Vai al contenuto

paul19

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Torino

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. ciao a tutti, ho 29 anni, sono un avvocato (abbastanza insoddisfatto) iscritto all'albo dal 2017. Dopo la laurea mi sono occupato di tutt'altro: master in diritto penale d'impresa, pratica forense in ambito penalistico , breve periodo di pratica in studio civilistico, tirocinio presso uffici giudiziari ex art. 73 d.l. 69. Negli ultimi 2 anni ho alternato esercizio di professione con la preparazione di concorsi pubblici (in particolare ho fatto 2 consegne in magistratura..sono in attesa degli esiti dell'ultimo). L'insoddisfazione (sia sul piano professionale che retributiva) per la carriera da avvocato mi sta portando a guardare ad altre strade, tra cui la carriera notarile. L'unico mio enorme dubbio è: non sarà un po' tardi iniziare la pratica notarile (e la preparazione al concorso) a 29 anni? Considerato altresì che ho fatto pochissimo diritto civile pratico nella mia attività professionale (ho fatto molto studio teorico per magistratura). Ovviamente immagino che la pratica notarile non sia retribuita.... Essendo già iscritto all'albo degli avvocati da più di anno potrei usufruire della pratica abbreviata di 8 mesi....tuttavia non è un po' tardi secondo voi?
×
×
  • Crea Nuovo...