Vai al contenuto
Achille

1^ prova 23/11 concorso 2016

Rate this topic

Recommended Posts

Ragazzi qui scherziamo con i fondamenti del diritto, dire che una riserva è in conto futuro aumento e non in conto aumento non è la stessa cosa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Cita

Lo statuto prevede che, in aggiunta alla riserva legale, l'assemblea destini ogni anno un ulteriore 10% di utile netto di bilancio a un'apposita riserva — attualmente ammontante a euro centomila — in conto futuro aumento di capitale.

Chi ha partorito la traccia è un dilettante allo sbaraglio se così stanno le cose. Se esiste una clausola statutaria che prevede la destinazione a riserva da parte dell'assemblea, vuol dire che quel danaro non è mai stato distribuito, quindi appartiene chiaramente alla società (e non ai soci). A differenza di quanto accade nelle società di persone, nelle società di capitali deve esservi necessariamente una delibera di distribuzione degli utili perché il socio acquisti il diritto di credito al dividendo.

Se la riserva ha tale fonte DOVEVA farsi un aumento gratuito...sono sbalordito dall'uso di terminologia tecnica in questo modo orribile; così han fatto anche a mortis causa però

 

Modificato da Fulgor
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest tutti geni
1 ora fa, Fulgor dice:

Chi ha partorito la traccia è un dilettante allo sbaraglio se così stanno le cose. Se esiste una clausola statutaria che prevede la destinazione a riserva da parte dell'assemblea, vuol dire che quel danaro non è mai stato distribuito, quindi appartiene chiaramente alla società (e non ai soci). A differenza di quanto accade nelle società di persone, nelle società di capitali deve esservi necessariamente una delibera di distribuzione degli utili perché il socio acquisti il diritto di credito al dividendo.

Se la riserva ha tale fonte DOVEVA farsi un aumento gratuito...sono sbalordito dall'uso di terminologia tecnica in questo modo orribile; così han fatto anche a mortis causa però

 

Per dir la verità è la soluzione che ho adottato io. Non tutti sono concordi sul punto. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, Fulgor dice:

Chi ha partorito la traccia è un dilettante allo sbaraglio se così stanno le cose. Se esiste una clausola statutaria che prevede la destinazione a riserva da parte dell'assemblea, vuol dire che quel danaro non è mai stato distribuito, quindi appartiene chiaramente alla società (e non ai soci). A differenza di quanto accade nelle società di persone, nelle società di capitali deve esservi necessariamente una delibera di distribuzione degli utili perché il socio acquisti il diritto di credito al dividendo.

Se la riserva ha tale fonte DOVEVA farsi un aumento gratuito...sono sbalordito dall'uso di terminologia tecnica in questo modo orribile; così han fatto anche a mortis causa però

 

Io ho fatto un aumento gratuito nonostante l'abbia considerata una riserva 'targata': con il consenso di tutti i soci ho imputato a capitale una riserva accantonata con gli utili di ogni socio e prevista in conto futuro aumento oneroso

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, Fulgor dice:

Ragazzi qui scherziamo con i fondamenti del diritto, dire che una riserva è in conto futuro aumento e non in conto aumento non è la stessa cosa.

Da dove li pigli i fondamenti(per mè mancano proprio le fondamenta, non i principi fondamentali) del diritto relativi alla differenza tra: in conto futuro aumento/in conto aumento.

Ma facitm u piacer!:frantics:

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 minuto fa, nuovoromolo dice:

Io ho fatto un aumento gratuito nonostante l'abbia considerata una riserva 'targata': con il consenso di tutti i soci ho imputato a capitale una riserva accantonata con gli utili di ogni socio e prevista in conto futuro aumento oneroso

Continuo a pensare che la traccia sia errata gravemente in punto di diritto, non si può fare un aumento gratuito dicendo che la riserva è "targata" e dunque dei soci...

Trovo sia avvilente assistere a questo scempio del diritto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
2 minuti fa, poveroilluso dice:

Da dove li pigli i fondamenti(per mè mancano proprio le fondamenta, non i principi fondamentali) del diritto relativi alla differenza tra: in conto futuro aumento/in conto aumento.

Ma facitm u piacer!:frantics:

Non avrai le fondamenta ma in compenso sei simpatico...:-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, Fulgor dice:

Chi ha partorito la traccia è un dilettante allo sbaraglio se così stanno le cose. Se esiste una clausola statutaria che prevede la destinazione a riserva da parte dell'assemblea, vuol dire che quel danaro non è mai stato distribuito, quindi appartiene chiaramente alla società (e non ai soci). A differenza di quanto accade nelle società di persone, nelle società di capitali deve esservi necessariamente una delibera di distribuzione degli utili perché il socio acquisti il diritto di credito al dividendo.

Se la riserva ha tale fonte DOVEVA farsi un aumento gratuito...sono sbalordito dall'uso di terminologia tecnica in questo modo orribile; così han fatto anche a mortis causa però

 

Genio del diritto, il socio con la delibera non acquista il diritto agli utili(quello viene acquistato con la stipula del contratto), ma con la delibera i soci distribuiscono gli utili, ovvero dispongono di un loro diritto incassandolo o magari reinvestendolo in societa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest tutti geni
3 minuti fa, nuovoromolo dice:

Io ho fatto un aumento gratuito nonostante l'abbia considerata una riserva 'targata': con il consenso di tutti i soci ho imputato a capitale una riserva accantonata con gli utili di ogni socio e prevista in conto futuro aumento oneroso

E sicuramente andava bene anche così. Quello che fa riflettere è che quasi nessuno si è chiesto per quale motivo i soci abbiano deciso di accantonare una parte degli utili annuali in una riserva in CONTO FUTURO AUMENTO CAPITALE...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
4 minuti fa, poveroilluso dice:

Genio del diritto, il socio con la delibera non acquista il diritto agli utili(quello viene acquistato con la stipula del contratto), ma con la delibera i soci distribuiscono gli utili, ovvero dispongono di un loro diritto incassandolo o magari reinvestendolo in societa.

Come si dice idee poche e confuse 

ma di quale contratto parli?? 

Modificato da Fulgor

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
3 minuti fa, Fulgor dice:

Non avrai le fondamenta ma in compenso sei simpatico...:-)

Tu non hai nemmeno il titolo abilitativo all' edificazione, figuriamoci alle fondamenta.

Io sono simpatico come un gatto nero attacato ai maroni.

La targa è quella del motorino o c'è anche la porche.

Le riserve si dividono in legali, statutarie e volontarie.

Per disciplinare una riserva statutaria devi fare riferimento(oltre allo statuto) alla nota integrativa di bilancio.(esiste te lo posso assicurare)

Dire che la traccia è scritta da cani, per poi parlare di "targa" come termine giuridico è per lo meno da ingenui.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ti ricordo che si sta parlando di soluzioni sarebbe da parte tua cosa gradita non fare inutili e fastidiose contestazioni al pensiero altrui

4 minuti fa, Guest tutti geni dice:

E sicuramente andava bene anche così. Quello che fa riflettere è che quasi nessuno si è chiesto per quale motivo i soci abbiano deciso di accantonare una parte degli utili annuali in una riserva in CONTO FUTURO AUMENTO CAPITALE...

Infatti la denominazione della riserva è tecnicamente errata sotto il profilo contabile. Solo con la delibera di distribuzione degli utili i soci acquistano il diritto di crdito che gli potrebbe consentire poi di usare tale credito per tenerlo depositato in forma di riserva conto futuro aumento del capitale...

Qui siamo davanti in modo palese e manifesto alla mancata conoscenza dei principi fondamentali in materia ma non mi stupisce...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 minuto fa, poveroilluso dice:

Tu non hai nemmeno il titolo abilitativo all' edificazione, figuriamoci alle fondamenta.

Io sono simpatico come un gatto nero attacato ai maroni.

La targa è quella del motorino o c'è anche la porche.

Le riserve si dividono in legali, statutarie e volontarie.

Per disciplinare una riserva statutaria devi fare riferimento(oltre allo statuto) alla nota integrativa di bilancio.(esiste te lo posso assicurare)

Dire che la traccia è scritta da cani, per poi parlare di "targa" come termine giuridico è per lo meno da ingenui.

Lo hai detto tu che non hai le fondamenta non certo io...veramente prima di leggere la nota integrativa io leggo la traccia è se è tecnicamente errata lo noto

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
4 minuti fa, Fulgor dice:

Come si dice idee poche e confuse 

ma di quale contratto parli?? 

Il contratto

 

1 minuto fa, Fulgor dice:

Ti ricordo che si sta parlando di soluzioni sarebbe da parte tua cosa gradita non fare inutili e fastidiose contestazioni al pensiero altrui

Infatti la denominazione della riserva è tecnicamente errata sotto il profilo contabile. Solo con la delibera di distribuzione degli utili i soci acquistano il diritto di crdito che gli potrebbe consentire poi di usare tale credito per tenerlo depositato in forma di riserva conto futuro aumento del capitale...

Qui siamo davanti in modo palese e manifesto alla mancata conoscenza dei principi fondamentali in materia ma non mi stupisce...

Non dei principi fondamentali, ma dei fondamenti come da te detto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Difendere un idea è segno di coraggio, cambiarla è segno di saggezza.

P.s. Le tue provocazioni per quanto subdole, non ledono la mia integrità mentale, la quale è già lesa da questo concorso, poi stare qui a discutere a mezzanotte con uno che ha la porsce targa, targata e parla di fondamentali.....:whistle:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest tutti geni
51 minuti fa, Fulgor dice:

Ti ricordo che si sta parlando di soluzioni sarebbe da parte tua cosa gradita non fare inutili e fastidiose contestazioni al pensiero altrui

Infatti la denominazione della riserva è tecnicamente errata sotto il profilo contabile. Solo con la delibera di distribuzione degli utili i soci acquistano il diritto di crdito che gli potrebbe consentire poi di usare tale credito per tenerlo depositato in forma di riserva conto futuro aumento del capitale...

Qui siamo davanti in modo palese e manifesto alla mancata conoscenza dei principi fondamentali in materia ma non mi stupisce...

...casomai "i soci acquistano il diritto di credito che potrebbe loro consentire"...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
9 minuti fa, Guest tutti geni dice:

...casomai "i soci acquistano il diritto di credito che potrebbe loro consentire"...

Genio, la contestazione da mè mossa, si riferira non alla errata formulazione grammaticale, ma al fatto che il diritto agli utili si acquista con il contratto di società.

Con la delibera di distribuzione degli utili, stai disponendo del diritto che è già tuo.

Cosi come con la delibera di distribuzione degli utili, ti pigli i piccioli, con un' altra delibera, decidi che una parte degli utili annui venga destinato ad un ulteriore riserva statutaria che si aggiunge a quelle imposte per legge.

Quindi o in un modo o nell' altro stai disponendo di un diritto che è già tuo, dire che con la delibera si crea il diritto agli utili credo non sia corretto.(a volte lo sò fare anche io il signore)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Era lì che volevo arrivare, chi ha assegnato le azioni dell'aumento gratuito anche alla società ha poi modificato l'importo della riserva da azioni proprie è come ? Se non lo ha fatto c'è un problema. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Guest azioni proprie

Il mio problema invece era: se considero la presenza di una voce contabile negativa a patrimonio netto di almeno 100 mila euro corrispondente al valore nominale delle azioni proprie, nel silenzio della traccia presuppongo altre riserve di segno positivo idonee a neutralizzarla o la riserva negativa mi elide quella statutaria? 

Per l'aumento gratuito e le azioni di nuova emissione assegnate alla società penso che l'effetto contabile sia automatico...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi, state tranquilli ... Si trattava di prendere posizione sulla qualificazione della riserva: basta essere coerenti con le premesse e poi decidere quale operazione compiere ...la verità é cosa relativa

lo spartiacque sarà la perizia relativa al cespite acquistato... Lí si rischia perché l'operazione é in frode alla corretta formazione del capitale

Modificato da Antonio Mattera
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Guest azioni proprie

Antonio quindi secondo te poteva starci come soluzione, nel presupposto che non sussistano altre riserve di segno positivo, ritenendo applicabile alla situazione patrimoniale aggiornata il nuovo disposto 2357-ter terzo comma, e nel presupposto che la riserva legale fosse di importo sufficiente (possibilmente in misura superiore al quinto ed eventualmente comunque aderendo alla tesi del Triveneto), procedere all'aumento gratuito mediante imputazione della riserva legale? 

Non ci sto dormendo la notte per questo dubbio...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Guest azioni proprie

Certo! Perizie 2343 sia per autoveicolo che per compensazione, aumento oneroso scindibile con limitazione opzione, e spero nessuna nullità formale!! Grazie! Spero accettino davvero la soluzione! 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
22 minuti fa, Guest Guest azioni proprie dice:

Antonio quindi secondo te poteva starci come soluzione, nel presupposto che non sussistano altre riserve di segno positivo, ritenendo applicabile alla situazione patrimoniale aggiornata il nuovo disposto 2357-ter terzo comma, e nel presupposto che la riserva legale fosse di importo sufficiente (possibilmente in misura superiore al quinto ed eventualmente comunque aderendo alla tesi del Triveneto), procedere all'aumento gratuito mediante imputazione della riserva legale? 

Non ci sto dormendo la notte per questo dubbio...

Per quanto possa valere la mia opinione, anche se è una strada che non ho seguito, penso sia una soluzione alternativa accoglibile. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×