Vai al contenuto

thomas

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    1011
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    19

Tutti i contenuti di thomas

  1. Grazie a Giorgio Sassoli, unico punto di riferimento nella disastrosa organizzazione di questo concorso. Quanto al merito del suo post, preferisco soprassedere, avendo già espresso la mia indignazione e la mia rabbia in altri post precedenti.
  2. Immagino sia stata una provocazione dell'autore dell'articolo. Altrimenti si sconfinerebbe abbondantemente nella mala fede.
  3. Premetto i ringraziamenti a Giorgio, sempre gentile, disponibile a condividere le sue notizie con noi e, soprattutto, molto affidabile. Ciò premesso, riterrei preferibile gli scritti a febbraio - marzo 2012; il che, beninteso, rappresenta già di per sè una VERGOGNA INDESCRIVIBILE, dato che (forse) soltanto nel terzo mondo è possibile che il bando di un pubblico concorso sia indetto nel mese di gennaio 2010 e scritti ad esso collegati siano svolti nel mese di marzo dell'anno successivo. Ma tant'é: il concorso - come è noto - è gestito da cerebrolesi incompetenti e a noi non resta che tanta rabbia ed indignazione. La sola ipotesi, seppur remota, di scritti a settembre 2012 appartiene alla fantascienza: significherebbe far passare, tra data del bando e data di effettuazione degli scritti, quasi 2 anni. Un fatto che legittimerebbe una veemente rivolta popolare.
  4. non è veramente possibile campare in questo modo. non si tratta soltanto di un problema di organizzazione dello studio e del ripasso: se vogliamo, quello è, in fondo, il problema minore. La questione - almeno per quanto mi riguarda - è assia più ampia e complessa. si tratta di una perenne incertezza che logora e sfinisce psicologicamente anche il più volenteroso dei candidati. Qui si va avanti di rinvio in rinvio; nessuna notizia certa, l'unica fonte realmente attendibile è l'encomiabile Giorgio Sassoli ..... ma si può andare avanti in questo modo?? Ripeto: è un logoramento che sfinisce e consuma le energie nervose e psicologiche e che impedisce un minimo di progetto per il proprio futuro. Non c'è altro da aggiungere: è una vergogna senza limiti. Con ogni probabilità, sarà il mio ultimo concorso: ne ho davvero le palle piene di vedere la mia vita compromessa dalla inettitudine e dalla approssimazione dele persone preposte all'organizzazione di questo (maledetto) concorso.
  5. thomas

    OBBLIGAZIONI PROPRIE (

    Cari amici, volevo sottoporvi un quesito che non riesco a risolvere. Dalla lettura dell'art. 2415 c.c., penultimo comma, si evince che una s.p.a possa possedere obbligazioni proprie. Tale norma mi ha fatto sorgere i seguenti dubbi: 1) quale sia l'utilità di una tale operazione economica, posto che la s.p.a. assuemerebbe, allo stesso tempo, il ruolo di debitore (società emittente) e di creditore (obbligazionista); 2)come si concilia tale norma con la estinzione dell'obbligazione per confusione. Vi ringrazio in anticipo delle risposte che mi darete.
  6. Fai semplicemente ridere. La tua affermazione di non avere mai provocato nessuno credo sia la frase più spassosa e divertente mai letta dalla istituzione di romoloromani.it Prova a rileggere le frasi che hai rivolto a Giuseppina Randazzo, il tono smaccatamente canzonatorio e denigratorio usato per confutare le argomentazioni della suddetta. Ti scandalizzi per il fatto che ho usato un linguaggio "colorito" e sicuramente poco oxfordiano nel mio post; subito dopo ti abbandoni ad una serie di gratuite provocazioni nei confronti di altro utente (che, in quanto Notaio, potrebbe peraltro legittimamente disinteressarsi delle disfunzioni di un concorso cui non partecipa più: i suoi interventi, a prescindere dal merito, sono di per sè apprezzabili per ciò solo)"colpevole" di non avere le tue stesse opinioni. Mi fermo qui: l'Amministratore del sito ti ha correttamente inviato ad una condotta più rispettosa degli altri utenti, con ciò facendo giustizia delle tue gratuite provocazioni.
  7. Bravo. Mi riferivo proprio a quello striscione.
  8. Si, probabilmente avete ragione voi. La mia è rabbia allo stato puro. Mi viene in mente uno striscione esposto dai tifosi dell'Inter, quanto la squadra perdeva sempre, che, mutatis mutandis, esprime il mio stato d'animo verso i responsabili della gestione del concorso ...... "non so più come insultarvi..."
  9. Questo concorso è merda allo stato puro. E' stato il più grave errore della mia vita avere deciso di impegnarsi per tentare di superarlo e prendervi parte. Non so - ed è l'unica dubbio rimastomi - se ci sia una precisa volontà politica di gestire il concorso in modo così assurdo e scandaloso, soprattutto per i tempi, oppure se si tratti soltanto di inettitudine ed incompetenza. Non si capisce assolutamente nulla. C'era la preselezione, introdotta per abbreviare i tempi di correzione degli scritti. Il rimedio si è rivelato inefficace. Dunque, via la preselezione. Sennonché, nulla pare sia cambiato per quanto riguarda i tempi: basti dire che, a fronte del bando sulla Gazzetta Ufficiale nel mese di gennaio 2010, le prove scritte si svolgeranno validamente soltanto alla fine di febbraio 2011 Dunque, dice Laurini, di nuovo la preselezione!! Nel frattempo, deve ancora esaurirsi il concorso bandito nel lontano 2006 (QUASI CINQUE ANNI FA!!!) e, per il concorso del 2008, si è ancora in messianica attesa di sapere l'esito degli scritti. E' semplicemente vergognoso: nemmeno se il concorso fosse organizzato e gestito dagli aborigeni della foresta amazzonica vi sarbbero tali sacche di inefficienza, ritardo, corruzione. Sono soltanto dei poveri stronzi, che meritano tutto il nostro disprezzo
  10. ... concorso bandito nel 2006. Siamo quasi nel 2011 ed i vincitori non sono ancora in grado di eserciare, a tutti gli effetti, la professione. Quasi 5 anni dall'inizio del'iter concorsuale sino alla (si spera, prossima) definitiva conclusione. Serve aggiungere altro per rimarcare l'insostenibilità e la vergogna di questa situazione?
  11. Si, infatti, condivido. Anche io penso che occorrano le consuete menzioni (formalità urbanistiche, dichiarzione ex lege Bersani; eventualmente, allegazione del certificato di rendimento energetico), dato che un effetto traslativo del diritto reale immobiliare c'è, come si rileva dalla circostanza che la cessione di contrato deve essere trascritta, ai sensi dell'articolo 2645 c.c.
  12. Si, aderendo alla teoria atomistica è come dici tu. Infatti la dottrina che aderisce alla teoria atomistica (diritto di credito all'altrui prestazione ed obbligo di eseguire la propria) nega che il contratto traslativo di diritti reali possa essere ceduto. Diversamente è a dirsi nel caso in cui si aderisca alla più moderna dottrina (che ritiene che l'oggetto della cessione sia l'intera posizione contrattuale, e non solo il diritto di credito all'altrui prestazione e l'obbligo di eseguire la propria): in questa prospettiva, dunque, la cessione di contratto è ammissibile. Anche se mi rimane il dubbio se, in relazione al caso di cui sopra, occorrano le menzioni urbanistiche e le altre formalità di cui sopra.
  13. thomas

    Cessione Di Contratto

    Ciao a tutti. Volevo chiedervi una mano per aiutarmi a sciogliere un dubbio in materia di cessione di contratto. La questione è semplice: nel caso in cui l'acquirente di un immobile, tale per effetto di un contratto di compravendita in cui l'obbligo di corresponsione del prezzo a suo carico sia stato dilazionato, decida poi di trasferire, a titolo di permuta, la propria posizione contrattuale complessiva (nella quale è ricompreso, dunque, anche il diritto di piena ed esclusiva proprietà dell'immobile, oltre alle altre aspettative, diritti di impugnativa del contratto, ecc....), occorre inserire in atto anche le consuete menzioni urbanistiche e la dichiarazione ex lege Bersani? La cessione di contratto deve esseee trascritta, quantomeno stando alla dottrina oggi maggioritaria, ex art. 2645 c.c., dato che, pur non essenso ricompresa negli atti ex art. 2643 c.c., tuttavia produce effetti analogghi a quelli della citata norma. Determinando, dunque, un effetto traslativo, a mio parere, oltre alla menzione del regime patrimoniale delle parti ex art. 2659 c.c, occorrerebbe anche inserire in atto le consuete menzioni urbanistiche e la dichiarazione ex lege Bersani. Qualcuno, per favore può darmi conferma ovvero indicare altra soluzione più corretta? Ringrazio in anticipo chi interverrà. Ciao!
  14. thomas

    Rinvio

    Sono perfettamente d'accordo. Sono dei rincoglioniti senza pari.
  15. ok, grazie. adesso mi è chiaro. Grazie Carletta e grazie Puci.
  16. il capitale è ridotto. Le azioni di godimento vengono emesse a fronte del rimborso al valore nominale delle azioni ordinarie: dunque a fronte della riduzione reale del capitale. Se il capitale fosse ridotto a € 200.000 formato da sole azioni ordinarie, a che titolo gli azionisti di godimento potrebbero esercitare il diritto di voto in assemblea (ove ciò sia previsto dallo statuto, come consente l'art. 2353)? Sarebbero dei creditori, titolari di un mero diritto di credito, mentre così non è: lo stesso nome (azionisti di godimento) depone per il fatto che si tratti di azionisti, titolari di azioni speciali quanto alla disciplina. Quello che invece non capisco - e che rimane l'oggetto del presente topic - è come sia stata fatta la riduzione: vale a dire come sia stato calcolato il rapporto di cambio tra azioni ordinarie e azioni di godimento.
  17. le azioni di godimento non rappresentano una quota di capitale sociale la volontà iniziale è di ridurre a 200.000 per questo l'articolo dello statuto dopo la modifica dovrebbe riportare 200.000 50.000 rimborsate e sostituite da 10.000 azioni di godimento :ehm: credooo...... Puci, le azioni di godimento sono azioni in senso tecnico: esse rappresentano una categoria speciale di azioni (secondo l'interpretazione maggioritaria). In ogni caso, a prescindere dalla natura delle azioni di godimento, vedo che anche a te non torna il rapporto di cambio contenuto nella formula che ho trascritto in stralcio. Effettivamente se il rapporto di cambio è determinato in 5 azioni ordinarie = 1 azione di godimento, dovrebbero risultare 10.000 azioni di godimento a fronte dell'annullamento di 50.000 azioni ordinarie (e non, invece, 50.000 azioni di godiomento, come nella formula riportata).
  18. No, quello per me non è sbagliato. Il capitale è di €. 250.000, in quanto gli azionisti di godimento - come dice il nome stesso - sono azionisti a tutti gli effetti: sono semplicemente titolari di azioni soggette ad una disciplina particolare (possono, se l'atto costitutivo lo prevede, anche esercitare il diritto di voto e partecipano agli utili, salva la prededuzione di un importo pari all'ìnteresse legale sul dividendo da corrispondere agli azionisti ordinari). Quello che davvero non comprendo - lo ripeto ancora - è come la formula abbia operato il rapporto di cambio: se ogni 5 azioni ordinarie=1 azione di godimento, e vengono annullate 50.000 azioni ordinarie, come fanno a uscire fuori 50.000 azioni di godimento????
  19. Allora non sono il solo a a non avere capito .... Nessuno è in grado di spiegare cortesemente il rapporto di cambio? Se vengono annullate 50.000 azioni ordinarie e la formula precisa che il rapporto di cambio è 5 azioni ordinarie=1 azione di godimento, come fanno a venire fuori 50.000 azioni di godimento?
  20. Ciao a tutti! Volevo chiedervi una spiegazione su una formula del formulario Avanzini - Iberati -Lovato (edizione del 2008, formula 43.9.12, pagg. 708 - 709) per la quale non riesco a spiegarmi il RAPPORTO DI CAMBIO operato nella formula stessa (enunciato in questo modo: 5 azioni ordinarie danno diritto ad 1 azione di godimento). Vi riporto lo stralcio della formula, di cui non capisco il rapporto di cambio. "..... l'assemblea (....) delibera: 1 di ridurre il capitale sociale da euro 250.000 ad euro 200.000 mediante ritiro ed annullamento di n. 50.000 azioni da euro 1 cadauna e contemporaneo rimborso, previa decorrenza del termine di cui all'art. 2445 c.c., del loro valore nominale e alle seguenti condizioni: a) il rimborso delle azioni sarà fatto a ciascun azionista in ragione di 1 azione per ogni 5 azioni o per ogni multiplo di 5 azioni che risulteranno a lui intestate. Agli azionisti proprietari di un numero di azioni inferiori a 5 o che non sia multiplo di 5 verrano consegnati buoni frazionari di 1/5 per ogni azione. La consegna di 5 di tali buoni frazionari darà diritto al rimborso di euro 1 ed al ritiro di 1 azione di godimento; 2) ................. 3) di modificare conseguentemente gli articoli dello statuto come segue: art. .... "il capitale sociale è fissato in euro 250.000 diviso in 250.000 azioni da euro 1 cadauna delle quali n. 50.000 rimborsate e sostituite da 50.000 azioni di godimento ..........." La domanda è: ma il rapporto di cambio come emerge dall'art. 3 non è di 1 azione ordinaria = 1 azione di godimento? Se il rapporto di cambio è 5 azioni ordinarie = 1 azione di godimento (punto a) non riesco a capire come possano essere sostituite 50.000 azioni ordinarie con 50.000 azioni di godimento. Grazie in anticipo a chi risponderà.
  21. condivido le vostre affermazioni. la relazione ex art. 2343 c.c. effettivamente è concepita soltanto per l'ipotesi di fusione eterogenea, qualora la società incorporata sia una società di persone. Nel caso prospettatao da Tennis (allorché ad essere incorporata sia una società di capitali e l'incorporante una società di persone) credo anche io che sia sufficiente la responsabilità personale dei soci.
  22. esistono altre ipotesi (tranne quella di incorporazioone di società interamente posseduta) in cui si attua una fusione senza un aumento del capitale?
  23. In caso di compagini societarie identiche non è necessario l'aumento di capitale dell'incorporante. Si avrà, quello sì, un aumento del patrimonio netto, e di conseguenza ciascun socio vedrà aumentare il valore della propria partecipazione in misura proporzionale. Non occorre operare sul capitale e quindi non occorre perizia di stima. Se permetti, ti consiglio di ascoltare, su quest'argomento, l'intervento del notaio Santangelo ad uno degli incontri di studio sulla Riforma. Lo trovi in streaming sul sito della Fondazione del Notariato. Ok, Elena, seguirò il tuo consiglio. Grazie.
×
×
  • Crea Nuovo...