Vai al contenuto
anna poli

PERDITE DI ESERCIZIO

Rate this topic

Recommended Posts

Recensione di un Commento a sentenza di V. Salafia da Società Ipsoa n. 5/87 p.526

IMPUTAZIONE AL CAPITALE DELLE PERDITE DI ESERCIZIO    

Le perdite di esercizio devono essere imputate alle riserve e per ultimo al capitale. Conseguentemente e' illegittima la riduzione del capitale per perdite, il cui importo e' interamente compreso nell'importo delle riserve.

Le riserve sono poste del passivo patrimoniale che costituiscono elementi del bilancio di esercizio, secondo quanto previsto dall'art. 2424, codice civile. Esse sono alimentate soprattutto dagli utili che l'assemblea deliberi di non distribuire tra i soci ex art. 2428, codice civile, il quale impone che una parte degli utili sia annualmente destinata alla riserva legale e consente quindi di ritenere che anche le riserve facoltative traggano origine da utili non distribuiti. Altra fonte di alimentazione delle riserve e' il sovrapprezzo delle azioni, secondo quanto si desume dall'art. 2430, codice civile.

In tanto puo' imputarsi al capitale la perdita, in quanto siano esaurite le riserve, che, data la loro fondamentale natura di serbatoio di utili o di altra ricchezza comunque aggiunta al capitale (sovrapprezzi azionari, saldi di rivalutazione monetaria dei cespiti) soccombono per prime quali mezzi di compensazione delle perdite.

L'art. 2423, terzo comma, codice civile prescrive che, se si verifica una perdita del capitale sociale, non puo' farsi luogo a distribuzione di utili fino a che il capitale non sia reintegrato o ridotto in misura corrispondente; la norma dispone cioe' che, in presenza di un capitale ridotto per perdite, ma non ancora adeguato agli effetti delle perdite, gli utili che la gestione dell'impresa produce devono essere anzitutto impiegati per ricostituire il capitale, se i soci ne vogliano mantenere immutato l'importo.

Il fondamento logico ed economico della norma e' rappresentato dalla funzione preliminare dell'utile di esercizio consistente nella protezione dell'integrita' del capitale; conseguentemente, le riserve, che prevalentemente contengono utili non distribuiti, proteggono l'integrita' del capitale, nel senso che su di esse preliminarmente si scaricano gli effetti delle perdite.

Questa operazione obbligatoria e non discrezionale perche' dal suo compimento deriva la protezione dell'integrita' del capitale e della garanzia dei creditori.

Anna

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Join the conversation

You can post now and register later. If you have an account, sign in now to post with your account.

Ospite
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoji are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×
×
  • Crea Nuovo...