Vai al contenuto
sorenio

COMPETITIVITA': Decreto Bersani

Recommended Posts

Grazie Krati.............sono parole che mi vengono dal cuore...... il massimo

rispetto per l'altrui sacrificio dovrebbe rappresentare un dogma per tutti....Ciao e

di nuovo grazie per i complimenti. :thumbs:

P.S.: Catilina, io mi riferivo anche a questo: bandire più bandi e al più

presto ("stato d'incertezza" di cui sopra)........ciao

Modificato da Snake~

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Gentili Colleghi, le novità normative partorite dal CdM di ieri sono semplicemente esaltanti :):) .

Finalmente un provvedimento mirato che riduce le rendite di posizione e pone al centro dell'attenzione il cittadino.

In questo paese ridotto ad una palude stagnante è una bella boccata d'aria.

Le reazioni delle categorie interessate denotano quanta arretratezza culturale permane tra coloro che dovrebbero fregiarsi di svolgere "libere professioni"

(gelosi dei loro titoli, rifuggono con orrore da tutto ciò che è liberale e trasparente).

Emerge una sconcertante culturale "clericale", da feudalesimo, in cui ciascuno pensa di essere il depositario assoluto del sapere nel suo settore di competenza e il cittadino uno sprovveduto ignorante da imboccare e tenere all'oscuro dei segreti della professione.

Finalmente inizia a farsi strada un pò di cultura della cittadinanza, dove non sono gli ordini professionali, ma i cittadini stessi a difendere i loro interessi

( cosa credono, ad esempio, i farmacisti che che non sono in grado di valutare quando e come prendere un' aspirina, ma andiamo, è un ragionamento risibile).

Ora, però, il Governo non deve fermarsi, ma deve con puntiglio e acrimonia controllare la concreta attuazione delle innovazioni normative e inserire, anche per i notai, come ha fatto per i farmacisti, l'abolizione del divieto di esercitare le funzioni fuori dal Distretto.

Altro che Distretti, feudi, vassalli, valvassini e valvassori, ma un unico grande Distretto Notarile:

L'ITALIA !!!

GRAZIE ROMANO PRODI !!! :)): :)): :)): 8-)8-)

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest mario78

perchè villeneuve, tu credi che l'abolizione delle tariffe darà davvero il via alla liberalizzazione della professione notarile?

a mio avviso dei minimi tariffari finiranno per essere individuati lo stesso "di fatto" tra i professionisti, ma questi prevedibili "patti di non concorrenza" finiranno per mettere in discussione la professionalità degli appartenenti alla categoria.

il notaio non è un commerciante.....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

ma vi rendete conto che siamo in un paese dove nel sito del consiglio dei ministri non c'è il testo ufficiale delprovvedimento, ma solo una schema riassuntivo???

ma vi sembra una cosa seria???

io sono scioccato...

tutti parlano di questi provvedimenti senza poter leggere cosa dicono realmente... roba assurda...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

rispetto a quanto dice dead man walking, ritengo ancora più assurdo che prima si faccia una sintesi e poi si preparino le norme...

siamo alla frutta...

meglio la monarchia...

ma vi rendete conto che si usa lo strumento del d.l. senza che ve ne siano i presupposti?

vi rendete conto che è tutto scriteriato?

vi rendete conto che si parla di quota lite inneggiando a giavazzi senza sapere che in un paese senza quota lite le cause aumenteranno a dismisura e i processi si allungheranno ancora di più???

volete gentilmente spiegare a giavazzi che le tariffe minime nel caso di pubblico ufficiale-libero prof come il notaio hanno un senso???

quindi o rimettiamo la monarchia e allora mi vanno bene le decisioni prese ex testa di uno solo, oppure gradirei che delle scelte di politica legislativa ne possa discutere l'intero paese...

altrimenti anch'io come moratti, cambio paese...

Modificato da The Hurricane

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Le reazioni delle categorie interessate denotano quanta arretratezza culturale permane tra coloro che dovrebbero fregiarsi di svolgere "libere professioni"

(gelosi dei loro titoli, rifuggono con orrore da tutto ciò che è liberale e trasparente).

GUAI se non fosse così. Noi siamo qui che sacrifichiamo i migliori anni della nostra vita studiando e lavorando seriamente per ottenere il titolo di notaio per poi rischiare di vedere che tra un pò di anni qualunque cialtrone incapace possa accedere liberamente alla categoria, ma scherziamo!

grazie a che ...poi!

dai prossimi giorno dovremmo incominciare a litigare con tutti gli immobiliaristi perchè andremo a farli i conti in tasca. Ora dobbiamo scrivere anche quello negli atti. :arg:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

RAGA, QUESTA RIFORMA NON E' ALTRO CHE UN LUPO TRAVESTITO

D'AGNELLO................................................. ALLA BASE CI SONO ACCORDI

CON RAMI DELLA "GRANDE" CONFINDUSTRIA....STATE SOTTOVALUTANDO

ALCUNI ASPETTI DELLA RIFORMA, MI RIFERISCO ALLA POSSIBILITA' DI

COSTITUIRE SOCIETA' MULTIDISCIPLINARI........ARRIVERA', INEVITABILMENTE,

NELLA NOSTRA CITTA' L'INDUSTRIALE DI TURNO, COSTITUIRA' UNA GRANDE

SOCIETA'DI CAPITALI, SI SERVIRA' DI UN BELL'UOMO DI PAGLIA , ASSUMERA'

ALLE SUE DIPENDENZE I GIOVANI PIU' BRILLANTI CHE NON AVRANNO ALTRA

POSSIBILITA' DI LAVORO VISTO CHE SARA' INUTILE COMPETERE CON QUESTI

GRANDI RICCONI........E QUESTA RIFORMA DOVREBBE RAPPRESENTARE IL VIA

LIBERA ALLA CONCORRENZA, RAGA NON SIATE CIECHI APPRITE GLI OCCHI..(IN

AMERICA I GIOVANI PIU' CAPACI SE NON HANNO GRANDI DISPONIBILITA'

FINANZIARE NON POSSONO FARE ALTRO SE NON LAVORARE ALLE DIPENDENZE

DELLE GRANDI SOCIETA' DIETRO ALLE QUALI SI CELANO I PIU' GRANDI

MARCHI MONDIALI)..UN ABBRACCIO :wallbash: :wallbash:

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

e poi c'era chi diceva: non bisogna legiferare con i decreti, tutto deve passare dal parlamento....... :(

spazio ai giovani: me lo vedo proprio il neo notaio che si apre lo studiolo a dover concorrere coi grossi studi associati i quali si possono permettere prezzi stracciati. :arg:

Eh si, bella competitività. W l'occupazione giovanile! :(

Confermo che Capezzone & c. snc. ha la rosa in quel posto li'.... :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
sono a favore del governo..

Il provvedimento non ha niente contro gli ordini professionali..

Se i Notai si mettono in trincea perchè hanno perso i passaggi auto , siamo alla frutta..

Pensi il Cnn ha sollecitare il bando...

peccato che si finirà col mercanteggiare l'opera di un pubblico ufficiale del governo.

Quindi: concorrenza notarile=venir meno del munus pubblico (alla faccia della tutela del consumatore)!

E ribravo capezzone!!!!!!!!! Quanti spinelli ti ha passato pannella??

W l'occupazione giovanile........tutti a fare i deputati :D

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

funzione pubblica, concorso (non esame), numero chiuso distribuzione delle sedi etc pretendono la tariffa, è imprescindibile.

per tariffa intendo tariffa max come solo i notai (che a mio avviso sono un qualcosa di diverso, e non credo di dire atrocità) hanno e credo continueranno ad avere.

si eliminano le minime? bene, si crea meno imbarazzo nel fare gli sconti che già oggi tutti fanno.

l'importante è non dequalificare il pubblico ufficiale con mosse da politico da bar.

si eliminano le minime per le altre professioni: ancora meglio... non hanno senso

le auto... ma non le avevano già levate ai notai?

Modificato da Penneca

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

si eliminano le minime? bene, si crea meno imbarazzo nel fare gli sconti che già oggi tutti fanno.

Su questo proprio non sono daccordo

le massime dovrebbero essere libere!!! chi offre un servizio superlativo, perchè non dovrebbe farsi pagare di più di chi offre il minimo indispensabile...

il minimo indispensabile vi deve comunque essere e non può essere mortificato da chi sembra farlo (ma non lo fà....perche firma solo gli atti senza leggerli)abbassando i prezzi a piacere....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

per questo c'era la tanto derisa tariffa........ :(

ripeto: con il "mercato" del notaio come puo' lo studio piccolo concorrere con quello associato di enormi dimensioni, dovendo offrire lo stesso servizio (accertamenti, visure, trascrizioni etc)?

Me lo spiega capezzone o Prodi o chi li ha eletti??

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Caro Mario 78, ma dove vivi sulle nuvole? (lo dico senza alcuna vena polemica nei tuoi confronti).

Che i notai sono professionisti e non imprenditori, lo so benissimo, ma non venirlo a dire a me, vallo a ricordare a quei notai, nei cui studi lavorano 15, 20, 30, 50 oppure 80 collaboratori.

Cosa credi che in quegli studi professionali il notaio dirige personalmente la compilazione dell'atto, come recita enfaticamente l'art.47 della SACRA ED IMMUTABILE :D:D ( secondo alcuni di voi) legge n.89 del 1913?

La realtà è molti si fanno scudo della legge del 1913 per fare gli imprenditori senza impresa, salvo ricordarsi, ai fini dell'accesso alla professione, che occorre una selezione rigorosa ed idonea a garantire uno scrupoloso esercizio dell'attività professionale (come diceva cinicamente Alexandre Dumas : "il dovere è ciò che si pretende dagli altri").

All'amico/a Charlyz voglio poi ricordare che non saranno gli agenti immobiliari a dichiarare al notaio a quanto ammonta la provvigione di mediazione (altrimenti staremmo freschi), ma gli stessi cittadini acquirenti e venditori di immobili costituiti in atto.

Come volevasi dimostrare, c'è una ancestrale tendenza a ridurre il cittadino- utente al ruolo di mero recettore passivo dell'attività del professionista; deve stare zitto, ascoltare il notaio che legge in fretta e furia il rogito, firmare, pagare l'onorario e non rompere con troppe domande; altro che democrazia, siamo culturalmente bloccati a logiche da servi della gleba.

VIVA LA MODERNITA' !!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest mario78

e tu credi caro villeneuve che su poco più di 4000 notai tutti gli studi siano organizzati così?

cosa facciamo per porre rimedio ad eccezioni...cambiamo la regola?

la legge notarile, che tu ironicamente definisci "sacra ed immutabile" forse non è presa col dovuto senso di serietà da qualcuno...su questo non c'è dubbio....ma vale la pena di stravolgere un sistema fatto sopratutto di valori in questo modo?

se ne potevano trovare altre di soluzioni...aumentare le sedi, per esempio.

per quanto riguarda gli studi che sfornano + di 200 atti al giorno, la competenza per arginare le ipotesi di falso che così si generano non è del governo!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Gentili Colleghi, le novità normative partorite dal CdM di ieri sono semplicemente esaltanti :):) .

Finalmente un provvedimento mirato che riduce le rendite di posizione e pone al centro dell'attenzione il cittadino.

Ti auguro di continuare ad esserne così esaltato ancora per il resto dei tuoi giorni. Forse il tuo entusiasmo per una politica di sinistra che tutto fa tranne che beneficiare i consumatori, gli utenti o chissà come li chiama, andrebbe rivisto nell'ottica di chi ha voglia di fare e non di stare al traino di uno Stato che sociale non è, nè lo sarà mai (almeno con l'attuale dirigenza governativa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Caro Villenevue,

sei sicuro di aver veramente riflettuto su quanto dici?

Inanzitutto il metodo: ricordi i testi di privato e le fonti? l'uso del D.L. richiede urgenza e specificità, la fretta politica di qualcuno e l'interesse di Confindutria sono altro. il settore toccato è così vasto che la concertazione tanto declamata era a dir poco obbligatoria. si può poi pensare di introdurre novità così stringenti in tal modo? (in più certe modifiche agli atti decorrono dal secondo giorno dalla pubblicazione del D.L. alla faccia di caprie che il lavoro serio richiede un pò dianticipo organizzativo, il piano di realtà dov'è?????)

passando alla riforma ti rendi conto che significa diventare schiavi del mercato perdendo di vista i contenuti? nel luogo dove vivo, una quindicina di sedi, più le limitrofe da qualche anno è apparso il pescecane giovane che si è messo a sottotariffare è oggi ha venti dipendenti e fa un paio di decine di atti al giorno, sai come? non legge più, gli atti sono tutti scritti standardizzati, i mediatori prendono regolare paga per portarglieli, i clienti hanno cominciato a paragonarti i suoi preventivi disinteressandosi della qualità del contenuto pensando solo al soldo.

Effetto ancor più perverso sui clienti "deboli" ho visto poi al contrario stangate sovra tariffa da non credere. Lo vedi che in un settore delicato come il nostro queto significherà la morte della vera funzione al pari di un qualunque processo produttivo.

E' un circolo chiuso se devo abbassare il costo devo tagliare qualcosa ma nel nostro lavoro oltre un certo limite si lede la garanzia della funzione.

sopravviveranno quelli col pelo sullo stomaco capaci di industrializzare, accontentare ancor di più gli intermediari (magari nascondendone l'operato cos'ì non lo dichiari in atto), vendere gli atti e non più farli, il tempo costerà ancora di pìù così ogni pratica ne ricevere sempre meno, i grossi schiacceranno i piccoli.

le società interprofessionali con la terzietà del ruolo fanno a pugni, come giustificare al socio forte che porta lavoro e tutela di parte il cliente che tu notaio non vuoi fare l'atto come ritieni? o così o sei in perdita anche tu....

potrei continuare per pagine ma vi risparmio sono schifato sono anche stufo di dover pensare in futuro di occuparmi di bilancio e budget dello studio con i bilancini e autopromuovermi come uno yogurt snello e indagare il portafoglio del cliente più che la sua volontà!!!

aiutatemi a credere in meglio :wallbash:

P.s. non ho votato CDL e vivo la realtà di uno studio con quindici dipendenti dove il lavoro non manca e ci fa trottare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Estratto dall'articolo Liberalizzazioni, Colpo alle lobby di Francesco Giavazzi sul "Corriere della sera" di oggi.

Il valore del «pacchetto Bersani» non sta tanto nelle singole misure, peraltro significative (farmacie, notai, professionisti, class action, tassisti, RC auto, conti correnti), bensì nel segnale che finalmente si ha il coraggio di non sottomettersi alla pressione delle lobby. Finora nessuno c'era riuscito. Nelle ultime settimane notai e farmacisti avevano lanciato una campagna pubblicitaria battente acquistando pagine di giornali e spazi radiofonici. Aver saputo resistere a questa pressione è un segnale importante.
Modificato da Idefix

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Scusate se tedio ancora uhm, ma - se a qualcuno interessa - qui è pubblicato lo schema di decreto legge (come precisato su quel sito, trattasi di testo provvisorio soggetto a modifiche)

Modificato da Idefix

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Singoli provvedimenti non organici? ...può darsi...anzi sicuramente.

Ma allora sarà senz'altro esagerata quest'atmosfera da trincea...da ultima difesa prima dell'assalto alla baionetta...da cannoneggiamento a palle incatenate rivolte al disalberamento....e tutto poi.....per due provvedimentini senza troppe pretese...

Perchè alla fine di che parliamo.....?

In tanti studi il signore feudale stipula a piunonposso mutui, compravendite e costituzioni societarie tutto il giono.........e si scoccia pure quando lo chiami al font-end per attendere alla firma dell'extracomunitario che si compra la macchinetta usata.

E si lagna per essersi dovuto alzare dal trono per lordi e miseri 43 eur(i) !

Tanto che negli studi più dinamici c'è in proposito la delega alla segretaria.

Perciò se vi levano i passaggetti che paura avete?

Continuerete a navigare sempre nell'oro.

Da paperoni, monopolisti come sempre.

Tranquilli fratelli di squadra e compasso, non è questo il vento avverso...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guest mario78

veramente poetica l'ultima citazione....ma, con vento cortese, hai letto dal link indicato da idefix?

parliamo solo di "passaggetti"?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi

Guardate che è l'Europa che da anni spinge sul Governo Italiano nella direzione della liberalizzazione delle professioni, che per definizione sono "libere". Anche l'Antitrust, in persona del suo Presidente Catricalà, ha indicato come una priorità di questa legislatura quella della liberalizzazione delle professioni. I notai devono comprendere una volta per tutte che non possono continuare a difendere ostinatamente i loro privilegi di casta. Essi devono rinunciare a qualcosa, anche ad una fetta dei loro pur sempre lauti guadagni. E' ineluttabile. A mio avviso, si è persa una buona occasione per spostare alcune competenza dei notai (ad esempio, quella sui passaggi d'auto, oramai perduta) ai praticanti notai. Se dal Cnn fosse stata avanzata una tale proposta, molto probabilmente la competenza sui passaggi d'auto non sarebbe andata persa del tutto. Considerando che l'accesso alla pratica notarile è libero, una siffatta proposta non avrebbe potuto essere considerata come antiliberale e sono convinto che avrebbe incontrato anche il favore del Governo. E' possibile che nessuno ci abbia pensato! Per vero, è che non ci sono proposte alternative, ma c'è solo e sempre un "NO" ad ogni idea di cambiamento. I notai non hanno ancora compreso che non si può nuotare contro la corrente, ma bisogna assecondarla, senza farsi travolgere. L'unico modo è quello di iniziare a proporre delle soluzioni alternative, in senso più liberale, come l'allargamento ai praticanti notai di alcune competenze minori. In fondo, non è meglio condividere alcune competenze, quelle minori (come avrebbe potuto essere quella sui passaggi d'auto), con i praticanti notai, anzicchè perderle definitivamente?

Modificato da hugie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Guardate che è l'Europa che da anni spinge sul Governo Italiano nella direzione della liberalizzazione delle professioni, che per definizione sono "libere". Anche l'Antitrust, in persona del suo Presidente Catricalà, ha indicato come una priorità di questa legislatura quella della liberalizzazione delle professioni. I notai devono comprendere una volta per tutte che non possono continuare a difendere ostinatamente i loro privilegi di casta. Essi devono rinunciare a qualcosa, anche ad una fetta dei loro pur sempre lauti guadagni. E' ineluttabile. A mio avviso, si è persa una buona occasione per spostare alcune competenza dei notai (ad esempio, quella sui passaggi d'auto, oramai perduta) ai praticanti notai. Se dal Cnn fosse stata avanzata una tale proposta, molto probabilmente la competenza sui passaggi d'auto non sarebbe andata persa del tutto. Considerando che l'accesso alla pratica notarile è libero, una siffatta proposta non avrebbe potuto essere considerata come antiliberale e sono convinto che avrebbe incontrato anche il favore del Governo. E' possibile che nessuno ci abbia pensato! Per vero, è che non ci sono proposte alternative, ma c'è solo e sempre un "NO" ad ogni idea di cambiamento. I notai non hanno ancora compreso che non si può nuotare contro la corrente, ma bisogna assecondarla, senza farsi travolgere. L'unicio modo è quello di iniziare a proporre delle soluzioni alternative, in senso più liberale, come l'allargamento ai praticanti notai di alcune competenze minori. In fondo, non è meglio condividere alcune competenze, quelle minori (come avrebbe potuto essere quella sui passaggi d'auto), con i praticanti notai, anzicchè perderle definitivamente?

Concordo in pieno !

Era l'occasione buona per introdurre il CLERC , e doveva essere il CNN a proporlo ...

Così avrebbero fatto bella figura , introdotto una figura professionale in più e fatto guadagnare i praticanti ... cry

In ogni caso , si è sempre in tempo per rimediare .

Basta prendere il modello francese , scopiazzarlo , ed il DL è pronto.

:p

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Condividi
Ospite
Stai commentando come visitatore. Se sei registrato effettua l'accesso.
Rispondi...

×   Pasted as rich text.   Paste as plain text instead

  Only 75 emoticons maximum are allowed.

×   Your link has been automatically embedded.   Display as a link instead

×   Your previous content has been restored.   Clear editor

×   You cannot paste images directly. Upload or insert images from URL.

Caricamento...

×