apostille13

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    10
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

5 Neutral

Su apostille13

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Ancona
  1. Non mi pare bolscevismo, semmai il contrario: è il sacrificio della funzione pubblica, incarnata dal Notaio, sull'altare del liberismo economico, che semplifica il concetto di legalità ed imparzialità a "burocrazia".
  2. Su mia espressa richiesta, mi è stato riferito con sicurezza che non esiste un termine minimo tra pubblicazione del bando e fissazione delle date. Per l'uscita del bando anche lì non esiste una procedura con tempi prestabiliti, tuttavia, dal momento della comunicazione ufficiale da parte degli uffici superiori sino alla materiale predisposizione del bando, intercorrono dei tempi tecnici ("il tempo di organizzarci", testuali parole delle funzionarie, molto gentili peraltro) non quantificabili con certezza. Di norma, è necessaria qualche settimana (2 mesi al massimo). Poi segue la pubblicazione in G.U., previa sottoscrizione da parte del Ministro, con plausibile allungamento della tempistica.
  3. Nella giornata di lunedì mi sono recato di persona al Ministero e all'Ufficio Notariato mi è stato comunicato che, allo stato attuale, non risulta alcuna comunicazione (formale o anche informale) da parte degli uffici superiori, circa la predisposizione del bando. In sintesi: ancora non ne sanno nulla, non si sbilanciano, ma per prassi in questi casi si aspettano almeno 2 mesi per la pubblicazione del bando. Buona giornata a tutti!
  4. Scusami intacca, a che ora hai consegnato? Le mie informazioni riguardavano l'inizio delle consegne (ore 08.30 - 09), può darsi che si sia raggiunto un accordo. I codici, una volta ammessi, vengono posizionati sul banco numerato, senza nuovi controlli. Almeno questa è la mia esperienza personale.
  5. Sul minor c'erano molti dubbi, il presidente ha segnalato l'inammissibilità dei codici Viggiani senza operare distinzioni. Il che mi lascia perplesso... Purtroppo la confusione circa la presenza (o meno) di rinvii "cifrati" anche nel minor ha indispettito la commissione, frustrando le nostre legittime aspettative... Spero che, nel frattempo, si siano ricreduti, anche se il presidente - mi è stato riferito - brandiva il Viggiani verde (minor) come Savonarola brandiva il Decameron di Boccaccio!
  6. Sulla base delle mie informazioni, il nudo non passa per espressa disposizione del presidente della commissione
  7. Confermo la mia posizione, senza voler sminuire le innegabili capacità dei bis notai. Il punto sta, a mio giudizio, nel fatto che il fenomeno in questione nasce da una distorsione del sistema concorsuale - peraltro implicitamente considerata dalla legge - che finisce per arrecare un duplice vulnus, tanto all'interesse legittimo dei privati quanto all'interesse pubblico. In primo luogo, la valutazione della P.A., caratterizzata da discrezionalità amministrativa (come tale insindacabile nel merito), può essere sviata dalla analisi comparativa effettuata tra candidati oggettivamente non comparabili. Ciò in quanto taluni risultano già idonei a sostenere la prova orale in altro procedimento, avendo maturato, a giudizio della Commissione, un adeguato standard di preparazione teorico-pratica; talaltri risultano in corso di primo (o successivo) giudizio di idoneità, aliunde non accertato o accertabile. In secondo luogo, appare leso il principio di buon andamento della attività amministrativa - rinvenibile negli artt. 3-97 Cost. - dal momento che l'azione pubblica è resa inefficiente ed inefficace, relativamente al rapporto tra risorse impiegate (spese del concorso et similia) ed obiettivi conseguiti. In altri termini, la distorsione comporta, a fronte di un costante esborso di risorse pubbliche, l'immissione in ruolo di un numero di professionisti inferiore a quello programmato nel bando, non addebitabile al giudizio della Commissione. Con grave danno all'interesse alla razionalizzazione dell'organico notarile su base nazionale, oltre che distrettuale.
  8. Ci sarebbero, a ben vedere, alcuni profili di illegittimità in questo fenomeno dei bis notai... Qualcuno dovrebbe prenderne atto, anche in via giudiziaria...
  9. Ciao, io ho seguito contemporaneamente il corso biennale del Notaio Aponte (di stampo essenzialmente teorico, ma molto chiaro) e la scuola, sempre biennale, del Notaio Sabatelli, che mi ha preparato all'impatto con le tracce concorsuali ed alla redazione degli atti, applicando i principi e senza meccanismi meramente casistici. Consigliatissime entrambe, se possibile; altrimenti, per me è stata imprescindibile la lezione del Notaio Sabatelli.
  10. A mio giudizio, non sarebbe equo calcolare come tentativo la semplice partecipazione senza consegna degli elaborati, perché si potrebbero creare disparità di trattamento tra nuovi e vecchi candidati/concorsisti. Inoltre, il limite delle 3 consegne, per come è oggi congegnato, mi sembra perfettibile, anche se la capacità di auto-valutazione (di tutti i parametri, oggettivi e soggettivi) dovrebbe essere un requisito imprescindibile per un fine professionista come il notaio.