Ludovico Maria Capuano

DDL per abolizione Tre consegne

Rate this topic

Recommended Posts

anton3    116

Patmar, ma  quando sarai notaio, lo darai  anche tu il contributo a escogitare qualcosa per difendere la categoria dai notai senza concorso?

Ok Agri, ma considera che alcune scuole che vanno oggi per la maggiore, furono già create dai notai quando erano ....  praticanti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
patmar    50
56 minuti fa, anton3 dice:

Patmar, ma  quando sarai notaio, lo darai  anche tu il contributo a escogitare qualcosa per difendere la categoria dai notai senza concorso?

Ok Agri, ma considera che alcune scuole che vanno oggi per la maggiore, furono già create dai notai quando erano ....  praticanti

Certo che si perché è una delle tanti leggi del cazzo.

Se invece facessi parte della categoria opposta (notai senza concorso) certo che no perché è espressione della volontà dello stato

Il problema è che  lo Stato abbisogna di persone che "autenticano" la firme (c.d. pubblica fede) e può dare tale fede pubblica a chi vuole (già adesso la hanno i cancellieri - anche non laureati-, i titolari delle agenzie auto con la terza media - per i passaggi auto-; i dipendenti comunali con appena le elementari fatte; per alcuni atti, gli avvocati - abilitati in spagna- ma per lo meno laureati; i ragionieri non laureati - per le cessioni di quote-, i segretari comunali, ecc.)

Della preparazione, imparzialità, bravura, ecc. allo Stato attuale non frega niente.

Se poi uno è bravo, preparato, imparziale, non corrotto, ecc. meglio per lui, ma essere bravo molto spesso non assicura il passaggio del concorso e, una volta notaio, non assicura la clientela. 

Se lo Stato, per decreto legge (sulla quale si mette la fiducia) decide (per prendere i loro voti) che tutte le casalinghe possono autenticare gli atti di compravendita, saranno le casalinghe ad autenticare gli atti indipendentemente dalla loro competenza. Si darà a loro un bel sigillino dietro autocertificazione da spedire via pec al ministero della giustizia

Quindi per ora la categoria si è difesa così in futuro vedremo.  

 

Modificato da patmar

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Aggiungerei, mio parere personale, che ormai gli Stati ,e in particolare lo Stato Italiano, sembrano eteroguidati; la tendenza a pregiudicare la libera professione e il lavoro autonomo (soprattutto nei settori che si vogliono progressivamente eliminare) fa parte ormai di una visione economicistica, dove controllo, legalità, autonomia e capacità vanno evitati se danno fastidio alla concentrazione di poteri e di ricchezza

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
patmar    50
5 minuti fa, anton3 dice:

Aggiungerei, mio parere personale, che ormai gli Stati ,e in particolare lo Stato Italiano, sembrano eteroguidati; la tendenza a pregiudicare la libera professione e il lavoro autonomo (soprattutto nei settori che si vogliono progressivamente eliminare) fa parte ormai di una visione economicistica, dove controllo, legalità, autonomia e capacità vanno evitati se danno fastidio alla concentrazione di poteri e di ricchezza

Ed infatti non sono le casalinghe la categoria pericolosa ma sono i poteri economici (ossia le banche).

Sembra (anzi è sicuro) che lo Stato eteroguidato voglia fare in modo che il mercato immobiliare vada alla banche.

Quale è il sistema migliore per farcelo andare? Sembra di aver capito che lo Stato miri a fare in modo che ci siano tanti Notai (nel senso di "autenticatori di firma") sfigati che siano al servizio della banche (magari tramite le c.d. società miste - professionisti  banche -) e guadagnino pochi euro.

La banca guadagna e l'autenticatore di firma ed ha le responsabilità civili (ma tanto ti fai una bella assicurazione con la stessa banca che ci guadagna due volte). CHI SE NE FREGA SE L'AUTENTICATORE E' PREPARATO O MENO: anzi se è meno preparato è meglio perché rompe meno i coglioni ("stai zitto e autentica").

E' da un po' di anni che si sta preparando il terreno (vedi gli esempi che ho fatto sopra) e questo DDL va in questa direzione (aumento sedi; possibilità di società miste); piano piano ci arriviamo.

Per ora la categoria si è difesa così, poi vediamo 

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
abc19692002    732

 

On ‎03‎/‎08‎/‎2017 at 16:41, patmar dice:

L'aumento della pianta organica non serve a niente se poi tale pianta non la si riempe con dei concorsi. È la riforma dell' accesso al notariato non c'è stata né ci sarà a breve. Al notarito frega poco L'aumento della pianta organica se tanto poi di notai non se ne nominano 

finalmente .......... !!!!!

chiaro, preciso e lapalissiano !!!!

 

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
abc19692002    732
23 ore fa, patmar dice:

Ed infatti non sono le casalinghe la categoria pericolosa ma sono i poteri economici (ossia le banche).

Sembra (anzi è sicuro) che lo Stato eteroguidato voglia fare in modo che il mercato immobiliare vada alla banche.

Quale è il sistema migliore per farcelo andare? Sembra di aver capito che lo Stato miri a fare in modo che ci siano tanti Notai (nel senso di "autenticatori di firma") sfigati che siano al servizio della banche (magari tramite le c.d. società miste - professionisti  banche -) e guadagnino pochi euro.

La banca guadagna e l'autenticatore di firma ed ha le responsabilità civili (ma tanto ti fai una bella assicurazione con la stessa banca che ci guadagna due volte). CHI SE NE FREGA SE L'AUTENTICATORE E' PREPARATO O MENO: anzi se è meno preparato è meglio perché rompe meno i coglioni ("stai zitto e autentica").

E' da un po' di anni che si sta preparando il terreno (vedi gli esempi che ho fatto sopra) e questo DDL va in questa direzione (aumento sedi; possibilità di società miste); piano piano ci arriviamo.

Per ora la categoria si è difesa così, poi vediamo 

 

 

...e con le società di avvocati con puro socio di capitale, (cioè non avvocato, che può essere sia un notaio o una banca, mentre l'avvocato è il figlio o il coniuge le notaio) il cerchio è chiuso

(oppure èra il risultato voluto ?)

:bye:

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
gillet    372

Ma la commissione accesso di Labriola invece di fare i comunicati sulla run in merito aĺla pratica nell' ultimo anno di laurea che non gliene frega un cazzo a nessuno...non può considerare seriamente il limite delle 3 consegne...e nella commissione accesso...si dovrebbe occupare solo del limite ora come ora...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
egoiste    96

pare che il CNN abbia già la soluzione per coprire le nuove sedi: sempre facendo fede alle proprie tempistiche (bibliche), ha imposto già da ora il divieto assoluto di usare i contraccettivi per i notai. con l'appoggio del Vaticano, si cerca di aumentare il tasso di natalità, e soprattutto di evitare che possibili "corruttibili" proletari possano accedere al sigillo col passare degli anni. forza ragazzi/e fate figli a go go! :frantics:

  • Haha 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
alessandros    20

Non si può sollecitare la commissione accesso in qualche modo affinchè si occupi dell'abolizione del limite delle tre consegne?

tenuto conto che il ddl concorrenza prevede l'aumento della pianta organca sarebbe assurdo escludere coloro che hanno studiato anni e che a causa del limite delle tre consegne non possono più fare il concorso (molti dei quali sono molto preparati)

 

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
gillet    372

sono sempre state severe...all ultimo hanno bocciato (con le 3 consegne e senza fare una valutazione complessiva)  1200 persone al primo compito....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
alessandros    20

Certo che sono severe. L'obiettivo non è quello di fare passare i migliori, ma è quello di tenere la media bassa e di mandare a casa.

Quindi dipende quando ti correggono perchè se ne hanno già fatti passare abbastanza quel giorno si inventano letteralmente gli errori.

Già provato sulla mia pelle diverse volte.

E i ricorsi al Tar e al Consiglio di Stato non funzionano nemmeno davanti all'evidenza degli errori inventati in sede di correzione,  perchè evidentemente hanno avuto istruzioni di fare muraglia.

Modificato da alessandros
  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
pinturicchio81    2059

Sicuramente è assurda una riforma di raddoppio sedi proprio quando c'è una moria di praticanti!!

Intervenire sull'accesso sarebbe meno del minimo da fare!! Ed anche in fretta!

Detto questo, escluderei che si interverrà il 7 agosto!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Naturalmente, il "raddoppio" non vi sarà, certamente qualche aumento, che però si scontra con la difficoltà di trovare nuove sedi; come ho detto in un'altra discussione, solo con il notaio nazionale (slegato dal rapporto col territorio e quindi in rapporto secco con il dato nazionale di 1 a 5000), potrebbe sussistere un aumento consistente.

L'abolizione del limite, a parte tutto e comunque, usando un termine oggi abusatissimo  fino alla nausea, è una lotta di civiltà 

  • Thanks 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
pinturicchio81    2059
8 minuti fa, anton3 dice:

Naturalmente, il "raddoppio" non vi sarà, certamente qualche aumento, che però si scontra con la difficoltà di trovare nuove sedi; come ho detto in un'altra discussione, solo con il notaio nazionale (slegato dal rapporto col territorio e quindi in rapporto secco con il dato nazionale di 1 a 5000), potrebbe sussistere un aumento consistente.

L'abolizione del limite, a parte tutto e comunque, usando un termine oggi abusatissimo  fino alla nausea, è una lotta di civiltà 

Che il raddoppio sia solo "sulla carta" è fin troppo palese! Ma da 6mila ad 8mila, aumento ragionevole, coprirebbe già l'intera popolazione di aspiranti, eliminando in nuce ogni necessità di concorso! Con i numeri non si fa poesia !! E questi sono quelli a cui riferirci adesso! Ecco, in questo senso io direi che togliere il limite è una lotta di civiltà!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

2000 posti la vedo dura anche nel medio periodo, la legge dice "almeno 5.000 abitanti" ossia, letteralmente, "non meno di 5000 abitanti", ciò non vuol dire che ogni sede debba avere necessariamente "5.000 abitanti"  ma "almeno", quindi anche di più. Ormai non sanno neanche più scrivere le leggi ......., figuriamoci a correggere compiti di livello

Comunque  "8000 sedi" significa che dopo la battaglia per essere notai, inizia un'altra battaglia "inattesa" rispetto a 10 anni fa, cioè quella per rimanere notai (inteso ad un "certo" livello economico, per il quale ne valga la pena)

 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Pocholoco    62
20 minuti fa, anton3 dice:

2000 posti la vedo dura anche nel medio periodo, la legge dice "almeno 5.000 abitanti" ossia, letteralmente, "non meno di 5000 abitanti", ciò non vuol dire che ogni sede debba avere necessariamente "5.000 abitanti"  ma "almeno", quindi anche di più. Ormai non sanno neanche più scrivere le leggi ......., figuriamoci a correggere compiti di livello

Comunque  "8000 sedi" significa che dopo la battaglia per essere notai, inizia un'altra battaglia "inattesa" rispetto a 10 anni fa, cioè quella per rimanere notai (inteso ad un "certo" livello economico, per il quale ne valga la pena)

 

Secondo me oltre i 6500 notai non ci si arriverà manco tra vent'anni...e sono stato ottimista...

Adesso c è un notaio ogni 12000 abitanti, se si arrivasse a 6500 notai la media sarebbe di uno ogni  9200...penso che oltre non si potrebbe andare per ragioni economiche...e già arrivare a 6500 notai sarà mooolto arduo, quasi utopistico direi, visto il muro del CNN

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
egoiste    96

ribadisco una cosa più volte da me ripetuta. va sì eliminato il limite delle 3 consegne, ma soprattutto va ridefinito un parametro di correzione: se è vero ( ma trattengo le risate) che le tracce vengono scritte al mattino (dai non ridete), al contempo chi decide le tracce DEVE inserire nella busta anche quelle che possono essere le possibili soluzioni. qualcuno obietterà che le soluzioni possono essere molteplici, bene, se quei signori sono lì strutturando le tracce possono tranquillamente delineare delle CERTE soluzioni. "registrate" in qualche modo anche queste, danno una certezza anche a noi, riducono la possibilità di ricorsi e soprattutto di magagne. sicuramente i privilegiati ci saranno sempre, ma almeno non tolgono qualcosa a coloro che comunque possono DIMOSTRARE di aver fatto bene gli elaborati. così come andrebbe limitata la normativa da studiare al momento della pubblicazione del bando, onde evitare che qualche jolly in commissione tiri fuori la sentenza uscita 20gg prima. per non parlare del fatto che le soluzioni non andrebbero ricercate su soluzioni tratte dalle massime societarie che sono dottrina, quanto al massimo da orientamenti giurisprudenziali se non bastesse già la vastità degli argomenti. attualmente non solo le tre consegne sono state e saranno una sorta di spazza- aspiranti, ma sono anche uno strumento per limitare il numero di notai in servizio e come indiretta conseguenza escludere una buona fetta di concorrenza. adesso che non hanno più i riflettori puntati addosso come ai tempi di bersani, hanno ripreso con le loro lungaggini. non hanno neanche più scuse di budget, poichè quel contributo "una tantum" introdotto dal governo del bugiardo fiorentino, è diventato fisso.

Modificato da egoiste
errata corrige

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Sulla questione da ultimo prospettata da egoiste, penso che non vi sia una strategia del governo per limitare i notai in servizio e favorire quelle che ci sono....; il governo - e vedremo poi nel prosieguo - ha in mente di fare un unico calderone dei professionisti giuristi -  e quindi quando saranno assegnati l'immobiliare anche agli avvocati e il commerciale anche ai commercialisti (salvo non prevedere la gratuità o la firma digitale per le srl), poco gliene importa se i notai saranno uno, nessuno o centomila

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
thomas    286

Se davvero il settore immobiliare fosse redistribuito anche agli avvocati ed il settore societario fosse aperto ai commercialisti, ai notai che cazzo resta , in via esclusiva: i testamenti e poco altro???

Io non so se davvero sarà mai abolito il limite delle tre consegne; tutti auspichiamo che sia così, perché tale limite è semplicemente una vergogna.

Ma ho la sensazione - e concordo in questo con egoiste - che in realtà più aumentano le sedi più le "alte sfere" si convincono della necessità di conservare il limite delle 3 consegne, in quanto funzionale a ridurre sempre di più il numero di potenziali concorrenti; il che, in un periodo di crisi così profonda (e irreversibile??) fa certo comodo a "chi decide".

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
anton3    116

Thomas, è proprio questo che sentivo dire ai notai durante il decreto concorrenza,  "cosa resterà ?'"

Hanno accettato le srsl semplificate per timore di perdere tutto (o almeno le srl che è il 90 % del societario di capitali; In Francia, i notai non hanno  il societario), il disegno Lulli di una decina di anni fa proponeva proprio l'allargamento delle competenze agli avvocati di tutto l'immobiliare e numerosi emendamenti ciò prevedevano anche in questo ultimo disegno di legge (la cosa ha  poi risvegliato i commercialisti, i quali hanno pensato anche loro di proporsi nell'immobiliare .....,, considerato che possono avere le deleghe per le esecuzioni, al pari di avvocati e notai). Ormai per gli avvocati (o meglio alcuni settori) ciò sta diventando un chiodo fisso e ci riproveranno ancora con un governo amico.

Le start up prevedono un modello di statuto ampio (non come le srls), ad opzioni, sembra una prova per un passaggio ulteriore a tutte le srl, se la cosa dovesse ingranare. Resteranno i testamenti ?: ma ormai se fanno pochi di pubblici e con quelli non ti arricchisci. Un tempo si pensava anche le donazioni (che si fanno con atto pubblico, almeno fino ad adessoi), ma il governo Renzi ci ha ormai fornito una nozione di "donazione" che manda in soffitta intere biblioteche di diritto.

Infine, non credere che limitare il numero di potenziali concorrenti sia auspicato dai notai, perché vi potrà essere un punto di rottura, al quale si rimedierà con leggi speciali, concorsi semplificati e avvocati ammessi dietro la frequentazione di idoneo corso; in passato è successo per alcune zone con sedi disagiate e non è detto che ciò possa ricapitare. 

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

credo che il limite vada assolutamente tolto...è uno scandalo, il problema è che al ministero così come ragionano con i paraocchi in merito alle  esigenze della professione così ragionano col paraocchi in merito alle  esigenze del concorsista, pensando che l'esame sia parificabile a quello in magistratura, che, per un verso, potrebbe sembrare pure verosimile ma, di fatto...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora