Alberto

Contro l'ideologia delle liberalizzazioni

109 risposte in questa discussione

Forse mi sono espresso io male.

L'autentica del notaio per le cessioni di quote non occorre a fini di validità dell'atto.

Occorreva, fino a qualche tempo fa, per l'iscrizione della cessione nel registro imprese.

Oggi non occorre più l'autentica per tale iscrizione, in quanto la cessione può essere inviata in via telematica al registro delle imprese direttamente dal commercialista, titolare della firma digitale.

Quindi, quand'anche il commercialista non possa tecnicamente autenticare le sottoscrizioni delle cessioni di quote sociali, l'intervento del notaio non è più necessario in tal caso, nonostante alcune sentenze di tribunale si ostinino ad esigere ancora l'autentica del notaio per l'iscrizione nei R.I., ma queste sentenze hanno ben poco di giuridico.

Modificato da ferragamo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Forse mi sono espresso io male.

L'autentica del notaio per le cessioni di quote non occorre a fini di validità dell'atto.

Occorreva, fino a qualche tempo fa, per l'iscrizione della cessione nel registro imprese.

Oggi non occorre più l'autentica per tale iscrizione, in quanto la cessione può essere inviata in via telematica al registro delle imprese direttamente dal commercialista, titolare della firma digitale.

Quindi, quand'anche il commercialista non possa tecnicamente autenticare le sottoscrizioni delle cessioni di quote sociali, l'intervento del notaio non è più necessario in tal caso, nonostante alcune sentenze di tribunale si ostinino ad esigere ancora l'autentica del notaio per l'iscrizione nei R.I., ma queste sentenze hanno ben poco di giuridico.

Queste sentenze invece avevano tanto di giuridico, tanto è vero che c'è voluta una nuova modifica della norma.

Ad ogni modo mi sembra che il discorso ora si sia chiarito anche in merito ai poteri di autentica.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ambire ad una riforma delle regole non vuol dire certo non avere stima della nobile professione notarile anzi, a ben vedere, sottolinea maggiormente il fatto che io (e tanti altri che la pensano come me), studiamo per essere preparati per questa professione in maniera del tutto svincolata dagli allettanti guadagni che, almeno si dice, hanno i Notai.......Personalmente farei il Notaio anche se guadagnassi 2000 euro al mese perchè e ciò che mi piace fare. Caro Alberto la tua domanda, ad una lettura più profonda, lascia capire al lettore che una delle motivazioni che ti hanno spinto ad intraprendere questa strada sicuramente è quella economica.......

Che bello ogni tanto leggere un discorso sano e intelligente.......

Modificato da tessa

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

E' comunque insensato perché le altre categorie cui alludi non sono pubblici ufficiali. Rimane pertanto sempre valido l'esempio che ho fatto prima: sarebbe come attribuire i poteri pubblici dei carabinieri anche a dei privati che hanno il porto d'armi.

Beata ignoranza.

L'esempio lascia un po' a desiderare perchè in tante circostanze sarebbe stato meglio che le armi fossero state in mano a dei privati che non a dei carabinieri...................................................................................................................................................

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

L'esempio lascia un po' a desiderare perchè in tante circostanze sarebbe stato meglio che le armi fossero state in mano a dei privati che non a dei carabinieri...................................................................................................................................................

quando gli conviene si paragonano allo stipendiato carabiniere, mentre quando gli ricordi che, anzichè essere retribuiti con uno stipendio con tutti i pubblici ufficiali, percepiscono un esoso onorario per ogni atto che ricevono allora la loro NATURA GIURIDICA (Così la definirebbe un giurista), non è più quella di pubblico ufficiale.....Sono un pò come i farmacisti.....se gli chiedi di liberalizzare le farmacie sostengono che la loro attività è di tipo professionale, mentre su tutti gli altri aspetti sono dei veri e propri imprenditori, come del resto la legge ci fa capire!!!!
è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

L'esempio lascia un po' a desiderare perchè in tante circostanze sarebbe stato meglio che le armi fossero state in mano a dei privati che non a dei carabinieri...................................................................................................................................................

Questo non lo tollero. A che alludi?

Pensa ai tanti carabinieri morti ammazzati per tutelare la nostra incolumità.

Io stesso mi sono reso testimone di due carabinieri che hanno messo a rischio la loro vita pur di proteggere l'incolumità della mia famiglia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

quando gli conviene si paragonano allo stipendiato carabiniere, mentre quando gli ricordi che, anzichè essere retribuiti con uno stipendio con tutti i pubblici ufficiali, percepiscono un esoso onorario per ogni atto che ricevono allora la loro NATURA GIURIDICA (Così la definirebbe un giurista), non è più quella di pubblico ufficiale.....Sono un pò come i farmacisti.....se gli chiedi di liberalizzare le farmacie sostengono che la loro attività è di tipo professionale, mentre su tutti gli altri aspetti sono dei veri e propri imprenditori, come del resto la legge ci fa capire!!!!

Se davvero studiate per questo concorso sapete perfettamente che i notai sono pubblici ufficiali altamente qualificati, con conoscenze giuridiche elevatissime, credo superiori a quelle di un carabiniere.

Però è così strano dover ricordare queste cose ad aspiranti notai!!!

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

IPSE DIXIT

Ho cancellato il mio messaggio subito, ti chiederei di fare altrettanto dato che con il tuo quote lo "riporta in vita".

L'ho cancellato non perché non lo condivida, ma perché nei termini in cui era scritto poteva sembrare latamente offensivo verso un collega, cioè tu.

Modificato da Barney

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Ho cancellato il mio messaggio subito, ti chiederei di fare altrettanto dato che con il tuo quote lo "riporta in vita".

L'ho cancellato non perché non lo condivida, ma perché nei termini in cui era scritto poteva sembrare latamente offensivo verso un collega, cioè tu.

Io l' ho cancellato anch'io....cmq, personalmente quando qualcuno non la pensa come me, cerco di confrontarmi cercando di capire le sue ragioni e, magari, se davvero sbaglia impiego tutto me stesso per portarlo sulla retta via, rispettando sempre le idee altrui. L' ho scritto anche ad un tuo collega giorni fà e adesso lo ripeto anche a te: diceva Voltaire "Non sono d' accordo con quel che tu dici ma farò di tutto affinchè tu lo dica". E' una breve frase, che però racchiude un grande concetto di cui tutti, me compreso, dovremmo fare tesoro.....L' educazione è il pane dell' anima. (G. Mazzini)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

L'esempio lascia un po' a desiderare perchè in tante circostanze sarebbe stato meglio che le armi fossero state in mano a dei privati che non a dei carabinieri...................................................................................................................................................

Tu non stai bene con la testa, dico sul serio.

Fatti guardare da un medico, ma da uno bravo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Il rapporto che citi è errato e comunque anche se fosse vero sarebbe irrilevante stando esso alla discrezionalità del legislatore nazionale mentre il fatto che una pubblica funzione (qualunque essa sia) venga esercitata da un numero chiuso di soggetti è comune a qualsiasi Stato della Terra per ovvi motivi, understand?

Umanamente capisco il tuo nervosismo. Oggettivamente, però, devo puntualizzare alcune cose.

1) " è errato ma anche se fosse vero" : che modo di argomentare è?

In ogni caso, basta consultare i siti ufficiali del Notariato in Francia e in Germania per "toccare con mano".

2) "Il rapporto che citi... sarebbe irrilevante stando esso alla discrezionalità del legislatore nazionale".

Che il numero chiuso sia fissato per legge e che dipenda dalla discrezionalità del legislatore di ogni singolo Stato, non è un dato da me messo in discussione. Anzi, è proprio il contrario. Quello che forse ignori è che in Italia quella che, secondo la volontà del legislatore avrebbe dovuto essere la regola, non sia mai stata neppure l'eccezione.

art 4 l.n. : Il numero e la residenza dei notai per ciascun distretto è determinato con decreto del Ministro della giustizia emanato, uditi i Consigli notarili e le Corti d’appello, tenendo conto della popolazione, della quantità degli affari, della estensione del territorio e dei mezzi di comunicazione, e procurando che di regola ad ogni posto notarile corrispondano una popolazione di almeno 7.000 abitanti ed un reddito annuo, determinato sulla media degli ultimi tre anni, di almeno 50.000 euro di onorari professionali repertoriali.

Secondo il nostro legislatore i notai dovrebbero essere circa 8600;

a dispetto della legge la Tabella ne prevede 5779;

a dispetto della Tabella i notai sono 4650.

Come vedi, in Italia, la superiorità della discrezionalità del legislatore da te invocata è lettera morta.

3) Do you understand?

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Umanamente capisco il tuo nervosismo. Oggettivamente, però, devo puntualizzare alcune cose.

1) " è errato ma anche se fosse vero" : che modo di argomentare è?

In ogni caso, basta consultare i siti ufficiali del Notariato in Francia e in Germania per "toccare con mano".

2) "Il rapporto che citi... sarebbe irrilevante stando esso alla discrezionalità del legislatore nazionale".

Che il numero chiuso sia fissato per legge e che dipenda dalla discrezionalità del legislatore di ogni singolo Stato, non è un dato da me messo in discussione. Anzi, è proprio il contrario. Quello che forse ignori è che in Italia quella che, secondo la volontà del legislatore avrebbe dovuto essere la regola, non sia mai stata neppure l'eccezione.

art 4 l.n. : Il numero e la residenza dei notai per ciascun distretto è determinato con decreto del Ministro della giustizia emanato, uditi i Consigli notarili e le Corti d’appello, tenendo conto della popolazione, della quantità degli affari, della estensione del territorio e dei mezzi di comunicazione, e procurando che di regola ad ogni posto notarile corrispondano una popolazione di almeno 7.000 abitanti ed un reddito annuo, determinato sulla media degli ultimi tre anni, di almeno 50.000 euro di onorari professionali repertoriali.

Secondo il nostro legislatore i notai dovrebbero essere circa 8600;

a dispetto della legge la Tabella ne prevede 5779;

a dispetto della Tabella i notai sono 4650.

Come vedi, in Italia, la superiorità della discrezionalità del legislatore da te invocata è lettera morta.

3) Do you understand?

Prendi un bel respiro e rileggi tutte le inesattezze che hai scritto. Non hai capito proprio niente di quanto da me affermato e hai risposto a in modo non pertinente, completamente fuori tema e senza alcuna logica. Inoltre hai sbagliato anche ad interpretare l'art.4 della legge notarile. Vattela a studiare anche se dubito che tu abbia i libri adatti, visto che sicuramente non stai preparando il Concorso Notarile.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Cari colleghi aspiranti notaio,

non so come esprimere il mio disgusto, forse al pubblico di questo sito può interessare poco (e sbagliano), ma io ripresento un problema che secondo me è invece la cartina di tornasole di tutte queste "liberalizzazioni" gettando una luce tutt'altro che rassicurante.

Il problema è quello della mancanza in Italia della libera professione dell'Ufficiale giudiziario, dicono che vogliono seguire le raccomandazioni degli organismi comunitari, ma non quelle del CEPEJ (l'organo europeo che monitore l'efficienza dei sistemi giudiziari) che invita ad istituire questa nuova professione di giurista; sburocratizzando e dando credibilità ed efficienza all'azione esecutiva si dà credibilità al sistema giudiziario ed al paese nel suo complesso. La certezza che dà il notaio da una parte deve trovare come riscontro la certezza del recupero del diritto soggettivo cristallizzato in un titolo cosa che oggi manca o meglio è scandalosamente deficitaria.

Quindi, non mi incantano più lor signori del governo, invece di buttare l'acqua sporca con tutto il bambino con delle liberalizzazioni di stampo barbarico, se fossero veramente dei liberali metterebbero mano a questa riforma, se non lo fanno non si ammantino della candida veste del riformatore in quanto non lo sono perché in realtà ciò vuol dire che altre sono le mire come ben dimostra questo articolo del prof.Mattei e quello che ha pubblicato in altra discussione da "fabrij80" sul contronto fra USA e notariato latino.

Un cordiale saluto a tutti

Sottoscrivo.

Tale figura potrebbe essere molto più valorizzata, visto il potenziale del Ruolo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

L'esempio lascia un po' a desiderare perchè in tante circostanze sarebbe stato meglio che le armi fossero state in mano a dei privati che non a dei carabinieri...................................................................................................................................................

Questo é troppo. La mancanza di rispetto e di fiducia nelle istituzioni già fa schifo di sé.

Vilipendere l'Arma, che rimane una delle poche cose che funzionano - pur con gli scarsi mezzi a loro disposizione - nel nostro Paese é delinquenziale.

Vergogna.

Tu non stai bene con la testa, dico sul serio.

Fatti guardare da un medico, ma da uno bravo.

Magari. Ma si curano i matti, non ... lasciamo perdere.

è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Questo é troppo. La mancanza di rispetto e di fiducia nelle istituzioni già fa schifo di sé.

Vilipendere l'Arma, che rimane una delle poche cose che funzionano - pur con gli scarsi mezzi a loro disposizione - nel nostro Paese é delinquenziale.

Vergogna.

Magari. Ma si curano i matti, non ... lasciamo perdere.

Già al vilipendio sei arrivato!!!civile sarai pure bravo ma penale..............

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Questo non lo tollero. A che alludi?

Pensa ai tanti carabinieri morti ammazzati per tutelare la nostra incolumità.

Io stesso mi sono reso testimone di due carabinieri che hanno messo a rischio la loro vita pur di proteggere l'incolumità della mia famiglia.

Niente di personale contro i carabinieri e affini ma, visti i recenti e non fatti di cronaca, tutta questa fiducia in loro un po' mi manca. Certo è che non si può fare di tutta l'erba un fascio .......... Anche io ne ho conosciuti di veramente in gamba!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

L'esempio lascia un po' a desiderare perchè in tante circostanze sarebbe stato meglio che le armi fossero state in mano a dei privati che non a dei carabinieri...................................................................................................................................................

Niente di personale contro i carabinieri e affini ma, visti i recenti e non fatti di cronaca, tutta questa fiducia in loro un po' mi manca. Certo è che non si può fare di tutta l'erba un fascio .......... Anche io ne ho conosciuti di veramente in gamba!

Come vedi questa tua esigenza di provocare ad ogni costo ti porta a scrivere frasi del genere che è meglio non commentare nemmeno.

Ci vuole un minimo di equlibrio anche quando si vuole andare oltre i limiti perchè altrimenti si perde forza, credibilità e peso.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Prendi un bel respiro e rileggi tutte le inesattezze che hai scritto. Non hai capito proprio niente di quanto da me affermato e hai risposto a in modo non pertinente, completamente fuori tema e senza alcuna logica. Inoltre hai sbagliato anche ad interpretare l'art.4 della legge notarile. Vattela a studiare anche se dubito che tu abbia i libri adatti, visto che sicuramente non stai preparando il Concorso Notarile.

Se, buonanotte!!!!

Ad maiora!

Modificato da greis
è piaciuto a 1 persona

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi...

×   You have pasted content with formatting.   Remove formatting

  Only 75 emoticons maximum are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

Caricamento...