Alberto

100 anni di Notariato

1 risposta in questa discussione

Da Il Sole 24 Ore di sabato 16 febbraio 2013, Norme e Tributi, pag. 21.

Articolo di Maria Carla De Cesari.


Intervista a Giancarlo Laurini

La garanzia del Notaio contro la crisi


Sarà una coincidenza ma il centenario della legge notarile, la 89 del 1913 – 16 febbraio – cade in un momento di grandi trasformazioni. Allora, la legge era una delle espressioni con cui lo Stato post – unitario sanciva la propria organizzazione in senso liberale e moderno, con la scelta di affidare al notariato la garanzia di legalità per quanto riguarda le transazioni economiche, nella consapevolezza che la funzione fosse necessaria a garanzia della coesione sociale. Oggi, sulla curva (si spera discendente) della più grave crisi economico – finanziaria dal ’29 (e forse più del ’29), la funzione notarile – come garanzia della legalità e della certezza degli atti – torna in primo piano. Il problema, secondo i notai, può essere esemplificato così: lo Stato deve preoccuparsi e fare in modo che se Tizio vende una casa a Caio, Tizio e Caio siano effettivamente loro e la casa esista senza essere gravata da un’ipoteca?


Giancarlo Laurini, presidente uscente del notariato (si voterà sabato 23 febbraio per eleggere i componenti del Consiglio nazionale), ha presieduto ieri la cerimonia per celebrare i cento anni della legge di categoria, alla presenza del ministro della Giustizia, Paola Severino, e del vice presidente del Csm, Michele Vietti.


La funzione pubblica – dice Laurini – si concretizza nella formula del giurista indipendente, che in maniera preventiva garantisce la legalità degli atti, dà garanzia di stabilità ai rapporti. Per questo sono convinto che il notariato continui a essere utilmente al servizio della società. Garantiamo la provenienza dei beni, la libertà da pesi. Invece, nei Paesi di common law le parti stipulano con l’assistenza di avvocati, ma nessuno garantisce nulla; per questo si fa un’assicurazione e se c’è un problema si va dal giudice. Il cittadino, in questo modo, paga il professionista, l’assicurazione e, se va male, deve aspettare la sentenza.


Che cosa fanno i notai rispetto agli altri professionisti?


Noi garantiamo l’identità delle persone e la provenienza dei beni. In Inghilterra ci sono sei milioni di auto fantasma. In questo campo, i furti di identità, anche in Italia, sono frequentissimi. Se riteniamo che l’auto sia un bene che deve essere controllato nella gestione occorre garantire l’autenticità dei passaggi.


Si è pentito di aver proposto l’intervento gratuito del notaio per le Srl a un euro?


No. Il notariato ha dato la disponibilità a venire incontro ai giovani. L’esperienza di questi mesi ci dice che spesso la Srl semplificata è un tentativo di rimediare alla disoccupazione giovanile, si dice “facciamo una società e poi vediamo”. Tuttavia, tra i giovani ci sono anche idee brillantissime.


Eppure ci sono state polemiche sulla necessità di compensare il notaio se si va oltre lo statuto standard.


Dobbiamo intenderci: la società semplificata – che abbiamo mutuato dal modello tedesco – va sul modulo standard, altrimenti ci sono le forme ordinarie di società.


Non è che la disponibilità del notariato sulle Srl a un euro sia frutto di una posizione corporativa? Insomma non volevate che si creasse una falla?


Il problema va oltre la categoria notarile. Il notaio garantisce il controllo di legalità, cura l’antiriciclaggio e il rispetto della normativa antimafia. La necessità di evitare falle riguarda il sistema della pubblicità legale: tutto ciò che va nel Registro imprese deve essere garantito nell’autenticità. Ricordiamo che la bolla dei mutui subprime è scoppiata proprio perché, negli Usa, non c’era più certezza dietro ai titoli di carta.


Il notariato è stato tra i promotori di una piattaforma informatica, l’Arancia, in cui i giovani, anche attraverso i social network, possono trovare informazioni su come fare impresa. Come sta andando?


Abbiamo tantissimi contatti: questa iniziativa è nella scia della consulenza gratuita che il notariato si è impegnato a fare negli ultimi anni. Ai giovani offriamo gli strumenti per capire come si può fare impresa, come si possono sbrigare i passaggi burocratici e che cosa si deve fare. Non è più il tempo del notaio con il mantello a ruota, che ormai è solo un’immagine romantica.


è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi...

×   You have pasted content with formatting.   Remove formatting

  Only 75 emoticons maximum are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

Caricamento...