Alberto

Nuova Srls

31 risposte in questa discussione

Ma chi governa ha capito che non è un problema di mezzi e di risparmio di spesa ad essi connesso ma è un problema di trovare settori in cui poter operare proficuamente? Che importanza ha risparmiare 500 euro di notaio se poi non c'è lavoro!?!

v. art. 13 : http://www.leggioggi.it/wp-content/uploads/2013/06/Bozza-decreto-legge-Lavoro-e-Iva.pdf

13. All'articolo 2463-bis del codice civile, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) al comma 1, le parole: “che non abbiano compiuto i trentacinque anni di età alla data della
costituzione” sono soppresse;
b) al comma 2, punto 6), le parole: “, i quali devono essere scelti tra i soci” sono soppresse;
c) il comma 4 è soppresso.
14. All’articolo 44 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla
legge 7 agosto 2012, n. 34, sono apportate le seguenti modificazioni:
a) i commi 1, 2, 3 e 4 sono soppressi;
b) al comma 4-bis le parole: “società a responsabilità limitata a capitale ridotto” sono sostituite dalle
seguenti: “società a responsabilità limitata semplificata”.
15. Le società a responsabilità limitata a capitale ridotto iscritte al registro delle imprese ai sensi
dell’articolo 44 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge
7 agosto 2012, n. 34, alla data di entrata in vigore del presente decreto, sono qualificate società a
responsabilità limitata semplificata

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Alla fine è solo un intervento di semplificazione che mette ordine in una dicotomia tra srls e srlcr inutile e maldestra.

D'altronde è anche evidente che questo intervento non fa che portare alle naturali conseguenze i risultati cui - secondo me, poco proficuamente - era già giunta una parte autorevole della dottrina notarile, laddove aveva sostenuto che la srls potesse continuare anche se i soci avessero oltrepassato il limite di età dei 35 anni. ;) ;) ;)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ma chi governa ha capito che non è un problema di mezzi e di risparmio di spesa ad essi connesso ma è un problema di trovare settori in cui poter operare proficuamente? Che importanza ha risparmiare 500 euro di notaio se poi non c'è lavoro!?!

v. art. 13 : http://www.leggioggi.it/wp-content/uploads/2013/06/Bozza-decreto-legge-Lavoro-e-Iva.pdf13. All'articolo 2463-bis del codice civile, sono apportate le seguenti modificazioni:a) al comma 1, le parole: “che non abbiano compiuto i trentacinque anni di età alla data dellacostituzione” sono soppresse;b) al comma 2, punto 6), le parole: “, i quali devono essere scelti tra i soci” sono soppresse;c) il comma 4 è soppresso.14. All’articolo 44 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dallalegge 7 agosto 2012, n. 34, sono apportate le seguenti modificazioni:a) i commi 1, 2, 3 e 4 sono soppressi;b) al comma 4-bis le parole: “società a responsabilità limitata a capitale ridotto” sono sostituite dalleseguenti: “società a responsabilità limitata semplificata”.15. Le società a responsabilità limitata a capitale ridotto iscritte al registro delle imprese ai sensidell’articolo 44 del decreto-legge 22 giugno 2012, n. 83, convertito, con modificazioni, dalla legge7 agosto 2012, n. 34, alla data di entrata in vigore del presente decreto, sono qualificate società aresponsabilità limitata semplificata

Alberto, che dici, posso dire quello che penso se mi dovessero chiedere le srl semplificate?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

E pensare che su questo sito c'era qualcuno che si lamentava del governo Monti...

Almeno con Monti l'onorario per le srlcr lo si prendeva!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Cosa accadrà:

- questa nuova srls "estesa" sostituirà di fatto anche la srl ordinaria in quanto gratuita e priva di controindicazioni o presupposti di età;

- il notariato, dopo l'ennesimo calcio nel sedere, agirà e, magari davanti alla Corte Costituzionale, otterrà l'eliminazione della norma che impone di fare le srls (che a quel punto saranno il 95% elle srl) gratuitamente, anzi in perdita;

- e .....passata la festa gabbato lo santo.....nuova norma che modificherà il CC e consentirà di costituire srl anche dal salumiere, tra una fetta di bologna e una di coppa.

Comunque si rivelerà come una nuova mazzata a danno del Notariato.

Siamo visti anche da chi rappresentiamo come un inutile, pesante fardello. Disfarsene non solo è considerato indolore, è addirittura visto come un cavallo da cavalcare da parte del governante di turno perchè fa guadagnare consenso.

Il problema non è la srls gratis; il problema è che questo stato ci ha ormai definitivamente scaricato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Dai, c'è sempre il nuovo 791 bis cpc!!

Si chiude una porta e si apre un portone! :D

A me, dato l'ottimismo che mi contraddistingue, l'hanno invece insegnata in modo diverso: si chiude una porta e si resta fuori....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Vorrei far presente che la gratuità dell'intervento notarile (e anche di bolli e diritti di segreteria) non è prevista dal c.c. ma dall'art. 3 D.L. n. 1/2012 il quale è rubricato "Accesso dei giovani alla costituzione di societa' a responsabilita' limitata". La ratio della gratuità, quindi, era strettamente connessa all'agevolazione in favore dei giovani under 35 non al tipo sociale S.r.l.s.. Ora, l'estensione anche agli over 35 non comporta, a parer mio, l'automatica estensione della gratuità di onorari e bolli a meno che nn vi sia un nuovo intervento legislativo che disponga in tal modo specie se si considera che tale intervento legislativo è contenuto nell'art. 8 del D.L. richiamato da Alberto, a sua vota contenuto nel Titolo II rubricato "DISPOSIZIONI IN MATERIA DI RAPPORTI DI LAVORO, DI OCCUPAZIONE E DI PREVIDENZA SOCIALE" e che si contrappone alle norme contenute nel Titolo I che, invece, si riferiscono alle "MISURE STRAORDINARIE PER LA PROMOZIONE DELL’OCCUPAZIONE, IN PARTICOLARE GIOVANILE, E DELLA COESIONE SOCIALE"

Questo è indice, secondo me, oltre che del modo capestro con il quale da troppo tempo in questo Paese si legifera anche del fatto che l'intento del lgs era solo quello di tipizzare nel c.c. una tipologia societaria che inspiegabilmente ne era rimasta fuori e che della gratuità (non solo del notaio ma anche di bolli e di diritti di segretaria) se ne sono altamente sbattuti.

A parer mio urge un chiarimento in tal senso fermo restando che condordo con quanto evidenziato da Alberto e che, pertanto, immagino dove condurrà tale chiarimento.

Almeno credo!

Ciao!

P.S. Mi scuso per il carattere diverso della scrittura, non è voluto e nn so come sia successo :smile:

Modificato da Carlo Nicolò

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

E' la stessa cosa che ho pensato io e forse e' meglio non sollevare la questione perche' altrimenti qualcuno che chiarisce nel senso della gratuita' con un piccolo emendamento lo trovi sempre in parlamento...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ministero dello Sviluppo Economico

COMUNICATO STAMPA



DL lavoro: Srl a 1 euro anche per over 35, startup semplificate

Zanonato: "Decisivo ruolo imprenditoria nella creazione di nuovi posti di lavoro"

Roma, 28 Giugno 2013 – Con il DL lavoro, approvato dal Consiglio dei Ministri, è stato eliminato il limite di 35 anni di età per la creazione di SRL semplificate. Caratteristica di questo tipo di società è un regime particolarmente agevolato, sia per l’ammontare del capitale sociale necessario per la sua costituzione (basta un euro), sia per i minori costi da sostenere in fase d’avvio.

Lo stesso provvedimento contiene inoltre una serie di interventi significativi anche sul fronte delle imprese innovative startup, di cui vengono semplificati e ampliati i requisiti per l’accesso alla normativa. In particolare, è stato abrogato l’obbligo della prevalenza delle persone fisiche nelle compagini societarie. Inoltre, si è intervenuto sui tre criteri opzionali per l’identificazione del carattere innovativo della startup, riducendo la quota minima di spesa in ricerca e sviluppo dal 20% al 15% ed estendendo l’accesso alle imprese con almeno 2/3 della forza lavoro costituita da persone in possesso di una laurea magistrale e alle società titolari di un software originario registrato presso la SIAE. Quest’ultima misura può favorire un incremento importante di startup innovative nel campo dell’economia digitale.

“Entrambi questi interventi rafforzano notevolmente il ruolo dell’imprenditorialità nella creazione di occupazione- ha dichiarato il Ministro dello Sviluppo Economico Flavio Zanonato - Da oggi chiunque in Italia, a prescindere dall’età, può aprire una società a costi pressoché nulli. Questa misura consente al Paese di compiere un balzo in avanti nelle classifiche internazionali sulla competitività e diventare più attrattivo per gli investitori esteri”.

“Negli anni a venire – ha concluso il Ministro - larga parte della nuova occupazione dipenderà dalla capacità di avviare nuove imprese innovative. Gli ultimi dati ci dicono che in pochi mesi sono nate nel nostro Paese quasi mille startup e contiamo che, con l’allargamento dei requisiti, il numero possa raddoppiare entro la fine dell’anno”.

Quando si dice....fare i finocchi con il deretano degli altri....Incredibile.

Mille startup in pochi mesi; e negli stessi mesi quanti esercizi commerciali, quanti negozi hanno chiuso o sono saltati per aria? 20.000?

Ma davvero si pensa che un'impresa che non ha neppure 1000 euro per iniziare possa operare con buone prospttive di crescita?

A che servono queste idiozie se poi non ci sono occasioni di lavoro per fare impresa? A che serve se ogni settore è ipersaturo o "globalizzato"? Certo, qualcuno riesce ad inventarsi qualche nuovo settore di mercato in cui operare ma stiamo parlando di quanti novelli Archimede dell'impresa? lo 0,1%? A che serve tagliare i costi fiscali per nuove assunzioni se poi il lavoro, anche per poter pagare gli stessi assunti, non c'è?

Ma questi chi ce li ha mandati?

è piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non credo che risparmiando 500 euro sulla costituzione della società possa incrementarsi il lavoro per i giovani.....Li (Ci) avrebbero aiutati di più pagandogli (ci) un biglietto di sola andata per qualche paese all'estero!!!Che ebeti

Modificato da pasqualino82

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

E' il prezzo da pagare quando i mediocri salgono al comando... purtroppo è una specie trasversale, ed in rapida ascesa..

è piace a 2 persone

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

E già. A furia di dire che morirà sansone con tutti i filistei, il cnn s'è portato a casa sto regalino. Ed erano due anni che predicavano la riforma delle professioni, sempre che sopravvivano!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

E' il prezzo da pagare quando i mediocri salgono al comando... purtroppo è una specie trasversale, ed in rapida ascesa..

Esatto! I mediocri sono nei posti di potere, in tutti i settori.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Cosa accadrà:

- questa nuova srls "estesa" sostituirà di fatto anche la srl ordinaria in quanto gratuita e priva di controindicazioni o presupposti di età;

- il notariato, dopo l'ennesimo calcio nel sedere, agirà e, magari davanti alla Corte Costituzionale, otterrà l'eliminazione della norma che impone di fare le srls (che a quel punto saranno il 95% elle srl) gratuitamente, anzi in perdita;

- e .....passata la festa gabbato lo santo.....nuova norma che modificherà il CC e consentirà di costituire srl anche dal salumiere, tra una fetta di bologna e una di coppa.

Comunque si rivelerà come una nuova mazzata a danno del Notariato.

Siamo visti anche da chi rappresentiamo come un inutile, pesante fardello. Disfarsene non solo è considerato indolore, è addirittura visto come un cavallo da cavalcare da parte del governante di turno perchè fa guadagnare consenso.

Il problema non è la srls gratis; il problema è che questo stato ci ha ormai definitivamente scaricato.

Anche se non sono nessuno per dirlo, mi chiedo perché il notariato non metta da parte l'atteggiamento tradizionale e parta all'attacco, cominciando a domandare cose nuove. Ad esempio un aggio sulle imposte che incassa per conto dello stato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Dal notiziario cnn dell'8 luglio:

"Sul secondo aspetto si ricorda che non è modificato, né abrogato, il comma 3 dell’art. 3 del D.L. 1/2012 che, al momento della sua introduzione, sanciva l’esenzione da diritti di bollo, segreteria e onorari notarili per la costituzione di s.r.l. semplificate da parte delle persone fisiche che non avessero compiuto 35 anni d’età alla data della costituzione. E’ di tutta evidenza che l’intenzione del Governo sia stata quella dell'estensione della gratuità anche per le s.r.l.s. over 35. Naturalmente il CNN continuerà ad attivarsi per dimostrare le criticità' di una tale previsione".

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Non ci sono certezze sul punto. Il presidente del cnn ha divulgato un comunicato in cui dice dia aver sottolineato al Governo la necessità di elaborare un modello di riferimento.

E non s'è capito se interinalmente valga ancora quello standard.

Insomma si naviga a vista.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

so di alcuni notai che hanno modificato loro sponte il modello standard in conformità alla novità legislativa.. ma ciò ha creato non poche perplessità in consiglio notarile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!


Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.


Accedi Ora