Vai al contenuto

Gaia_19_78

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    2643
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

8 Neutral

Su Gaia_19_78

  • Rank
    Brass member
  • Compleanno 09/05/1978

Informazioni del profilo

  • Sono
    Femmina
  • Corte d'Appello
    Ancona

Contatti

  • Skype
    michelagaiaschi

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Buongiorno presidente !!! questione un poco complessa non conosco la posizione della Cassazione al riguardo cerco di ragionare :l'usucapione in se sarebbe possibile al ricorrere dei presupposti previsti dal codice civile possesso continuato buona fede eccetera Una cosa secondo me é la proprieta dell immobile altra cosa é l'abuso dell immobile che puo essere sanato anche successivamente all usucapione Quindi secondo me la risposta é affermativa Chiedo venia se ho detto castronerie un abbraccio gaia
  2. Buona Pasquetta presidente !! forse puo venire in aiuto una massima delle 3 venezie : I.G.5 - (OFFERTA DI SOTTOSCRIZIONE DI AUMENTI DI CAPITALE A TERZI IN ASSENZA DI ESPRESSA PREVISIONE STATUTARIA - 1° pubbl. 9/04) È possibile, ma solo con deliberazione adottata con il voto favorevole di tutti i soci partecipanti alla società, che l’assemblea deliberi che l’aumento di capitale possa essere attuato mediante offerta di quote di nuova emissione a terzi, anche se l’atto costitutivo non preveda tale possibilità ed anche se si ricada nell’ipotesi di ricapitalizzazione della società, in esito a riduzione per perdite ex art. 2482 ter, c.c. Presidente al tuo quesito do risposta positiva la norma dell'art 2481 bis nella parte in cui vieta la sottoscrizione delle quote di nuova emissione da parte di terzi a seguito di delibera di riduzione del capitale per perdite ex 2482 ter e di ricapitalizzazione? in linea di principio non sarebbe derogabile per divieto ex lege salvo il caso di cui all' art 2482 ter in caso contrario occorrerrebbero cmq 1)previsione statutaria ad hoc 2) 'unanimità ma cè una massima che dice che si puo fare... salutoni gaia
  3. Io non sono andata a Roma a concorso avrei fatto una istituzione di erede tout court con apporzionamento ex art 733 e stima ad opera del terzo ma,non essendo molto sicura dei miei strumenti giuridici ,ieri mi sono fatta deviare verso l istituzione nelle quote di legittima chiedo venia gaia
  4. piersimon ti chiedo venia allo stato non ho trovato alcun altro appiglio in tal senso oltre la massima del triveneto un abbraccio gaia
  5. Ciao la norma di riferimento è l'art 2555 intitolata cessione di azienda 1) Puoi apprestare nel contratto clausole a tutela della parte acquisente come ad es apposizione di condizioni, inserimento di garanzie, recesso et similia 2) Del pari puoi esclude il subentro in determinati contratti Tuttavia trattandosi di cessione di tabacchi ed essendo il gioco e le scommesse inscindibilmente collegato alla gestione della tabaccheria non credo che tu possa escluderlo dal contratto.. L' esclusione del trasferimento opera non solo in presenza di contratti cd intuitus personae ma anche in presenza di una categoria piu ristretta di contratti . Si tratta di una categoria più ristretta rispetto a quella dei contratti intuitu personae (quelli alla cui conclusione la parte alienante si è determinata in base a scelte oltre alla logica dell’impresa nel cui esercizio sono state assunte risalgono anche a ragioni personali ovvero a valutazioni di interesse della stessa parte alienante che la parte acquirente può non condividere) e vi appartengono sia i contratti a prestazioni oggettivamente infungibili (contratti d’opera intellettuale o artistica) sia i contratti a prestazioni soggettivamente infungibili (cioè considerata in concreto tale dalle parti) nonché da ultimo i contratti di cui sia stata pattuita tra alienante e terzo l’incedibilità. Mi spiego la parte alienante puo aver ritenuto appetibile la cessione in quanto cessione in blocco e come tale ricomprendente la licenza di tabaccheria e il gioco e la scommessa. Tale aspetto va pertanto regolato tra le parti saluti gaia
  6. Gaia_19_78

    domanda notaio

    Ciao dunque ti cito la norma di riferimento art 67 del TUIR Sono redditi diversi : le Pusvalenze realizzate mediante cessione a titolo oneroso di beni immobili acquistati o costruiti da non piu' di cinque anni, esclusi quelli acquisiti per successione e le unita' immobiliari urbane che per la maggior parte del periodo intercorso tra l'acquisto o la costruzione e la cessione sono state adibite ad abitazione principale del cedente o dei suoi familiari, nonche', in ogni caso, le plusvalenze realizzate a seguito di cessioni a titolo oneroso di terreni suscettibili di utilizzazione edificatoria secondo gli strumenti urbanistici vigenti al momento della cessione. In caso di cessione a titolo oneroso di immobili ricevuti per donazione, il predetto periodo di cinque anni decorre dalla data di acquisto da parte del donante; La parte che interessa é quella sottolineata in maiuscoletto: Il tuo caso costituisce un eccezione tratasi di cessione di immobile adibito ad abitazione principale per la maggior parte del periodo di imposta (sono 183 gg ovvero 184 se anno bisestile) Quindi puoi tranquillamente trasferire l immobile anche se non trascorsi i 5 anni senza dover pagare alcuna plusvalenza Saluti gaia
  7. Dunque a mio avviso si puo disporre della nuda proprieta cedendola ad un terzo e riservandosene l' usufrutto ma non si puo disporre della nuda proprietà a favore dell usufruttuario medesimo Ora tu dici che al contempo sei nudo proprietario e usuruttuario per una quotina A mio avviso é possibile disporre la cessione dell usufrutto per la tua quota in favore della madre gia usufruttuaria riservandotene la nuda proprietà cd cessione a rovescio Presumo che tale convenzione operi a fini fiscali (sull 'usufruttuario gravano le spese ) Attendo ulteriori e piu autorevoli pareri gaia
  8. ciao pier no no hai ragione ecco la massima notarile milanese sul medesimo tema https://www.consiglionotarilemilano.it/documenti-comuni/massime-commissione-società/xi.asp e poi ti riporto la massima notarile napoletana n 10 di un tenore simile Attuazione della fusione anteriormente al termine di sessanta giorni di cui all’art. 2503 c.c. su dichiarazione di insussistenza di creditori da parte degli amministratori - ammissibilità Legittimamente può essere ricevuto l’atto di fusione prima che siano decorsi i sessanta giorni dall’iscrizione prevista dall’art. 2503 c.c., fra l’altro, quando su dichiarazione degli organi amministrativi delle società partecipanti, consti che non sussistono creditori sociali anteriori all’iscrizione del relativo progetto. gaia
  9. Cito esaurita così la disponibile, dividere il restante suo patrimonio fra le figlie Guenda e Lina assegnando, ove possibile, alla primogenita Guenda la facoltà di scelta dei beni per la formazione delle due porzioni, prevedendo che le proprie liquidità depositate presso diversi istituti bancari vadano alla secondogenita Lina e, comunque, tenendo conto, nella formazione delle dette porzioni, delle donazioni già effettuate in favore di Lina e rimettendo la stima di tutto quanto sopra al proprio fratello Severo. io avrei fatto istituzione in quote di legittima (si dice infati esaurita la disponibile) con apporzionamento ex art 733 c.c. con stima ad opera di terzo un salutone e in bocca al lupo a tutti gaia
  10. Si si ha ragione Faden ricordo che alcuni anni fa l'ipsoa aveva edito un collage di massime di milano e triveneto et similia ormai superato perchè ahime troppo risalente un abbraccio faden ❤️ gaia a titolo informativo segnalo anno 2016-2017 ..ricordavo bene https://www.libreriauniversitaria.it/orientamenti-osservatorio-diritto-societario-ipsoa/libro/9788821759758 https://www.libreriauniversitaria.it/orientamenti-comitato-triveneto-notai-materia/libro/9788821765360
  11. ciao presidente cerco di inquadrare il tuo quesito secondo il mio modesto parere e ictu oculo i 2 concetti usufrutto e usufrutto legale costituiscono manifestazioni di una stessa fattispecie ad es vedi il titolo giuridico-costitutivo dei 2 l' usufrutto tout court puo nascere: .legge da accordo delle parti , per testamento per donnazione usucapione In conclusione l usufrutto legale é da qualificarsi come species e come tale ricompreso nella categoria dell usufrutto piu ampia attenduo il tuo parere e grazie sempre gaia
  12. quoto johndm parola per parola norma di riferimento art 5 c.c.liberta di disporre del proprio corpo grazie presidente per lo spunto molto interessante a presto gaia
  13. ah ah ah no... saluti gaia
×
×
  • Crea Nuovo...