montone

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    353
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su montone

  • Rank
    Gold member
  1. Qualcuno esperto in materia fiscale mi sa indicare un testo chiaro ed aggiornato sull'imposta di registro?
  2. grazie Giorgio
  3. mi permetto inoltre di aggiungere che il tenore letterale della traccia si riferiva "all'autorizzazione per la prosecuzione dell'attività di impresa" che io ho inteso nel senso che oggetto della valutazione del Giudice, fosse appunto la convenienza per il minore alla continuazione dell'attività aziendale e non un semplice comodato o affitto di beni da potersi valutare autonomamente rispetto alla prima circostanza; inoltre anche se è vero che il minore è un collaboratore, è altresì vero che il rischio d'impresa, tramite la gestione di Caio, si ripercuote su tutti i beni aziendali di cui anche il minore è contitolare; sembrano cioè sussistere, anche in questa ipotesi, le ragioni di tutela che si presentano nel caso in cui sia il legale rappresentante del minore ad esercitare l'impresa in nome e per conto di quest'ultimo; inoltre come sopra evidenziato l'affitto (di quota d'azienda?) o il comodato (di quota di beni aziendali??)porrebbero dei problemi nei confronti dei creditori aziendali
  4. per l'autorizzazione all'esercizio provvisorio il Notaio adotta la soluzione ex 747 cpc escludendo il 320 V comma
  5. per curiosità in motivazione avete affrontato tutte le possibili alternative, in sostanza 5 o 6, a prescindere dalla soluzione adottata?? io temo di essere stato un pò stringato..cioè mi sono attenuto alle alternative di cui alla traccia..
  6. ..sperando non diventi una questione come la casa mobile....
  7. invito chi interessato a leggere tutto l'articolo, a pag 26 c'è il punto che riguarda il nostro concorso P.S. è scritto da un prof della Luiss e viva sss http://www.archivioceradi.luiss.it/documenti/archivioceradi/impresa/banca/Germani_Assman.pdf
  8. a conferma di quanto esposto da sss, dal sito wic group, sperando possa chiarire qualche cosa http://www.wicgroup.it/index.php?option=com_content&view=article&id=123&Itemid=86
  9. aderendo a detta impostazione allora anche tutte le clausole in tema di cessione d'azienda.....
  10. trattasi cmq di atto di straordinaria amministrazione in quanto relativo all'impiego del capitale del minore, anche la locazione di durata superiore a nove anni (atto di straordinaria amministrazione) non produce effetti reali ma se riguardasse un bene ereditario non dubiterei del 747 cpc
  11. io ho motivato dicendo che il testatore non ne perde la titolarità sostanziale e quindi la possibilità di disporne
  12. e quindi come avrebbe dovuto essere strutturato l'atto?? prevedendo semplicemente il diritto di recesso ex art 1385 comma 2 a prescindere dalla condizione o dalla vendita con riserva di proprietà?
  13. secondo Maltoni/Tassinari infatti non ci vorrebbero, non applicandosi le norme in tema di circolazione di azienda nè quelle di conferimento proprie della costituzione, ma non sarebbe sbagliato metterle ai fini tuzioristici, così è detto nel libro degli autori citati "la trasformazione" pag 301, peraltro gli stessi negano radicalmente che si possa trasformare un impresa in società...mah
  14. io l'ho definito onere seguendo il ragionamento da te postato, in sostanza considerando che l'attribuzione trovava fondamento nell'interesse del testatore di equilibrare i lasciti; sinceramente ho fatto così visto che lo suggeriva la traccia pur dando atto in pt che la juris qualifica detto conguaglio anche legato divisionis causa