Vai al contenuto

Danila

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    4
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Informazioni del profilo

  • Sono
    Femmina
  • Corte d'Appello
    Trento

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Direi che il tutto dipende da come ti pone il problema la traccia. Sicuramente ti deve far capire in maniera chiara che le parti intendono prevedere un unico contratto e non due distinti altrimenti “tutta la vita” segui la Cassazione. Per quanto riguarda la solidarietà concordo con te anche se a fini prudenziali specificherei in atto anche la solidarietà dal lato passivo giusto per maggior chiarezza: come si suol dire, sempre meglio qualcosa in più che in meno.
  2. Ciao! Propenderei senza dubbio per la prima tesi viste anche alcune sentenze della Cassazione a conferma di ciò che parlano di validità della convenzione. La questione è diversa però nell’ipotesi in cui le parti, sia nel caso di pluralità di venditori che di acquirenti, vogliano un’unica contrattazione, nel qual caso la vendita comporterà per i venditori il trasferimento, in solido tra loro, della piena proprietà (l’uno dell’usufrutto e l’altro della nuda proprietà) e per gli acquirenti l‘acquisto dello stesso immobile sia pure per i diversi diritti di usufrutto e di nuda proprietà.
  3. Ciao! Da ciò che ricordo sono sostenute entrambe le tesi. Per la caduta in comunione legale del fondo in seguito ad affrancazione vedi Ubaldi, mentre per la tesi del fondo affrancato come bene personale vedi De Paola. Tuttavia segnalo anche una sentenza di Cassazione (n. 8506 dell’8 aprile 2013) che sembra propendere per la prima tesi distinguendo a seconda che il fondo sia oggetto di affrancazione ordinaria, nel qual caso l’enfiteuta acquista ex novo il diritto di proprietà (quindi parrebbe sostenere la caduta in comunione legale del bene se il matrimonio è avvenuto prima dell’affrancazione)
  4. Buongiorno a tutti, vorrei condividere con voi quanto comunicatomi via mail da Notares circa l’organizzazione e il calendario del corso, così se qualcuno fosse interessato ad iscriversi può prenderne nota. I docenti Notares presentano la nuova proposta formativa per il prossimo concorso notarile. Il modulo comprende 10 incontri. Le lezioni si terranno il venerdì pomeriggio dalle ore 15:00 alle ore 19:00, a partire dal 22 Maggio 2020, secondo il seguente calendario: Venerdì 22 maggio 2020 Venerdì 29 maggio 2020 Venerdì 5 giugno 2020 Ve
×
×
  • Crea Nuovo...