Vai al contenuto
anna poli

TRUST E TRASCRIZIONE

Rate this topic

Recommended Posts

Rielaborazione da un articolo di G. Gallizia in “Trusts ed attività fiduciarie” n. 1/2001

Trust immobiliare e trascrizione

Il fatto

Tizia e Caio fratelli sono comproprietari di alcuni beni immobili; essi hanno ragione di temere che possano sorgere in futuro problemi legati all’amministrazione di detta comproprietà se non addirittura difficoltà circa la divisione degli stessi.

Ora i rapporti tra i fratelli sono buoni e di comune accordo decidono di fare qualcosa per prevenire le conseguenze sulla comproprietà immobiliare, di un futuro dissenso ovvero di un dissesto finanziario di uno di essi.

L’atto che realizza la volontà delle parti può essere un trust nel quale intervengono Tizia e Caio come disponenti, Sempronia come “guardiano del trust” e Mevio, che è una persona giuridica, quale trustee.

L’atto si compone di due distinti momenti: il trasferimento al trustee con tutte le clausole secondo il diritto civile italiano ed il momento normativo costituito dall’assieme dèlle norme sul funzionamento del trust contenute in allegato.

La peculiarità di questa fattispecie è che l’istituzione di trust e la devoluzione allo stesso dei beni avvengono contestualmente, laddove la prassi è nel senso di istituire inizialmente il trust con una dotazione minima e quindi di procedere a successivi atti di trasferimenti di beni a favore dello stesso.

La trascrizione nei Registri lmmobiliari del trust

La trascrizione del trust immobiliare deve avvenire in modo tale che, sia il trasferimento al trustee, sia il conseguente vincolo di segregazione, risultino immediatamente visibili dall’esame dei Registri lmmohiliari. Cosa che non avviene se il riferimento al trust è contenuto soltanto nel quadro D della nota, in quanto le informazioni di detto quadro non risultano dalla visura meccanizzata ma sono oggetto di un semplice richiamo.

Occorre quindi individuare nell’ambito del nostro sistema di trascrizione immobiliare strumenti di maggiore efficacia applicabili al caso di specie.

L’elaborazione dottrinaria italiana in materia ha sempre presupposto che il vincolo costituito dal trust dovesse necessariamente risultare dalla trascrizione dell’atto di trasferimento di beni al trustee; su questa impostazione si sono formate due distinte opinioni. Secondo la prima la trascrizione deve essere presa contro il trustee come persona rinviando al quadro D della nota il riferimento al vincolo del trust; tesi criticabile per i motivi sopra esposti. La seconda opinione, a quanto mi risulta non sperimentata, ritiene che la trascrizione debba essere presa contro il trust in quanto tale (eventualmente nella persona del trustee) individuato con il nome ed il codice fiscale proprio; detta impostazione non mi sembra accoglibile in quanto il trust non è autonomo soggetto di diritto capace di rendersi titolare di un diritto reale immobiliare.

L’istituzione di trust immobiliare in realtà è una fattispecie complessa che si compone di un atto di trasferimento dal disponente al trustee con la contestuale creazione del vincolo di segregazione.

Questi due momenti devono evidenziare la loro individualità anche nella rappresentazione nei registri immohiliari.

Infatti il trasferimento dal disponente al trustee richiede necessariamente una trascrizione di tipo dìchiarativo (art. 2644 cod. civ.), capace cioè di dirimere i conflitti fra più acquirenti del medesimo diritto, laddove la trascrizione del vincolo di segregazione ha semplicemente funzione di opporre ai terzi detto vincolo.

La pubblicità di un trust immobiliare non può essere ottenuta con un un’unica trascrizione.

In questa medesima prospettiva si è posto il legislatore allorché ha disciplinato ipotesi del tutto assimilahili al trust, quali ad esempio, il fondo patrimoniale e la cessione dei beni ai creditori. L’art. 2647 cod. civ., parlando della costituzione del fondo patrimoniale, dispone espressamente che la trascrizione della stessa debba avvenire “a carico dei coniugi titolari del fondo patrimoniale”. Detta norma comporta che, qualora la costituzione del fondo sia operata da un terzo, si debba eseguire una doppia trascrizione, la prima dal terzo ai coniugi ai sensi dell’art. 2643-2644 cod. civ. aventi ad oggetto il trasferimento e la seconda contro i coniugi stessi avente ad oggetto il vincolo nascente dal fondo patrimoniale.

Il motivo per cui il legislatore non ha ritenuto di indicare il soggetto a favore è da ricercarsi nella circostanza che i beneficiari del fondo non hanno sui beni dello stesso un diritto reale e inoltre che gli stessi sono, di regola, soggetti indeterminati, ossia tutti i componenti la famiglia.

Lo stesso discorso può farsi a proposito dell’art. 2649 cod. civ. che regola la trascrizione della cessione dei beni ai creditori, la quale, con tutta evidenza, ha la sola funzione di rendere opponihile il vincolo di separazione.

Si può dunque concludere che il trasferimento di beni al trustee debba essere oggetto di una doppia trascrizione, la prima dal disponente al trustee, la seconda contro il trustee.

In questo modo si riesce a dare idonea pubblicità anche all’ipotesi non infrequente di un soggetto che istituisca un trust su beni di sua proprietà assumendo egli stesso la funzione di trustee; Qui non c’è trasferimento e quindi non ci sarebbe trascrizione e opponibilità ai terzi del vincolo di segregazione, mentre, seguendo la tesi che qui prospettata, nel caso in esame si dovrebbe operare soltanto la seconda delle due trascrizioni attinente al vincolo di segregazione.

Anna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...