Vai al contenuto

pellicano

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    513
  • Iscritto

  • Ultima visita

Tutti i contenuti di pellicano

  1. Ho avuto la fortuna ed il privilegio di conoscere personalmente Giorgio al concorso annullato del 2010; successivamente, nonostante abbia avuto ancora contatti con Lui, purtroppo non ci siamo più rivisti, perchè, dopo l'esperienza del 2010, ho preso un'altra strada. Credo che le parole non siano sufficienti a descrivere le Sue qualità eccezionali. Non posso che unirmi al dolore che la Sua famiglia prova in questo momento. Ciao, caro Giorgio...
  2. La prima citazione contenuta nella mia firma non è casuale.
  3. Se non vengono coperti tutti i posti, è perchè non ci sono abbastanza persone idonee: motivazione tradizionale, alquanto comoda per il notariato e ovviamente inconfutabile...
  4. Il lunedì sera si erano conosciuti alcuni nomi perchè la lista era già pronta negli uffici del Ministero prima delle date ufficiali riportate da MG.
  5. Ciao, Giorgio, Ti ho già espresso in privato la totale sintonia di pensiero. Un caro saluto
  6. Un augurio di serene Festività a tutti, in particolare a coloro che ho avuto il piacere di incontrare ad ottobre (e a coloro che avrei voluto conoscere).
  7. Quindi 4 nella prima parte della graduatoria. Qualcuno non l'aveva già annunciato come sicuro in una famosa discussione di inizio ottobre, poi degenerata e cancellata, oppure ricordo male (probabilmente...)?
  8. DISAGI & TRASFERTE Per chi non l'avesse già letta (da CNN Notizie 8.11.2010): "Cari Colleghi, com’è noto, il Ministro della Giustizia ha deciso di annullare le prove scritte del concorso notarile, svoltesi a Roma il 27 e 28 ottobre u.s. e ripeterle tutte, mantenendo il bando e rinnovando la Commissione. Si tratta di una decisione adottata con encomiabile tempestività, che viene incontro alle legittime aspettative dei candidati, in linea con le valutazioni del Consiglio Nazionale emerse dalla riunione straordinaria del 2 novembre, manifestate pubblicamente nei numerosi interventi sulla stampa e comunicate al Ministro nel corso degli stretti contatti mantenuti in questi giorni, costantemente esprimendo la preoccupata reazione del Notariato ad una vicenda che lo colpisce in uno dei suoi valori più alti. Il CNN Vi aveva chiesto il sacrificio di venire a Roma sabato prossimo nel primo pomeriggio, per un incontro dedicato solo al concorso ed ai problemi connessi al paventato prolungarsi dello stato di incertezza sulla via di uscita da una difficile situazione, della quale dovranno emergere al più presto circostanze e responsabilità. L’intervento del Ministro, anche se ovviamente non risolve i gravi problemi di fondo su cui ci dovremo concentrare con grande serietà e determinazione nei prossimi mesi, chiude la prima e più calda fase della vicenda, rendendo obiettivamente meno urgente il nostro incontro e meno giustificati il disagio e i costi di una trasferta di tutti a Roma, a ridosso dell’ormai imminente Congresso Nazionale del 26 e 27 novembre, dedicato quest’anno esclusivamente al più ampio confronto sulla politica di Categoria. Per queste considerazioni, la Riunione straordinaria dei Presidenti, già convocata a Roma per sabato 13 novembre, alle ore 14, è annullata. Nel ringraziarVi per la disponibilità e la comprensione, Vi saluto molto cordialmente, nella certezza di incontrarVi al Congresso. Giancarlo Laurini"
  9. Il parroco in questione (non imparentato con Siciliotti...) commentava Mt 25, 31-46, dicendo: "le domande che verranno fatte da Dio in sede di giudizio finale si conoscono già, come al concorso notarile la settimana scorsa". Visto che siamo in tema, ricordo la prima lettura del 1° novembre. Apocalisse 7, 4: "E udii il numero di coloro che furono segnati con il sigillo: centoquarantaquattromila". Quindi c'è sempre la speranza di un concorso a 144.000 posti. Chiedo scusa per la divagazione "escatologica", che non intende essere minimamente offensiva, pur avendo mischiato il sacro con il profano. :flowers:
  10. Ieri ho sentito un parroco che, per introdurre una predica sul giudizio universale, ha parlato dell'annullamento del concorso notarile. Non scherzo.
  11. Penso non sia già stato postato da altri. In caso contrario, me ne scuso. Concorso notai: Procura Roma apre fascicolo su incidenti per prova annullata http://www.adnkronos.com/IGN/News/Cronaca/Concorso-notai-Procura-Roma-apre-fascicolo-su-incidenti-per-prova-annullata_311195630196.html http://roma.repubblica.it/cronaca/2010/11/02/news/concorso_da_notai_sospeso_la_procura_apre_un_inchiesta-8681933/ http://notizie.virgilio.it/notizie/cronaca/2010/11_novembre/02/notai_procura_roma_apre_inchiesta_su_disordini_durante_concorso,26818873.html
  12. E' quello che ripeto da oltre un anno e mezzo. Chi mi conosce, lo sa. Eppure mi rendo conto che moltissimi di noi si rassegnano a subire questa situazione, nella speranza che la preparazione, la costanza e la fortuna li aiutino. Non ero nel padiglione 7 e non posso pronunciarmi sulla civiltà o sull'inciviltà delle proteste (nel padiglione 8 si è protestato, ma il clima era ovviamente diverso). Però credo che fosse l'unico modo di dare un segnale forte per denunciare che le tanto decantate "selezioni serissime e severissime", "fiore all'occhiello del notariato" [cfr.: Laurini], non costituiscono quel sistema così serio e limpido, basato esclusivamente sulla meritocrazia (come invece molti hanno interesse a far credere: pensiamo a quanti soldi, solo tra libri e scuole, girano dietro a questa baracca concorsuale...). Tutti i concorsisti sono uguali. Certo. Ma alcuni sono più uguali degli altri.
  13. Evidentemente queste persone non sono sufficientemente intelligenti per diventare notai Credevo fosse utile anche per gli altri (oltre che per me, visto che non so ancora i risultati del mio unico concorso e non ho quindi termini di riferimento) definire esattamente quale è / dovrebbe essere l'oggetto di valutazione da parte della commissione. Di sicuro sbaglio, avendo probabilmente un livello di intelligenza pari alle persone sopra citate. :hyper: Mi consolerò godendomi le soddisfazioni professionali che la vita, nonostante tutto, mi ha riservato in questo periodo, consentendomi - per questa volta - di "snobbare" il concorso. Vado a festeggiare
  14. Grazie per la precisazione. Proprio perchè non dovrebbe esserci commistione tra ciò che è elaborato e ciò che è preparatorio all'elaborato finale, è necessario tracciare una linea di confine netta. Quando un appunto su un foglio "di bella" è parte teorica (e quindi valutabile) e quando è solo un appunto preparatorio alla parte teorica (e quindi non valutabile)? Dalle tue stesse parole si evince la complessità della questione, perchè, con riferimento allo stesso caso, parli prima di "una parte teorica di per se' un po' deboluccia" compensata da "appunti che invece dimostravano chiarezza d'idee" e poi di "appunti che la commissione legge perche' se li trova insieme a tutti i fogli della parte teorica di modo che anche quegli appunti "sono" parte teorica". Non voglio assolutamente fare polemica, ma solo capire quale è la definizione corretta di "parte teorica". Io credo che si tratti di tutto ciò che sta sui fogli "di bella", diverso dall'atto (e dalla motivazione, se separata). In tal caso, giustissimo valutare anche gli appunti, gli schemi, ecc., che sono parte teorica e rappresentano semplicemente una modalità particolare di svolgimento della stessa. D'accordo (infatti avevo pensato che un modo di saperlo sarebbe stato il commento da parte di qualche commissario durante l'orale o successivamente, ma avendo tu parlato di "vincitori" mi sembrava strano che, anzichè trattarsi di un episodio isolato, la cosa accadesse piuttosto frequentemente). Mi lascia comunque perplesso che una commissione promuova agli scritti e poi aspetti l'orale "per sapere se quello che era riuscito soltanto ad accennare in forma di appunto lo sapeva o no". Dico così perchè conosco varie persone che, copiando in bella, hanno dovuto sacrificare, per mancanza di tempo, parti che avevano scritto in brutta, che poi non hanno inserito in busta. Se a volte anche poche parole o uno schema possono salvare, allora può essere una strategia vincente, in caso di estrema necessità, inserire in bella anche pensieri non completamente sviluppati (tenendo sempre presente che... est modus in rebus). Ciao
  15. Se veramente è andata così (e non dubito assolutamente della tua parola), è una cosa allucinante. Significa che ciò che viene corretto varia a seconda del candidato. Se ad alcune persone vengono valutati anche appunti non compiutamente inseriti nell'elaborato finale, diventa tutto ancora più aleatorio ed estremamente soggettivo. Allora, per garantire un trattamento uniforme, occorrerebbe che per tutti i concorrenti fossero valutati non solo la versione definitiva dell'eleborato, ma anche gli appunti, le brutte, ecc., che magari neanche sono stati inseriti nella busta. Peraltro, la capacità di un candidato consiste anche nel gestire il tempo a disposizione. Poi, senza voler pensar male, sarebbe interessante capire come fanno questi vincitori a sapere che la loro promozione è dipesa proprio da quello... è stato messo a verbale?
  16. Patto di famiglia. A questa domanda si risponde sempre "patto di famiglia". Anche il giorno 11.3.2009 c'era chi voleva fare il patto di famiglia. Dai, cerchiamo di non occupare troppo spazio sul forum, visto l'invito degli amministratori.
  17. Solo per completezza: oltre a quanto sopra, venivano anche forniti alcuni elementi per individuare il "tale del Ministero" (tanto che qualcuno ha affermato che si capiva benissimo chi era il tale in questione), nonchè - come già sottolineato da Barney - indicazioni piuttosto circostanziate relative ad altri aspetti del concorso: Restiamo in attesa di vedere eventuali sviluppi della vicenda.
×
×
  • Crea Nuovo...