GioDema

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    54
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    8

GioDema last won the day on July 26

GioDema had the most liked content!

Reputazione Forum

11 Good

Su GioDema

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Lecce

Visite recenti

213 visite nel profilo
  1. Ipoteca su bene sociale a favore di terzi

    sinceramente se vedessi una delibera della società mi limiterei a vederla e a citarla in atto...alla fine, l'interesse della società lo decide lei stessa per propri interessi economici e non credo spetti al notaio valutare la sua incidenza o meno.
  2. Ipoteca su bene sociale a favore di terzi

    Per poter valutare la fattibilità della fattispecie ci si deve domandare quale sia l'interesse della società a seguito di tale operazione. Posta così la questione ti direi che non è ricevibile detta fattispecie in quanto non sussiste un interesse della società a concedere ipoteca su un bene proprio a favore di Tizio (interesse extra sociale come hai scritto te). Non direi che è nullo per difetto di causa, ma inefficace, perchè comunque si potrebbe riscontrare un interesse della società, ad esempio, nell'ottenere la sottoscrizione di un eventuale aumento di capitale prima deliberato da parte di Tizio, il quale risulta ad oggi senza denaro.
  3. azione del coerede contro il terzo acquirente

    Se sul testamento ritrovato in cui si dice che è nominato erede insieme a Caio per su mobili e immobili, rientrerebbero anche i risparmi. In questo caso secondo me visto che Caio ha dilapidato tutto, Sempronio sulla base della petizione di eredità vinta, potrà chiedere la restituzione della parte dei beni che spetta o il loro valore.
  4. Testamentary Trust

    Per il Trust il testatore quale legislazione ha scelto per la sua applicazione? e i beni oggetto del trust sono situati in Italia? Perchè se è quella italiana o se i beni sono situati in Italia dovrà procedere alle normali regole previste per la trascrizione del trust ai fini di aggiornamento dei Registri Immobiliari.
  5. concentrazione volumetrica

    Nei casi di cessione di volumetria o cubatura si ritiene in dottrina opportuno e necessario (nella fase di decollo) inserire in atto il Cdu del terreno di partenza, al fine di verificare la destinazione urbanistica. In questo caso lo inserirei, anche se il proprietario dei due terreni è il medesimo soggetto.
  6. datio in solutum e normativa Bersani

    concordo
  7. comunione legale e partecipazioni

    Ci sono diverse opinioni...una parte della dottrina ritiene che le azioni o quote sociali cadano automaticamente in comunione legale tra i coniugi per effetto della stessa comunione legale, però si distingue dalla legittimazione verso la società come i soci. Si sostiene, infatti, che di solito solo uno dei coniugi interessato all'azienda ottenga la legittimazione dalla società esercitando i diritti amministrativi relativi. Nel caso in cui invece si ritiene che con la caduta in comunione legale e legittimazione di entrambi i coniugi in società, in quel caso le azioni saranno considerate in comproprietà e sarà nominato un rappresentante comune ex art. 2347 c.c.
  8. redazione del verbale

    La legittimazione è opportuna inserirla, necessaria se invece deve compiere degli atti negoziali. Si preferisce inserirla sempre. Se modifichi il capitale sociale (x aumenti o riduzioni) si modifica l'art. dello statuto nella deliberazione e va espresso.
  9. divisione di cosa futura e permesso di costruire

    Concordo pienamente, anche io sono abbastanza dubbioso su questo! Ti direi di aspettare il rilascio del permesso così si sta tranquilli.
  10. il mandato ad alienare è una soluzione comune nella prassi (prima della modifica alla legge, i notai per garantire il trasferimento del bene ad un altro soggetto proponevano la donazione). Il mandato sconta di base l'imposta di registro al 3% poi si dovrebbero verificare altre cose. Questa soluzione tuttavia tutela il venditore che ha fretta di vendere entro l'anno.....ora non conosco i dettagli e provo ad immaginare....ma come soluzione potrebbe andare anche una compravendita del bene per l'acquirente con pagamento rateale nel tempo? In questo caso avrebbe il tempo di poter pagare il prezzo di acquisto. Oppure un'alienazione del bene all'acquirente con contestuale presenza della banca che costituisce ipoteca sullo stesso bene acquistato (in questo modo la banca, avvertita prima dell'atto, si convincerà a concedere un mutuo). Che ne pensi?
  11. divisione di cosa futura e permesso di costruire

    Secondo me si, basterebbe indicare gli estremi della richiesta al rilascio (rif. Art. 6 lett i) del D.Lgs n.122/2005). Personalmente, però, andrei abbastanza cauto e opterei per attendere il rilascio del permesso.
  12. discussione sintetica

    è più importante la deliberazione, nella discussione si valuta caso per caso..di base si cerca di essere sintetici.
  13. divisione di cosa futura e permesso di costruire

    Bè a vederla così sembra un'ipotesi di permuta di bene presente con bene futuro...nel caso di trasferimento di bene non ancora costruito, il cedente, nell'articolo sulla menzione obbligatoria, fa un'attestazione dichiarando di aver presentato domanda di rilascio del permesso di costruire (+estremi domanda presso il Comune)
  14. Si, si inserisce perchè il condono fa riferimento al titolo abilitativo per costruire mancante, mentre la conformità per la planimetria e la rendita catastale
  15. valori permuta

    anche ai fini fiscali perchè ci sono anche quelli repertoriali.