Vai al contenuto

Pie-rs

Utente Registrato
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Pie-rs

Informazioni del profilo

  • Sono
    Maschio
  • Corte d'Appello
    Bologna
  1. ratio simulazione relativa

    Il fatto è che nell'esempio di sopra il negozio dissimulato non è una donazione ma un negotium mixtum cum donatione (forse 100€ sono un po' pochi) che nn richiede i testimoni. Trattasi di simulazione relativa parziale quindi la parte potrebbe far valere il negozio dissimulato in quanto il negozio simulato ne rispetta i requisiti di forma e di sostanza.
  2. Siamo sicuri che il 534 sia utile a risolvere il conflitto tra avente causa dall'erede (vero o apparente che sia) e legittimario leso o pretermesso? Credo (e sono in buona compagnia) che alla fattispecie sia applicabile il n. 8 dell'art. 2652 che infatti non fa salvo il 534 a differenza del n.7. In altre parole pare che Caio nn può dormire tranquillo se nn sono passati 10 anni dalla apertura della successione.
  3. Tizio ha 2 figli tizietto e tizietta li nomina eredi in parti uguali. (L'eredità è costituita da un solo immobile e tizietta ha ricevuto alcune donazioni )Tizietto rinuncia. Tizietta accetta, trascrive e vende a Caio che trascrive. Dopo un po' tizietto riconosce un figlio naturale, il quale agisce in riduzione. Caio può dormire tranquillo? Si applica la trascrizione sanante dei 5 anni ? Può caio invocare l'acquisto dall'erede apparente?
  4. ratio simulazione relativa

    Che succede se la controdichiarazione sia del tipo: "il prezzo non è di euro 100.000 ma di euro 100" . Sarebbero ancora necessari i testimoni nel contratto simulato ?
  5. ratio simulazione relativa

    Per la giurisprudenza la regola subisce un'eccezione nel caso in cui le parti usino una vendita per dissimulare una donazione: la donazione, infatti, esige la forma dell'atto pubblico alla presenza di due testimoni, requisito che, se venisse rispettato, vanificherebbe l'esigenza dissimulatoria; così, si ritiene sufficiente la vendita unita ad una scrittura privata in cui si dichiara che il prezzo non è dovuto.
×