Vai al contenuto
Anna85

3^ prova 25/11 concorso 2016

Rate this topic

Recommended Posts

Ma si ma rilassatevi ragazzi cazzo!

Ormai quello che uno ha fatto ha fatto, non sappiamo come la commissione valuterà le soluzioni, i precedenti insegnano che fanno un po come cavolo gli pare!

Concentratevi sul prossimo e tra UN ANNO vedremo il tutto....

State sereni nessuno di noi può essere certo su cosa bocceranno e cosa no!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Concordo, fare il tifo serve a poco, il confronto di idee deve essere costruttive per il futuro (sperando che il prossimo concorso lo si debba solo nelle more e in attesa dell'esito). Chiudere gli occhi e aspettare i risultati senza fasciarsi già la testa, nulla è scontato.

Io ho applicato il Regolamento, ma, come ho sempre sostenuto, nutro, in generale, dubbi sull'applicazione unilaterale del regolamento, nel senso che ora si attendono decisioni su eventuali contenziosi con Paesi terzi, essendo trascorso appena un anno e mezzo (agosto 2015) dall'entrata in vigore del Reg.. (da qui la mia "benevolenza"  e flessibilità verso coloro che hanno indicato l'altra tesi quella del DIP). Quindi, la nostra legge è il Regolamento, ma è una legge non brillante, perché lascia alcuni aspetti, specie processuali e di rapporto con le giurisdizioni di paesi terzi, irrisolti. 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
2 ore fa, mau '81 dice:

Ma si ma rilassatevi ragazzi cazzo!

Ormai quello che uno ha fatto ha fatto, non sappiamo come la commissione valuterà le soluzioni, i precedenti insegnano che fanno un po come cavolo gli pare!

Concentratevi sul prossimo e tra UN ANNO vedremo il tutto....

State sereni nessuno di noi può essere certo su cosa bocceranno e cosa no!

 

1 ora fa, anton3 dice:

Concordo, fare il tifo serve a poco, il confronto di idee deve essere costruttive per il futuro (sperando che il prossimo concorso lo si debba solo nelle more e in attesa dell'esito). Chiudere gli occhi e aspettare i risultati senza fasciarsi già la testa, nulla è scontato.

Io ho applicato il Regolamento, ma, come ho sempre sostenuto, nutro, in generale, dubbi sull'applicazione unilaterale del regolamento, nel senso che ora si attendono decisioni su eventuali contenziosi con Paesi terzi, essendo trascorso appena un anno e mezzo (agosto 2015) dall'entrata in vigore del Reg.. (da qui la mia "benevolenza"  e flessibilità verso coloro che hanno indicato l'altra tesi quella del DIP). Quindi, la nostra legge è il Regolamento, ma è una legge non brillante, perché lascia alcuni aspetti, specie processuali e di rapporto con le giurisdizioni di paesi terzi, irrisolti. 

 

 

Concordo con entrambi. Un conto, infatti, è discutere per puro piacere di studio, altro è tirare a caso sulle correzioni che, come può essere evidente a chiunque abbia visto precedenti concorsi, possono essere le più imprevedibili. A maggior ragione in questo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Mi chiedevo coloro che hanno applicato il regolamento hanno fatto la professio i uris? Intendendosi per essa cosa. Essendo applicabile la legge in cui risiedeva il de cuius. Senza discutere sulla bontà delle soluzioni è  solo per capire come è  stato fatto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Chi ha applicato il Regolamento non ha scritto nulla (salvo quanto disse in un mio vecchio post); chi ha applicato il DIP ha fatto una professio iuris sostanzialmente confermativa della legge. In tutti i due modi si è applicata la volontà del de de cuius e quindi per la parte formale non vi dovrebbe essere esclusione.

In parte teorica credo che almeno si debba indicare la motivazione per l'adozione del DIP (dato che è il Regolamento è la soluzione applicabile) o motivare comuqnue sul punto. Non dovrebbe essere soluzione, quella del DIP, che escluda immediatamente il candidato (voglio fare il profeta), al limite abbassa il voto, salvo che non si facciano altri errori (ritenuti più gravi) e allora potrebbe essere inserito, ad colorandum, fra i motivi della bocciatura.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Scusate una domanda dato che non ho ben capito. Io sapevo che negli atti di acquisto tra vivi di diritti immobiliari era necessaria il permesso si soggiorno o, in alternativa la condizione di reciprocità ex art. 16 Preleggi.

Ad ogni modo ho verificato che secondo il Ministero Esteri c'è piena reciprocità tra Italia E Usa. Ergo anche in mancanza del permesso di soggiorno menzionato non si dovrebbe rischiare nulla poiché c'è piena corrispondenza in tal senso fra i due stai.

Pinturicchio invoco un tuo autorevole parere.

Grazie a chi vorrà rispoendere.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Se facevi la professio iuris per il Regolamento cambiava il criterio di collegamento, quindi non saresti riuscito a soddisfare la volontà del testatore. Quindi, come è stato detto sopra o Regolamento senza dire nulla, restando la residenza quale criterio di collegamento o dip. con professio iuris. Io ho adottato quest'ultima soluzione, ragionando sulla circostanza che si trattasse di cittadino extracomunitario, e dell'applicazione, quindi residuale del dip, stante la vigenza del Regolamento che si applica per gli Stati membri. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi ma scherziamo, o è zuppa (Regolamento senza dire nulla) o Pan Bagnato (DIP e professio).

Mi pregio peraltro solo far notare che il DIP Italiano in materia si disapplica a favore della più forte fonte Regolamentare UE...non lo dico io ma la gerarchia delle fonti...e che come detto dallo stesso Regolamento, la fonte comunitaria si applica anche quando la legge applicabile non è di un paese comunitario, quindi anche agli extracomunitari... 

Modificato da Marte_
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

La soluzione era il Regolamento, però tollereranno anche l'altra soluzione (quindi non bocciano per solo questo motivo), purché sia dia una motivazione, ad es. tipo quella di Andream. Il Regolamento è legge in Italia, e valida quindi anche per gli stranieri residenti; tuttavia, questa legge non risolve eventuali conflitti che si possono creare fra gli eredi (con Stato non membro ), perché ognuno potrebbe far valere la propria normativa, chi di cittadinanza (Usa) chi di residenza (Italia); forse, a tal fine, si poteva fare anche una scelta espressa confermativa del Regolamento per tagliare la testa al toro, come si dice (per l'Italia, quindi si confermava la legge, per gli Usa  questa scelta confermativa appariva come una professo iuris)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
7 ore fa, ludovica228 dice:

Sei sicuro che stanno ritenendo valida soluzione regolamento?

Premesso che non ho idea di cosa abbiano deciso i commissari in merito, io credo, come già detto da altri, che giuridicamente la soluzione corretta era una: Regolamento UE. Poi, con molta probabilità, visto l'andazzo, avranno iniziato a promuovere anche chi ha applicato il dip, purchè con una motivazione che in qualche modo regga.

So che anche questo è solo un parere e non un fatto, ma per i fatti dobbiamo aspettare i risultati.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Che poi, mi sto chiedendo quale potesse essere la motivazione per far passare il dip, perchè l'applicazione del Reg UE anche agli extracomunitari non è solo pacifica è proprio scritta nel regolamento stesso. Però, la commissione è sovrana e pur di arrivare ad un determinato numero di ammessi (soprattutto se MC è l'ultimo atto corretto) potrebbe aver chiuso un occhio. 

Però davvero, io ( e sicuramente mi sbaglio) non vedo nemmeno discussione!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

A me sembra questione cruciale e non secondaria (cioè da possibile paletto) ma magari sbaglio...

Modificato da Marte_

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Comunque, per quello che ho sentito dire (sono voci, ovviamente) pare che la commissione non abbia messo paletti e stia procedendo ad una valutazione globale, stile concorso nov. 2012 (dove non c'era LA soluzione, come abbiamo visto tutti)

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

La soluzione è :Regolamento, ma non è paletto, salvo, come penso (accaduto tante volte), non serva a corroborare una bocciatura che però è basata anche su altre (e più decisive) questioni.  A mio parere, la problematica del "Regolamento" è stata inserita al volo, magari su proposta di uno dei commissari (che si era imbattuto nella questione).  Per ogni concorso, i commissari propongono delle tracce, che poi vengono modificate in sede collegiale, nei giorni del concorso, aggiungendo o togliendo qualche problematica "cara" agli altri  commissari. Da qui l'ibrido di alcune prove, che spesso si traduce in fenomeni di incomprensibilità della traccia.

Poi, può accadere che quello che si decida in una prima fase di correzioni, sia modificata nella seconda, dipende da  come procedono le correzioni, se una questione, ad es., provochi un'ecatombe, oppure vengono inseriti paletti in prove che risultino non troppo "selettive". Insomma, come sempre, tante certezze non si hanno......................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, anton3 dice:

La soluzione è :Regolamento, ma non è paletto, salvo, come penso (accaduto tante volte), non serva a corroborare una bocciatura che però è basata anche su altre (e più decisive) questioni.  A mio parere, la problematica del "Regolamento" è stata inserita al volo, magari su proposta di uno dei commissari (che si era imbattuto nella questione).  Per ogni concorso, i commissari propongono delle tracce, che poi vengono modificate in sede collegiale, nei giorni del concorso, aggiungendo o togliendo qualche problematica "cara" agli altri  commissari. Da qui l'ibrido di alcune prove, che spesso si traduce in fenomeni di incomprensibilità della traccia.

Poi, può accadere che quello che si decida in una prima fase di correzioni, sia modificata nella seconda, dipende da  come procedono le correzioni, se una questione, ad es., provochi un'ecatombe, oppure vengono inseriti paletti in prove che risultino non troppo "selettive". Insomma, come sempre, tante certezze non si hanno......................

Abbiamo già discusso sul punto su questo forum anche in maniera approfondita giungendo alla conclusione che trova applicazione il regolamento. Però, per completezza, andrebbero valutari due argomenti al riguardo. 

Il primo è che i considerando fanno riferimento ai "cittadini".

Il secondo, forse più rilevante come mi è stato fatto notare, riguarda il fatto che, salvo norme penali o comunque a tutela di interessi di carattere generale, una normativa che è pur sempre esterna per l'extracomuntario residente non può incidere su situazioni disponibili a questo riferibili. 

Infine, perché ai parenti dell'extra ue dovrebbe imporsi una normativa straniera se, neppure il de cuius, si è espresso manifestamente sul punto? 

Dopodiché è chiaro che io non ho idea di come possa valutare la commissione. Probabilmente, staranno facendo la cd.strage per chi ha applicato la 218

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
16 ore fa, mileinter dice:

Abbiamo già discusso sul punto su questo forum anche in maniera approfondita giungendo alla conclusione che trova applicazione il regolamento. Però, per completezza, andrebbero valutari due argomenti al riguardo. 

Il primo è che i considerando fanno riferimento ai "cittadini".

Il secondo, forse più rilevante come mi è stato fatto notare, riguarda il fatto che, salvo norme penali o comunque a tutela di interessi di carattere generale, una normativa che è pur sempre esterna per l'extracomuntario residente non può incidere su situazioni disponibili a questo riferibili. 

Infine, perché ai parenti dell'extra ue dovrebbe imporsi una normativa straniera se, neppure il de cuius, si è espresso manifestamente sul punto? 

Dopodiché è chiaro che io non ho idea di come possa valutare la commissione. Probabilmente, staranno facendo la cd.strage per chi ha applicato la 218

Premesso che io ho applicato il regolamento, se stessero facendo la strage per la 218/95 non ci sarebbero già 300 ideonei 😂😂😂

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×