tommyangelo

Aumento capitale e trasformazione

Rate this topic

24 risposte in questa discussione

Buongiorno a tutti

Quesito: trasformazione da srl in spa; i soci vogliono aumentare il capitale da euro 10.000 ad euro 200.000 e i soci non vogliono sottoscrivere immediatamente.

Per quel che so io, l'aumento di capitale è un'integrazione, quindi non occorre una delibera a se stante, ma intrinseca alla trasformazione.

Da un punto di vista redazionale come si realizza: ordine del giorno(basta solo 1) trasformazione 2) delibere consequenziali)?? Poi nel verbale delibero 1) aumento capitale 2)trasformazione??

Insomma, avrei bisogno di una visione di insieme da un punto di vista redazionale.

Grazie.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Deliberano aumentare il capitale ad euro 200000 e contestualmente trasformare la società in S.p.A.

a questo punto alle ore ...minuti... il presidente sospende la assemblea per la contestuale sottoscrizione.

 Riprendono alle ore .... Minuti.... I lavori e il presidente da atto che il capitale è stato integralmente sottoscritto e versato al 25% 

Indi la società con le medesime maggioranze

delibera approvare lo statuto novellato che si allega dopo lettura alla adunanza dal presidente sotto la lettera...

(non è possibile neanche per un istante che una sola abbia capitale inferiore al limite legale e se lo fossi al minimo legale puoi far versare nei limiti sempre del 25%, se lo fissi a € 200.000 devi far sottoscrivere comunque tutto.  E far versare almeno il 25% in caso contrario ti poni in diretto contrasto con l'articolo 2348 del codice Le delibere sono contestuali e quella di aumento è sospensivamente condizionata al buon esito della trasformazione potrebbe dirsi, ma la trasformazione hai fette da oggi quindi già con l'approvazione dello statuto aggiornato, in cui ci sono tutte le norme della S.p.A.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Cita

 

Non vedo perché non si possa adottare il "famoso" meccanismo delle delibere a cascata .... Fai dipendere la trasformazione dal buon esito dell'aumento (Milano massima n. 19, se non erro) ... tutto qui!

Modificato da Antonio Mattera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non credo sia possibile il meccanismo a cascata per un difetto funzionale-costitutivo: è come se si volesse costituire ex novo una spa subordinando la costituzione al versamento del 25% del capitale, il che è impossibile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

In questa ipotesi, secondo me, è opportuno aumentare il capitale, sottoscrivere immediatamente, versare contestualmente il venticinque per cento (del totale del capitale) e procedere quindi alla trasformazione. 

Modificato da dom82
è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

1) deliberi l'aumento di capitale inscindibille fino al minimo legale previsto per la s.p.a, riconoscendo ai soci il termine per l'opzione

2) deliberi la trasformazione, sotto condizione sospensiva del buon esito dell'aumento .... O, comunque, se non su vuole ricorrere al meccanismo condizionale, precisando che essa dipende dall'avvenuta sottoscrizione del capitale sino all'importo stabilito.

In questo modo:

a) se l'aumento ha esito negativo, anche la trasformazione viene meno;

b) se l'aumento ha buon esito, la trasformazione ha efficacia

Se così non fosse, finisci per costringere i soci a tenere due riunioni assembleari (una per deliberare l'aumento e un'altra - successiva - per deliberare la trasformazione) per porre in essere due delibere tra loro collegate, essendo dirette a realizzare un'operazione unitaria ... Il tutto determinando il raddoppiarsi dei costi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
On ‎07‎/‎04‎/‎2016 at 13:21, Sebastiano Cascio dice:

No sennò hai una spa a capitale 10000 e questo non è possibile perché in diretto contrasto con norma imperativa 

 

30 minuti fa, dom82 dice:

In questa ipotesi, secondo me, è opportuno aumentare il capitale, sottoscrivere immediatamente, versare contestualmente il venticinque per cento (del totale del capitale) e procedere quindi alla trasformazione. 

Sul punto vi rinvio al Massimario di Busani punto G.5.10 n. 1, che richiama con specifico riguardo alla nostra ipotesi: - Milano 19, - Triveneto H.f.2, - Milano 77 (motivazione), - Quesito Cnn n. 5759/i

Modificato da Antonio Mattera

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
21 ore fa, Antonio Mattera dice:

 

Sul punto vi rinvio al Massimario di Busani punto G.5.10 n. 1, che richiama con specifico riguardo alla nostra ipotesi: - Milano 19, - Triveneto H.f.2, - Milano 77 (motivazione), - Quesito Cnn n. 5759/i

La tua logica, certamente corretta, è questa: aumento e successiva trasformazione, ovvero due operazioni distinte "a cascata".

Il quesito però riguarda un'unica operazione di trasformazione, con aumento contestuale. In questo caso, secondo me, è necessario sottoscrivere immediatamente, almeno fino al limite legale, perché sostanzialmente si sta costituendo una nuova spa.

Modificato da dom82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
5 ore fa, dom82 dice:

La tua logica, certamente corretta, è questa: aumento e successiva trasformazione, ovvero due operazioni distinte "a cascata".

Il quesito però riguarda un'unica operazione di trasformazione, con aumento contestuale. In questo caso, secondo me, è necessario sottoscrivere immediatamente, almeno fino al limite legale, perché sostanzialmente si sta costituendo una nuova spa.

Scusa se mi permetto,

ma il massimario Busani, nel riportare le massime sopra citate, si riferisce all'ipotesi in cui l'aumento è "funzionale" alla trasfromazione ... pertanto, non parlerei di due operazioni distinte, ma - come ermerge anche dalla massima di milano n. 77 - di un'operazione unitaria (alla stessa stegua dell'ipotesi in cui l'aumento viene sottoscritto contestualmente ... non si tratta anche qui di un aumento "funzionale" alla trasformazione???) ... Detto in parole povere, i soci vogliono l'aumento perchè vogliono la trasformazione: se la sottoscrizione avviene contestualmente, tanto meglio .... ma ciò non è necessario per le ragioni anzidette!

Quindi - come ho detto più volte - attesa l'inscindibilità dell'aumento, se lo stesso non ha buon esito, "cade" anche la trasformazione.

 

Detto questo (che, tra l'altro, è anche sostenuto in tutti i corsi da me frequentati ... cosa ovvia, del resto, dato che ci sono le massime), sei libero di sostenere quello che ritieni più giusto

A presto

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
On 1/5/2016 at 21:56, Antonio Mattera dice:

Scusa se mi permetto,

ma il massimario Busani, nel riportare le massime sopra citate, si riferisce all'ipotesi in cui l'aumento è "funzionale" alla trasfromazione ... pertanto, non parlerei di due operazioni distinte, ma - come ermerge anche dalla massima di milano n. 77 - di un'operazione unitaria (alla stessa stegua dell'ipotesi in cui l'aumento viene sottoscritto contestualmente ... non si tratta anche qui di un aumento "funzionale" alla trasformazione???) ... Detto in parole povere, i soci vogliono l'aumento perchè vogliono la trasformazione: se la sottoscrizione avviene contestualmente, tanto meglio .... ma ciò non è necessario per le ragioni anzidette!

Quindi - come ho detto più volte - attesa l'inscindibilità dell'aumento, se lo stesso non ha buon esito, "cade" anche la trasformazione.

 

Detto questo (che, tra l'altro, è anche sostenuto in tutti i corsi da me frequentati ... cosa ovvia, del resto, dato che ci sono le massime), sei libero di sostenere quello che ritieni più giusto

A presto

Le massime che riferisci non sono relative in modo specifico all'ipotesi in esame e pertanto farei riferimento ad esse con cautela.

Non utilizzo il testo Busani (e non frequento, evidentemente, neanche i tuoi corsi) e perciò non saprei dirti se la tua soluzione è corretta.

Le fonti che ho a disposizione, invece, configurano l'operazione in esame - trasformazione con aumento funzionale - come unica e contestuale (ovvero con sottoscrizione immediata). Si potrebbe certamente assegnare un termine per la sottoscrizione, ma lo stesso dovrebbe comunque scadere prima della iscrizione della delibera di aumento/trasformazione, in quanto non può sottoporsi a condizione o termine un elemento costitutivo della società trasformata (ovvero il capitale minimo della spa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
On 22/5/2016 at 20:45, Antonio Mattera dice:

fidati ... Santangelo docet

Fidati...in che senso... termine per la sottoscrizione successivo all'iscrizione della delibera, nell'ipotesi specifica di deposito di delibera di trasformazione con aumento funzionale? Questo dice il Santangelo? In quale testo precisamente?

Modificato da dom82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
26 minuti fa, dom82 dice:

Fidati...in che senso... termine per la sottoscrizione successivo all'iscrizione della delibera, nell'ipotesi specifica di deposito di delibera di trasformazione con aumento funzionale? Questo dice il Santangelo? In quale testo precisamente?

No ... Santangelo lo ha sempre detto a lezione ... e poi lo dicono le massime, la giurisprudenza e tutti i libri che affrontano l'argomentoin maniera più approfondita (ti ho citato il Massimario Busani, perché è tra i testi più recenti)

Comunque, per l'ennesima volta, le delibere sono due e sono tra loro funzionalmente connesse, essendo dirette a realizzare un'operazione unitaria:

1) delibera di aumento oneroso funzionale alla trasfrormazione con riconoscimento ai soci del termine per l'esercizio dell'opzione;

2) delibera di trasfrormazione subordinata al buon esito dell'aumento

 

Se imponi - come solo tu dici - la sottoscrizione contestuale spiegami come fai a tutelare un socio assente o un socio che, al momento, non ha disponibilità monetarie .... Sono costretti a vedersi ridotta percentualmente la loro partecipazione ... Addio principio della parità di trattamento tra i soci ... Addio (Di solito, non sono polemico, ma mi costringi prprio ... poi fa come pensi che sia più opportuno)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Verificherò di persona, stai tranquillo. 

Il principio che richiami con molta enfasi retorica dubito che tu l'abbia comprieso a pieno. Quando i soci deliberano la trasformazione a maggioranza, l'operazione è compiuta e non si pone nessun problema di parità di trattamento dei soci. 

Quanto alla questione in esame, ritengo che la condizione "aumento alla soglia minima del capitale" sia illecita/impossibile, trattandosi come ho ripetuto più volte di elemento costituivo della S.p.A.

Per fare una analogia, è come se si volesse condizionare sospensivamente il contratto di vendita al pagamento del prezzo da parte dell'acquirente...!

Il punto è che non indichi UNA sentenza, UNA dottrina, solo massime generiche che non trattano direttamente il caso in esame.  

Quanto al testo Busani, lo verificherò. Se proprio devo dar fede a quello che affermi, potresti postare il deliberato tratto dal Busani: aumento al minimo legale e trasformazione condizionata all'aumento. 

Altrimenti, con il massimo rispetto per le opinioni altrui, visto che sei tu che affermi qualcosa, se non lo dimostri, sono io a dirti addio...

Modificato da dom82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Bah ... i riferimimenti sono indicati sopra, sei libero di andarli a vedere (se hai voglia)

Ti ringrazio per il tuo modo cortese di fare ... Probabilmente, sono io a non essere alla tua altezza, non essendo in grado di "comprendere a pieno"

Stammi bene e buona fortuna, Maestro!

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Giusto per dovere di verità: nel caso in esame non si delibera una trasformazione tout court, certamente adottabile a maggioranza ... ma si delibera un aumento di capitale e subordinatamente una trasformazione (2 delibere distinte ma connesse secondo il meccanismo "a cascata"): di conseguenza, si pongono tutti i noti problemi che solleva una qualsiasi delibera di aumento oneroso di capitale ... in primis il rispetto del diritto di opzione, volto a realizzare il principio di parità di trattamento tra i soci (principio che -come dici - non ho capito) .... E questo é quanto!

 

Modificato da Antonio Mattera
è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
8 ore fa, Antonio Mattera dice:

Giusto per dovere di verità: nel caso in esame non si delibera una trasformazione tout court, certamente adottabile a maggioranza ... ma si delibera un aumento di capitale e subordinatamente una trasformazione (2 delibere distinte ma connesse secondo il meccanismo "a cascata"): di conseguenza, si pongono tutti i noti problemi che solleva una qualsiasi delibera di aumento oneroso di capitale ... in primis il rispetto del diritto di opzione, volto a realizzare il principio di parità di trattamento tra i soci (principio che -come dici - non ho capito) .... E questo é quanto!

 

secondo me la realtà è che dipende dala traccia, se i soci non vogliono proprio sottoscrivere io la riceverei la trasf al buon esito dell'aumento (c.sosp.) si fa anche se molto discusso e tutto il resto ma si fa, se fossero disposti a sottoscrivere e versare almeno il 25 per cento sarebbe l'ideale ma dipende troppo dalla traccia diciamo che siamo a un bivio travisamento vs errore di diritto :frantics::frantics:ma dato che diverse volte è stato sostenuto che si possa subordinare la trasf al buon esito dell'aumento/ del consenso alla assunzione della resp ill. in caso di trasformazione regressiva etcetcetc io non credo sia nulla la condizione...quindi condivido quello che dici 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Condivido gli ultimi interventi di Antonio e Sebastiano! Due delibere connesse, di cui la trasformazione subordinata all'aumento è un'ottima soluzione, poi su sottoscrizione e versamento ci attacchiamo alla traccia! 

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
10 ore fa, pinturicchio81 dice:

Condivido gli ultimi interventi di Antonio e Sebastiano! Due delibere connesse, di cui la trasformazione subordinata all'aumento è un'ottima soluzione, poi su sottoscrizione e versamento ci attacchiamo alla traccia! 

😉😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora