento italiano (non fare nulla reg. ue 2012);
     b) vuole che il figlio Secondo continui a versare la somma di euro 500 mensili a favore della prima moglie del testatore, Cornelia, da cui Tizio ha divorziato parecchi anni prima e alla quale tuttora versa un assegno mensile di mantenimento del suddetto importo (legato di assegno a condizione accettazione, ove sussistenti presupposti 9-bis);
     c) vuole lasciare alla sua convivente Turilla il diritto di abitazione dell'appartamento in cui vivono sito in Roma e un assegno mensile di euro 800 per tutto il periodo in cui la stessa rimarrà di stato civile libero (c''è limite ex lege ma volontariamente credo si possa fare abitazione per il tempo nubilato, somma ovviamente si);
     d) vuole attribuire al figlio Secondo sia la quota di legittima sia la quota disponibile (nessun problema);
     e) vuole riconoscere al minore Terzo, per il quale il testatore ha appena iniziato il procedimento di adozione, soltanto i diritti di legittima eventualmente spettanti qualora l'adozione diventasse definitiva (nessun problema con condizione, secondo me opera quota mobile perchè è fatto sopravvenuto);
     f) vuole lasciare al fratello Mevio l'appartamento sito In New York e il 50% delle quote della Alfa S.r.l. di cui Tizio e Mevio sono unici soci (due legati di specie), società titolare di un marchio celebre, costituito dal cognome di famiglia "Delta", compresi i diritti di sfruttamento economico dello stesso (secondo me sono diritti particolari perchè di priprietà società che li ha dati in licenza, quindi presupporre trasferibilità mortis causa)), con divieto di concorrenza a carico di tutti gli eredi (onere nei 5 anni).

     Tizio, inoltre, si riconosce debitore nei confronti dell'amico Sempronio di una somma di euro 200.000 (riconoscimento debito testamentario) e, qualora tale debito fosse ancora esistente al momento della sua morte, vuole che a garanzia del pagamento di tale somma venga concessa ipoteca sull'appartamento attribuito a Turilla (legato obbligatorio ipoteca a carico lucilla).

     Tizio dichiara al notaio che il figlio Primo, premorto, mentre era detenuto in esecuzione di una pena di anni 8 di reclusione ha riconosciuto come suo figlio Filano, al quale il testatore non vuole lasciare alcunché. Tuttavia, qualora Filano fosse suo legittimario, vorrebbe lasciare al medesimo esclusivamente il denaro e i titoli esistenti e relativi al conto bancario intestato a Tizio presso la Banca Gamma S.p.A.  (legato sostituzione legittima)

allora

 

1 minuto fa, Guest per commerciale dice:

l'interprete l'ho scritto ?

allora perche ti sei ritirato?

 

mi sembra che hai preso tutto in pieno

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Marottoli    426

Legato obbligatorio a carico di lucilla..............? ipoteca sul diritto di abitazione.........?? ................................. ???

 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Marottoli    426

Vi segnalo alcune cose meno immediate. l'immobile straniero è regolato dalla lex rei sitae americana. il patto di non concorrenza a condizione che gli eredi siano imprenditori. il riconoscimento di debito se non è titolato non giustifica causalmente l'ipoteca. legato di contratto di ipoteca quindi con riconoscimento di debito non puro ma titolato. il condannato anche se interdetto può riconoscere il figlio, che in  base alla nuova legge sui figli diventa parente anche del nonno naturale e quindi legittimario. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
rossella    79

a proposito di conseganti nella mia aula C i primi due giorni circa 25 oggi prima della consegna finale 76, ipotizzo che poi alla fine ancora qualcuno non abbia consegnato

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Marottoli    426

L'unico pericolo era il legato a carico di un legittimario, secondo, invece che sull'intera eredità ma si ritiene solo riducibile e non nullo se gli viene data più della legittima come in effetti accade 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Pocholoco    62

Eh, ma visto che voleva istituire terzo errde nella legittima se all apertura della successione l avra gia adottato mi chiedevo se i legati dovessero essere solo a carico di secondo, altrimenti incappando nel 549

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Marottoli    426

I legati a carico dell'eredità sono riducibili, quindi efficaci, non nulli. basta aver detto in motivazione di aver avvisato il testatore del problema 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Pocholoco    62
2 minuti fa, Marottoli dice:

I legati a carico dell'eredità sono riducibili, quindi efficaci, non nulli. basta aver detto in motivazione di aver avvisato il testatore del problema 

Ma riducendoli sempre sulla disponibile finiscono per gravare, cioè su secondo no? quindi alla fine solo secondo li deve sopportare no?

Modificato da Pocholoco

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Marottoli    426

Sì, la perderà sicuramente tutta 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Pocholoco    62
Adesso, Guest Penso dice:

Più che altro il problema era l'onere di non concorrenza su Terzo, 549 secco

Anche li andava messo nei limiti del 549 penso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora