presidentecapozzi

legato dei diritti ad agire in riduzione

Rate this topic

1 risposta in questa discussione

può il testatore lasciare ad un amico i diritti che gli potrebbero spettare su una successione aperta del figlio premorto ma di cui il figlio ha già  disposto   per testamento nominando erede un proprio amico?

 

la traccia dice che il figlio premorto è celibe e senza figli, quindi il padre è legittimario e può agire in riduzione ex 536 c 3 cc.

è quindi ricevibile questa disposizione con un legato a favore dell'amico del testatore del  diritto ad agire in riduzione contro l'amico del figlio, istituito erede,  essendoci una lesione di legittima della quota di legittimario del padre nei confronti del figlio?

voi come la ricevereste? lego i diritti inerenti alla successione di mio figlio a me premorto compreso il diritto ad agire in riduzione contro l'amico istituito erede da mio figlio? oppure legate solo il diritto ad ad agire in riduzione?

il problema è legato al fatto che il testamento del figlio lede la quota di legittima del padre avendo istituito erede un estraneo alla categoria dei legittimari.

Modificato da presidentecapozzi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora