Vai al contenuto
Alberto

Limite 3 consegne e Asign

Rate this topic

Recommended Posts

.... e rosy bindi è in parlamento ..... e presidente del pd

(fatte le debite proporzioni, meglio la minetti)

:laugh:

comunque sei proprio una carogna! Evocare La Bindi!!! Ma queste sono cose che tim possono rovinare la settimana|| ahò abbiccì, mò chiama l'esorciccio!!!!

Modificato da massigu
  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi...nn per dire ma il numero dei commissari é già stato aumentato di un terzo! Ed aggiungo che ora la motivazione é succinta! Insomma con un piccolo sforzo potrebbero anche togliere sto cazzo di limite!

io aumenterei ulteriormente i commissari

aggiungendo in commissione funzionari dell'archivio notarile

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Premetto che su queste questioni quasi mai ho scritto perché ho cercato sempre di adeguarmi alle regole del gioco.

Tuttavia la sconcezza del limite delle tre consegne sta tutta nella motivazione della sua introduzione: accelerare i tempi di correzione e non nello scegliere i piú preparati.D'altronde quanti notai son divenuti tali dopo la quarta o quinta consegna? E quanti lo sono divenuti alla terza semmai pensando di non aver fatto una delle migliori prove?

Il limite di questo limite delle tre consegne si rivela pianamente proprio con il concorso in atto: 800 compiti non ancora corretti!

Evidentemente non si dovrà agire sul numero dei consegnanti ma su un'altra leva: aumentare ancora di più i commissari.

Modificato da peron
  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

ma poi quelli che sono andati a novembre e che poi si sono ritirati....andrebbe conteggiata come "partecipazione"?....no assurdo....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

A mio giudizio, non sarebbe equo calcolare come tentativo la semplice partecipazione senza consegna degli elaborati, perché si potrebbero creare disparità di trattamento tra nuovi e vecchi candidati/concorsisti.

Inoltre, il limite delle 3 consegne, per come è oggi congegnato, mi sembra perfettibile, anche se la capacità di auto-valutazione (di tutti i parametri, oggettivi e soggettivi) dovrebbe essere un requisito imprescindibile per un fine professionista come il notaio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

l'unica riforma possibile è

eliminazione limite delle tre consegne

aumento del numero dei commissari

(con obbligo presenza alla correzione es. una volta a settimana)

ma mi rendo conto che questa semplice nuova versione non passerà mai .....

tutto il resto è solo una scelta tra se si vuole morire impiccati o ghigliottinati

:bye:

FINALMENTE!!!

Ma perchè tutta questa ossessione nel cercare un filtro preselettivo?

Ognuno deve avere il diritto di partecipare al concorso notarile ogni volta che vuole!

E' sufficiente aumentare il numero dei commissari oppure aggiungere un altro titolo di studio post lauream (quali master, dottorato, ecc...)

  • Like 4

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ragazzi...nn per dire ma il numero dei commissari é già stato aumentato di un terzo! Ed aggiungo che ora la motivazione é succinta! Insomma con un piccolo sforzo potrebbero anche togliere sto cazzo di limite!

il numero dei consegnati è stato ridotto ad 1/3 ed è stato aumentato anche il numero dei commissari EPPURE IL TEMPO PER LE CORREZIONI E' RIMASTO LO STESSO, mi dite quindi a che cazzo serve un filtro preselettivo diverso dal merito?

  • Like 2

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

il numero dei consegnati è stato ridotto ad 1/3 ed è stato aumentato anche il numero dei commissari EPPURE IL TEMPO PER LE CORREZIONI E' RIMASTO LO STESSO, mi dite quindi a che cazzo serve un filtro preselettivo diverso dal merito?

Lodevole é la proposta di Alberto, però mi permetto di aggiungere che, se fine ultimo come detto sopra é quello di rendere più rapidi i tempi di correzione, quo prodest il conteggio della mera partecipazione senza consegna? In questo caso non vi sarebbero, infatti, ulteriori aggravi in punto di tempistica per cui mi sembra che la soluzione non sia congeniale all'obiettivo prefissato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

l'unica riforma possibile è

eliminazione limite delle tre consegne

aumento del numero dei commissari

(con obbligo presenza alla correzione es. una volta a settimana)

ma mi rendo conto che questa semplice nuova versione non passerà mai .....

tutto il resto è solo una scelta tra se si vuole morire impiccati o ghigliottinati

:bye:

In teoria una norma che impone un certo ritmo per le correzioni esiste già dal lontano 2006.

In pratica vengono dubbi se sia davvero rispettata!

Quindi, il problema non consiste nel cercare sempre nuove riforme, ma nella volontà di mettere in pratica le norme buone già esistenti ...

Dal prossimo concorso, poi, la motivazione di bocciatura sarà succinta, per cui in teoria non dovrebbero avere più scuse per essere lenti.

Art. 10

(Funzionamento della commissione)

1. Compiute le operazioni previste nell’articolo 9 del presente decreto, la commissione è convocata nel termine di giorni quindici per avviare le operazione di correzione degli elaborati.

2. La commissione, prima di iniziare la correzione, definisce i criteri che regolano la valutazione degli elaborati e l’ordine di correzione delle prove stesse.

3. Il presidente, sentito il vicepresidente, stabilisce il calendario delle riunioni.

4. Il presidente organizza la commissione in due sottocommissioni, nella composizione prevista dall’articolo 5, comma 5, del presente decreto, di cui la prima presieduta da lui e la seconda dal vice presidente.

5. Ciascuna sottocommissione procede alla valutazione delle prove scritte con cadenza di almeno sei sedute alla settimana, ognuna delle quali deve avere una durata non inferiore a quattro ore.

6. E’ compito del presidente assicurare all’interno delle sottocommissioni che procedono alla correzione, una periodica variazione dei componenti, compatibilmente con le esigenze organizzative.

7. Allo scopo di garantire omogeneità di valutazioni il Presidente ha facoltà di convocare riunioni plenarie o sedute allargate della commissione in modo che possano assistere alla correzione anche altri commissari che, nell’occasione, non hanno diritto di voto e di intervento.

8. Verificata la integrità dei pieghi e delle singole buste il segretario, all’atto dell’apertura di queste, appone immediatamente sulle tre buste contenenti gli elaborati il numero già segnato sulla busta grande. Lo stesso numero sarà poi trascritto, appena aperta la busta contenente il lavoro, sia in testa al foglio o ai fogli relativi, sia sulla busta piccola contenente il cartoncino di identificazione.

9. Qualora la commissione abbia fondate ragioni di ritenere che qualche scritto sia, in tutto o in parte, copiato da altro lavoro ovvero da altra fonte, annulla l’esame del candidato al quale appartiene tale scritto.

10. Deve essere pure annullato l’esame dei concorrenti che comunque si siano fatti riconoscere.

11. Al fine di garantire la celerità dei lavori, la mancata partecipazione, anche se giustificata, di un commissario a due sedute consecutive della commissione, qualora abbia causato il rinvio delle sedute stesse, costituisce motivo per la revoca della nomina.

12. Il mancato rispetto delle modalità di cui al presente articolo e di cui all’articolo 8 costituisce motivo per la revoca del presidente e del vice presidente dall’incarico.

Modificato da Clio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Invece a mio parere è proprio questa la cosa intelligente: non ti obbliga ad assurde autovalutazioni che alla fine ti costringono a non consegnare mai l'ultima volta. Con i 5 tentativi una volta che hai consegnato i codici ti viene conteggiato il tentativo: a quel punto devi e puoi consegnare tutte e tre le prove senza troppe paranoie. Il tutto per 5 volte e non per tre. Per me è un buon compromesso, ammesso che il ministero lo accetti, come ha dubitato Ubi.

Poi ci sarà sempre chi la vuole cotta e chi la vuole cruda...

idea positiva, ribadisco il mio appoggio. ero favorevole anche quando fu proposta la prima volta

una domanda: quando mai qualcuno è diventato Notaio dopo aver dimenticato il CDU in un precedente concorso?

stiamo parlando di errori madornali non giustificabili a prescindere dal contesto. non ci si siede al concorso senza aver acquisito un automatismo nei meccanismi di base. perché se bisogna pensare ad ogni singola frase da inserire in atto, questo è indice di carenza di esercizio piuttosto che di nervi tesi. lo stesso motivo per cui è un pessimo segnale precostituire intere pagine di formule prima della dettatura.

il problema non è tutelare gli avventurieri, ma salvaguardare i veterani. e i veterani, con 5 tentativi e assenza di concorrenti, prima o poi vincono, potete starne certi

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

idea positiva, ribadisco il mio appoggio. ero favorevole anche quando fu proposta la prima volta

una domanda: quando mai qualcuno è diventato Notaio dopo aver dimenticato il CDU in un precedente concorso?

stiamo parlando di errori madornali non giustificabili a prescindere dal contesto. non ci si siede al concorso senza aver acquisito un automatismo nei meccanismi di base. perché se bisogna pensare ad ogni singola frase da inserire in atto, questo è indice di carenza di esercizio piuttosto che di nervi tesi. lo stesso motivo per cui è un pessimo segnale precostituire intere pagine di formule prima della dettatura.

il problema non è tutelare gli avventurieri, ma salvaguardare i veterani. e i veterani, con 5 tentativi e assenza di concorrenti, prima o poi vincono, potete starne certi

ma perchè un "veterano" o uno che ha acquistato automatismi non può dimenticarsi un cdu?

ma che stai a dire?

uno che dimentica una firma o il cdu automaticamente non vincerà mai?

ma per favore.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Il limite deve essere tolto perche' non confacente con le peculiarita' del concorso notarile e perche' (opinione personale) i limiti devono essere posti ad altro (cariche pubbliche, consulenze da pa ecc) e non a chi passa il tempo a studiare perche' ha una passione.

Detto questo se proprio un limite ci deve essere meglio 5 che 3.

Ragionamento terra terra

  • Like 3

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Preselezione, preselezione col bonus, 3 consegne, 5 partecipazioni...più ci mettono le mani, piú diventa un patetico pastrocchio. E se si dessero alla pastorizia?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

ma perchè un "veterano" o uno che ha acquistato automatismi non può dimenticarsi un cdu?

ma che stai a dire?

uno che dimentica una firma o il cdu automaticamente non vincerà mai?

ma per favore.....

non parliamo in astratto, qual è la statistica del veterano che dimentica il cdu?

0,1%?

allora anche il fatto che nel 2012 una donna incinta non ha terminato il concorso rende potenzialmente ingiusta la modifica suggerita da Alberto.

perché dobbiamo ragionare per casi limite quando per il 99% dei candidati sarebbe un sicuro miglioramento rispetto alle 3 consegne di adesso?

a novembre scorso molti si sono ritirati per colpa della sentenza a sezioni unite sulle distanze, quando invece a posteriori si è saputo che il mortis causa conta poco o nulla per la commissione. preferite veramente l'alea dell'autovalutazione al poter consegnare 5 volte senza patemi d'animo?

quante volte abbiamo sentito dire che con il sistema attuale alcuni Notai del passato non avrebbero consegnato proprio nella tornata in cui risultarono vincitori?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Preselezione, preselezione col bonus, 3 consegne, 5 partecipazioni...più ci mettono le mani, piú diventa un patetico pastrocchio. E se si dessero alla pastorizia?

nel senso che istighi all'abigeato ? :laugh:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

è il principio sbagliato...perchè uno non dovrebbe avere la libertà di alzarsi e andarsene perchè magari trova difficoltà etc..senza che possa valere come partecipazione...non capisco...se ne va, non consegna, non aumenta gli elaborati da correggere...ma che problemi pone??,non capisco....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

In ogni caso, il punto è sempre che si è rivelato totalmente inutile ridurre il numero dei consegnanti, se sembra quasi oramai certo che la commissione di novembre 2012 impiegherà quasi 11 mesi per correggere i compiti di solo 805 candidati! Un numero così basso di consegnanti credo che non si avesse dai concorsi della fine degli anni '70, quando, però, per correggere ci mettevano 6 mesi.

Vero è anche che ora mi sembra che la lunghezza dei compiti consegnati ad ogni conconcorso aumenti sempre di più. Nel concorso di febbraio 2012 personalmente ho avuto modo di leggere solo compiti vincenti di un totale di 70/80 facciate (mai meno di 22 facciate il compito più breve, fino a circa 30 facciate il più lungo).

P.S. Quanto a vincitori che non hanno allegato il CDU, provate a chiedere a Moschino il dossier del concorso del 2005! Vedrete che ci sono stati, benchè possa sembrare incredibile. Forse la commissione dormiva!

Modificato da Clio

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

P.S. Quanto a vincitori che non hanno allegato il CDU, provate a chiedere a Moschino il dossier del concorso del 2005! Vedrete che ci sono stati, benchè possa sembrare incredibile. Forse la commissione dormiva!

Dormono su questo, su travisamenti della traccia, su errori di diritto anche gravissimi...ma forse 805 compiti in 11 mesi verranno corretti meglio?? O forse hanno trovato il modo di grattarsi a lungo tanto questi risultati in fretta non li vuole quasi nessuno!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

In

P.S. Quanto a vincitori che non hanno allegato il CDU, provate a chiedere a Moschino il dossier del concorso del 2005! Vedrete che ci sono stati, benchè possa sembrare incredibile. Forse la commissione dormiva!

forse era la prassi dell'accantonamento con successivo ripescaggio ?

:bye:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Tra l'attuale limite delle tre consegne e il limite delle 5 partecipazioni che scattano alla consegna codici, preferisco in assoluto il primo. Almeno se commetto un errore mi alzo e me ne vado e non mi scatta il tentativo, diversamente, la pressione psicologica sarebbe aumentata di dieci volte. Ma capisco che pensare ad una riforma seria che renda questo concorso in linea con la realtà professionale è impossibile perchè ciò significherebbe modificare in toto anche il sistema delle scuole (tutte) che oggi preparano macchinette e non giuristi. E il concorso odierno è un concorso per parolieri, enigmisti ecc. Non che chi vince non abbia la preparazione, anzi, ho sempre ritenuto e ritengo che vincono sempre i migliori e per questo onore al merito. Ma mi chiedo se vincono i migliori giuristi. Ma del resto non penso che prepararsi ad un concorso del genere possa permettere di diventare giurista. Quindi, 3 o 5 qualsisi limite è sbagliato ( addirittura assurdo per me quello delle 5 consegne dei codici). Secondo me, invece, per ridurre il numero dei candiati e allo stesso tempo svolgere un concorso più consono a quello che è la professione si potrebbe:

a) ridurre le prove da tre a due (da sorteggiare come detto prima da qualcuno);

b) abbassare il limite di età per la partecipazione da 50 a 40 o 35;

c) consentire l'accesso al concorso solo a chi ha un voto di laurea pari o superiore a 105/110;

d) modificare la tipologia delle prove procedendo sempre con la redazione di atti pubblici ma che siano il linea con le problematiche reali magari inserendo il fiscale fin dalla prova scritta ma eliminando una serie di problemticità che il miglior notaio in carriera non saprebbe risolvere.

Si avrebbe così, un concorso per giovani meritevoli e una professione nuovamente rivalutata.

Mi rendo conto che l'attuale sistema delle scuole sarebbe messo a dura prova e l'attuale giro di miliardi che ruota intorno ad esse e intorno a volumi di ogni tipo (alcuni utili solo a spararsi pippe mentali in sequenza multipla) sarebbe colpito inesorabilmente, quindi, nessuna riforma seria potrà mai attuarsi allo stato dei fatti.

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

a novembre scorso molti si sono ritirati per colpa della sentenza a sezioni unite sulle distanze, quando invece a posteriori si è saputo che il mortis causa conta poco o nulla per la commissione.

e questo chi lo dice?

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

forse era la prassi dell'accantonamento con successivo ripescaggio ?

:bye:

Accantonamento con successiva riabilitazione non espressa in forma testamentaria. :bye:

  • Like 1

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Crea un account o accedi per lasciare un commento

You need to be a member in order to leave a comment

Crea un account

Iscriviti per un nuovo account nella nostra community. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora


×