Vai al contenuto

Aflaib

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    39
  • Iscritto

  • Ultima visita

  • Days Won

    3

Aflaib last won the day on December 8 2018

Aflaib had the most liked content!

Reputazione Forum

13 Good

Su Aflaib

  • Compleanno 19/05/1992

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Catania

Visite recenti

400 visite nel profilo
  1. Aflaib

    Nuovo Bando

    Notizie sul numero delle domande pervenute al Ministero?
  2. Per rispettare l'ordine delle sottoscrizioni siamo soliti tenere a mente le formule: FIAT o PAFINASTENO, ove A e AS si riferiscono agli assistenti del cieco.Sul presupposto che si aderisca all'orientamento che vuole applicabile la legge in favore dei ciechi anche all'atto notarile, ovvero per tutti i casi in cui il notaio scelga di accogliere, pur non essendovi obbligato, la richiesta del cieco di cui all'art. 3 della legge n. 18/1975 (assistente facoltativo), mi è sopraggiunto un dubbio sulla collocazione della sottoscrizione di tale assistente facoltativo ovvero di quella dei due assistenti obbligatori previsti dall'art. 4 per il caso in cui il cieco non possa sottoscrivere (per quest'ultimo caso, sempre sul presupposto dell'applicabilità della legge in questione all'atto notarile).Ai sensi dell'art. 3, comma secondo, l'assistente facoltativo deve apporre la sottoscrizione "dopo la firma del cieco".L'ordine sarebbe dunque questo?... (sottoscrizione di Tizio cieco)Il testimone ... (sottoscrizione dell'assistente facoltativo)... (sottoscrizione di Caio altra parte dell'atto)... (sottoscrizione del primo testimone)... (sottoscrizione del secondo testimone)Romolo Romani notaio (sigillo)Se così è, le formule in principio richiamate varrebbero soltanto per il caso di cui all'art. 4 della legge sui ciechi, ovvero per gli assistenti obbligatori, qualora tale legge si ritenga applicabile?L'ordine, in tale ultimo caso, sarebbe questo?... (sottoscrizione di Tizio cieco)... (sottoscrizione di Caio altra parte dell'atto)Il testimone ... (sottoscrizione dell'assistente obbligatorio)Il testimone ... (sottoscrizione dell'assistente obbligatorio)... (sottoscrizione del primo testimone)... (sottoscrizione del secondo testimone)Romolo Romani notaio (sigillo)Per il caso in cui intervengano gli assistenti obbligatori, quindi, non può essere estesa la disposizione di cui all'art. 3, comma secondo, legge sui ciechi, che vale soltanto per l'assistente facoltativo.Le formule che utilizziamo si riferiscono, quindi, ai soli casi di intervento degli assistenti obbligatori, quelli di cui all'art. 4, ma non dobbiamo tenerle in considerazione per il caso dell'assistente facoltativo, perché qui la sottoscrizione va apposta subito dopo la sottoscrizione del cieco e prima di quella di altre parti dell'atto.E' così?Grazie a chi vorrà darmi delle delucidazioni!
  3. Aflaib

    imposta di registro cessione credito

    È l'art. 6 TUIR. Perché dici che riguarda soltanto gli atti pubblici o le scritture private autenticate? Quell'inciso si riferisce alle sole quietanze.
  4. Aflaib

    imposta di registro cessione credito

    A me risulta difficile credere che sia imposto un onere formale ai soli fini della registrazione..
  5. A primo acchito mi viene da pensare che avendo eseguito la divisione il testatore ed avendo questa effetti reali, l'ulteriore divisione che gli eredi hanno compiuto non può essere definita propriamente tale, in quanto non vi era alcuno stato di comunione. Dovrebbe, piuttosto, parlarsi di permuta. Il contratto di modifica della precedente "divisione" sarebbe poi una modifica del contratto di permuta precedentemente intervenuto.
  6. Mi è capitato di vedere qualcosa di simile. Non ricordo la formulazione che incontrai ma tendenzialmente la formulerei in questo modo: "Il presente contratto deve intendersi come non modificativo dei diversi ed eventuali rapporti contrattuali intercorrenti tra le parti, precisandosi che con esso non si intende realizzare alcun effetto novativo o derogatorio rispetto ai citati rapporti, i cui effetti restano interamente salvi e impregiudicati".
  7. Aflaib

    Alienazione unico bene fondo patrimoniale

    Quindi lo scioglimento del vincolo (o "fuoriuscita dal fondo") sull'unico bene è implicita nell'alienazione compiuta ai sensi del 169. Grazie per il contributo, Locus loci!
  8. Aflaib

    rogito compravendita bene in comproprietà

    Certo, in questo senso sono d'accordo con te. Mi sembrava ti volessi riferire alla salvezza dell'acquisto del terzo, che, appunto, non è detto che vi sia, nel caso di specie. Che gli altri chiamati, una volta accettata l'eredità, possano ricorrere all'azione di petizione è chiaro.
  9. Aflaib

    rogito compravendita bene in comproprietà

    L'avevo considerato, ma non credo che nel caso prospettato sia di sicura applicazione. Se si tratta di successione legittima non è difficile per un potenziale acquirente immaginare che debbano concorrere tutti i chiamati nella vendita di un bene ereditario. A meno che non ricorra la circostanza per la quale i potenziali acquirenti non fossero a conoscenza della presenza di altri chiamati. Il caso va valutato in base alle circostanze concrete. Da notare che la giurisprudenza richiede l'ordinaria diligenza al terzo, la cui tutela dell'affidamento non è esclusa soltanto al ricorrere di colpa grave, ma anche al ricorrere di colpa lieve.
  10. Aflaib

    rogito compravendita bene in comproprietà

    Ciao! Io credo che se soltanto uno o alcuni tra i chiamati hanno venduto il bene, si può dire che abbiano accettato tacitamente l'eredità. Ma, se non hanno partecipato tutti i chiamati, non avranno potuto vendere il bene nella sua interezza, in quanto con la vendita saranno divenuti eredi soltanto per le rispettive quote di eredità per le quale la chiamata ha operato verso di essi. Dunque, il contratto di vendita, forse, sarebbe nullo per impossibilità giuridica dell'oggetto. Dopo trascorsi i 10 anni, se si tratta di successione legittima le quote di coloro che non hanno accettato si accrescono, ai sensi dell'art. 522 cod. civ., a coloro che concorrono nella chiamata all'eredità, salva la rappresentazione dei discendenti, se ve ne siano i presupposti. Così, nel nostro caso, coloro che sono già eredi diventano eredi per l'intero. A questo punto possono vendere il bene immobile nella sua interezza.
  11. Aflaib

    ASSOCIAZIONE ASPIRANTI NOTAI

    Lion, la tua reazione mi sembra esagerata. Il collega ha soltanto proposto un'iniziativa che, al di là di considerazioni in ordine alla sua condivisibilità (che pure mi sembra non possano che indirizzarsi verso esiti positivi), non merita le tue schizzofreniche obiezioni. Assistere ad una conversazione civile in questo forum sembra sempre più un miraggio..
  12. Si afferma che quando si tratti di un fondo patrimoniale avente ad oggetto un unico bene immobile, l'alienazione di questo deve seguire le norme dell'art. 169 cod. civ. e non quelle di cui all'art. 171 cod. civ. Conseguentemente, non sarà necessario, in caso di alienazione dell'unico bene, se si è in presenza di figli minori, seguire il peculiare procedimento indicato dalla Cassazione nel 2014 per il caso di scioglimento volontario del fondo. Tuttavia, mi chiedo se nel procedere ad alienazione dell'unico bene del fondo, il relativo vincolo su tale unico bene si sciolga in "automatico" con l'alienazione ovvero se, comunque, dovrei prima procedere a scioglimento e poi all'alienazione, magari nell'unico atto. Se dovessi prima sciogliere, non sarebbe, forse, il caso di applicare il procedimento relativo allo scioglimento volontario ex 171? Ossia scioglimento quale convenzione matrimoniale di mutuo dissenso, annotazione, trascrizione e, in caso di figli, loro consenso? Dalle affermazioni citate in principio pare di no, ma vorrei avere chiarimenti sul punto! Grazie a chi vorrà rispondere.
  13. Aflaib

    ricerca procura generale

    Posso chiederti per quale motivo si intende revocare a tutti i costi la procura prima di morire? In fondo con la morte essa non avrà più alcun valore. Né, chiaramente, con essa il procuratore può disporre dele ultime volontà dell'anziano signore. Peraltro la procura generale non consente il compimento di atti di straordinaria amministrazione, se non sono espressamente indicati. Di certo vi è un'esigenza di rimuoverla per evitare che vengano compiuti atti non voluti o, se successivi alla morte, atti annullabili. Ma è solo questa la ragione? Non mi spiego l'esigenza di revocare la procura 'prima di morire'. Se si tratta di una questione morale o della semplice preoccupazione di ingenerare confusione a seguito della morte.
  14. Aflaib

    Simulazioni 3 giorni

    Intendo proprio ciò che hai inteso! Grazie per l'informazione!
  15. Aflaib

    Nuovo Bando

    Io non comprendo, davvero, da quale cilindro tiriate fuori i vostri criteri previsionali...
×