Vai al contenuto
_Giovanna_

La commissione ?

Rate this topic

Recommended Posts

A questo punto, come sempre, circola la lista dei commissari (quanto meno la lista dei notai papabili alla nomina)

qualcuno di buon cuore la condivida, pls  :flowers:

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

la lista purtroppo non la conosco . 

Come riportato da altro utente , ad oggi pare che molti siano i membri(notai) romani , nessuno particolarmente incline a pubblicazioni varie .

era stata data in prima battuta disponibilità da parte di  un notaio del triveneto , membro della commissione massime ,ma poi quest'ultimo sembra averci ripensato ( non dando più conferma) . 

 

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Commissione

Pare che siano in commissione professoroni di grandissimo spessore ... Forse, data la poca disponibilità dei notai, é sembrato questo il modo per ridare l'antico prestigio alla professione ...

Forse questo é un modo per rimediare alla vergogna che hanno suscitato i risultati dello scorso concorso!!!

Molti notai, quando hanno sentito le "chicche" commesse dai vincitori (prelazioni ignorate, pesi sulla legittima, allegazione di statuti nelle società di persone, soffitte mancanti, atti di pseudo-trasformazione, etc), sono rimasti davvero male del modo in cui é stata fatta la "selezione"

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
4 ore fa, Guest Commissione dice:

Pare che siano in commissione professoroni di grandissimo spessore ... Forse, data la poca disponibilità dei notai, é sembrato questo il modo per ridare l'antico prestigio alla professione ...

Forse questo é un modo per rimediare alla vergogna che hanno suscitato i risultati dello scorso concorso!!!

Molti notai, quando hanno sentito le "chicche" commesse dai vincitori (prelazioni ignorate, pesi sulla legittima, allegazione di statuti nelle società di persone, soffitte mancanti, atti di pseudo-trasformazione, etc), sono rimasti davvero male del modo in cui é stata fatta la "selezione"

Con tutto rispetto ... ma mi sembra la solita cosa scritta "tanto per riempirsi la bocca", come diciamo a Napoli

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Concordo con Antonio e sottolineo che il peso dei professori in commissione, notoriamente e tendenzialmente, riguarda l'eventuale voto con cui si supera l'esame. 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Prof
1 ora fa, mileinter dice:

Concordo con Antonio e sottolineo che il peso dei professori in commissione, notoriamente e tendenzialmente, riguarda l'eventuale voto con cui si supera l'esame. 

Riguarda anche l'inserimento di alcune follie nelle tracce come fu con la divisione con tre condividenti 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi scusate ma... se sapete che ci sono tanti "professoroni" e notai poco inclini a pubblicazioni, perché non condividere i nomi?!?! Tanto, tra qualche giorno li sapremo comunque...

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
20 ore fa, Guest Commissione dice:

 

Molti notai, quando hanno sentito le "chicche" commesse dai vincitori (prelazioni ignorate, pesi sulla legittima, allegazione di statuti nelle società di persone, soffitte mancanti, atti di pseudo-trasformazione, etc), sono rimasti davvero male del modo in cui é stata fatta la "selezione"

Sisi, come no! Poi in pubblico  tutti a dire il contrario!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Io non "mi cambio" con nessuno di loro, ne con nessuno di quelli che x qualche oscuro volere del fato (stasera sono tranquilla) è riuscito a saltare la siepe senza scorticarsi la faccia. Credo che riescano a capire dai compiti quelli che si conformeranno al sistema e promuoveranno quelli anche se gli segheranno un po le gambe con preventivi all osso...altrimenti non si capisce sto pout pourri di compiti promossi...Sicuramente hanno capito che io sarei troppo scomoda nella categoria....:grin:

Raga la vita è altro x fortuna, sono umbra e mai come adesso ho odiato questa Italia!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Solitecose

Quale sarebbe il peso sulla legittima? 

Il 481 c.c. si applica anche ai legittimari. Quindi se questa è la base dalla quale si ricava la possibilità di imporre un termine di decadenza, perchè non dovrebbe operare nei confronti dei legittimari?

Per di più, la lesione di legittima si accerta al momento dell'apertura della successione. Anche a voler superare quanto appena detto, chi vi dice che in quel momento il soggetto non sia stato soddisfatto con altre attribuzioni (donazioni, legati)?

 

Anzi proprio la traccia parlava di precedenti attribuzioni sulla legittima.

Del resto, in NESSUNA trattazione riguardante il 549 o il termine per accettare imposto dal testatore, è detto (giustamente!) che questa costituisce 549!

 

 

 

Ancora, avete messo sul patibolo un candidato per mancanza delle soffitte. Ho letto i compiti di quel candidato. Questo candidato ha scritto nell'oggetto "fabbricato" e al mio paese se dico fabbricato mi riferisco al tutto il corpo di fabbrica. Dopo ha messo i dati catastali e ha scritto "come sopra per le altre unità". Perchè mancano le soffitte? Le soffitte fanno parte del fabbricato? Si! Allora sono "le altre unità" del "come sopra".

Insomma.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Il 549 opera, perché in quel caso il peso è secco...tu poni un peso sulla legittima punto. Quello che è fatto prima, o che è fatto dopo, è irrilevante. Non puoi considerala meramente riducibile. Perché non la puoi mettere sulla disponibile, né considerarla gravante solo sulla stessa, a meno di ammettere l'accettazione parziale.

 

Sulle soffitte sono d'accordo... se hai considerato tutto come un unicum. Credo che il problema della nullità evidenziata fosse il caso di chi pur avendole descritte nell'oggetto ha poi omesso le relative menzioni. Perché la mancanza della descrizione, a parte, delle stesse non può assolutamente costituire un valido motivo di bocciatura, se considerate pertinenze o accessori, chi è stato bocciato per questo...ovviamente ha ragione a ritenere la bocciatura ingiusta 

 

in ogni caso, guardiamo avanti! Alla commissione, per esempio...

Modificato da andream

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Solitecose

Il 549 non opera nel caso di termine di decadenza per l'accettazione imposto dal testatore.

Il ragionamento è: "se può farlo il giudice ex 481 c.c., perchè nn può farlo il testatore?".

Del resto nessuno mai in dottrina ha affrontato la questione (nè discorrendo del termine per accettare, nè discorrendo del 549).

Quindi non condivido assolutamente.

Della serie: io la penso cosi' e ho dalla mia parte tutte queste considerazioni; tu hai le tue. Sappiamo che il mondo del diritto è pieno zeppo di dibattiti anche su fattispecie di nullità. Ma da qui a dire "c'è gente che ha fatto questa cosa gravissima, ce ne passa!". Perchè sul fatto che sia errore potremmo discutere fino a domani!

Insomma, mi sembra veramente molto forte dire "è sicuramente errore". Quando sicuramente non lo è affatto. 

Allo stato mi sembra MOLTO piu' plausibile sostenere che non operi il 549 c.c. Liberissimo però di pensare che il 549 c.c. possa operare. Ma tieni conto che è opinione isolata e non sostenuta in dottrina. Per giunta poco coerente con il 481 c.c. Poi se domani uno delle scuole si sveglia e dice "amen, è 549" sti cazzi! E' la sua opinione. E guardare solo ad un docente mi sembra concorsualmente strategia sbagliata.

 

Ancora sul 549 (quindi tralasciando l'obiezione del 481, che già coglie nel segno), la nullità scatterebbe "come apposizione". Tu quando fai il testamento non puoi sapere se la legittima sarà soddisfatta con l'attribuzione in vita o meno.

Il 549, se scatta, scatta solo all'apertura della successione. Quindi il testamento è perfettamente valido. Il problema ci sarebbe solo se il legittimario non avesse conseguito altre liberalità in vita (rectius se il legittimario è istituito nella LEGITTIMA). Ma questo non puoi MAI saperlo dato che dopo potrà esserci sempre una donazione o altro testamento con legato. Per giunta nel caso di specie questo era beneficaito da una attribuzione in vita. Quindi anche a voler superare il 481 c.c. (che si applica ANCHE al legittimario), in ogni caso nell'ipotesi concorsuale non poteva operare il 549c.c. al momento del testamento. Eventualmente (lo ripeto, sempre superando il 481 c.c.) si sarebbe visto all'apertura della successione. Ma il notaio non è uno stregone con la palla di vetro.

Per di piu' la stragrande maggioranza dei candidati di cui ho letto il compito ha scritto "il tutto nei limiti del 549 c.c.". Clausola da molti criticata, ma non a caso consigliata dalla scuola notarile napoletana e da carlo carbone che di diritto successorio ne capisce sicuramente piu' di noi.

Quindi, di che stiamo a parlare? Questa clausola serve proprio per le ipotesi in cui "allo stato" non puoi dire se vi sia lesione.

 

 

Guest Io ho fatto lo stesso

Se sei stata bocciata, posta il verbale di correzione.

A me risulta che siano state bocciate due persone: una persona per l'orologio all'esecutore (utente del forum); l'altro per traviasamento (trovate facilmente su giustiziamministrativa.it il ricorso cautelare).

Non mi risulta ci siano stati altri bocciati al terzo compito, come riferito da Marottoli sul forum. Utente serio, che nn spara minchiate.

Quindi, posta il tuo verbale e dimostralo.

 

 

Ma perchè ognuno di noi non pensa ai propri errori, invece di gridare allo scandalo? A me hanno SEMPRE insegnato a guardare a me stesso e ai miei errori, sin dalle elementari. Invece di urlare allo scandalo riguardo i PRESUNTI errori degli altri.

Poi ci sono utenti che in ogni post altro non fanno che riferirsi subdolamente a vincitori, e quelli sono sicuramente i piu' belli.. Gente (i vincitori) che del resto manco li conosce (a quelli che subdolamente non perdono occasione per lanciare zeppatine, finchè non arriverà qualcuno che si romperà le palle e farà una bella querela).

 

Della serie, vivi e lascia vivere!

A presto ragazzi, e forza per il prossimo concorso che siamo tutti in ballo!

 

 

 

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Solitecose

Quindi il testamento al momento in cui è ricevuto è perfettamente RICEVIBILE e non espone il notaio a sanzioni*.

L'eventuale illegittimità potrà esser valutata solo dopo al momento della apertura della successione. 

Ho scritto perfettamente legittimo invece che ricevibile.

Un conto è la ricevibilità, altro conto la legittimità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Vergogna - Senza Parole
5 ore fa, Guest Solitecose dice:

Quale sarebbe il peso sulla legittima? 

Il 481 c.c. si applica anche ai legittimari. Quindi se questa è la base dalla quale si ricava la possibilità di imporre un termine di decadenza, perchè non dovrebbe operare nei confronti dei legittimari?

Per di più, la lesione di legittima si accerta al momento dell'apertura della successione. Anche a voler superare quanto appena detto, chi vi dice che in quel momento il soggetto non sia stato soddisfatto con altre attribuzioni (donazioni, legati)?

 

Anzi proprio la traccia parlava di precedenti attribuzioni sulla legittima.

Del resto, in NESSUNA trattazione riguardante il 549 o il termine per accettare imposto dal testatore, è detto (giustamente!) che questa costituisce 549!

 

 

 

Ancora, avete messo sul patibolo un candidato per mancanza delle soffitte. Ho letto i compiti di quel candidato. Questo candidato ha scritto nell'oggetto "fabbricato" e al mio paese se dico fabbricato mi riferisco al tutto il corpo di fabbrica. Dopo ha messo i dati catastali e ha scritto "come sopra per le altre unità". Perchè mancano le soffitte? Le soffitte fanno parte del fabbricato? Si! Allora sono "le altre unità" del "come sopra".

Insomma.

Ah ... Brava/o,

e ... , dopo la cazzata che hai detto, ora come giustifichi:

- la vendita in blocco di fabbricato e terreno;

- la mancata considerazione della prelazione dei confinanti;

- la riduzione del capitale per recesso;

- l'allegazione dello statuto nelle societá di persone;

- la rinunzia al contratto di prelazione.

Dai .... Motiva? Fammi vedere scrivi???

Vergogna ... Vergogna a difendere simili oscenitá .... Ancora Vergogna e sempre Vergogna

 

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

:D non mi fate passare per quello che ha dato l'orologio al Notaio, gli ho solo fatto dare una retribuzione stabilita dal giudice. Comunque nonostante questa libertà (presa all'ultima ora dell'ultimo giorno, quando ero comunque stanco), sono fondamentalmente prudente. Visto che sono stato citato, se può essere utile per calmare gli animi riporto quello che avevo scritto nel compito. 

Irricevibile è anche la richiesta di stabilire un termine per l'accettazione dell'eredità. Occorre

richiamare le linee generali dell'istituto coinvolto. Il diritto di accettare l'eredità si prescrive in 10

anni e, stando alla lettera dell'art. 2936 c.c., non sarebbe possibile derogare a tale termine (sulla

natura di termine di prescrizione vi è giurisprudenza ormai consolidata, da ultimo una sentenza

della Cassazione del 2012, ed anche la dottrina, dopo le prime incertezze sulla qualificazione in

termini di decadenza - CICU -, si è orientata in questo senso). Tuttavia, è molto diffusa in dottrina

(ad es. IEVA) l'opinione che tale effetto possa essere raggiunto mediante la previsione di un termine

di decadenza ai sensi dell'art. 2965 c.c. (ipotesi in realtà molto discussa a causa del riferimento

testuale alla contrattualità della deroga, che quindi sembra richiedere una manifestazione negoziale

ulteriore rispetto a quella, solo unilaterale, del de cuius). Secondo tale orientamento poi, la clausola

potrebbe essere apposta anche alla istituzione ereditaria di un legittimario, poiché il divieto di cui

all'art. 549 c.c. presuppone logicamente che la fase acquisitiva della legittima si sia già conclusa, e

quindi non costituirebbe un peso in senso tecnico. Seppur autorevole e dotata di forte persuasività,

questa teoria non può essere accolta nell'ottica anti-processualistica notarile, non tanto per il

problema più generale dell'ammissibilità di interpretazione analogica o comunque estensiva dell'art.

2965 c.c., quanto proprio per il rischio quanto mai attuale del contrasto con l'art. 549 c.c., stante

l'effetto assimilabile a quello di una condizione risolutiva apposta alla chiamata ereditaria, avente il

medesimo oggetto (cioè accettazione entro un determinato termine), e sicuramente sanzionabile con

la nullità di cui alla predetta norma. Ove poi non si fosse trattato di legittimari, ci si potrebbe

interrogare sulla congruità di un termine così breve. Ma forse su questo punto si sarebbe potuta

richiamare l'analogia con il termine per la presentazione della dichiarazione di successione, la quale,

secondo alcuni pronunciati giurisprudenziali, determina (per il sottoscrittore) l'accettazione tacita

dell'eredità. Tuttavia, sebbene non evidenziata nella traccia una possibile volontà alternativa in tal

senso, il Notaio Romolo Romani può sicuramente suggerire al testatore di prevedere un onere a

carico dell'eredità di esercitare la c.d. actio interrogatoria di cui all'art. 481 c.c., questa

pacificamente consentita anche nei confronti dei legittimari. Ove inserita nel testamento, potrebbe

dunque legittimare l'esecutore testamentario (ove non si ritenga già legittimato ex art. 481 c.c.),

rectius obbligarlo, a procedere in tal senso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest Mi dispiace

Ditemi quello che volete ma solo due bocciature al mortis causa fanno pensare male. Hanno scelto i paletti giusti per fare una strage il primo giorno in modo tale da non correggere gli altri compiti determinando così quello che sappiamo.

Abbiamo avuto una correzione senza senso. Chi ha superato quei paletti ha avuto la vottoria quasi assicurata. Marottoli mi dispiace tantissimo per la tua bocciatura. Quel giorno qualcosa si è rotto. Pensiamo ai prossimi scritti sperando che le tracce siano lineari e non impossibili o lunghissime. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

ma è mai possibile che ogni discussione degeneri e nello spazio di pochi messaggi si passi a tutt'altro argomento?

In questi giorni ho veramente poco tempo e vorrei non perderlo leggendo storie ormai passate

Basta con l'ultimo concorso.

Lasciate questo post solo alle notizie sulla commissione

grazie

  • Like 7

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×