Vai al contenuto

753ac

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    38
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Ancona

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. 753ac

    vendita di cosa altrui

    tizio promette in vendita a caio cosa altrui al prezzo di 240 già interamente versato. il bene è di proprietà di una società di leasing. caio trova un accordo con la società di leasing per definire la posizione previo pagamento di 180. tizio gli mette a disposizione la somma di €. 155 rifiutandosi di versare la differenza di 25 per arrivare ai 180 voluti dalla società di leasing. caio sborsa di tasca sua €. 25 e si procura direttamente la proprietà dall' effettivo proprietario versando la somma complessiva di 180. Ora, secondo voi a che titolo ha versato i 25 €? ed a che titolo può chiederne la restituzione a tizio?
  2. è consentito al contribuente che intenda nuovamente beneficiare dell’agevolazione “prima casa”, ma che già abbia la titolarità di un diritto che impedisce di fruire dell’agevolazione, un nuovo acquisto agevolato, a condizione di effettuare la dismissione entro un anno dalla data di acquisto dell'immobile pre-posseduto per il quale aveva invocato il benefico precedentemente. Anche agli acquisti a titolo gratuito (e cioè per successione o donazione), devono intendersi interessati da questa normativa. la domanda è: in sede di dichiarazione di successione il dies a quo da cui calcolare " l'anno dalla data di acquisto " quale è? la data di apertura della successione? la data di presentazione della dichiarazione di successione nella quale si richiede di invocare il beneficio? e se la dichiarazione è presentata con ravvedimento operoso?
  3. esattamente, anche io non vedo impedimenti. ma i clienti mi riferiscono d'aver consultato altri 4 notai che hanno ritenuto non ammissibile l'atto...bah
  4. Coeredi in quote uguali su un bene: possono vendere ad un terzo, estraneo alla comunione ereditaria, ripartendo il prezzo in misura non proporzionale alle quote?
  5. come tassereste un divisione a favore di terzo con la quale viene assegnata la maggior quota al terzo che paga il conguaglio con un mutuo?
  6. e...a saperlo che lavori venivano denunciati!
  7. Nel 2005 tizio compra un appartamento. Nell'urbanistica si dice che l'immobile è ante 1967 e null'altro. Nel 2006 tizio presenta al Comune domanda di accesso ai documenti amministrativi per avere copia di una DIA presentata nel 1995 ( dal vecchio proprietario ). il Comune risponde di essere impossibilitato perché la documentazione non è rintracciabile in archivio. Oggi Tizio vuole rivendere. come vi comportereste?
  8. esattamente. trattandosi di copia e mancando le sottoscrizioni non so dirvi se ha fatto firmare solo l'A.U. o ance il terzo
  9. lo so che la domanda è sciocca, ma avendo visto atti scritti in tal modo mi sono interrogata. in effetti in quegli atti in comparizione c'era solo l'organo amministrativo della società di cui si effettuava l'aumento; poi durante l'assemblea il presidente introduceva il terzo, generalizzandolo ( senza però che il notaio ne accertasse l'identità personale ) a me sembra strano e francamente non lo farei, però ubi maior... grazie per non avermi canzonato
  10. anche io prediligo il momento negoziale, e lo costituisco sempre, ma il dubbio mi è sorto guardando più di un atto di alcuni notai che non lo fanno intervenire e che nel corso del verbale fanno introdurre dal presidente in assemblea il terzo. quindi mi sono chiesta se effettivamente ciò fosse ammissibile e se esistesse del materiale a conforto
  11. nell'aumento di capitale di srl mediante conferimento in natura effettuato da un terzo, è obbligatorio costituire il terzo in atto?
  12. grazie, infatti io ritengo che non dia luogo ad imposta, ma concordo sulla via più prudente
  13. si, certo. Ma c'è questo potere da parte dell'AE?
  14. mi viene presentata una sentenza del 2013 di scioglimento di una comunione ereditaria con pagamento di conguagli. la sentenza NON è registrata, ma la parte volendo adeguarsi al dispositivo, intende pagare il conguaglio e mi richiede di ricevere esclusivamente l'atto di quietanza. il dubbio che mi sorge è che l'AE mi richieda in sede di registrazione dell'atto di quietanza anche le somme per la registrazione della sentenza. che ne pensate?
  15. 753ac

    plusvalenzee privilegio

    il privilegio dello Stato per crediti tributari sull'immobile ceduto si estende anche alle soprattasse per omesso versamento plusvalenze?
×
×
  • Crea Nuovo...