Vai al contenuto

Aflaib

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    26
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    1

Aflaib last won the day on November 13

Aflaib had the most liked content!

Reputazione Forum

7 Neutral

Su Aflaib

  • Compleanno 19/05/1992

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Catania

Visite recenti

360 visite nel profilo
  1. Aflaib

    Simulazioni 3 giorni

    Intendo proprio ciò che hai inteso! Grazie per l'informazione!
  2. Aflaib

    Nuovo Bando

    Io non comprendo, davvero, da quale cilindro tiriate fuori i vostri criteri previsionali...
  3. Aflaib

    Simulazioni 3 giorni

    Buongiorno a tutti, Avrei bisogno di alcune informazioni provenienti dalle scuole! Sto cercando delle simulazioni di 3 giorni cui iscriversi. Dunque scuole che offrono la possibilità di partecipare alla sola simulazione di 3 giorni, con correzioni e lezioni. A parte la Viggiani. Se qualcuno volesse aiutarmi, gliene sarei grato!
  4. O forse sarebbe anche possibile, qualora non si faccia in tempo a espletare la procedura di nomina dell'amministratore di sostegno, addivenire alla stipula da parte della figlia di una vendita parzialmente di cosa altrui, così da poter considerare comunqur attuato il definitivo, almeno formalmemte, seppur differendo una parte degli effetti traslativi ad un secondo momento. Ditemi che ne pensate..
  5. Aflaib

    Condono notarile vs Vero concorso

    Parlare di "condoni" con riferimento a qualsiasi posizione concorsuale di un aspirante notaio è irrispettoso. Fin quando è un pazzo a farlo, si lascia perdere. Se la cosa deve divenire un principio generale, però, è il caso di intervenire. Qui si stanno dettando delle linee di pensiero di una categoria assolutamente anacronistiche e irrispettose.
  6. Aflaib

    Condono notarile vs Vero concorso

    È penoso che a fronte delle 12000 sedi totali di notai in Italia, delle quali più della metà vacanti, e delle istanze di cambiamento e innovazione di cui la categoria ha bisogno, voi notai-dinosauri, appartenenti a non so quale era, millantiate concorsi selettivi e rimpiangiate qualche decina o centinaio di notai in più. Ora, nessuno di noi, da notaio in atto o in potenza che sia, ci guadagnerebbe se la concorrenza tra professionisti aumentasse così significativamente, ma è evidente che qui i termini della discussione stanno diventando talmente beceri da dimostrare che dietro tanta aspirazione alla selettività altro non vi sia che una mera, indegna, disgustosa avidità. Spazio ai giovani.
  7. Aflaib

    Il sub

    Tendenzialmente l'indicazione dei vani attiene ai soli appartamenti. Ove si tratti di un'autorimessa o di un capannone, nella scheda catastale si troverà l'indicazione della superficie, non quella dei vani, appunto perché in tali edifici non vi è uno spazio interno "ritagliato", tipico delle unità immobiliari parte di un edificio.
  8. Aflaib

    Intangibilità legittima

    Il legato in sostituzione di legittima può avere ad oggetto beni non ereditari, in quanto tale istituto costituisce un'ipotesi eccezionale rispetto al principio di intangibilità della legittima. Sul legato in conto: per essere qualificato come tale non deve violare il principio in esame. Altrimenti sarà qualificabile come un legato ordinario ex 653 cod. civ. A questo punto, non potrà essere imputato alla riserva del legittimario e graverà totalmente sulla disponibile.
  9. Aflaib

    Richiesta di bannare l'utente molesto

    Per il bene di un forum che è sempre un'ottima risorsa per confrontarsi, chiedo anch'io che vengano prese iniziative. Il tono delle discussioni richiamate sopra è davvero degradante.
  10. Aflaib

    QUESITO CNN N. 74-2009/C

    Qui la spiegazione del contenuto del quesito che cerchi da parte di un notaio, che riporto sotto. Prelazione, retratto e garanzia per evizione. E’ stato chiesto se sia possibile inserire in un contratto di vendita di un terreno una clausola con la quale il venditore si faccia esonerare dall’acquirente dal prestare garanzia dell’inesistenza di diritti di prelazione in favore di terzi. L’Ufficio ha innanzitutto sottilineato le differenze che corrono tra prelazione volontaria e legale, osservando che l’utilità di una clausola del tenore di quella ipotizzata viene in rilievo essenzialmente in relazione alle fattispecie di prelazione legale, date le più gravi ripercussioni di tale istituto sulla posizione dell’acquirente. Ha inoltre affermato che, fermo restando che i contraenti, devono uniformare il proprio comportamento al generale principio di buona fede, con cui mal si concilia un atteggiamento reticente delle parti, volto a tacere informazioni rilevanti ai fini della contrattazione, non si ravvisa, tuttavia, nel nostro ordinamento uno specifico obbligo in capo al venditore di prestare espressa garanzia all’acquirente in un contratto di compravendita circa l’inesistenza di diritti di prelazione sul bene a favore di terzi (tenuto anche conto del fatto che l’alienante non sempre ha facilità nel verificare l’esistenza di una prelazione legale o nell’identificare il soggetto a beneficio del quale essa operi). La circostanza che l’alienante non sia tenuto a prestare specifica garanzia circa l’inesistenza di diritti di prelazione a favore di terzi, non toglie, tuttavia, che in capo allo stesso, gravino, in ogni caso, nella sua qualità di venditore in un contratto di compravendita, l’obbligo di trasferire la proprietà della cosa (o il diritto alienato) all’acquirente e quello di garantire lo stesso dall’evizione che dovesse eventualmente subire (artt. 1476 e 1483 c.c.): la giurisprudenza infatti è ormai costante nel ritenere che l’acquirente che abbia subito il riscatto da parte del prelazionario possa invocare la garanzia per evizione nei confronti del proprio dante causa Pertanto, indipendentemente dal fatto che sia stata prestata espressa garanzia circa l’inesistenza di diritti di prelazione a favore di terzi sul bene venduto, l’alienate, qualora l’effettiva esistenza di tali diritti sia stata accertata e l’acquirente abbia subito il riscatto, risponde in ogni caso per evizione, sempre che tale garanzia non sia stata espressamente limitata o esclusa dalle parti, nei limiti in cui ciò sia consentito dalla legge (artt. 1487 e 1488 c.c.; in proposito si rinvia anche all’art. 1229 c.c.). Deve, dunque, concludersi che, in assenza di uno specifico obbligo, in capo all’alienante, di garantire la controparte circa l’inesistenza di diritti di prelazione sulla cosa, la mancata formulazione di tale garanzia non richiede necessariamente una espressa clausola di esonero (comunque lecita) da parte dell’acquirente. Diverso è, invece, il caso in cui le parti intendano limitare o escludere la garanzia legale per l’evizione della cosa, al cui fine è, al contrario, indispensabile un’espressa manifestazione di volontà in tal senso. L’espressa formulazione da parte dell’alienante della garanzia circa l’inesistenza di diritti di prelazione spettanti a terzi, pertanto, ove sussistente, può incidere esclusivamente sul profilo inerente al calcolo del risarcimento del danno. A tal riguardo - quantunque la garanzia per evizione prescinda totalmente dalla colpa del venditore – qualora dovesse altresì ricorrere il dolo o la colpa del venditore in riferimento alla particolare causa che ha determinato l’evizione, l’acquirente retrattato può far valere il diritto al risarcimento del danno anche nella più ampia misura del c.d. interesse positivo o lucro cessante, ai sensi del combinato disposto degli artt. 1479 e 1223 c.c..
  11. Ciao, grazie per la risposta! Io, però, intendo recuperare una copia da conservare.
  12. Buongiorno! Sto cercando il testo in oggetto. L'ultima edizione è del 1994, se non vado errato. Se qualcuno volesse spossessarsi di tale prezioso testo, sarei disposto ad acquistarlo. Altrimenti, sapreste indicarmi come e dove reperirlo? Grazie!
  13. Aflaib

    accatastamento antenna telefonica

    Segnalo anche la Circolare numero. 27/E - Agenzia delle Entrate - del 13 giugno 2016 in cui si conferma quanto riportato nell'articolo. In particolare: "[...] ai sensi dell’articolo 1, comma 21, della legge di Stabilità 2016, a decorrere dal 1° 6 gennaio 2016 per le unità immobiliari in argomento vanno considerate, tra le componenti immobiliari oggetto di stima catastale, il suolo, le torri con le relative fondazioni, gli eventuali locali tecnici che ospitano i sistemi di controllo e trasformazione e le sistemazioni varie, quali recinzioni, viabilità, ecc., posti all'interno del perimetro dell’unità immobiliare." Rimangono pertanto esclusi tutte le parti fisiche che non rientrano nella precedente descrizione, ossia l'antenna in sé, eventuali apparecchiature accessorie, pali, tralicci e quant'altro formi l'apparato teletrasmittente.
×