Elio82

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    2
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Elio82

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Firenze

Visite recenti

73 visite nel profilo
  1. causa accollo interno

    Ciao, provo a dire la mia, visto che in questi giorni sto studiando l'istituto. Se ho ben capito non può esservi assunzione di debito altrui perché con l'accollo interno non si attua una modificazione soggettiva passiva del rapporto obbligatorio: il creditore rimane completamente estraneo (non contratta direttamente con il terzo come nell'espromissione; non aderisce come nell'accollo esterno) e il suo unico debitore continua ad essere quello originario. Quanto alla causa dell'accollo, mi pare (se ho ben capito) che la questione dipenda da come si ricostruisce l'istituto: contratto causalmente autonomo oppure stipulazione in favore del terzo. Seguendo quest'ultima tesi, forse la questione di un'autonoma giustificazione causale della convenzione di accollo sfuma. Anche nell'accollo interno (che non potrebbe essere ricondotto alla figura della stipulazione a favore di terzi) la giustificazione dovrebbe risiedere nel contratto causale intercorso tra debitore e terzo, in base al quale quest'ultimo si obbliga, appunto con la convenzione di accollo a rilevanza interna che accede a detto contratto, a liberare il debitore dal debito, mediante, ad esempio, l'art. 1180 oppure datio in solutum o altro. Forse in questo senso si parla di spostamento del peso economico del debito tra debitore e terzo.
  2. anche io ho acquistato dallo stesso utente il testo sulle società di capitali più di un mese fa, ma non l'ho ancora ricevuto.