Vai al contenuto

thomas

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    980
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    17

Tutti i contenuti di thomas

  1. se ne è parlato tante volte. L'abolizione dei minimi tariffari è una delle principali cause, ma non la sola: aumento numero notai, crisi mercato immobiliare, sottrazione di competenze a vantaggio di altre categorie e creazione di law firms (ora con competenza regionale) che determina la concetrazione delle ricchezze in pochi (20-25%) e la netta maggioranza (75%) a spartirsi quel che resta. Comunque, ne hanno parlati tanti qui, soprattutto notai. Inutile tornarci sopra, la situazione ormai è questa.
  2. I notai (anzi: gli studi notarili) che hanno moli clienti sono ormai il 20%. Il resto (80%) vive più che decorosamente, ma lontanissimo dai fasti di 10 anni fa (prima del 2008). Non sei il solo a lavorare poco, consolati: ormai la festa è finita (quasi) per tutti.
  3. Walle, tieni conto che la media è falsata dai guadagni alti di pochi (circa il 25%: ossia, 1 ogni 4). Il 75% dei notai in esercizio fattura, all'anno, circa 60.000 lordi.
  4. Walle, le persone che vivono nella realtà lo sanno tutti. Non sto qui a citare le fonti che confermano il crollo della professione notarile (ma sarebbe meglio dire: di tutte le libere professioni, purtroppo): basta parlare con qualsiasi Notaio in attività e confermerà,, senza esitazioni, quanto detto dai forumisti in queste ore.
  5. ........ meno male che si comincia ad ammettere che ormai, dal punto vista economico, il notariato è già finito. Questo concorso ha senso ormai soltanto perchè è una meravigliosa sfida con se stessi e perchè ha ad oggetto il diritto civile ed il diritto societario: vale a dire, le due materie più belle ed affascinanti del Diritto, IMHO. Perchè, dal punto di vista economico, il Notariato è ormai morto - come del resto anche le altre libere professioni - dal 2008 ....
  6. Questo tuo post presuppone che, di regola, una certo numero di candidati sappia IN ANTICIPO le tracce di concorso: quantomeno, se non le tracce vere e proprie, almeno gli argomenti. Vi sembra credibile ciò?
  7. Marco Giorgianni è preparatissimo. Ha pubblicato su riviste notarili ed ha elaborato tracce utili, raccolte in volumi, per lo studio concorsuale. Ve lo consiglio.
  8. Ma, infatti, il punto è questo, hai ragione. Dato che, ormai, fare il notaio non assicura più, né ora né in futuro, lauti guadagni (anzi ......), molti tuoi colleghi hanno ripiegato sull'insegnamento, nella speranza di compensare, almeno in parte, i gravissimi contraccolpi che la professione ha subito a livello economico. Solo che, oramai, tutti si sentono in diritto di fondare una scuola, quando invece insegnare Diritto dovrebbe - stante la difficoltà obiettiva della materia - essere prerogativa di pochi.
  9. Brazzers ormai è più serio di RR. Spiace dirlo, ma questo forum è ormai lo specchio fedele di ciò che è la professione notarle: ormai finita, da 10 anni, e priva di qualsiasi prospettiva, sia economica (come ampiamente documentato) sia professionale. Per quel poco che valgono le mie parole, esprimo solidarietà ai nomi ingiustamente infangati su questo forum.
  10. P.S Dopo il post di London J, c'era un intervento del Moderatore, Alberto. Ma qualcuno di Voi sa che fine ha fatto Alberto oppure dobbiamo rivolgerci a Chi l'ha visto?
  11. Lascio che a risponderti siano altri, se lo vogliono. io ti ho risposto in passato, rischierei di ripetermi e di annoiare chi legge.
  12. No, non sbagli. ho suggerito anche a Walle di lasciare perdere, tutto qui.
  13. Ma gli rispondi pure? È un dato oggettivo che: 1) il 75% dei notai (3 su 4) fattura MENO di 70000 euro; 2) solo 1 su 4 continua a guadagnare cifre importanti (anche se nettamente MENO che 10 anni fa); 3) nelle grandi città (Milano e Roma) gli studi notarili, hanno proceduto a licenziamento collettivo (in alcuni casi: 1 dipendente su 2); 4) che, con la competenza regionale, alcuni notai di provincia sono dei meri impiegatucci a libro paga delle law firms notarli. Fanno tenerezza i discorsi di chi (sempre lui, peraltro) vaneggia di milioni e milioni in arrivo, di ville al mare e di super bolidi alla portata di chiunque abbia appena preso il sigillo .... Vuol dire essere chiusi da anni nella stanzetta col libro di Gazzoni come unico “amico”, mentre il Notariato, da 10 anni, ha inesorabilmente perduto prestigio per arrivare dove è ora: in uno stato di agonia, per ammissione unanime. Invito tutti a leggere: - il Corriere della Sera, che nel febbraio del 2017, ha titolato in prima pagina sulla fine del notariato: crisi di vocazioni (- 70%!!!!) e di fatturato , nei termini sopra descritti; - La relazione pubblica del presidente Mario Mistretta all’ultima riunione della Cassa del Notariato, che evidenzia come l’1% dei notai fatturi quanto il restante (99%) e come, da nord (non tutto, essendoci anche qui zone depresse) a sud vi siano differenze spaventose. Ho citato il più autorevole quotidiano italiano (non Topolino) è un professionista serio e stimato (il notaio Mario Mistretta (non un cazzaro al bar). p.s. A scanso di equivoci, preciso che qualsiasi libera professione in Italia versa in grave crisi: l’avvocatura, ad esempio, è ormai distrutta da anni, versa in uno stato penoso, straziante per chi ama la professione. se qualcuno di Voi avrà (o ha) figli, farebbe bene a suggerirgli: - a non fare il concorso notarile , lungo e aleatorio e con il risultato di darti una vita dignitosa, ma niente di più: soprattutto, niente di paragonabile ai sacrifici che richiede; - a suggerirgli di laurearsi in economia o ingegneria e andare all’estero: li, forse, avrà più prospettive. pps Ma qualcuno di voi si mai chiesta la ragione di tutte queste scuole notarili? Qualcuno, scherzando, parla di scuole in numero maggiore dei candidati? non sarà forse un tentativo di compensare il crollo della professione??
  14. Figurati. Nessun problema: comunque nella sostanza hai ragione, anche se la professione notarile ormai è"agli stracci" dal punto di vista economico, non superare l concorso è obiettivamente una sconfitta professionale. Su questo, sono d'accordo e non cerco alibi: si vince e si perde nella vita, e questa è una sconfitta.
  15. Rispetto il tuo punto di vista, ma sarebbe stato meglio non esprimerlo, quantomeno in termini tanto crudi. C'è stato chi (G.S., noto utente del Forum), si è suicidato per questo, sarebbe forse più opportuno "dosare" le parole su argomenti tanto dleicati, che toccano aspetti psicologici delle persone.
  16. pure io ho le stesse news, prove scritte di concorso ad autunno 2019
  17. Gauge, avrai sicuramente un'altra vita, professionale e familiare. Vedi il concorso come un quid pluris, non come il "centro" della tua vita: forse 10 anni fa, con prospettive diverse, poteva valerne la pena, oggi (e, a maggio ragione, date le prospettive, anche in futuro) sicuramente no. Comunque, tanta stima per te!
  18. Walle, glielo abbiamo detto praticamente tutti sul forum; probabilmente Federico non ha mai avuto nessun contatto con la realtà e dunque prosegue nei suoi sogni di arricchirsi a breve e smisuratamente. Per parte mia, vedrò di non replicargli nemmeno più: se qualcuno, più paziente di me, vorrà farlo, buon per lui.
  19. Meglio il DS, che fa il calcio mercato: molto più divertente.
×
×
  • Crea Nuovo...