Vai al contenuto

Lucanot88

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    8
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Ancona

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. Buonasera, Tizio ha dato il suo appartamento in comodato gratuito (con riserva d'uso di parte dell'immobile) a un parente. Lavora fuori e il comodatario ha ben pensato di cacciarlo di casa dichiarandolo irreperibile al comune (cambiando la serratura di casa). Non puo nemmeno rinnovare la carta di identità e usufruire dell'assistenza sanitaria. Il comodato è a tempo indeterminato, con la clausola con la quale si riserva uso di parte dello stesso. Tizio ha urgente bisogno di rientrare in casa essendo l'unica casa che ha, inoltre deve pagare l'Imu se risulta non residente in casa. Il comodatario non vuole restituirgli la casa e si rifiuta di farlo entrare per l'accertamento da parte di vigili.  L'avvocato risponde che unica soluzione è quella di andare in causa per avere indietro il l'appartamento, inoltre deve prendere residenza altrove, pagare Imu e spese legali (oltre al fitto in altra casa). Ma che problemi ha la legge italiana? La proprietà privata non è sacra? I carabinieri possono qualcosa nell'immediato? Tizio vuole mandargli disdetta, è consigliabile rivolgersi al commercialista che ha redatto il contratto ? Grazie per l'attenzione.
  2. Avevo letto, se non erro, qualcosa inerente al fatto che se intercorrono terzi (in questo caso la madre) tra donante e donatario la donazione si calcola da fonte dei soldi a beneficario ma non ne sono sicuro ..
  3. Lucanot88

    Donazione indiretta

    Vorrei porvi un quesito complesso: Tizio sposa caia, caia ha due figli. Figlio di Caia compra un appartamento con un contratto di mutuo stipulato da Caia ma il mutuo lo paga tizio (non padre naturale dei figli di caia). I soldi la banca li da a Caia che dal suo conto li da al venditore, ma tizio paga dal suo conto il mutuo alla banca e salda lo stesso. Questo appartamento è intestato a uno dei figli di caia. È donazione indiretta? Se si nei confronti degli eredi di tizio o di Caia?
  4. Come immaginavo giustamente. Grazie per la conferma
  5. Buonasera, Vorrei porvi questo quesito: Caio sposa Tizia, tizia ha gia due figli e, purtroppo, viene a mancare. Caio ha immobili comprati prima del matrimonio in comunione dei beni. Possono i figli di Caia chiedere parte dei beni personali di tizio? Grazie
  6. Grazie mille per le risposte.
  7. Alla fine del testamento. Testatore aveva dimenticato di citarlo durante descrizione bene(quota di immobile), poi alla fine ha aperto parentesi è ha scritto (+ box), poi la firma. Cercavo un Po su internet E leggo: "Il bene legato deve essere consegnato al legatario con tutte le sue pertinenze, i frutti, gli interessi (dal momento della apertura della successione se di proprietà del testatore), le eventuali accessioni (es: costruzione costruita su fondo)." è corretto?
  8. Lucanot88

    Dubbi testamento

    Buongiorno, Se in un testamento il testatore dimentica di specificare il box quando descrive il bene che vuole lasciare (Appartamento) ma alla fine dello stesso (dopo la data di nascita del legato), apre parentesi e scrive (+box) poco prima della firma E non nel contesto giusto della frase può ritenersi comunque valido? Grazie.
  9. Buongiorno, Tizio è sposato con Caia; Caia ha due figli che non sono figli di Tizio. Tizio lascia testamento a favore di Caia. Caia viene a mancare prima di Tizio; successivamente anche Tizio viene a mancare. Possono i figli di Caia ereditare per rappresentanza di Caia? Cioè possono i figli di Caia (premorta) ereditare per rappresentanza testamentaria da Tizio? Grazie.
×
×
  • Crea Nuovo...