GioDema

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    49
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    3

GioDema last won the day on June 30

GioDema had the most liked content!

Reputazione Forum

9 Neutral

Su GioDema

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Lecce

Visite recenti

174 visite nel profilo
  1. datio in solutum e normativa Bersani

    concordo
  2. comunione legale e partecipazioni

    Ci sono diverse opinioni...una parte della dottrina ritiene che le azioni o quote sociali cadano automaticamente in comunione legale tra i coniugi per effetto della stessa comunione legale, però si distingue dalla legittimazione verso la società come i soci. Si sostiene, infatti, che di solito solo uno dei coniugi interessato all'azienda ottenga la legittimazione dalla società esercitando i diritti amministrativi relativi. Nel caso in cui invece si ritiene che con la caduta in comunione legale e legittimazione di entrambi i coniugi in società, in quel caso le azioni saranno considerate in comproprietà e sarà nominato un rappresentante comune ex art. 2347 c.c.
  3. redazione del verbale

    La legittimazione è opportuna inserirla, necessaria se invece deve compiere degli atti negoziali. Si preferisce inserirla sempre. Se modifichi il capitale sociale (x aumenti o riduzioni) si modifica l'art. dello statuto nella deliberazione e va espresso.
  4. divisione di cosa futura e permesso di costruire

    Concordo pienamente, anche io sono abbastanza dubbioso su questo! Ti direi di aspettare il rilascio del permesso così si sta tranquilli.
  5. il mandato ad alienare è una soluzione comune nella prassi (prima della modifica alla legge, i notai per garantire il trasferimento del bene ad un altro soggetto proponevano la donazione). Il mandato sconta di base l'imposta di registro al 3% poi si dovrebbero verificare altre cose. Questa soluzione tuttavia tutela il venditore che ha fretta di vendere entro l'anno.....ora non conosco i dettagli e provo ad immaginare....ma come soluzione potrebbe andare anche una compravendita del bene per l'acquirente con pagamento rateale nel tempo? In questo caso avrebbe il tempo di poter pagare il prezzo di acquisto. Oppure un'alienazione del bene all'acquirente con contestuale presenza della banca che costituisce ipoteca sullo stesso bene acquistato (in questo modo la banca, avvertita prima dell'atto, si convincerà a concedere un mutuo). Che ne pensi?
  6. divisione di cosa futura e permesso di costruire

    Secondo me si, basterebbe indicare gli estremi della richiesta al rilascio (rif. Art. 6 lett i) del D.Lgs n.122/2005). Personalmente, però, andrei abbastanza cauto e opterei per attendere il rilascio del permesso.
  7. discussione sintetica

    è più importante la deliberazione, nella discussione si valuta caso per caso..di base si cerca di essere sintetici.
  8. divisione di cosa futura e permesso di costruire

    Bè a vederla così sembra un'ipotesi di permuta di bene presente con bene futuro...nel caso di trasferimento di bene non ancora costruito, il cedente, nell'articolo sulla menzione obbligatoria, fa un'attestazione dichiarando di aver presentato domanda di rilascio del permesso di costruire (+estremi domanda presso il Comune)
  9. Si, si inserisce perchè il condono fa riferimento al titolo abilitativo per costruire mancante, mentre la conformità per la planimetria e la rendita catastale
  10. valori permuta

    anche ai fini fiscali perchè ci sono anche quelli repertoriali.
  11. L'offerta di opzione solo ai due soci invece di tutti e tre comporta l'esclusione dell'opzione in capo al socio assente (ex 2441, 5°e 6° c.c.)..quindi è giusto come dici te. Per i conferimenti si deve seguire la procedura che richiede il 2343 ter con contestuale sottoscrizione delle nuove azioni.
  12. Inventario di azienda compresa nell'eredità

    Come formulario generale per atti notarili ce ne sono diversi tra cui il Lovato-Avanzini e Carbone...io uso il Lovato perchè più sintetico. In atto basta indicare in premessa o nella descrizione dell'azienda che è composta dai beni risultanti dalla perizia allegata e redatta dal dott. Di nulla, il forum serve a questo
  13. Inventario di azienda compresa nell'eredità

    Non è necessario, riceve un foglio con su indicati i beni. L'indicazione deve essere analitica se possibile.
  14. Inventario di azienda compresa nell'eredità

    Di solito le parti nominano un perito o un commercialista per avere un elenco completo e dettagliato dei beni, anche se non sempre è così dettagliato (a volte non viene indicato il valore dei singoli beni), oppure lo possono fare le parti stesse....dipende però dal tipo di azienda. Se si parla di una grande azienda con molti beni sarebbe opportuno farlo fare da un commercialista. Spero di esserti stato utile, ciao!
  15. Io specificherei e farei dare atto al presidente che a seguito di tale operazione è venuta meno la causa di scioglimento della società e non della liquidazione così come dice il Triveneto. Anche perchè con questa prima delibera accertiamo una causa di scioglimento della società e la contestuale trasformazione procedendo, poi, alla relativa pubblicità al R.I.