Vai al contenuto
muenchen

Per stemperare l'ansia - vi presento il mio romanzo!

Rate this topic

Recommended Posts

Liebe colleghi in ostaggio dell'ansia da risultati!

Con il permesso di Alberto - che ringrazio ancora di cuore - sono orgogliosa di presentarVi il mio primo romanzo "Avvocati a MIlano" (di Monica Lippa), da oggi disponibile in tutte le piattaforme digitali come ebook (formati kindle, epub e PDF).

Sono già aggiornate:

http://www.amazon.it/Avvocati-Milano-Monica-Lippa-ebook/dp/B00PA195GY/ref=sr_1_2?ie=UTF8&qid=1415267675&sr=8-2&keywords=monica+lippa e anche:

http://store.kobobooks.com/en-US/search?Query=avvocati+a+milano,

mentre l'aggiornamento delle altre librerie (tipo LaFeltrinelli etc) è in progress in queste ore.

Narra di una lotta di potere in uno studio legale italo-tedesco ambientato a Milano, e più precisamente, la quarta di copertina è questa:

Milano, anno corrente, Viktor è il socio fondatore di un prestigioso studio legale di stampo italo-tedesco, situato in pieno centro, nel quale sono impiegate circa una trentina di persone.

Recentemente divorziato dalla moglie Cristina, della quale è ancora molto innamorato, Viktor si consola con alcune prostitute, dando scandalo pubblicamente.

Ciò irrita in particolar modo la socia Claudia, la quale teme soprattutto per il danno di immagine riferibile al buon nome dello studio.

Per difendersi dalle critiche, Viktor, con l’aiuto della socia Simona, imbraccia le armi contro Claudia la quale, tuttavia, messa alle strette, decide senza alcuna esitazione di passare al contrattacco.

Si scatenerà una lotta di potere in cui i due protagonisti, in un clima di cinismo e ironia, si fronteggeranno senza esclusione di colpi in uno scenario sviluppantesi tra Milano e Berlino.

Chi dei due avrà la meglio?

Chiudo finalmente la borsa e me ne vado. Prendo l’ascensore e raggiungo il portone. Mi guardo intorno per essere certo che non ci sia nessuno nei paraggi. Cautamente, estraggo il telefono dalla borsa.

“Pronto Viktor, allora?”, mi domanda Simona dall’altro capo del filo, ansiosa di conoscere la mia risposta.

“Allora avevi proprio ragione, Simonina, Claudia ha abboccato, ha abboccato in pieno. Domattina comincia a prepararti un bel discorsetto, che lunedì la facciamo nera.”

Questo invece è un estratto in anteprima del libro:

CAPITOLO II

“Di recente ho appreso che gli associati si riferiscono a me col nomignolo di Giancazzo, e la cosa non mi piace affatto.”

Abbasso la testa e porto entrambe le mani avanti, dal posto d’onore a me riservato al tavolo delle riunioni, per scrutare la reazione degli altri miei soci.

“Ehm... devo verbalizzare anche questo?”, domanda il Perotti, l’impiegato incaricato delle funzioni di segreteria, piuttosto confuso.

“Certo che sì, caro il mio Perotti, è chiaro”, puntualizza immediatamente Giancarlo Venturini, l’altro mio socio preferito, dopo Simona Prisco. “Lo voglio verbalizzato insieme alla sanzione che ora, con i miei insigni colleghi, andrò prevedendo per impedire ulteriori oltraggi. Ma, Perotti, faccia il piacere”, aggiunge Giancarlo, agitando la mano, “tolga Giancazzo e sostituisca con puntini puntini, che ‘sta sfacciataggine proprio non mi aggrada.”

Claudia Berger ed Erik Rossini soffocano le risa, mentre Simona pare del tutto disinteressata alla vertenza.

“Beh, cari i miei soci, c’è mica tanto da ridere”, rimbrotta subito Giancarlo, tamburellando fastidiosamente sul tavolo con le dita.

“Non dimenticate che sono io quello deputato alla gestione delle pubbliche relazioni”, continua, “mi avete eletto voi... Vorrei vedervi io a trattare con i clienti, di questi tempi, con autorevolezza, senza preoccuparvi di proteggere la vostra credibilità. Che poi la mia immagine è anche la vostra, ricordatevelo. E’ l’immagine dell’intero studio Viktor Salner & Partners, che ci sforziamo tanto di tutelare”, precisa. “Non è per questo che stiamo addirittura pensando ad una nuova denominazione che esprima al meglio la professionalità del team, che lasci un segno e un’impronta tangibile nei tempi presenti e a venire?”

“Perdonami Giancarlo, hai ragione”, lo rassicura Claudia Berger, allargando le braccia e scuotendo la testa in segno di accondiscendenza. “L’immagine, nel nostro settore, è davvero tutto, non è vero Viktor?”, mi domanda, con un sorrisetto maligno. “Dobbiamo trasudare professionalità e serietà, soprattutto serietà. Ed è chiaro che, particolarmente all’interno dello studio, a nessuno deve essere permesso di mancarti di rispetto. Né a te né a nessun altro, s’intende.”

“Ti ringrazio Claudia cara, ovviamente non dubitavo del tuo buon senso.”

“E a proposito della nuova denominazione”, interviene Erik Rossini, lisciandosi i capelli a caschetto dietro l’orecchio e toccandosi il mento col dito indice, come suo solito, “mi sa che è arrivato il momento di darci una mossa, visto che sono ormai più di due mesi che ci stiamo pensando. Insomma”, prosegue, “non è che possiamo rimandare questo punto di ordine del giorno in eterno, no? La vogliamo imprimere allo studio questa sfavillante e paillettosa verve oppure no? Vogliamo rafforzare in giro la convinzione di esserci affermati quale autentico brand oppure no?”

Ci guardiamo tutti in faccia annuendoci l’un con l’altro, risoluti e sicuri, convinti del fatto nostro.

“Giusto, tutto più che giusto, cari soci. Altro?”

“Sì, Viktor...”, mi risponde Claudia, con tono distaccato, esaminando i fogli che da circa cinque minuti si sta rigirando tra le mani eleganti e sicure. “Come da statuto, ti spetta l’ultima parola sull’assunzione del nuovo praticante del nostro reparto di Merger & Acquisition.

“Sentiamo.”

“Beh, come ovviamente saprai”, mi aggiorna, “per l’inserzione che abbiamo pubblicato si sono presentati molti giovani brillanti candidati.”

“Tuttavia”, prosegue, “più di tutti mi ha convinta tal Dottor Raimondo Allevi, laureato a pieni voti, trilingue, assistente alla cattedra di diritto societario dell’Università di Padova, sportivo, molti interessi culturali...”

“Insomma, sembrerebbe uno molto motivato”, aggiunge.

“Quanto è alto?”

“Bah, non saprei, circa un metro e settanta...?”

“Non va bene.”

“Oppure c’è il dottor Paolo Morelli”, prosegue Claudia, senza scomporsi minimamente. Anche lui ha un ottimo curriculum, seppur non così brillante come quello del Dottor Allevi, e, tra l’altro, devo dirti che purtroppo non parla una parola di tedesco.”

“Lui quant’è alto?”

“Un metro e ottantasette.”

“Bene, assunto. E, ottimo, direi che siamo pronti a deliberare.”

Batto con entusiasmo i pugni sul tavolo e mi alzo, dirigendomi oltre la fine del tavolo, verso la grande finestrata della sala riunioni che offre la vista su corso Venezia.

Questo punto della stanza è da sempre quello a me più congeniale per dirigere tutte le operazioni, comprese quelle più delicate e più difficili, quando il closing di un’eterna trattativa sembra stare per sfumare a causa di un’innocente sciocchezza, o per semplice stanchezza.

Mi piace riflettere qui perché la finestra si staglia dal pavimento fino al soffitto della sala senza dare alcun senso di vertigine.

Al di fuori della finestra, infatti, corre tutt’intorno una piccola balaustra di protezione, ed io mi sento libero di aderire alle vetrate a peso morto, poggiandomi la mano sinistra sul fianco con un piede piantato a terra e con l’altro che fa la spola tra il ginocchio e la caviglia della gamba opposta, indugiando pigramente lungo la mia interminabile tibia.

Inoltre, da quel punto della stanza, posso in ogni momento godermi la grandiosità delle tre bellissime fotografie di Jodi Cobb appese a “V” sopra il mobile per la cancelleria sistemato contro il muro portante della sala. “V”, come “V” di Viktor, chiaramente.

Mi sfrego il mento e prendo a dettare con entusiasmo l’esito delle ultime tre vertenze della riunione.

Rivolgo lo sguardo a tutti i miei soci tranne Claudia Berger, caso mai qualcuno di loro avesse altro da aggiungere. Dopo di che, dichiaro tolta la seduta.

“Perotti, cortesemente, chiuda il verbale e faccia circolare quanto da condividere con gli impiegati e gli associati.”

****

A tutti gli impiegati e gli associati.

Milano, 24 febbraio 2014.

OGGETTO: COMUNICAZIONE IMPORTANTE

Egregi Signori,

desideriamo comunicarVi che, a seguito del Partner’s meeting tenutosi in data odierna:

1 – è d’ora innanzi severamente vietato riferirsi a qualunque membro dello studio, direttamente o indirettamente, in faccia oppure alle spalle, verbalmente o per iscritto, mediante l’attribuzione di nomignoli inopportuni e/o comunque da considerarsi anche solo ridicoli. Ogni trasgressione, colta di flagranza oppure altrimenti rilevata, verrà punita con un’ammenda pari alla somma di Euro 300,00 (diconsi trecento), da moltiplicarsi per il numero specifico di ogni singola infrazione accertata, con una maggiorazione pari al 50% (cinquanta per cento) della sanzione stessa in caso di recidiva, e con una ulteriore maggiorazione pari al 100% (cento per percento) della sanzione stessa in caso di recidiva reiterata.

2 – con decorrenza dalla data odierna, lo studio Viktor Salner & Partners ha modificato la propria denominazione per assumere quella di:

Salner Viktor & Partners

Fermi e invariati tutti gli altri dati.

Cordiali saluti.

Se mi vorrete leggere, spero che il libro possa aiutare a distrarVi un po' in questi momenti così duri!

Un abbraccio a tutti ed un grande in bocca al lupo,

Vostra Muenchen :turned:

  • Like 6

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

la "quarta di copertina" mi sembra proprio una traccia da concorso notarile

(mancano solo la casa mobile, le pareti finestrate ed, infine, il mutuo alla francese ...)

:laugh:

p.s.

complimenti.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Grazie Enrico, ci conto!

Nel frattempo si sono aggiornate anche IBS ebook, libreria rizzoli, hoepli, bookrepublic, booksgoogle, e Ibook di Apple.

Vi piace la copertina? Sono io! :smile:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi in amazon ho già scalato più di 7.000 posizioni!

Grazie a tutti!!!!

Ed un grande in bocca al lupo per i risultati, ovviamente, son giorni duri...

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Classifica amazon: sto volando! Ragazzi sono commossa, graaaazieeee!!!!!

E di nuovo stra in bocca al lupo a tutti!

Modificato da muenchen

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Liebe Muenchen, lo sto comprando.

Bravissima, anche solo per aver portato a termine un lavoro così complesso.

Ti aggiornerò sulla qualità del libro.

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Mi dispiace Enrico...sconfitta condivisa, purtroppo... Spero di farti sorridere un po' con il romanzo!

P.S. Kobo e iBook in questo momento hanno un piccolo problema di lettura del font in via di correzione, l'ideale anche per iPhone e iPad e' amazon, previo scarico dell'app gratuita di kindle.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ho finito il romanzo. In una sera.

Complimenti all'Autrice, anche solo per essere riuscita a tenermi incollato al libro (rectius Kindle) sino alla fine! :D

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Liebe colleghi, poiché mi è stato richiesto da diverse persone, posto qui di seguito la procedura per scaricare da Amazon l'ebook direttamente sul pc, per chi lo volesse.

La procedura è semplicissima, basta seguire questi passi:
1 – creare un account Amazon qui: www.amazon.it;
2 – scaricare Kindle per pc (gratuito) da qui: http://www.amazon.it/gp/feature.html/ref=kcp_pc_mkt_lnd?docId=1000576383ed eseguirlo (1 minuto scarso);
3 – quando compare la schermata di registrazione dell’applicazione inserire i dati dell’account Amazon creato;
4 – quando compare la maschera di ingresso, cliccare su “Acquista nel kindle store” e immettere nel campo di ricerca “Avvocati a Milano”;
5 – quando compare l’ebook cliccare a destra della schermata “acquista con un click” e scegliere il metodo di pagamento desiderato (anche carte virtuali);
6 – alla fine del download il’ebook comparirà nell’applicazione Kindle per pc!
La pagine sono grandi e si leggono benissimo. Per effettuare la recensione basterà tornare sulla pagina di Amazon del libro ed immetere i dati di account, attribuire le stelline e scrivere il commento. Buona lettura! :smile:

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×