Vai al contenuto
Achille

1^ prova 23/11 concorso 2016

Rate this topic

Recommended Posts

Se io fossi il socio di direi che a 30 non ti avrei venduto il bene e agirei esecutivamente per recuperare i 40, per poi utilizzarli per sottoscrivere l'aumento.

"Non si vede, del resto, quale vantaggio deriverebbe ai creditori se l'ordinamento imponesse alle società per azioni, ove il socio-creditore (di un credito certo, liquido ed esigibile) voglia sottoscrivere un aumento di capitale, di pagargli il suo credito per poi incassare contestualmente la stessa somma da lui. Va ancora osservato che la compensazione, quale modo di estinzione delle obbligazioni, differisce nettamente dalla cessione del credito e non può trovare limitazioni al suo operare, quindi, nelle norme che disciplinano i conferimenti di crediti, ispirati ad una ratio particolare, inerente alla natura di tali conferimenti".  (Cass. 936/1996)

Buona fortuna a te

 

Modificato da mattia.chiara

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Blasco tu scrivi: Beh, in assenza nello statuto della specifica destinazione a copertura di aumento oneroso, e volendo attribuire un significato al nome dato alla riserva, l'unica interpretazione possibile è quella di dire che la riserva era "destinata" a futuro aumento GRATUITO, in conformità all'art. 2442 cc!...

Che dire abbiamo riserva in conto futuro aumento e aumento scindibile da 500 a 900, utilizzando la riserva, ma non ci sono gli elementi per dire che è oneroso. La riserva in realtà è in conto futuro aumento gratuito e l'aumento  scindibile non è più da 500 a 900 ma da 600 e 900. Magia. :-) ragazzi in bocca al lupo a tutti. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
1 ora fa, walle dice:

Blasco tu scrivi: Beh, in assenza nello statuto della specifica destinazione a copertura di aumento oneroso, e volendo attribuire un significato al nome dato alla riserva, l'unica interpretazione possibile è quella di dire che la riserva era "destinata" a futuro aumento GRATUITO, in conformità all'art. 2442 cc!...

Che dire abbiamo riserva in conto futuro aumento e aumento scindibile da 500 a 900, utilizzando la riserva, ma non ci sono gli elementi per dire che è oneroso. La riserva in realtà è in conto futuro aumento gratuito e l'aumento  scindibile non è più da 500 a 900 ma da 600 e 900. Magia. :-) ragazzi in bocca al lupo a tutti. 

 

Guarda, secondo me, probabilmente passeranno tutte e due le soluzioni, purché ci sia stata coerenza in atto e motivazione ... 

poi, da quello che ho "percepito" io, la soluzione dell'aumento misto è stata la "soluzione dell'aula", quindi difficilmente verrà bocciata 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

L'aumento misto era la soluzone preferibile ... almeno così mi è stato riferito: era questo che voleva la commissione! Anche se - ad essere sincero - nei giorni immediatamente successivi al concorso ho sentito di tutto!!

Ma - come ben sappiamo - di rado le commissioni sono "monolitiche": non è un quiz, ma un concorso. Molto probabilmente ammetteranno anche l'aumento oneroso, soprattutto se una buona percentuale di candidati (direi, 15-20%) si è orientata in tal senso.

Del resto, l'esperienza insegna questo. Basta pensare a (non risalendo troppo indietro):

- al concorso 2013, dove nell'inter vivos sono passate: a) la proposta irrevocabile di divisione; b) la divisione obbligatoria; c) la (mostrosuità) della divisione sotto condizione sospensiva del consenso di un condividente; d) divisione con tutti i compartecipi... lasciando perdere quello che si è visto nel mortis causa;

- concorso 2014 (tenutosi nel 2015), dove, inseriti i dati catastali delle soffitte, è passata qualunque cosa: a) rinunzia al contatto di locazione (sic!); b) riserva di usufrutto a favore del terzo (??); scioglimento del contratto di locazione e rinunzia a prelazione agraria; d) rinunzia a prelazione agraria ma non scioglimento del contratto di locazione; e) il mitico "bloccone" (come viene "deriso" a Napoli ... se ho capito bene, trattasi di vendita unitaria di due immobili siti in comuni differenti, al fine di "frodare" le prelazioni); f) vendita cumulativa di tutto, terreno e singole unità immobiliari; g) vendita in blocco del fabbricato e vendita autonoma del terreno.

Poi, tutto può essere, ma speriamo nel bene di tutti coloro che "sudano" per raggiungere l'obiettivo

Modificato da Antonio Mattera
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Vedremo :-)
In tema di versamenti effettuati dai soci sia per srl che per spa, le relative riserve targate, stando a quanto  riportato in ipsoa, notariato, rassegna sistematica di diritto e tecniche contrattuali, direttore scientifico Laurini, Le problematicche di diritto affrontate dai notai di domani, volume 2, 2016 è scritto al punto 2.2 riserve targate: "Al riguardo si potrebbe anche stabilire che, una volta erosa dalle perdite, la riserva targata sia ricostituita accantonando gli utili prodotti negli esercizi successivi. Poiché, tuttavia, siffatta previsione finirebbe per incidere sulle regole sociali di distribuzione degli utili di esercizio, si ritiene che essa debba essere oggetto di una specifica clausola statutaria da introdurre secondo il normale procedimento di modifica dello statuto."...... Fondazione Nazionale dei Commercialisti, disponibilità e distribuibilità riserve, del 2017 alla nota 44: Cfr. G. E. Colombo, Il Bilancio d’esercizio, ult. op. cit., 510 secondo cui con riguardo alle riserve disponibili,una deliberazione assembleare è necessaria solo per stabilire quale ridurre tra riserve di pari disponibilità. Con riguardo invece alla riserva c.d. “targata” (“targata” equivale a personalizzata in quanto costituita con versamenti provenienti da un solo socio), in dottrina è stato ritenuto che, quest’ultima, deve essere intaccata dalle perdite successivamente alle altre riserve e quindi anche alla riserva legale, data la particolare circostanza che la caratterizza: tale opininione, riferita alle riserve targate da versamenti in conto futuro aumento di capitale sociale, è condivisa da G.B. Portale, Appunti in tema di “Versamenti in conto futuri aumenti di capitale”eseguiti da un solo socio, in Banca borsa 1995, I, 98 e G. E. Colombo, Il Bilancio d’esercizio, ult. op. cit., 511."
A maggior ragione posso avere una riserva targata da utili.......
 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Vedo ora.... in soldoni..... Non riesco proprio a capire perché debba essere aumento gratuito.  Io ho una riserva in conto futuro aumento e un aumento scindibile. Perché fare l'aumento gratuito, quando è possibile fare  l'aumento oneroso? I più dicono perché la riserva è da utili..... ma che vuol dire, dal momento che la targo.........

  

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×