Vai al contenuto

Consiglio libri


pandemonio

Recommended Posts

Ciao ragazzi studio ormai da circa due anni (e non farò questo concorso, purtroppo o per fortuna), ma e sono giunto al punto di dover approfondire i diritti reali e le obbligazioni.

mi piacerebbe avere un (due) :D:D:D testo chiaro , esaustivo, (ma non l'enciclopedia del diritto che studierò in seguito :D:D ), completo e (possibilmente) recente, ma, soprattutto, che non riporti come maggioritarie teorie minoritarie (e viceversa) .

mi potete aiutare?

grazie di cuore.

Link di questo messaggio
Condividi
Ciao ragazzi studio ormai da circa due anni (e non farò questo concorso, purtroppo o per fortuna), ma e sono giunto al punto di dover approfondire i diritti reali e le obbligazioni.

mi piacerebbe avere un (due) :D:D:D testo chiaro , esaustivo, (ma non l'enciclopedia del diritto che studierò in seguito :D:D ), completo e (possibilmente) recente, ma, soprattutto, che non riporti come maggioritarie teorie minoritarie (e viceversa) .

mi potete aiutare?

grazie di cuore.

Diritti Reali: Fava - Giuliano -Sorano (poi ad abc19692002 chiederò il compenso per sub-pubblicità :D );

Obbligazioni: Bianca.

Link di questo messaggio
Condividi

x i diritti reali vedi

fava giuliano sorano "la tutela della proprietà e degli altri diritti reali" ed. maggioli 2008

(ubi x otterene un contributo sulla sub pubblicità, questa deve essere fatta bene.... :D:D inoltre il contributo è subordinato alla tua partecipartecipazione alla chat :D:D:D )

x le obbligazioni vedi

AAVV le obbligazioni. diritto sostanziale e processuale. giuffrè 2008

(le parti notarili sono ben fatte ed esaustive, anche il resto non è male)

Link di questo messaggio
Condividi

:ok: abc1969...grazie seguirò il tuo consiglio sul libro da comprare sulle obbligazioni...se dici che è fatto bene sarà sicuramente così..tu hai sempre ragione...non sbagli mai...spero anche questa volta...altrimenti ti chiederò il rimborso dei soldi spesi per l' acquisto del libro da te consigliato...ovviamente scherzo :D

Link di questo messaggio
Condividi
fava giuliano sorano sono 985 pagine non vi sembra?.

e il libro di fava sulle obbligazioni sono più di 1000 pagine non vi sembra troppo

quando scelgo un libro oppure quando mi permetto (con molta presunzione uhm uhm) di indicare un libro (a colui che chiede a tutti un consiglio) cerco sempre di attenermi a questi criteri:

un libro che abbia una impostazione notarile

un libro che sia esaustivo e completo

un libro che affronti tutte le problematiche

un libro che riporti tutte le teorie (senza spacciare per maggioritarie teorie minoritarie o senza riportare come maggioritarie singole opinioni dell'autore :swear: :swear: )

un libro che sia recente

irrilevante, per me, è il nome dell'autore.

poi, ogni persona, può confrontare i vari testi (molti sono più che conosciuti vedi pagina iniziale di questo sito sulla destra) e poi scegliere (anche se alla fine ti accorgerai che collezioni libri ...... ) forse per questo motivo molti mi ringraziano quando "scopro" 8-) qualche libro interessante..... (mentre mi odiano per altri motivi ..... ciao calpurnio ...... :D:D )

naturalmente, quando mi trovo io a dover richiedere qualche consiglio , spero che colui o coloro che mi rispondono, seguano gli stessi principi.

in ogni modo, quanto al tuo unico rilievo sul numero delle pagine,

risulta, intuitivo comprendere che non è possibile valutare un testo solo dal numero delle pagine, poichè, usare un tale parametro, significa confondere il numero delle pagine di un libro con il contento dello stesso.

In particolare, in questo concorso l'approfondimento di ogni isitituto è tendenzialmente infinito ( cry cry cry ), questo ti spiega perchè sulle obbligazioni è stato anche indicato il Cian Trabucchi, (a cui aggiungo il "gemello" codice civile a cura di Rescigno ed. giuffrè 2008), i quali, certo, non sono "brevi".

e ad ogni approfondimento corrispode un soggettivo livello di preparazione......

in ogni modo, quanto al primo testo, (sui diritti reali), se avessi sfogliato l'indice ti saresti accorto del motivo per cui raggiunge le 985 pagine

quanto al secondo testo (sulle obbligazioni), anche in questa ipotesi, se avessi sfogliato l'indice ti saresti accorto che la dicitura AAVV (presente nel mio post) non era l'indizio di una voluta frode a danno degli utenti del sito, ma, anzi era una voluta indicazione bibbliografica e una voluta indicazione dello stile del libro, poichè, (trattandosi di un trattato di due volumi) ogni capitolo è scritto da persone diverse (tra cui anche notai e magistrati).

forse confondere il curatore di un testo, con l'autore dello stesso sarà stato solo il frutto di una disattenzione.

ps

il post iniziale richiedeva un "approfondimento" su i due argomenti.

Link di questo messaggio
Condividi
vedo che bigliazzi geri per diritti reali non va per la maggiore e questo un po' mi sorprende... e' fatto male... o i motivi sono altri?

a me non è mai piaciuto forse per il taglio non notarile ..... (e penso anche che solo il libricino di capozzi - nobili gli sia superiore)..... in ogni modo cofronta il bilgiazzi con fava giuliano sorano e poi fammi sapere .... :D:D

p.s. ma il bigliazzi si trova ancora in commercio?

Link di questo messaggio
Condividi

caro abc,

innanzitutto ti dico che ti voglio bene.

Apprezzo e rispetto moltissimo la tua conoscenza dei testi giuridici e quindi mi rivolgerò spesso a te per consigli visto che sono un novellino (1 anno e mezzo di pratica alle spalle) e sono pure ignorante.

Passando al problema sui libri da te indicati ti chiedo se tu gli hai studiati tutti e 2 accuratamente oppure se hai approfondito solo delle parti.

Link di questo messaggio
Condividi
e sono pure ignorante.

.... anche io sono ignorante ....... :D:D:D

Passando al problema sui libri da te indicati ti chiedo se tu gli hai studiati tutti e 2 accuratamente oppure se hai approfondito solo delle parti.

la conoscenza di base di tutti gli articoli del codice ci vuole (non sapere cosa signiifca detenzione o possesso sarebbe pericoloso) .....

.... è ovvio che si approfondiscono i temi o gli argomenti notarili ......

.... anche se , ormai, al concorso esce di tutto......

tranne il numero di telefono della bionda ......... :D:D:D

Link di questo messaggio
Condividi
io l'ho trovato ma nel 2002

fava ecc... ha taglio notarile in che senso?

e il bianca come è?

x taglio notarile intendo sia l'approfodimento necessario degli istituti giuridici per questo concorso, sia il rilievo dato agli argomenti e/o problematiche di interesse notarile

devi sfogliare i diversi libri e confrontarli e poi capisci ..... (es. un libro sui diritti reali che non spiega cosa è la cubatura non va bene per questo studio, ma, ormai, secondo me non va più bene in generale)

i diritti reali di bianca (x me è complessivamente buono), ma ...... tende a riportare teorie (minoritarie o sue personali o il suo punto di vista) come "verità" assolute (io preferisco un atteggiamento più neutro), senza considerare che non è molto aggiornato (dovrebbe essere in commercio - fino al 2007 - sempre la ristampa del 1999).

In generale, attento alla differenza tra ristampe e/o aggiornamenti e/o nuove edizioni sia x bianca (bianca è corretto v. l'inizio di ogni libro, ove è riportata la cronologia del testo) sia x bigliazzi, (che, per quanto ne so dovrebbe essere sempre la stessa edizione, ma non ci giurerei, poichè io ho una edizione risalente al 1999).

Link di questo messaggio
Condividi

Scusate una domanda: ma le indicazioni di libri che sono qui a fianco sono pubblicità o reali indicazioni di chi ha fatto il sito?

Perdonate la maleducazione: sono un praticante da circa un anno. Mi accingo ora, probabilmente, a cominciare una scuola notarile.

..dovete ammettere che i vostri discorsi letti da chi è ignaro gettano nel panico più totale... :crazy:

Link di questo messaggio
Condividi

Ebbè...

non è facile accettare che la preparazione (che tra l'altro richiede anni) è un balzo nel buio. Si discute su quali siano i testi, ma del resto non si sa quali siano i criteri per cui un testo è buono. Inoltre la preparazione è un pozzo senza fondo, MAI potrai dire di essere preparato...

E quindi non ci sono righe per terra in questa autostrada, c'è da correre ma non si sa qual'è il limite di velocità nè tantomeno quanto manca alla destinazione.

Devi ammettere che è sconfortante per chi si accinge a scegliere questa vita ed è, come credo tutti, assalito da enormi dubbi sulla propria vita in generale.

Link di questo messaggio
Condividi
non è facile accettare che la preparazione (che tra l'altro richiede anni) è un balzo nel buio. Si discute su quali siano i testi, ma del resto non si sa quali siano i criteri per cui un testo è buono. Inoltre la preparazione è un pozzo senza fondo, MAI potrai dire di essere preparato...

vedi, questo concorso ha un suo limite (o un suo vantaggio) la preparazione è specifica (solo civile e solo alcuni argomenti dello stesso diritto civile), ma proprio perchè specifica , la preparazione è potenzialmente infinita....... x questo è importante avere un testo esaustivo e completo (e il confronto tra i vari testi è fondamentale) ....

..... quanto al c.d. taglio notarile, (figlio della preparazione, potenzialmente inifinta) lo imparerari a riconoscere con il tempo confrontando i vari testi , (ma come ti ho detto i libri li collezionerai tutti).

Link di questo messaggio
Condividi

Capisco. Naturalmente il diritto civile è sempre diritto civile e quindi è potenzialmente infinito anche per un concorso da uditore o da avvocato (ehehehe....)

No, è solo che sono sul punto di una decisione drammatica della mia vita. Ovviamente è circa due anni che sono su questo punto (drammatico, cioè) e devo dire che mi sarei un pò stufato di stare su questo punto.

Così a breve, assai probabilmente, inizierò una scuola notarile nella mia città (ben sapendo che non basta...) e poi sarà quello che sarà.

Tanto a lavare i cessi c'è sempre tempo, no?

Link di questo messaggio
Condividi
Capisco. Naturalmente il diritto civile è sempre diritto civile e quindi è potenzialmente infinito anche per un concorso da uditore o da avvocato (ehehehe....)

no. questo è il punto, per il concorso in magistratura basta gazzoni ......... (e ho detto tutto) .....

Link di questo messaggio
Condividi

Difatti ho detto "potenzialmente".

Però vorrei sapere una cosa. Al momento, dopo un anno dalla laurea di, diciamo, approfondimento generale, sono davanti al più profondo sconforto nel riscontrare la mia spaventosa ignoranza.

Ora volevo chiedere: quando si procede nello studio notarile e ci si può definire abbastanza preparati, si ha almeno l'impressione di non partire ogni volta da zero?

Si ha cioè una panoramica abbastanza buona delle nozioni, pur sapendo che approfondirle e intrecciarle tra loro è il vero problema?

O invece si brancola nel buio sempre, tutta la vita?

Link di questo messaggio
Condividi

prima grazie a tutti (e in particolare ad abc ..... ) dei suggerimenti che ho trovato ottimi.

un ultimo dubbio io ho un vecchio cian trabucchi (1998) e sono indeciso se comprare una nuova edizione o cambiare codice commentato, (Rescigno, Pescatore Ruperto, Galgano) il motivo del dubbio (è una valutazione personale) che mi spinge: cian trabucchi è stile pensierini sulla mamma (la mamma è bella. la mamma è buona ecc. e a me non piace) , e vorrei qualcosa di più articolato oppure la nuova edizione di cian è ha uno sitile diverso .... mi sapete aiutare ancora una volta ?

quanto ai dubbi di saltovitale, forse ho un pò più di esprerienza e di studio di te (o forse sono stato ben indirizzato dal da primo momento), però anche se condivido l'assunto che la preparazione del concorso notarile è potenzialmente infinita (che, di conseguenza porta ad escludere dalla preparazione libri di testo come gazzoni, per usare subito libri più approfonditi o mono tematici x non dire i trattati ....... ) ti assicuro che usando questo metodo (libri specifici , e allora sorge il problema di trovarli) dopo qualche anno ti accorgi di avere una buona preparazione tanto da poter "pensare" di poter "competere" anche con alcuni dei mostri sacri che girano su questo forum ........

p.s. leggiti le domande e le risposte su quid iuris ..... e quando cominci a "capire" e ad avere "l'ardire" di "rispondere" .... sei sulla buona strada ......... sempre se quando vinceremo il concorso ci saranno ancora i notai ...... :D:D:D

Link di questo messaggio
Condividi

Archived

Questa discussione è archiviata e chiusa a future risposte.

×
×
  • Crea Nuovo...